« | Home | »

Manifesto di intenti

31 ottobre 2007

Nuvole

Voi,
i cristiani, gli ebrei, i musulmani, i buddisti, gli scintoisti, gli avventisti, i panteisti, i testimoni di questo e di quello, i satanisti, i guru, i maghi, le streghe, i santoni, quelli che tagliano la pelle del pistolino ai bambini, quelli che cuciono la passerina alle bambine, quelli che pregano ginocchioni, quelli che pregano a quattro zampe, quelli che pregano su una gamba sola, quelli che non mangiano questo e quello, quelli che si segnano con la destra, quelli che si segnano con la sinistra, quelli che si votano al Diavolo, perché delusi da Dio, quelli che pregano per far piovere, quelli che pregano per vincere al lotto, quelli che pregano perché non sia Aids, quelli che si cibano del loro Dio fatto a rondelle, quelli che non pisciano mai controvento, quelli che fanno l’elemosina per guadagnarsi il cielo, quelli che lapidano il capro espiatorio, quelli che sgozzano le pecore, quelli che credono di sopravvivere nei loro figli, quelli che credono di sopravvivere nelle loro opere, quelli che non vogliono discendere dalla scimmia, quelli che benedicono gli eserciti, quelli che benedicono le battute di caccia, quelli che cominceranno a vivere dopo la morte…
Tutti voi,
che non potete vivere senza un Babbo Natale e senza un Padre castigatore.
Tutti voi,
che non potete sopportare di non essere altro che vermi di terra con un cervello.
Tutti voi,
che vi siete fabbricati un dio “perfetto” e “buono” tanto stupido, tanto meschino, tanto sanguinario, tanto geloso, tanto avido di lodi quanto il piu’ stupido, il piu’ meschino, il piu’ sanguinario, il piu’geloso, il piu’ avido di lodi tra voi.
Voi, oh, tutti voi
NON ROMPETECI I COGLIONI!
Fate i vostri salamelecchi nella vostra capanna, chiudete bene la porta e soprattutto non corrompete i nostri ragazzi.
Non rompeteci i coglioni, cani!

François Cavanna

Share

97 Commenti

  1. santrine scrive:

    PRIMOOOOOOOOOO!!!!!
    Gesù mi ama.
    Non riamato.
    W voi.

  2. giacomo vavvo scrive:

    non rompo i coglioni, anzi entro pulendomi i piedi e mettendo le pattine… però: primo primo primo. dio v’abbia in gloria e ci lasci qualche avanzo pure a noi

  3. mylla scrive:

    Amicini miei, come non condividere questo testo visto che ora il Papa ha pure chiamato a raccolta i farmacisti cattolici intimando loro di fare obiezione davanti agli acquirenti di medicine infernali se vogliono guadagnarsi il regno dei cieli. Eh già, vuoi mettere che buon cristiano sei se non dai a una ragazzina di 14 anni la pillola del giorno dopo quando è stata violentata dai compagnucci di classe durante la ricreazione? Sentiti vavvanculo, al Papa, ovviamente.

  4. Lopo scrive:

    Chiedo venia per il problema sui commenti: risolto. Ora vanno! Ewwiwa!

  5. Papero Gonfyo scrive:

    Quinto! Che nella Qabbalah ha parecchi significati, tra cui malevolenza, indifferenza e disprezzo. Vabbè, via, si mangia e si parte, ci si vede più tardi. Emi, non fare il merdone e aspettaci!

  6. Papero Gonfyo scrive:

    Oh, dovete implementà un sistema di gestione utenti un pò meglio, altrimenti a breve viene fuori un casino…

  7. Papero Gonfyo scrive:

    Ah, un’ultima cosa (poi i coglioni ve li rompo di persona). Il sito va un’ora avanti!

  8. Aaronne scrive:

    Bello il nuovo sito !

  9. Durruti scrive:

    Ma gli intenti non son del sito ma per la massa di subumanoidi credenti in quer_che_frega_a_loro!
    Fiuuuu avevo paura di leggere qualcosa del tipo:
    noi, attarverso quest’algido sito, ci proponiamo di bla bla bla

    BRAVIIII molto ottimo!

    A Luccaaaa A Luccaaaaa

    D

  10. grisson scrive:

    Bene ho il, commento numero 10 giuoco dietro le punte e me posso permettere di andare dove voglio

    Adie

  11. tittera scrive:

    Ma le fotine ‘un si possono più mettere?

  12. smemento scrive:

    1) Alle 1:12 di questa notte il sito non era online, quindi siete dei menzogneri.
    2) A fianco alle foto in qualsivoglia pubblicazione si mette sempre il nome dell’autore. Io di fianco agli scarabocchi vostri i nomi ce li metto! Aridanghete…

  13. Conte Ejacula scrive:

    avendo avuto contezza di questa lodevole iniziativa, grazie allo stand del Vernacoliere ai comics di lucca, rendo doveroso omaggio alla premiata (e gaya) coppia Pagani & Caluri (manca il terzo vagone del trenino dell’ammmmmmore ovvero il Camerini, ma penso che “c’entri” ovviamente anche lui)

    lingua in bocca a tutte le fie che scrivono 😀

  14. Socmel scrive:

    Dichiarazione di intenti fulgida e sintetica!
    ottimo inizio!
    Peccato che anche quest’anno non riuscirò a passare a Lucca (è chiaramente l’influsso malefico di qualche dio padre a caso)…
    Qualcuno di voi ha visto ieri Oddifreddi e Messori dibattere di Padre Pie da quel grosso rottinculo di Wespa?
    Io non ho più retto quando dopo le ennesime cazzate di Messori è suonato il campanello e chi è entrato? Rosalino Cellamare detto RON!
    Giuro! Non scherzooooo! In quel momento un tumulto di acidità mi ha invaso l’intestino tenue… Comunque complimenti a Odifreddi che è stato in ogni caso un grande…
    E FARE UNA STORIA DEL NOSTRO D.Z. CHE VA DA VESPA A PARLARE DEI MIRACOLI DELLA MADONNA E FINISCE PER PISCIARGLI IN BOCCA A TUTTI? (o qualcos’altro del genere ma più cruento?)

