« | Home | »

Notti magiche (inseguendo un rom)

20 giugno 2008

Qui di seguito, la “Domus Bokassa” pubblicata su Mucchio di giugno, ancora per poco in edicola. Buon pro!

avengers.jpg
Con l’arrivo della bella stagione e le fresche serate estive, è sempre bello uscire a fare due passi, riempirsi i polmoni dell’aria frizzante al profumo dei glicini in fiore, incontrare gli amici per parlare di come andrà a finire Lost(1), gustare un gelato e pisciare nelle cabine dei Bancomat.
I più romantici, quelli che sopportano a malfatica la movida cittadina, preferiscono magari guidare la propria vettura per spostarsi nella quiete della campagna, abbassare i finestrini per respirare la bruma, ammirare la volta stellata e, al frinire dei grilli, chiedere al trans quanto vuole per farselo mungere.

Purtroppo queste sane abitudini, negli ultimi tempi sono seriamente minacciate – se non addirittura impedite – dal crescente degrado del nostro Paese e delle periferie delle nostre città, troppo spesso abbandonate nelle mani di individui senza vergogna, né rispetto, né cultura, che pretendono di controllare il territorio e la vita delle persone che vi abitano. I nostri quartieri sono ormai terra di conquista per popoli che dai propri luoghi d’origine si spostano in massa alla ricerca di privilegi e comodità che non meritano(2). E così gruppi di rumeni, macedoni, albanesi, unni, cimmeri, uruk-hai si sono impadroniti delle notti italiane(3), confinandoci entro le strette maglie della nostra paura.

Questa situazione fa il paio con la drammatica deriva delle nuove generazioni, i giovani(4), proprio coloro che dovrebbero garantire il futuro del Belpaese. Ormai fanno parte del parlare quotidiano termini come speed pusher, rave party, baby-gang, gang bang, facial cumshot, devolution.
Ognuno di noi ha avuto modo di sentir parlare di queste nuove forme di prevaricazione sociale nei numerosissimi servizi dei vari Tg(5), e il cambiare canale sbuffando non serve certo a nascondere l’oggettiva realtà dei fatti(6).
Si tratta di fatto di un’apocalisse civile e culturale apparentemente impossibile da riparare(7).

E fra questi fenomeni quello che più d’ogni altro è percepito come davvero preoccupante, al punto di far desistere tante brave persone dall’uscire la sera, è senza dubbio quello delle RONDE LEGHISTE.
Bene, noi vogliamo tranquillizzare i cittadini italiani che temono di imbattersi in squadre di dentisti in armatura, infissisti vestiti da Panoramix o concessionari Tata in tuta verde come l’enigmista di Batman.
Non temete, sono brave persone.
Persone come tutti noi, che sono stanche di cedere alle angherie delle varie mafie, che non possono più tollerare il silenzio dell’omertà e che non vogliono rendersi complici dei clientelismi che da sempre paralizzano l’Italia. E infatti siamo sicuri che le ronde con le spranghe in mano le facciano, oltre che ai giardini delle stazioni e sotto i portici dove dormono i barboni, anche sotto le case dei boss mafiosi come faceva Peppino Impastato. Altrimenti verrebbe da pensare che sono solo dei poveri vigliacchi ignoranti. E noi questo non lo prendiamo nemmeno in considerazione.

Persone che si sono stancate di essere vittime di cartelli di malviventi, di gentaglia della peggior specie che ruba, imbroglia, truffa e che sistematicamente non viene punita. Per questo siamo disposti a mettere la mano sul fuoco che le ronde le facciano, oltre che contro le bancarelle degli ambulanti extracomunitari, anche davanti alle banche, alle finanziarie, alle assicurazioni o agli studi e i negozi dei grandi evasori fiscali. Altrimenti una persona un po’ in malafede potrebbe pensare che siano solo degli sporchi razzisti, ignoranti e ottusi, e noi questo non vogliamo nemmeno sentirlo dire.

Persone che amano la giustizia e chiedono allo Stato solo ciò che dovrebbe essere da esso garantito: solo un po’ di sicurezza. Che si sono sentite tradite e abbandonate dalla grande truffa di leggi vergognose come l’indulto(8), grazie al quale sono usciti di galera tanti albanesi, rumeni e magrebini del cazzo. E non ci sarebbe bisogno di puntualizzarlo, ma siamo certissimi che le ronde le facciano anche sotto la sede dei loro alleati di Forza Italia, il partito con il più alto numero di inquisiti e condannati, quello che più di ogni altro ha voluto e beneficiato dell’indulto e il cui leader ha fatto di tutto per abbreviare i tempi di prescrizione e smantellare il già traballante sistema giuridico italiano.
Altrimenti qualche osservatore fazioso catto-comunista e statalista potrebbe sostenere che siano solo dei farabutti opportunisti al soldo del padrone. E noi siamo sicuri che non è così.

