« | Home | »

Breaking News

TERRORE A BERLINO
L’orsetto Knutt
incula un vigile!

15 dicembre 2007

ltdlle3z.jpg

Le bestie sono bestie perchè non capiscono una sega: il titolo del famoso saggio redatto dal rinomato etologo Konrad Lorenz ci sembra più che mai adatto per commentare l’immane disgrazia accaduta questa mattina allo zoo di Berlino.
Sembra impossibile ma il tenero orsetto Knutt, mascotte della struttura e vera e propria attrazione turistica della città tedesca, è scappato dalla gabbia e, facendosi largo tra una moltitudine di bambini terrorizzati, ha afferrato un vigile e gliel’ha vergato benebene nel culo.
Subito gli studiosi di tutto il mondo si sono affannati a cercare di dare una spiegazione all’accaduto. Com’è possibile che il piccolo batuffolino bianco, amico dei bimbi, si sia macchiato di un’impresa così orribile (oltre che di dubbio gusto, lasciatecelo dire)?
Le ipotesi formulate dagli scienziati sembrano però dare spiegazioni convincenti ad un comportamento così irrazionale.
In definitiva è stato accertato che, vuoi perchè in quanto bestia non capisce una sega e non sa controllare gli istinti primari, vuoi perché nel frattempo che tutti lo vezzeggiavano, continuando a chiamarlo orsetto, la natura lo ha trasformato – come è normale che sia – in un feroce e sanguinario plantigrado di svariati quintali, nonché dotato di una fava come un tappeto arrotolato; fatto sta che il dolce Knutt ha approfittato della buona fede di noi umani e ha tradito le nostre aspettative, facendo piangere tanti bambini e anche la madonnina con il suo comportamento poco educato.
Così non si fa, caro Knutt! Queste sono cose degne di un animale!
Ancora sotto choc il povero vigile, più che per le fratture esposte dell’ischio e delle creste iliache, per il distacco ostentato da Knutt, che dopo il loro incontro non si è degnato neanche che so, di uno squillino sul cellulare, un sms, niente.
Al conforto del vigile non è servito nemmeno il messaggio del pontefice, che gli ricordava l’importanza della famiglia così come è stata concepita dal Creatore.
Altri aggiornamenti in tutte le edizioni del Tg2 e Studio Aperto, a rotazione per i prossimi 45 giorni, giusto per dare il tempo a Berlusconi e Veltroni di mettersi d’accordo alle spalle di chi li ha votati.

orsi_in_amore.jpg

Share

6 Commenti

  1. Nedo B. scrive:

    D’aRtronde cari Paguri, se c’è le Foche Monache, ci saranno anche l’Orsi Preti.

  2. Socmel scrive:

    Cazzarola! Non vi ricorda un po’ “il Gorilla” di De Andrè / Brassens?
    certo un vigile non è un giudice e non avrà mai tirato il collo a nessuno… Ma chissà, forse gli accidenti lanciati dal berlinesi in fatto di multe sono più pericolosi del malocchio!

  3. Anonimo scrive:

    altro che orsi preti: vigili finocchi vedi?

  4. Cecco scrive:

    Di’ ane ha fatto bene !Tanto son poino ciartroni i vigili ,enno quasi peggio de ‘arabinieri .Se tulli cerchi e n’hai di bisogno un tulli trovi mai perchè enno ar barre o gioà a carte o in ufficio perchè in inverno fori è freddo in estate è cardo in autunno è umido e in primavera èll’è tiepido!Forza Knutte zeppagniene!!!

  5. kinoppi scrive:

    ha fatto bene ..!!! …anzi , appena mi capita , inculo una vigilessa ..(tanto , di solito sono anche belle phyae….)

  6. Anonimo scrive:

    Noooooooo!Che vergogna!Ma nemmeno uno squillo o un messaggino?Propio una bestia un cè che dì…..