« | Home | »

GIOTTO

28 ottobre 2007

Bene,

per i 25 manifestanti arrestati durante il G8 di Genova sono stati chiesti complessivamente 225 anni di reclusione, con pene che variano da 6, fino a 16 anni.

16 anni è una pena prevista anche in alcuni casi di omicidio.

L’accusa, oltre che di danneggiamenti vari, di aggressione e resistenza alle (botte delle) forze dell’ordine è anche e soprattutto quella di lesione all’immagine dello Stato Italiano e della Presidenza del Consiglio.

Lasciamo stare che all’epoca la cosa più lesiva all’immagine della Presidenza del Consiglio era lo stesso Presidente del Consiglio, tale Silvio Berlusconi.

Lasciamo stare che la cosa più lesiva all’immagine dello stato italiano erano (e sono) i numerosi ex fascisti presenti in parlamento, così come nel consiglio dei ministri, così come nel ministero degli interni, così come nella centrale operativa delle forze dell’ordine, durante il G8, cioè Fini.

Lasciamo stare che oltre a ministri e parlamentari vari indagati e giudicati per associazione mafiosa e truffa, abbiamo anche lo spettacolo di ministri che dicono di volersi pulire il culo con la bandiera italiana.

Lasciamo stare tutto questo.

Chi ha spaccato vetrine o assalito (ma anche resistito all’assalto) di Carabinieri e Polizia, rischia 16 anni di galera.

Chi ha sparato in faccia ad un ragazzo di 20 anni è stato assolto per legittima difesa.

Chi ha picchiato, umiliato e torturato altri ragazzi, forse non verrà neanche processato per prescrizione.

Chi ha picchiato, umiliato e torturato altri ragazzi forse, se dovesse esser processato, verrà assolto perchè le prove a suo carico sono miracolosamente (grazie a Padre Pio?) sparite dagli archivi.

A noi non ci sembra tanto giusto, ecco.

Tutto qui.
Share

14 Commenti

  1. Daniele scrive:

    E ne volete sape’ un’altra bella tosta? Oggi Ratzinger (Z) ha beatificato almeno un centinaio di preti spagnoli uccisi dagli oppositori del regime di Franco (sì, l’amico di zio ìtle).

  2. Paguri scrive:

    No, amica nostro.
    Erano 498.

  3. Daniele scrive:

    Io me li immagino tutti cecchini come in “Terra e libertà” di Ken Loach

  4. Nemo scrive:

    E’ necessario un commento? credo basti il disgusto!

  5. mylla scrive:

    Buarck.. scusate la pozza di vomito. Sì, trovo giusto che in quanto vandali certificati da riprese video quei ragazzi abbiano una pena ma come fate notare voi le “forze dell’ordine” (sì, ma del lato oscuro)non hanno beccato manco 5 giorni di galera per aver picchiato gente INNOCENTE e INERME, come anziani e genitori coi bambini. Io a Genova ebbi dapprima l’idea di andare, poi una sorta di premonizione mi bloccò. Guardavo in tv Genova sottoassedio dicendo “Cazzo, l’ho scampata bella”, perché non credo proprio che i miei occhioni tipo gatto con gli stivali in Shrek mi avrebbero salvato dalle manganellate selvagge. Era guerra, pura e semplice guerriglia urbana. Come ho detto, la cosa che più mi ha impressionato fu un gruppetto di persone arrivate da poco, famigliole con bimbi e nonni al seguito, tutte messe in gruppo come un gregge e ricordo le botte a un anziano che CERCAVA di parlare coi poliziotti che lo hanno zittito con le botte. Quel povero anziano non solo si è fatto la seconda guerra ma pure la guerra del G8. Bha…
    Vabhè, sto scrivendo anche troppo, scusate.
    Tornando un momento alla questione delle pene ai ragazzi del G8, premetto che non se c’è una cosa che mi fa incazzare sono i fracassatori di cose altrui, di qualunque parte essi siano: se vuoi legalità e rispetto non ti metti dalla parte del torto, cmq, in quanto donna come mi devo sentire se a loro danno 16 anni per danneggiamento a COSE e un uomo che strupra una donna dopo al massimo – quando va bene – un anno esce? Ditemi voi. Se guardo la nazione da questa ottica mi viene voglia di scriverne il nome in minuscolo e storpiandolo: italia, italina, italietta. Buarck, ops, un’altra pozzza di vomito… scusate.