    Ame

  15. rinko starr scrive:

    amen

    e tutto il papa minuto per minuto
    finalmente un servizio utile per la comunità

  16. Lavrentij scrive:

    oh binbi domani passo

  17. Raffaello scrive:

    Un contributo in tema di Crozza:

    http://www.youtube.com/watch?v=kuQsRk3b9i4

    In particolare dall’art.33 della Costituzione Italiana:

    Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato.

  18. tittera scrive:

    Per il Conte Ejacula:
    Ti pare che il Camerini con le sue attività di fumettista, regista, sceneggiatore, cameriere, autore, comparsa, rilasciatore d’interviste, illustratore, grafico…abbia tempo per queste cazzate?

    Con tanta simpatia
    Tittera

  19. tittera scrive:

    scusate avevo dimenticato scrittore e idraulico (ma questo solo nei giorni dispari)

    Sempre con simpatia

  20. francesco zavatti scrive:

    Aho, ma perchè sul Vernacoliere di novembre non c’è Don Zauker?!!?!??!Io non vivo senza!!!

  21. Oste Guido scrive:

    22? Un tempo era il numero del terzo portiere ai mondiali. col 22 Giovanni Galli ha vinto un mondiale! Ora posso solo complimentarmi con voi per il bellissimo servizio che ci regalate. Cercherò di essere più presente e per ora mi limiterò a raccomandare le vostre anime.

    Cordialmente, Oste Guido

  22. ronson scrive:

    Viva, Amici siNceri!
    Ma cazzo, senza le fotine non è più la stessa cosa…
    Fote, fote fote fote!

  23. santrine scrive:

    Ho fatto pipì insieme a ronson e mi sono accorto che ce l’ho molto più piccolo io.
    Diciamo una buona metà….

  24. ronson scrive:

    Il post 24, nonostante sia una verità assoluta, l’ho scritto io (ronson).
    Questo per farvi capire che se qualche malintenzionato volesse…..

  25. grisson scrive:

    precipitevolissimevolmente
    supercalifragilistichespiralidoso
    trentatrè trentini entrarono in trento tutti e trentatrè trotterellando
    tre tigri contro tre tigri…..

    Adie

    Visto? che vi dicevo? Ronson

  26. paguri scrive:

    Dunque, cominciamo a dare un po’ di risposte sommarie alle varie mail che ci sono arrivate, visto che, più o meno, chiedono tutte le stesse cose.

    1) Don Zauker non è finito. Il numero di novembre è saltato a causa di cazzi vari ma a dicembre tornerà (forse).

    2) La prossima raccolta, salvo sorprese, uscirà a Lucca 2008.

    3) Il DVD dello spettacolo è praticamente pronto. Stiamo solo valutando come distribuirlo.
    Ogni novità apparirà sul sito.

    4) Le magliette “Dio ti guarda…” con il disegno di DZ sono finite sabato pomeriggio, le copie della raccolta, domenica alle 15. Questa è una cosa della quale ci vergognamo e scusiamo, anche se non dovremmo essere noi a farlo.
    Considerato che l’anno scorso le raccolte andarono esaurite alle 17, sembra che la redazione abbia fatto tesoro dei propri errori.
    Infatti quest’anno sono finite due ore prima.
    Scrivete e protestate.

    5) Le foto e altre cazzate, d’ora in avanti, dovrete spedirle all’indirizzo che troverete sotto la voce “contattaci”. Altri indirizzi (tipo quelli presenti sull’albo) non sono più validi.

    Per ora basta.

    Grazie infinite a tutti, e che l’Altissimo, nella sua infinita grazia, vi cài, ogni tanto.

  27. mylla scrive:

    sono due! sono gemelli! li porterò a giro in passeggino insieme a coppia, come i carabinieri e i coglioni!
    (… è vero, Ronson)

  28. santrine scrive:

    Vedete com’è facile mettere i commenti a nome di altri?

    Comunque scherzavo, santrine ce l’ha molto più grosso del mio!
    Ronson

  29. mylla scrive:

    Chi è quel pezzente che si è spacciato per me? dai cazzone, vieni fuori! Demente!

  30. marco ferri scrive:

    Mylla sono stato io. Scherzavo!

  31. paguri scrive:

    @ronson che fa santrine:
    E pensa che ce l’hai la metà di smemento, quindi per la proprietà transitiva (?), santrine ce l’ha un quarto di smemento.

    @mylla:
    piantala co’ sta storia della gravidanza, c’hai rotto i coglioni.

    @papero:
    sei gonfyssimo!

    @ronson:
    non eri il solo ad avercelo detto che questo forum fa schifo al cazzo, ma noi siamo cocciuti.

    @santrine:
    sei gonfyssimo pure tu!!!

  32. mylla scrive:

    Sono mylla e c’ho la topa che mi brylla!

  33. io-mestesso-me scrive:

    però avete dovete avere un po di rispatto per li altri intanto che sistemavano il sito
    mylla, non trattare male marco ferri che ha appena avuto un figlio!
    Adie

  34. Andrea Camerini scrive:

    E’ in viaggio una querela per diffamazione nei vostri confronti… avete passato ogni limite!

