« | Home | »

Sondaggi

Where dreams come true!

13 dicembre 2007

sangiovannirotondoland

Qual è il vostro parco a tema preferito?

  • Acquafàn
  • Disneyland
  • San Giovanni Rotondo
  • Parc Asterix

Vince con il 72 % dei voti San Giovanni Rotondo.

Ok, contro i colossi in genere si fa ben poco, ma non bisogna mai rinunciare a provarci. Il Parc Asterix e l’Acquafàn potevano in effetti ben poco contro le altre due major dell’entertainment.

Ma cazzo, perfino Disneyland è stata completamente SBARAGLIATA dalla forza dell’impressionante macchina organizzativa che ruota intorno al frate di Pietrelcina! Padre Pio batte Topolino, Pippo e Nonna Papera così, di giorgina.

Probabilmente la schiacciante vittoria è dovuta non solo al fatturato annuo e al numero di visitatori, ma anche all’intraprendenza della direzione del parco, che non cede alla tentazione di sedersi sugli allori, ma anzi, si adopera per migliorare continuamente l’offerta di intrattenimenti e comforts, nonché la capacità d’accoglienza, anche per il turista più esigente.

Sono infatti annunciate due nuove mirabolanti attrazioni per il 2008. La prima, che porterà con ogni probabilità il nome di “Il Gundam del Tavoliere”, vedrà impegnate ben 4 imprese edili – tutte gestite dalla Sacra Corona Unita S.p.A. – per la costruzione di una statua di 60 metri (così i brasiliani di Rio ce lo puppano) con le dolci sembianze di Francesco Forgione, aka Padre Pio. La statua sarà cava, nella migliore tradizione delle statue panoramiche, e avrà diversi ambienti al suo interno: salendo fino all’altezza degli occhi i fedeli potranno accedere ad un meraviglioso belvedere, dotato di un esclusivo ristorante, spalancato sull’immensità del Tavoliere delle Puglie; subito sotto, all’altezza della gola, un modernissimo impianto hi-fi diffonderà le più famose interpretazioni del frate, dall’omelia del Natale 1957, al saluto al duce, fino alla commovente “That’s amore”, performance registrata a Las Vegas in coppia con Sammy Davis Jr. Scendendo fino alla prostata i visitatori potranno usufruire dei servizi igienici, per finire con la vera attrazione da brrrividi! Uno scivolo di 26 metri, che dopo svariate anse porterà, passando dal retro, dritti all’uscita.

La seconda, chiamata “Dead Man Watching”, promette di essere un vera perla di buon gusto e raffinatezza, come nella migliore tradizione di Santa Romana Chiesa. Si tratta infatti della riesumazione e la successiva esposizione al pubblico della car- della salma del santo. Un’iniziativa del genere, che di norma attirerebbe solamente branchi di sciacalli, jene e avvoltoi dalla vicina Africa, secondo l’ufficio marketing dovrebbe invece richiamare orde di fedeli, che andranno ad arricchire altri tipi di sciacalli, jene e avvoltoi. Gli organizzatori pronosticano infatti un’impennata improvvisa di famiglie in visita, che avranno così finalmente l’occasione di portare i loro bimbi ad ammirare i favolosi resti di un cadavere già abbondantemente decomposto.

Prendete nota, quindi: per la Pasqua 2008 una sola meta: San Giovanni Rotondoland, dove i sogni diventano realtà!

Share

30 Commenti

  1. Vavvo scrive:

    In effetti c’ha un non so cosa di Dean Martin, con meno fica ma più fori

  2. Anonimo scrive:

    Meno fica? ‘Un lo so mia…

  3. grisson scrive:

    Boh ma vi siete scordati che si pole anche andare in Tv li a San Giovanni ROTONDOLAND grazie a TelePadrePio che inquadra 20 ore su 24 la cripta della nostra Rock star preferita: il frate coi buchi (Mica i su nonni eran svizzeri?)!!!!

    E la televisione la poi vedere in tutto il mondo perché è sul Satellite!!!!!!!!!

    Adie

  4. Anonimo scrive:

    Tra l’altro le notizie della statua gigante con belvedere al livello degli occhi e della riesumazione della salma da esporre nella chiesa sono, ahinoi, tristemente vere!!!

  5. Nedo B. scrive:

    Il sandalo-ascensore con ingresso nell’alluce me lo devo assolutamente perdere.

