« | Home | »

Ci chiedevamo…

5 aprile 2007

…no, così, tanto per saperlo! Anche perché, stando alle scritte, 3 metri sopra il cielo ci dev’essere un bell’affollamento di tapini . Quasi come su una spiaggia di Riccione, a Ferragosto, o sull’isola perduta di Lost…
Share

21 Commenti

  1. Luanina scrive:

    Prima! Prima! Prima! (Op. Cit. ssima)

  2. Luanina scrive:

    Piesse:
    comunque di 3mSc (come lo chiamano i gggiovini) mnfuS!

  3. Paguri scrive:

    Come lo chiamiamo NOI gggiovani,vorrai dire!

  4. Catia G. scrive:

    ALLORA…

    Appartetutto vi chiedo scusa che non ci sono stata, ma sono dovuta anche andare affare un tùr, purtroppo in autobus perchè il chou-fleur personale è sotto la mutua, di presentazione del mio libro presso tutti i centri estetici per sensibilizzare le giovani e anche meno su uno dei mali paeggiori (scusate la dieresi…) di questo secolo che sto cercando di debellere con una crociata sinceramente personale… l’occhio di pernice .

    PARLETENE! PARLETENE! PARLATENE!

    Poi, in quanto appunto scrittrice, volevo dire che io sinceramente ci volevo anche andare a vedre chi c’era tre metri sopra il cielo, ma francemante la funicolare più in la del santuario non è voluta andare…

    Non vi sto a dire la piazzata (socialmente utile) che ho fatto al condottiero, accusandolo di oscurantismo, brutto riporto e fiato di tombino, con scarzi esiti (scarzi nel senso che mi sono anche levata i sandali e gliel’ho tirati dietro, e poi per inciso siccome non me ne giovavo più l’ho dati ai ciei…)

    Comunque se sapete cosa si vede da lassù, chi c’è e soprattutto se ci sono dei mini appartamenti in vendita, fatemi sepre al mio indizzo di posta.

    Vi abbraccio forte forte, e per pasquetta a chi vuole gli spedisco una cotoletta d’agnello fritta avanzata con dedica autografa,
    appresto!!!

    CHIAUAUA!

  5. Luanina scrive:

    E allora un lyeto ritornello che non c’entra un cazzo ma che piace a (noi) gggiovani:

    Noi siamo i gggiovani,
    i gggiovani più gggiovani.
    Siamo l’esercito,
    l’esercito del surf

    Ritornello molto gggiovine, appunto.

  6. Papero Gonfyo scrive:

    2MST,
    PG

  7. Linda scrive:

    I muri (e non solo) della nostra città sono disseminati di perle di saggezza.

  8. Paguri scrive:

    Ma anche:

    Noi, ragazzi di oggi, noi;
    con tutto il mondo davnti a noi;
    viviamo nel sogno (o nel segno?) di poi…
    Noi, siamo diversi ma tutti uguali;
    abbiamo bisogno di un pajo d’ali;
    e stimoli eccezionali…

    Oppure:

    Siamo ragazzi di oggi;
    pensiamo sempre all’America;
    guardiamo lontano;
    troppo lontano.

  9. Paguri scrive:

    EbbravaLinda!!!
    Viva!

  10. IO_ME_STESSO_ME scrive:

    Sono tutti li perchè danno il vino bono a gratis e se arrivi presto anche i cantucci col vin santo…
    Adie

  11. Lale scrive:

    Mi associo ai 2MST

    Loro e i loro film discutibili.

    A quando un fiRm targato Paguri?

    Magari intitolato “Trecculi sopra il muricciolo”…

  12. ni scrive:

    Gaudio massimo di saperne ‘sì tanti a tre metri sopra il cielo: qualche ca’ata di me ‘he si rischia di staccià (IMHO) e come ha già detto luanina di quelli che 3mSc M’I1S.

    ciriciaooo!

    ps: complimenti per il moccolo plantigrado di Maicòl!!!^_^

  13. Vavvo scrive:

    All the young dudes
    Carry the news
    Boogaloo dudes
    Carry the news

  14. Luanina scrive:

    Sai cos’e’ l’isola di Wight
    e’ per noi l’isola di chi
    ha negli occhi il blu
    della gioventù
    di chi canta ippi ippi ippì
    ippippìììììììì

    e ora andrei anche a farla.
    (sa, la prostata, a una certa età…)
    (Op. Cit.)

  15. Pierluigi scrive:

    Visto che il tono dei post sta scadendo notevolmente vorrei quindi segnalarvi un sito “per frustoni” quanto la Ixus 850.

    http://www.ilpenemidailpane.it/

  16. Marco Ferri scrive:

    Lasciate, lasciate che gli innamorati scrivano sui muri di esser tre metri sopra il cielo (insieme alle diossine ed alle nano-particella). Se ne accorgeranno quando dovranno rimetter i piedi per terra, hi,hi,hi!
    (certe volte mi sento così cattivo che io stesso mi odio!)

  17. IO_ME_STESSO_ME scrive:

    Ma noi giovani oltre ke essere 3msc si scrive anke come un codice a barre kkkk nnnn tttttvpplonjkfhjfjhdkajb
    Ecc ecc
    Adie

  18. Vavvo scrive:

    ma ho capito tutto…
    3 msc equivale a 3 millisecondi, ovvero il tempo di reazione che c’è fra le palle strette intorno alla porta e il moccolone

  19. mylla scrive:

    Ragazzi, ‘un c’entra ‘na sega, ma leggete sul mio blog “Mylla e il benzinaio redentore”. Ha dell’incredibile!!!

  20. smemento scrive:

    Tre Metri Sopra il Cielo, il musical

    Romanzo e film di culto, “Tre metri sopra il cielo” di Federico Moccia diventa ora spettacolo teatrale. Non più ambientato a Roma, come il film e il libro, il musical ha come location una qualsiasi città della penisola italiana. L’idea è quella di trasmettere un messaggio d’amore che nelle parole del regista, Mauro Simone, è rivolto a “tutta la nazione”. Lo spettacolo debuttera’ il 19 aprile al teatro della Luna di Assago, con preview stile Hollywood dal 13 aprile. La scenografia sarà composta dalle pagine del libro piu’ amato dagli adolescenti. A vestire i panni dei protagonisti, Step e Babi, saranno Massimiliano Varrese, attore nella fiction “Grandi domani”, e Martina Ciabatti, una debuttante scelta fra 700 aspiranti.

    Continua così la storia d’amore che ha fatto sognare migliaia di adolescenti. Dopo il grande successo del romanzo di Federico Moccia e del film di Lucini, “Tre metri sopra il cielo” arriva anche a teatro, realizzato con impianti scenografici innovativi e di grande effetto; costumi vintage in pieno stile anni Ottanta; una colonna sonora rock e coreografie “modern” con un richiamo allo stile di allora.

  21. Ryuko scrive:

    A Lecce c’era una variazione sul tema: “tre metri sopra il cielo… speramu ca no cadimu”