  35. Dio scrive:

    Avete rotto ‘r cazzo.

  36. tittera scrive:

    Bellini non ci si può spacciare random per gli altri…o lo si fa bene o non lo si fa!

  37. Anonimo scrive:

    dio sei un cane!

  38. Anonimo scrive:

    Di tutti i commenti sopra, l’unico credibile o almeno verosimile è quello di Camerini.

  39. paguri scrive:

    Cambiano le regole, signori…

  40. WhiteZombie scrive:

    Saluti da Cagliari…a tutti i gaggi e i gaurri discotecari che se la fanno dai caddozzoni del poetto al parcheggio del cavalluccio

  41. grisson scrive:

    Ma un post novo no???

    Adie

  42. AdrianoAltorio scrive:

    Amici, peccato non esser stato con voi domenica, ma forse è stato meglio sentirvi al telefono…

  43. Papero Gonfyo scrive:

    In realtà al telefono hai sentito solo Valeria…

  44. WhiteZombie scrive:

    ho avuto notizia che la beata ss.vergine sia apparsa a dei mufloni sul gennargentu, ma non ho prove fotografiche.
    per favore mandate Don Zauker ad indagare sulla giunta di cagliari? hanno rotto i cogliooooni!

  45. tittera scrive:

    PROVA NAPPA PROVA NAPPA PROVA NAPPA

  46. tittera scrive:

    uffa

  47. tittera scrive:

    ops dunque

  48. Andrea scrive:

    Intanto mi volevo dare il benvenuto in questa nuova avventura…

    E poi, spero non lo interpretiate come un pessimo sfoggio di sterile retorica, vorrei senza troppi discorsoni seri invitarvi a commentare in qualche modo la scomparsa, in effetti non prematura, del povero Enzo Biagi, che in questo mondo di “pupi”, ha avuto almeno il buongusto (non Fred) di sforzarsi di dare un senso alla prola DIGNITA’.

    Bravi tutti!

  49. Anonimo scrive:

    Sono Ronson, l’autore dei commenti 23 24 25 e 26.
    Gli altri non solo non li ho scritti, ma non mi hanno fatto neppure ridere.
    Certo Mylla hai un po’ esagerato e sicuramente a favore dell’autore che si farà grasse risate con la tua ira. Spesso quando faccio pipi’ con altra gente (vedi Santrine) mi rendo conto di esagerare, allora ne tiro fuori solo un pezzetto e mi beo dello sguardo “rassicurato” del mio vicino. Ecco, il bello e divertente sta nel mezzo, tutto il resto è Noia (op. cit.)e inutile esagerazione.
    Ma cos’è, filosofia del cazzo? Mah…

  50. lale scrive:

    Ole’.
    Registrato.

    Io sono l’autore del post “questo qui”.

    E se non e’ filosofia del cazzo sara’ cazzologia del filo?

  51. lale scrive:

    Ops… dimenticavo…

    Essendo particolarmente sensibile all’argomento, vi esprimo tutta la mia ammirazione per aver rilasciato il materiale del sito in CC.

  52. grisson scrive:

    Siamo a 7 ed ancora sto sito non ha dato grandi segni di vita…

    Bravi brevi…

    Adie

  53. Anonimo scrive:

    Io sono cristiano ma non mi riconosco in nessuna delle descrizioni. Significa che posso rompere i coglioni?

  54. paguri scrive:

    Vedremo.

  55. santrine scrive:

    Io, però, propenderei per il no.

  56. Anonimo scrive:

    Fantastico, complimenti!

    Sraule

  57. Anonimo scrive:

    Stavo per unirmi all’esercito della salvezza.
    Poi ho scoperto il vostro blog.

    Fab

  58. Anonimo scrive:

    Ah, vedo che Wolverine tallona Dio. Fossi in Dio mi preoccuperei: Logan è il migliore in quello che fa…

    Ri-Fab

    http://www.stylecafe.blogspot.com

  59. Mylla scrive:

    @ Ronson: eh no caro, non mi sono incazzata troppo, è che la gente non ha manco le palle per non essere anonima. Mylla è così, e siccome da una vita in quel che dico ci metto faccia e firma mi verrebbe da pretendere che nessun coglione si spacciasse per me, che nessuno si spacciasse per nessuno di voi.
    @ Marco Ferri: duro fatica a credere che possa esser stato tu…
    A chi ha a noia questo argomento: cazzi vostri.
    Cordialmente, ma non troppo, Mylla, quella VERA.

    NB: Chi vuol replicare lo faccia sul MIO blog, non voglio intasare quello di amici per questa cosa non inerente ai loro argomenti.

  60. Anonimo scrive:

    Mi manca Cuore.

  61. Anonimo scrive:

    va beh decidetevi! Noi Non si deve rompe i coglioni, ma se, per i cazzi nostri, in una cerimonia prevista solo dalla nostra cazzo di religione si decide di fa santo chi cazzo ci pare a noi, voi ci venite a dì che “no di vì, e no di là” e volantini e indignazione e… sticazzi! ve lo posso dì anche io “non rompeteci i coglioni” o è solo un’esortazione a senso unico? Va che sete una bella manica di moralisti anche voi…

    Giulio

  62. paguri scrive:

    ALT.
    Carissimo Giulio, a noi sembra paradossale il significato stesso di santificazione, ma ognuno è libero di fare quello che vuole nel rispetto della libertà altrui, ci mancherebbe. Questo a dire: a parte l’insofferenza verso la presenza massiva nei principali mezzi di comunicazione (fra cui la TV di Stato, pagata da tutti) per la propaganda Vaticana, per quanto ci riguarda potete santificare anche IL CANE DI GESU’ (che mi sembra si chiamasse Bucche), è per noi motivo di scherno, ma siamo ben lungi dal volervelo proibire.
    Altro discorso quando qualcuno limita la libertà alla società civile ostacolandone la giurisdizione con anatemi che ben figurerebbero ai tempi di Re Alboino, ma che nell’Anno Domini 2007 risultano un pelino fuori dal senno. Ma appena appena, eh? In questo senso, ribadiamo, NON ROMPETECI I COGLIONI, CANI!