  6. Anonimo scrive:

    Oggi sono stato folgorato da un’idea:
    la merda in salita

  7. Oste Guido scrive:

    Il giorno del black-out, settembre 2004 (mi sembra)ero in vacanza nel Gargano (ormai Piopoli). Ebbene, l’unico luogo dove c’era la luce era Saint Johan Around! Che bello fù vedere il semaforo con i colori… Miracolo!

    Cordialmente, Oste Guido

  8. Anonimo scrive:

    uno spettacolo!

  9. Lypsak scrive:

    Ma è vero che se ci metti piede ma la mattina stessa hai tirato una bestemmiuccia di poco conto la security se ne accorge e ti spara due proiettili di acquasanta in bocca?

  10. L'amico scrive:

    Si vabbè, però all’aquafun ci sono dimorte più fie!

  11. Socmel scrive:

    Padre Pio:… Porco D…!

  12. Nedo B. scrive:

    @L’amico: non so da quant’è che un vai all’acquafun (presumo di Cecina) ma t’assicuro che più che tope ci gira parecchi rattoni, ultimamente.

  13. L'amico scrive:

    Ah no, io intendevo a quello di Ricc(h)ione.

  14. Anonimo scrive:

    MESSA A PUNTI PER CHIERICHETTI

    L’idea del vice-parroco. Ai primi 2 classificati gratis una gita
    al parco dei divertimenti di Ravenna. Per gli altri biglietti scontati
    Chierichetti in gara per Mirabilandia
    A Fabriano inventano la messa a punti
    E punti doppi quando si serve la funzione davanti al vescovo
    di GIUSEPPE CAPORALE

    FABRIANO – La messa? Un gioco a punti, più partecipi alla funzione, più vinci. Parola di vescovo. L’iniziativa infatti, è della diocesi di Fabriano-Matelica, ed è rivolta ai chierichetti della parrocchia del San Giuseppe Lavoratore. E’ stato proprio il vescovo Giancarlo Vecerrica, a presentare il concorso ai fedeli e ai giovanissimi chierichetti della zona, durante una recente visita. In palio, una gita a Mirabilandia, il parco dei divertimenti di Ravenna. Valore commerciale del premio, circa 100 euro. Il concorso, partito in questi giorni, si concluderà a maggio.

    Conquistare la vetta però è impresa ardua, in quanto i punti, stabiliti dal regolamento, cambiano a secondo del tipo di funzione officiata dalla parrocchia. Qualche esempio? La partecipazione alla messa feriale vale un punto; due per quella domenicale; tre per le festività legate alla Madonna; cinque per il Natale; sei per la veglia pasquale; matrimoni e funerali valgono tre punti; le messe del sabato tre punti. Ogni messa in cui è presente il vescovo vale doppio.

    Solo i primi due classificati, otterranno l’ingresso gratuito a Mirabilandia. Quelli che invece, si piazzeranno dal terzo al decimo posto, riceveranno un sconto di 50 euro. Dall’undicesimo in poi, solo un buono di 10 euro.

    Se il gioco a premi avrà successo, dal prossimo anno, l’iniziativa verrà estesa a tutte le parrocchie della diocesi (o almeno là dove c’è bisogno di reclutare giovani per le funzioni). L’inventore del concorso a punti, è il vice parroco don Umberto Rotili (vice-direttore della pastorale giovanile di Fabriano).

    L’obiettivo, dicono, è di avvicinare i ragazzi da 6 a 12 anni alla funzione religiosa. “Prima dell’inizio del concorso, i giovani servitori della messa in parrocchia erano sempre di meno – spiega don Umberto – a volte è capitato che non ce ne fosse neanche uno. Da qui l’idea di inventarsi una sorta di competizione che, attraverso il gioco con finalità educative, potrebbe aiutare i giovani ad avvicinarsi concretamente al cristianesimo. Per adesso, gli iscritti sono quindici, ma ci auguriamo che qualcun altro aderisca. L’iscrizione è gratuita, e chi aderisce a concorso iniziato, lo farà con il punteggio più basso in classifica. Credo sia necessario attirare i giovani in chiesa, magari all’inizio con qualche escamotage, certi però che alla fine la parola di Dio farà sentire i suoi benefici influssi”.

    Ma don Umberto, è pronto anche a far rispettare rigidamente le regole del gioco. “Se mi accorgo che qualcuno parla durante la messa, disturba gli altri chierichetti e non fa bene il proprio servizio, gli sottraggo uno o due punti a seconda della “infrazione”. Questo perché credo che anche a questa età i ragazzi vadano responsabilizzati”. Il Natale è vicino, e sono tanti i chierichetti che vogliono partecipare alla funzione. Vale cinque punti.