Persone ragionevoli dunque, non certo bifolchi esaltati pronti a sfogare una non meglio definita rabbia repressa contro il diverso, e capeggiati da leader populisti mossi da interessi enormi. Infatti, non si è vista nessuna ronda punitiva (ma neanche una manifestazioncina di protesta, o una semplice dichiarazione(9)) a stigmatizzare il drammatico pestaggio di Verona, durante il quale ad un ragazzo è stata fracassata la testa a calci e pugni da cinque pezzi di merda neofascisti, italianissimi figli della “Verona bene”. No, no. Queste persone sono talmente sensibili che davanti al vuoto orrore di questo delitto agghiacciante preferiscono evitare di commentare, per andare piuttosto a cercare conforto laddove sono abituate a trovarlo; gli anziani nelle chiese, i giovani nello spritz, i padri di famiglia nei viados(10).
D’altronde, come diceva Shakspeare: davanti alla morte, solo il silenzio.

Ecco: sono senz’altro questa profonda sensibilità e questa cultura umanistica, che hanno impedito a costoro di scagliarsi con decisione contro chi insinua la paura indefinita e fomenta l’odio politico e razziale per riscuotere un facile consenso elettorale. Altrimenti sarebbero solamente dei porci fascisti, disonesti e bugiardi. E noi questa possibilità non vogliamo nemmeno ipotizzarla.

Non temete, quindi. Gustiamoci le prossime passeggiate serotine a sorseggiare una bibita fresca, chi sul lungomare, chi nei parcheggi dei centri commerciali. I tempi sono sì difficili, ma c’è comunque chi pensa alla nostra incolumità ed è pronto a difenderci contro i pericoli della notte.

Già, ma chi controlla i controllori?

Alcuni sindaci illuminati, come quello di Cittadella, hanno stilato una lista di requisiti minimi per poter essere riconosciuti come cittadini di serie A e, come tali, difesi. Niente di trascendentale, basta avere un reddito sopra i 5000 euro all’anno e un’abitazione decente(11).
Lo scopo di questa puntualizzazione è naturalmente quello di escludere dalla vita civile categorie di persone socialmente pericolose come negri, barboni, zingari, pensionati, lavoratori precari, addetti ai call-center, disoccupati e studenti.
Che, per quanto li riguarda, possono andare tranquillamente a prenderselo nel culo o, peggio, rinchiudersi in casa a guardare il Tg2.

1. Questa è ancora una volta la dimostrazione che Gesù è la Salvezza.

2. Poveracci venuti in Italia convinti che fosse il Paese che vedevano nei programmi Mediaset per poi scoprire, con orrore, che era veramente così.

3. Precedentemente appannaggio, invece, di numerosissimi rasponi dedicati alle signore Guida Gloria, Cassini Nadia, Fenech Edwige.

4. In genere adolescenti analfabeti e aggressivi quasi quanto i concorrenti di “Amici”, ma comunque dotati di maggior talento.

5. Comunque subordinati a quelli sul papa, l’orsetto Knutt, il capriolo Luigi, il principino Uilliam e altri animali del cazzo.

6. Anche perché lo stesso servizio, montato magari in altra maniera e con l’aggiunta di un paio di troie arriviste, lo si trova pari pari nell’altro canale.

7. Almeno finché si farà di tutto per rimanere incivili e ignoranti come la merda.

8. O la Cirami, o la Gasparri, o la Bossi-Fini, o la Maccanico, il lodo Schifani, la Cirielli, la Pittelli e quella sul falso in bilancio.

9. Nessuna dichiarazione, cioè, che non minimizzasse la tragedia banalizzandola come una semplice rissa fra giovani.

10. E si chiude il cerchio.

11. L’abitazione è ritenuta decente se dotata di: tv a schermo piatto e parabola per Sky, decoder per il digitale terrestre, centrotavola in pizzo con sopra un vaso di begonie ben curate, foto di Padre Pio o del duce nel tinello, crocifisso sulla testiera del letto, tripudio di vongole con madonnina al neon sopra il comodino.

Share

57 Commenti

  1. Anonimo scrive:

    Ragazzi, questo pezzo è un vero capolavoro. Complimenti.
    Non leggevo una cosa così divertente da parecchio.
    Bello. Bello. Bello!