  63. Anonimo scrive:

    Un altro aspetto, caro Giulio (Andreotti?) è quello che riguarda il revisionismo storico.
    Voi potete fare Santo Subito (senza passare dal via, come nel Monopoli) chi cazzo vi pare, ma non potete negare la storia, facendo passare per martiri quelli che invece erano i complici dei carnefici.
    Tutto qui.

  64. Papero Gonfyo scrive:

    Il chihuahua della Madonna si chiamava Lessi?
    (questo commento l’ho scritto davvero io, non Marco Ferri che si spaccia per me o i Ricchi&Poveri che si spacciano per gli Oliver Onions)

  65. lale scrive:

    E no, gli Oliver Onions lasciatemeli stare, eh!

    Ma tornando all’argomento principale…

    La cosa buffa e’ che spesso lo scherno viene supportato da motivazioni comunque ragionate, non e’ frutto di deliri e denota comunque un’analisi dei fatti da parte di chi lo porta avanti.

    D’altro canto, invece, la reazione del lato opposto e’ sempre di tipo puramente distruttivo (si prova pena per chi non capisce certe “verita’” o anche semplice disprezzo) ma non c’e’ (quasi) mai una qualche reazione propositiva, che cerchi di smontare costruttivamente le basi dello scherno.

    E’ solo una mia impressione?

    P.S.
    Io sono proprio io, che si e’ auto-rubato il nickname e sta scrivendo cose che in realta’ scriverebbe anche l’io-a-cui-e’-stato-autorubato-il-nickname.
    Cosi’, per sdrammatizzare.

  66. tittera scrive:

    Scusate se disturbo l’idillio, per far apparire la mia fotina vado su gravatar (ho già fatto) e…?

    L’opo metti un post così aiuti la gente monca tipo me a essere un po’ meno monca.

  67. Lavrentij scrive:

    Daniele ma te lo mando quel coccodrillo che ti dissi a luccacomix o non me lo pubblicate perchè lo conoscete?

    Perchè mi fa fatica scrivere, ma se mi dai l’ok mi metto a lavoro (a lavoro).

    Cordiali Saluti.

  68. tittera scrive:

    Vorrei precisare due cosine:

    1. Nessuno mi ha aiutato ma io ci sono riuscita.

    2. Oh Giulio quando si lancia il sasso la mano non andrebbe ritirata: un pensiero diverso è fonte di arricchimento purché non si fugga dopo averlo espresso. Nonostante le apparenze le persone qui sono civili.
    Dovresti iniziare a pensare che al mondo esiste la libertà di pensiero anche per coloro che non perseguono nessuna Religione e allora mi domando: perché devo sentir minato il mio diritto a divorziare o abortire qualora lo volessi? Perché gli albergatori, onesti lavoratori, devono tollerare la concorrenza sleale di un turismo religioso che non paga l’ICI? Perché io ogni anno devo devolvere l’8×1000 alla Chiesa quando lo darei tanto volentieri alla ricerca? Perchè in ogni tg devo ascoltare ogni giorno notizie sul TUO papa anche se gli s’è incarnita un’unghia? Perché le spose indossano l’abito bianco e si inginocchiano ai piedi dal signore (sig. dio) sebbene caste non lo siano più da tempo? Perché i preti pedofili vengono trasferiti e trasferiti e trasferiti e basta?

    Oh Giulio, che bello che ci sia ancora qualcuno che crede nelle favole e si tappa occhi e orecchi per continuare a crederci, ma non pensi che chi non ci crede più sia libero di farlo senza sentirsele raccontare tutti i giorni?

  69. tittera scrive:

    Mi sono dimenticata di dirvi che ho un caro amico che crede nel dio suino, pensate che bello se ogni giorno, dieci minuti di ogni tg fossero dedicati a come non buttar via niente del maiale.

    …e poi ricordatevi: noi deriviamo dalle scimmie e Smemento ne è prova vivente, nessuno può negarlo!

  70. Iccia scrive:

    Ma CANE DI GESU’ si può scrivere?!Perchè in tal caso avrei una vasta letteratura a riguardo…se metto in corridoio un tabernacolino della Madonnina della Fava Stiappona considereranno casa mia luogo di culto?Così dopo posso affittare una stanza ai turisti e fare della sporca concorrenza all’hotel 4 stelle qua vicino!
    Comunque ricordiamo che il Nostro beneamato Parlamento ha testè bocciato con 240 voti contrari,12(dodici)favorevoli e 48 astenuti(che in Senato equivalgono a voto contrario)l’emendamento che prevedeva di far pagare l’Ici sugli immobili di proprietà della Chiesa che svolgono un’attività commerciale “anche nel caso in cui” tale attività “abbia carattere accessorio rispetto alle finalita’ istituzionali dei soggetti”.Quanta strada s’ha da fare,MANITU’ CANE!(i miss you,Fava di Lesso)