    (16 dicembre 2007)
    http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/cronaca/fabriano-messa-punti/fabriano-messa-punti/fabriano-messa-punti.html

    cordialmente vostro Conte Ejacula

  15. Lypsak scrive:

    Non voglio crederci.
    Ma non assomiglia vagamente alla simonia, questa cosa?

  16. Anonimo scrive:

    qui c’e’ pure la tabella ^_^

    http://www.repubblica.it/popup/servizi/2007/punti_chiesa/01.html

    C.E.

  17. Anonimo scrive:

    io a s.g.r. ci son stato quattr’ anni fa e ci ho compratE pure lu cappelinE de padreppìe (made in china)+i cerinE de padreppìe…gliè roba da vergognassi, ma come si fa????

  18. Anonimo scrive:

    Cari miei,

    volete avere la bonta’ di spiegarmi che cosa che i preti hanno fatto NON somigli alla simonia?
    Porannoi!
    Kekko

  19. Lypsak scrive:

    Kekko: è vero. Però questo aggiornamwento dei metodi di marketing non me lo aspettavo proprio.
    Mi sa che Papa Razzi ha fatto fare ai parroci dei bei master di economia aziendale, per rimanere al passo coi tempi…

  20. Socmel scrive:

    dalla prima pagina odierna del quotidiano gratuito City di Bologna:

    “Ho pregato Padre Pio perché gli arbitri non dessero più rigori inesistenti alla Juventus”
    Luciano Moggi

  21. grisson scrive:

    Ci sono anche sti spettacoli li a Pietralcina:

    http://pornotube.com/media.php?m=1114471

  22. Goldrake scrive:

    Scusate… Seriamente… La storia della riesumazione della salma è vera ?!?

  23. Gargilli Gargiulo scrive:

    Mi raccomando se andate sulla statua state attenti quando arrivate alle mani a non inciampà sulle stimmate! che poi vi fate un ber ruzzolone

  24. Anonimo scrive:

    olè olè

    Tony Blair si converte al cattolicesimo
    ieri la comunione a Westminster

    LONDRA – Lo aveva annunciato da tempo, ma ieri ha compiuto l’ultimo atto liturgico necessario alla conversione. Ora l’ex premier britannico Tony Blair è a tutti gli effetti un credente cattolico, come la moglie Cherie e i quattro figli. L’ex leader laburista, che ha 54 anni, ha ricevuto la comunione – secondo quanto riferito dai media britannici – dalle mani del cardinale Cormac Murphy-O’Connor, nel corso di una cerimonia svoltasi nella cappella privata della residenza ufficiale dell’arcivescovo di Westminster, a Londra.

    La conversione di Blair dall’anglicanesimo al cattolicesimo era data per certa ormai da tempo e lo stesso ex premier, seppure implicitamente, aveva fatto capire, prima di incontrare il Pontefice, che di essa avrebbe parlato con Benedetto XVI nel corso di una recente visita in Vaticano. Prima di poter compiere questo passo, Blair ha dovuto seguire un programma di formazione per prepararsi a ricevere la piena comunione. Il cardinale si è detto “lieto” di accogliere l’ex premier “nella Chiesa cattolica”.

    Non è stato invece necessario sottoporre Blair ad un nuovo battesimo in quanto la Chiesa di Roma riconosce validità ai sacramenti del rito anglicano.

    (22 dicembre 2007)

    http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/esteri/blair-cattolico/blair-cattolico/blair-cattolico.html

    c’ha gia’ un posto prenotato all’inferno allora

  25. Anonimo scrive:

    Quante stronzate!!! Ma come mai non pubblicate i miei commenti? Ho capito, mettete solo le stronzate degli stronzi figli di puttana come voi…. bene, uomini senza palle….Dio vi fulmini!!

  26. paguri scrive:

    Ma noi non decidiamo quali commenti pubblicare e quali no; è tutto automatico.
    Probabilmente se non riesci a veder pubblicati i tuoi commenti è solamente a causa della tua inettitudine, caro amico anonimo (a proposito di palle).

  27. […] Da oggi, in barba al reato di violazione di sepolcro, il cadavere rinsecchito di Padre Pio è esposto alla visione del milione di pellegrini che hanno già prenotato nei pressi di San Giovanni Rotondoland. […]

  28. Anonimo scrive:

    Quella della SCU potevi risparmiartela.Poveretto…

  29. […] 6 Gennaio 2008 – 23:18: “Quante stronzate!!! Ma come mai non pubblicate i miei commenti? Ho capito, mettete solo le […]