  6. Sochmel scrive:

    E’ il senso di impotenza che mi devasta in questi casi. Lo stesso che poi mi spinge a fare ‘ste cose qui:
    http://it.youtube.com/watch?v=g_Ee3scgebA

    a proposito poi dei fatti della caserma Bolzaneto

  7. rinko starr scrive:

    G8…
    affondato

  8. eddie scrive:

    che rabbia… che rabbia!

  9. Anonimo scrive:

    voce fuori dal coro…. a genova ci sono stati, fra tanti pacifici oppositori al g8 (tutti ,ovviamente,forniti di cellulari e scarpe figli della globalizzazione…vabbè, un altro discorso…) degli individui che trovavano necessario esprimere il loro dissenso con bombe molotov e spranghe…diciamo non è proprio un metodo democratico!!!
    E la polizia sicuramente avrà avuto i suoi comportamenti illeggittimi, ovvio, che verranno più o meno insabbiati (o prescritti, a causa di magistrati – che qualche fazione politica garantisce…vabbè altro discorso…- che lavorano forse un pò troppo poco…) ma come si può garantire la legalità con diritti di uno stato civile, quando la stessa Genova era un teatro di guerra, dove quindi era forse meglio adottare la legge marziale (una piccola provocazione, scusatemi…)?

  10. Anonimo scrive:

    Che fenomeni! Non avete pratica di manifestazioni, evidentemente! Sono sempre le forze dell’ordine a cominciare (o a far cominciare)le violenze. E la legge marziale c’era eccome, e c’è sempre, anche quando si manifesta in 30 davanti ad un’azienda che chiude, visto che prima si deve chiedere il permesso che altrimenti so’ mazzate!

  11. peppe scrive:

    Caro anonimo con questa tua giusta osservazione credo che hai chiuso la lista dei commenti!

  12. peppe scrive:

    EH si! si sono chiusi i commenti! forse la digos è già sulle vostre tracce!! Peccato chè questo era l’articolo più interessante del blog di Padre Zauker. Per conto mio confermo, avendo partecipato a varie manifestazioni tra cui genova 2001, che sono le sempre le guardie a creare problemi. E se non lo fanno per dolo lo fanno per incompetenza e… ecc. ecc.

  13. Nedo B. scrive:

    Il G8 ha cambiato il significato di “pesto alla genovese”, di “manifestazione pacifista”, di “terroristi” e di tanti altri termini del vocabolario italiano. Se non è questa lesione all’immagine dello stato, io sono un gufo stiappone.

  14. Anonimo scrive:

    g8..niente,i pestaggi a napoli niente,ogni volta che dei ragazzi TENTANO di manifestare un idea una voglia di cambiare vengono ricacciati indietro a manganellate mentre quando ogni domenica degli scimpazze con il cervello di un oloturia marinata spaccano gli stadi macchine per la strada ed i coglioni vengono giustificati compresi analizzati acarezzati e pure du bacini sul capo povere stelle.carlo giuliani e’ diventato il figlio di troia con l’estintore il ragazzo ucciso sotto arezzo povero maritire anima santa portatore di pace,il fatto che avevano teso un aguato ad un altra macchina solo pera ver visto una sciarpa di una squadra diversa che hanno trovato coltelli biglie d’acciaio e bastoni fatti sparire subito dalla zona nn contra,che quella testa di cazzo fosse gia’ segnalata per atti di violenza negli stadi,sparito anche questo.pero gia’ nn sono gli ultras,che solo 4 anni fa mandarono quasi all’altro mondo a mazzate un ragazzo marocchino reo di essere marocchino e sempre fascisti della lazio,elementi pericolosi sono al massimo poche mele marce mentre i ragazzi che manifestano una minima idea indipendente da il sistema destra/inistra di governono inserito a fondo nei nostri simpatici e urticati deretani diventano dei mostri aniba pronti a distruggere bruciare devastare.ma al social forum a firenze porco di un dio nn c’era nessuno a vedere che in un milione e passa nn si sono fatti danni in culo a zeffirelli(no via lui no poi gli garba)islvio e la buon anima dela fallaci