  71. Socmel scrive:

    Bella Raga,
    Avete visto quanto casino per il nuovo libro su Padre Pie? Ieri anche a Matrix ne hanno parlato! tirando fuori la storia dell’acido fenico… E pensare che in tempi non sospetti (2002) il “buon” F.M.Sardelli aveva rilegato le sue perle di santità nell’imperdibile volume: “I Miracoli di Padre Pio che avvenettero veramende, potesse stiantare chi non ci crede. Ame”. In appendice al libro oltre alla questione dell’acido fenico, si citavano (documentando le fonti) anche i sedicenti “Arditi di Cristo”… Di cui in televisione, chiaramente, nessuno ha avuto cuore di fare un ben che minimo accenno…

  72. BondValeria scrive:

  73. Anonimo scrive:

    La mia “amica” Laura Panerai mi ha segnalato questo CAPOLAVORO!
    A san Remo, a San Remo!
    Baci, Ronson

  74. Anonimo scrive:

    per l’emozione mi sono dimenticato: http://it.youtube.com/watch?v=TG4ot1KStlQ

    Ronson

  75. Anonimo scrive:

    Evvabbè ma s’ero il cane di gesù [che mi pareva si chiamasse Blècche] mi sarei offeso alla grande
    [fabRM]

  76. santrine scrive:

    DE NECESSITATE ECCLESIAE
    Tenete presente che, se non fosse esistita la chiesa:
    Non ci sarebbe stata la scena “Sì, sì, ho capito” di Non ci resta che piangere.
    Non sarebbe eccitante troNbare una donna vestita da suora con le autoreggenti.
    La monaca di mmmmmmonza (op.cit.) sarebbe stata solo un altro tegame.
    Sarebbe più difficile identificare frvstoni e pedofili.
    Non avremmo avuto la scazzottata nel convento in Trinità.
    I produttori di ostie fallirebbero (quelli di vino non credo).
    Non avremmo avuto la scena del battesimo di Amici miei, atto II.
    I Judas Priest si sarebbero dovuti chiamare in un altro modo.
    Non avremmo avuto Jesus Christ Superstar.
    Di don famosi avremmo solo Lurio, Costa e
    Corleone…e non Zauker.

    Pensateci.

  77. Anonimo scrive:

    Salve a tutti,
    sono Igo e voi no (il che è un bene per entraNbi tutti).
    Aggiungo parole a parole conscio della totale inutilità di qualsivoglia comunicazione, ma il sergente Calury m’ha invitato all’intervento e quindi, dopo aver letto un po’, eccomi qui.
    Il testo di Cavanna è bello, scritto bene, retoricamente azzeccato, ma credo che il punto della questione sia un altro e cioè che ognuno fa il cazzo che gli pare e poi lo giustifica in qualche modo.
    Il povero Giulio, cui va la mia sincera siNpatia per il coraggio, in realtà ci becca quando insinua circa l’altrui moralismo.
    Il punto è che la visione laica (o Laika, se si amano i cani astronauti) rappresenta anch’essa un potenziale fondamentalismo: ovvio che i laici sottolineino la plausibilità delle religioni presso il “loro mondo”, ma forse ignorano che implicitamente anche loro stessi, nella migliore buona fede, “violentano” il punto di vista dei religiosi medesimi, che in quanto tali, se particolarmente ferventi, non possono ammettere altre possibilità di punto di vista se non il proprio.
    E tacciamo circa l’anticlericalismo mania infantile dell’anarchismo, che sarebbe un altro problema su cui ci sarebbe da questionar non poco. Poi, che sia gustoso trattar male i baciatori di candele e giojre di fronte a eventi quali la vecchiettina in processione che mòre perché stiacciata dal crocifisso di kg. 250 precipitato dalla sua sede abituale (accadde in Sardegna, se ben mi rammento), ok, così come è giusto sbattezzarsi per non rientrar nella conta del gregge cattolico ogni volta che il politicame (cui non frega un cazzo della religione intesa seriamente) chiama all’armi ora contro i musulmani, ora contro i cattocomunisti (effettivamente odioserrimi), ora contro i tifosi del Pisa,
    La soluzione circa l’incomunicabilità tra confessioni o non confessioni differenti non c’è, a meno che qualcuno non ceda, cosa impossibile per questioni, direi, assiomatiche.
    Quindi: ROCCHENROLL!!!
    Ognuno pensi quel che cazzo gli pare e chi picchia più forte vince, dopotutto, cosa c’è di più bello se non una sana dose di violento, irriducibile e intollerante FANATISMO, sia esso laico o tifoso dei vari DII?
    Dopo tutto sono degli islamici ad aver effettuato uno dei più grossi zàcchete agli ameriàni…
    Quindi: c’m’on let’s twist again e risparmiamoci giustificazioni razionali (né, tanto meno, razionaliste) ai propri odii, anzi, sfoghiamoli con Gioja e Letyzia (due mie amiche esperte di teoria della letteratura e CIF) e vinca il più cattivo. A me, per esempio, mi sta sul cazzo l’aceto balsamico e Gerry Scotti… o picchiami.
    Ah, fate un salto su http://www.siberiaonline.net, che se aspetto il Caluri… c’è in linea anche un’intervista dall’OltretoNba con MadreTeresadiCalcutta…
    ‘Svidanja e cordialità,
    Igo

  78. smemento scrive:

    Discendo dalle scimmie in quanto mi accoppio come i Bonobo ed ho un ramo in mezzo alle gambe. E’ meno ovvia, ma seppur dimostrabile dalla sua mezza dozzina di inutili tentativi di inserire un semplice avatar, la discendenza di tittera dagli organismi bivalve. Di cui conserva ancora chiaramente un accenno di struttura morfologica…

  79. santrine scrive:

    In realtà ti accoppi CON i Bonobo, ed il ramo in mezzo alle gaNbe volge ormai a mezzogiorno (meglio per te che non sia di fuoco).