    Alessandro

  2. Anonimo scrive:

    Sì, veramente bello!
    Per quanto, anche quello di Cao Hamburger…

  3. zha1a scrive:

    Presto arriverà stallone vestito da giudice dredd,e ci ritroveremo tutti comparse in V per Vendetta…Bello!
    PS: Ma il Manchester United? 🙂 Eppure celovedrei bene il Santo esorcista all’Old Trafford..via giu’ fate uno sforzino

  4. zha1a scrive:

    Se un levate alla sverta la pubblicita’ vi vo’ ner culo,via unischerzate il trimgel!!!!

  5. Il Gobb scrive:

    Veramente un bell’articolo!
    Lo posso riportare sul mio blog?
    http://www.talkinrapper.com/, se volete controllare 🙂

    Con link e attribuzione, ovviamente.

  6. Anonimo scrive:

    Con questo pezzo vi siete superati. Non penso vi interessi, ma a questo punto mi sento moralmente obbligato a darvi il culo casomai lo chiedeste.

    Dav.

  7. Anonimo scrive:

    vi voglio bene

    peppe

  8. ombus scrive:

    ma se ci pestano tutta sta gente come si fa a andare poi a fassi i puttan tour alle cascine o a prendere i’ fumo agli uffizi? che succederà? troveremo la pivetti in completo di pelle rigorosamente verde invece della marisa e BO(rgh)EZIO a venderci caramelle alla menta piperita? firmato. un giovine bimbo preoccupato
    http://ombusse.blogspot.com/

  9. lucia scrive:

    bello. e incazzato ammodo. davvero bello.
    e mi piace il metodo “marco antonio” del giulio cesare di scekspìr!
    🙂

  10. Anonimo scrive:

    Mi piacerebbe che questo sfogo trovasse posto sul vernacoliere del prossimo mese così che anche coloro che non hanno accesso a internet possano fruirlo.

  11. Anonimo scrive:

    Non vorrei fare il disfattista della situazione, ma mi sembra che non dica niente di nuovo. E riprende anche un episodio de “la famiglia quagliotti” di diversi mesi or sono

  12. paguri scrive:

    @Il Gobb: Fai pure.
    @Anonimo 6: Ci interessa.
    @Anonimo 10: Questi pezzi li scriviamo sul Mucchio perché Il Vernacoliere ce li ha rifiutati (sic).
    @Anonimo11: Hai ragione, riprende una storia della Famiglia Quagliotti. Abbiamo solo ampliato un po’ il discorso.
    DZ al posto di Ferguson? L’idea non è male…

  13. Anonimo scrive:

    IL VERNACOLIERE VI RIFIUTA QUESTI PEZZI?!
    E a vantaggio di cosa, di grazia?
    Dell’oroscopo, delle barzellette, dell’unica battuta del Troio spalmata su 2 inutili pagine, di altri fumetti e articoli noiosi e scontati?
    Il Vernacoliere ha conosciuto un’epoca di grande splendore ma adesso è un vecchio giornale (e un giornale vecchio) tenuto in vita da Don Zauker, dal Sardelli e da pochi altri.
    Peccato.

  14. maka scrive:

    MERAVIGLIOSE CREATURE!

    siete riusciti a esprimere MAGISTRALMENTE ciò che io, in botta piena di odio e rabbia (ultimamemnte, purtroppo, le mie doti di self control rasentano il minimo storico), ho “SPUTATO” l’altro giorno, in modo sintetico, ad un vecchio 70enne forza-italiota: “COGLIONE, HAI VOTATO FORZA ITALIA PERCHE’ TI GARANTIVA LA SICUREZZA E POI SEI A FAVORE DELLA COSTRUZIONE DEL PONTE SULLO STRETTO DI MESSINA? MA ALLORA NON CAPISCI UNA SEGA. GUARDA A CHI VANNO I SOLDI E POI DIMMI SE E’ PIù PERICOLOSO IL LAVAVETRI O IL MAFIOSO DI TURNO. TESTA DI CAZZO.”

    sapete qual è stata la risposta di sto’ vecchio bavoso (e scusate, solitamente porto rispetto aigli anziani): “NON SI PUO’ FERMARE IL PROGRESSO.”

  15. Anonimo scrive:

    Io sono del mitico merdoso nord est (veneziano ma ora a treviso)
    e vi devo dire che questo non fa assolutamente ridere, anzi un sacco incazzare e caso mai anche un po piangere.
    Sarebbe ora di mandarli un po affffanculo tutti ,mi unisco a Dav. mi sento moralmente obbligato a darvi il culo casomai lo chiedeste
    prima che me lo scippi un forzista per ANUBI che come tutti sappiamo era il dio sciacallo ma assomigliava assai ad un cane ciao paguri

  16. Kaiser76 scrive:

    Bel pezzo di sfrigolante humor inglese o voi Paguri di Livorno ci sapete giustamente sbattere in faccia con estremo garbo la nostra “merda” (made in italy 1000%) e ci fà riflettere in che stato comatoso siamo ora giunti a vivere.!