  80. grisson scrive:

    Io Ieri ho investito La Madonna Autostoppista e non gli ho nemmeno prestato soccorso

    Adie

  81. santrine scrive:

    La tua esperienza mi ha ricordato un syNpatico motivetto sepolto nella memoria. Un cremino a chi la conosce:

    Was ridin’ along side the highway, rollin’ up the country side.
    Thinkin’ I’m the devil’s heatwave, what you burn in your crazy mind?
    Saw a slight distraction standin’ by the road;
    She was smilin’ there, yellow in her hair;
    Do you wanna, I was thinkin’, would you care.

    Chorus:
    Sweet Hitch-a-Hiker,
    We could make music at the Greasy King.
    Sweet Hitch-a-Hiker,
    Won’t you ride on my fast machine?

    Cruisin’ on thru the junction, I’m flyin’ ‘bout the speed of sound,
    Noticin’ peculiar function, I ain’t no roller coaster show me down.
    I turned away to see her, Woa! she caught my eye,
    But I was rollin’ down, movin’ too fast;
    Do you wanna, She was thinkin’ can it last.

    CHORUS

    Was busted up along the highway, I’m the saddest ridin’ fool alive.
    Wond’ring if you’re goin’ in my way, won’t you give a poor boy a ride?
    Here she comes a ridin’, Lord, She’s flyin’ high.
    But she was rollin’ down, movin’ too fast;
    Do you wanna, She was thinkin’ can I last.

  82. Vavvo scrive:

    Creedence? Speriamo d’aver vinciuto. Ora un indovinello io. chi canta la canzone del lievito:
    Brava brava Maria Rosa quante cose sai far tu,
    qui la vita è sempre rosa solo quando ci sei tu.
    Io non lo so, sia chiaro.

  83. santrine scrive:

    Grande Vavvo! Il cremino però me l’ero già manCiato io.
    Maria Rosa la cantava Smemento col piccolo coro di Mariele Ventre, quando era ancora voce bianca e non aveva ancora il tiNbro (e l’incedere) da Orco(del Massimo Fattor).
    Adesso il coro lo fa da solo il suo di Ventre, sentissi che voce bianca…

  84. Anonimo scrive:

    Se non ci fosse stata la religione cattolica non avremmo mai avuto BRIAN DI NAZARETH!
    No, dico…

  85. santrine scrive:

    Ok, ho capito, qui ci vuole un sondaggio come si deve: qognuno scriva uno o più penZierini sul tema “Se non ci sarebbe l’achiesa io non ero come avrei stato se non c’era l’achiesa”.

  86. santrine scrive:

    Comincio, anzi continuo, io:
    Se non ci sarebbe l’achiesa non avremmo avuto a Giuseppe Cionfoli, che come si evince dalla biografia è nato a (n)Erchie ed è cantautore di Dio per vocazione.

  87. smemento scrive:

    Sono passati 10 giorni e questo post è arrivato a 86 commenti (di cui la buona metà dei fannulloni Stariti). Volete inventarvi qualche cazzata nuova? O state ancora cercando di spiegare a Tittera come si mettono gli avatar?

  88. Vavvo scrive:

    GIUSEPPE CIONFOLI, nato ad Erchie (BR) il 19/10/1952 e residente attualmente a bari alla via Lonero n° 6, cantautore di Dio per vocazione.
    Il Cantautore si e’ imposto all’attenzione del pubblico sin dal 1980 quando, maturando nella sua vita spirituale un’esperienza forte di vita evangelica alla scuola del poverello d’Assisi e approfondendo la dottrina cattolica conseguendo il titolo accademico del Baccellariato in Sacra Teologia, si e’ trovato a testimoniare quanto viveva interiormente attraverso il canto. Immediata e sorprendente risulto’ la reazione della gente comune a tale tipo di predicazione, che si senti’ spinto e incoraggiato a continuare tale esperienza perfezionando anche le modalita’ delle esecuzioni al fine di favorire una migliore recezione del messaggio stesso. Riscontro concreto di quanto detto sopra, Cionfoli lo ebbe quando fu scelto, nel 1981, dagli organizzatori della trasmissione televisiva “Domenica in” , presentata da Pippo Baudo, a partecipare ad una gara di voci nuove. La canzone eseguita fu “Nella goccia entra il mare” che parlava dell’esperienza concreta che il cristiano fa di Dio quando gli permette di entrare nella propria piccola goccia di se stesso lasciandosi colmare. Il successo di Cionfoli fu immediato, vendendo, in quel periodo, di questo suo primo L.P. piu’ di 500.000 copie, tanto da essere stato definito il “menestrello di Dio”.

  89. Vavvo scrive:

    dal sito del prode Cionfoli, ovvio

  90. Anonimo scrive:

    post lunghetto (sono il conte ejacula)

    Lo straordinario business dei pellegrinaggi cresce del 20% all’anno. Aerei selezionati
    conventi a 5 stelle. E l’extraterritorialità consente guadagni esentasse
    Turisti nel nome di Dio
    un affare da 5 miliardi
    di CURZIO MALTESE

    Il cardinale Ruini al primo pellegrinaggio in aereo
    DAL BLOG di papa Ratzinger, ufficioso ma benedetto dal Santo Padre, si legge: “Nell’era del low cost, l’Opera Romana Pellegrinaggi si adegua”. La ricerca di Dio si affida a voli rigorosamente a basso costo. Il Boeing 707-200 della flotta Mistral, fondata nel 1981 dall’attore Bud Spencer, e ora targato Orp, è decollato il 27 agosto da Roma con destinazione Lourdes.
    I pellegrini, 148 fra i quali l’invitato Luciano Moggi, hanno intrapreso il viaggio spirituale supportati da una guida d’eccellenza: il cardinale Camillo Ruini. Il rettore della Pontificia Università Lateranense ha elargito la sua benedizione ai devoti. All’ingresso, le hostess in completo giallo e blu, spilla del Vaticano e fazzoletto giallo al collo, accolgono i passeggeri e li accompagno al posto. Sul poggiatesta si legge: “Cerco il tuo volto Signore”.

    È nato insomma con un lancio pubblicitario in grande stile l’accordo fra il Vaticano e la Mistral nel settore del turismo della fede. Per una “ricerca di Dio con voli rigorosamente a basso costo”, la Chiesa si affida al testimonial Luciano Moggi, all’epoca già rinviato a giudizio, e alla chiacchierata compagnia delle Poste Italiane. La Mistral, fondata da Bud Spencer e salvata durante il governo Berlusconi con un’operazione giudicata fuori mercato perfino da alcuni parlamentari della destra e ancora oggi avvolta nel mistero.

    Un’interrogazione del deputato di An Vincenzo Nespoli sul perché le Poste sborsavano fino a quindici volte il valore nominale delle azioni Mistral, per fare oltrettutto concorrenza all’Alitalia in crisi, non ebbe mai risposta dal governo. Il patto fra Mistral e Opera Romana Pellegrinaggi per trasportare il primo anno 50 mila pellegrini italiani verso i santuari d’Europa e Terra Santa, con la previsione di arrivare a 150 mila nel 2008 (centocinquantesimo anniversario dell’apparizione di Fatima) non è che la punta dell’iceberg di un affare gigantesco: il turismo religioso. Quasi sempre esentasse.

    Il turismo è il primo settore commerciale del mondo per espansione, terzo per margini di profitti dietro il petrolio e il traffico di armi. In Italia, una delle principali mete del pianeta, la chiesa cattolica è di gran lunga il dominus del settore. Secondo l’indagine Trademark la chiesa cattolica controlla ogni anno un traffico di 40 milioni di presenze, 19 milioni di pernottamenti, 250 mila posti letto in quasi 4 mila strutture. Il volume d’affari supera i 5 miliardi di euro all’anno, il triplo del fatturato dell’Alpitour, primo tour operator italiano. In cima alla piramide organizzativa del turismo cattolico sta l’Opera Romana Pellegrinaggi, che ha convenzioni con 2500 agenzie e una rete con migliaia di referenti sul territorio.

    L’Opr è presieduta da Camillo Ruini, Vicario di Roma, con Liberio Andreatta già amministratore delegato e ora vice presidente, alle dirette dipendenze della Santa Sede. A fianco dell’Opr svolge un ruolo importante l’Apsa, l’amministrazione patrimoniale della Santa sede, che gestisce gli immobili della Chiesa e spesso gli utili alberghieri. Entrambe le società hanno sede nella Città del Vaticano, godono dunque di un regime di extraterritorialità che significa in pratica non dover presentare bilanci e sfuggire alle leggi italiane in materia fiscale, di igiene, prevenzione eccetera.

    In più, in tutte le convenzioni fra l’Orp e i clienti, esiste un comma (16) che rimanda “per tutte le eventiali controversie” alla “legge fondamentale dello Stato della Città del Vaticano”. E qual è la legge fondamentale della Città del Vaticano? Questa, che su qualsiasi controversia legale, civile o penale, l’ultima parola spetta al Papa. Il turista cattolico o no, ma in ogni caso al novanta per cento cittadino italiano, che volesse reclamare contro il servizio offerto, dovrebbe dunque aspettare la parola definitiva del Santo Padre. Nonostante questo, lo Stato italiano favorisce in vari modi l’Orp, patrocinata anche dal ministero delle Comunicazioni.

    L’extraterritorialità del resto è una regola piuttosto diffusa per le attività commerciali della Chiesa, come nella sanità privata. L’ospedale pediatrico romano del Bambin Gesù, per fare un esempio, notissimo ai genitori della capitale, riceve numerosi finanziamenti statali e della Regione Lazio. Ma né l’amministrazione statale né quella regionale hanno il potere di rivedere gli accordi col Bambin Gesù perché ogni modifica deve essere trattata direttamente dal ministro degli Esteri con il Vaticano.

    In un settore ricco e in forte espansione come il turismo, l’extraterritorialità si traduce in un formidabile ombrello fiscale. Non si tratta soltanto dell’Ici non pagata per alberghi, ristoranti, bar di proprietà degli enti ecclesiastici. Ma anche del mancato gettito di Irpef, Ires, Irap e altre imposte. Su questo lungo elenco di privilegi fiscali, non soltanto sull’Ici, la commissione europea ha chiesto da tempo chiarimenti al governo italiano. I lavoratori delle “case religiose”, sempre più spesso veri e propri alberghi rintracciabili sul circuito commerciale normale, sono spesso suore o preti o volontari o legati da contratti anomali di collaborazione. Quindi la Chiesa non deve pagare le imposte sul lavoro dipendente.

    Nel sito della Cei, a questo proposito, si legge negli ultimi tempi una ricorrente lamentela per il fatto che, visti gli indici di crescita, la catena turistica religiosa deve ricorrere sempre più spesso al personale “esterno”. “Il personale esterno non garantisce le stesse prestazioni” di suore e preti, pretende di essere pagato per gli straordinari e cerca di introdurre tutele sindacali. Sia pure con i limiti enormi di libertà imposti dalla giurisdizione pontificia. I privilegi fiscali della Chiesa si traducono in un vantaggio sulla concorrenza e nella possibilità di praticare prezzi fuori mercato.

    Se il settore turistico cresce ovunque in Italia, l’espansione di quello religioso ha tratti spettacolari, con un aumento di quasi il venti per cento all’anno.
    Nel volgere di quattro o cinque anni il volume d’affari potrebbe sfondare il tetto dei 10 miliardi di euro. Non si tratta soltanto di turismo “povero” o “low cost”. “Sono ormai un centinaio i monasteri-alberghi entrati nei network Condè-Nast, Relais & Chateaux o Leading Hotel of the world” scrive il Sole 24 Ore. Ma si tratti di due, tre, quattro o cinque stelle, i prezzi sono sempre inferiori alla concorrenza, grazie alle minori spese.

    Abbiamo parlato nelle puntate scorse dell’hotel delle Brigidine, 190 euro a notte, ma in una zona dove un quattro o cinque stelle costa quasi il doppio. I casi soltanto nella capitale sono decine. Dai Carmelitani di Castel Sant’Angelo, che offrono camere con frigobar, tv satellitare e aria condizionata a 120 euro, fino ai “tre stelle” a 60 o 70 euro. La spendida abbazia di Chiaravalle alle porte di Milano costa 300 euro, ma è un cinque stelle a tutti gli effetti. Lo stesso vale per le celebri Orsoline di Cortina e per il monastero di Camaldoli nell’aretino, mete di turismo intellettuale, culturale e politico d’alto bordo.

    Se si scende al livello del turismo di massa, i prezzi calano ma il fatturato esplode. E lo stato italiano favorisce in ogni modo. Con le esenzioni e con i finanziamenti diretti. I 3.500 miliardi di lire versati dall’erario alla Chiesa per il Giubileo sono serviti in buona parte a riorgazzare la rete di accoglienza turistica. Ma quella pioggia di soldi non si è mai davvero fermata. In varie forme, governo ed enti locali continuano a sovvenzionare la rete alberghiera religiosa. Per il rilancio dell’antica Via Francigena, che nel medioevo collegava Roma a Canterbury, l’ultimo finanziamento statale è stato di 10 milioni di euro.
    Ma bisogna aggiungere le centinaia di contributi degli enti locali. Visto il successo, l’Orp ha deciso di rilanciare anche altri pellegrinaggi: il Commino di Sigerico, da Milano a Roma; la Via dell’Est, che da Venezia attraversa Romagna e Umbria; l’antico cammino del Sud da Roma a Otranto. L’ultimo con un passaggio d’obbligo al santuario di San Giovanni Rotondo, il cui boom turistico ha messo di gran lunga in secondo piano le recenti rivelazioni sui dubbi di Giovanni Paolo XXIII a proposito della santità di Padre Pio, i suoi rapporti con le fedeli e l’origine reale delle stimmate.

    In tutti questi progetti non c’è stato comune o provincia o regione o comunità montane, governata da destra o da sinistra, che non si sia accollata finanziamenti, agevolazioni fiscali, oneri di ristrutturazione. Non stupisce insomma che l’Opera Romana Pellegrinaggi allarghi di settimana in settimana il raggio d’azione. Il 2007 è stato l’anno dei voli della fede in Europa e Terra Santa. Il 2008 sarà l’anno dello sbarco nel mercato americano con il progetto “Christian World Tour”. “Fra il 2008 e il 2009 – dichiara l’amministratore delegato dell’Orp, padre Cesare Atuire – i progetti saranno estesi all’America Latina e all’Oriente, in particolare Cina, India e Filippine”. Tutto “rigorosamente low cost”.
    (Hanno collaborato Carlo Pontesilli e Maurizio Turco)

    (10 novembre 2007)

  91. L'amico scrive:

    Prove tecniche di trasmissione

  92. tittera scrive:

    Smemento l’avatar l’ho messo da un po’: da un punto di vista informatico son dura come le pine verdi e inutile come una patella sul pc ma io c’ho le puppe (ben 2) e te no, così tutto mi vien perdonato.
    D’altra parte è anche vero che se imparo non dimentico (e non faccio nemmeno finta di dimenticare se mi mettono dietro la porta di San Romano ad aspettare il mio turno, (S)memento: http://it.youtube.com/watch?v=bBcCVzUkue0).

    Mi pare anche che tu abbia sopravvalutato i tuoi amichini, che a nozioni informatiche son molto più inetti di me, tant’è che il logo dei Paguri è lì solo grazie al Paguro X.

    Siamo comunque felici che la gravidanza ti renda più simpatico e divertente; datti da fare magari quando avrai fra i 15 e i 20 eredi diventerai finalmente sopportabile.

  93. Mylla scrive:

    Non riesco a metter la foto nella mia scheda, vabhè. Me lo spiega gentilmente l’anonimo?

  94. Lello Vitello scrive:

    92 Minuti di Applausi !!!!!

  95. Anonimo scrive:

    Quello che Ratzinger condanna come relativismo non è altro che la libertà di pensiero, e quindi anche di religione.
    La stessa libertà che tutte le religioni e le ideologie totalitarie hanno in odio e combattono ferocemente.
    Le religioni sono come le lucciole, per splendere hanno bisogno delle tenebre
    A. Schopenauer

  96. peppe scrive:

    Interessante approfondimento sul turismo, complimenti! Si, il vaticano ci sa fare, qui a roma lo vediamo bene. Peccato lo stato italiano non sia alla stessa altezza e, attraverso gli enti locali, si preoccupi solo di tutelare interessi di casta (per esempio tassisti, guide turistiche, ex posteggiatori, dipendenti comunali ecc.). Loro, i preti, no. Loro mirano al risultato.