    @ Maka il “buccia” ha sbagliato termine. ” Non si può fermare il REGRESSO” e non farti il sangue marcio che di simili esseri acculturati a colpi di Veline idiozie e tg deviati in l’italia ,ne abbiamo un montone da Guiness dei Rimmat!

  17. Anonimo scrive:

    ragazzi ma vi superate sempre …ma avete dimenticato una cosa …
    sul fatto dell unione europea che rimane ogni giorno piu indignata dal comportamento del nostro paese un avete scritto nulla…ho vari amici in europa ..italiani che chi da piu chi da meno sono andati via da questo “paese” e parlando un po con tutti con frequenza piu o meno costante..mi raccontano che nei loro paese dove si sono trasferiti (spagna ,belgio,germania) parlano sempre peggio del nostro paese ….da un lato non vedo l ora che l indignazione per il nostro paese spinga gli altri a levarci dall unione europea …almeno per una volta affogheremo tutti nella merda ma sul serio …tutti poveri …mi piacerebbe vedere qualche banchiere pulire i vetri ai semafori di parigi…o qualche industriale vendere rose per le vie di berlino…lo so ..e una cagata perche se starebbero male loro ..mi immagino io come starei …ma eppure dentro di me so sicuro che avrebbe piu gusto mangia pane e cipolla guardando qualche ex calciatore fare il manovale che mangiare caviale e restare in questa merda…

  18. gnagnera scrive:

    Bellissimo complimenti!
    Io mi sono vista la partita Italia – Romania al campo rom di triboniano (milano) e (incredibile vero?) non ho perso nè la vita,nè la verginità anale, nè il cellulare, nè il protafogli! Anzi è stata una bella serata in mezzo a della bella gente rovinata soltanto dalla fottutissima pioggia che ha di fatto impedito la festa prevista dopo la partita.
    Un’altra cosa: ultimamente sto diventando DAVVERO intollerante! Ma verso i vari leghisti/fascisti/razzisti del cazzo! Per lavoro sto intervistando vari immigrati e sentire gente che è in italia da anni e lavora facendosi un culo così e non può ottenere una carta di soggiorno solo perchè vive in un monolocale con la famiglia, oppure non può portare in italia i suoi bambini perchè la casa non è considerata “un’abitazione dignitosa” (il monolocale di cui sopra) mi fa DAVVERO incazzare!

  19. vinicio scrive:

    Cazzo, bello davvero!!
    Quando citate Peppino Impastato vengono i brividi!

  20. Anonimo scrive:

    32×9
    a proposito del metodo marcantonio di scespir
    vorrei citare una mia disavventura scolastica
    l’incipit del discorso “romans citzen countrymen…”e cioè cittadini romani(essere cittadini romani era una qualifica importante) miei compatrioti io lo tradussi brillantemente in “romani di città e di’ampagna” meno male il professore era pisano di ‘ampagna e apprezzò

  21. Anonimo scrive:

    Cari Paguri scusate ma spero di aver capito male. Mi viene da pensare che il Vernacoliere vi rifuiti pezzi come questo perche’ ai pistolotti li’ ci pensa qualcun altro, che poi dirige il giornale. Sbaglio? Per favore ditemi di si’!
    Kekko

  22. ombus scrive:

    a tale argomento vorrei ricordare una vecchia (anni ’90) canzone profetica degli sbudelloid cream: Obabbayo

    Son venuto qui a firenze
    Consigliato dal cugino
    Che m’ha detto l’accendino
    Tira assai in sta’ città

    Ed ho steso il tappetino
    Ho poggiato l’accendino
    M’han tirato un calcio in bocca
    Ed in culo un albicocca

    I fiorentini son cattivi
    Sono brutti e razzisti
    Picchian sempre noi piazzisti
    Se siam neri o sangue misti
    Quante botte che ci dan

    Uuuuh yeah
    Son Nidal dal zenegal
    Sta gulana vu cumpra’?

    Son scappato da firenze
    Per fuggir sui pirenei
    Qui a lourdes le madunìn
    Tiran come gli accendin

    È arrivato un prete grasso
    L’era i’ parroco di Prato
    Tosto ha preso un grande sasso
    E i coglioni m’ha schiacciato.

    Uuuuh yeah
    Son Nidal dal zenegal
    Sta gulana vu cumpra’?

  23. Anonimo scrive:

    E intanto anche il Parlamento Europeo, che pure aveva criticato la lega sul reato di immigrazione clandestina, pare non essere da meno in quanto a xenofobia. Pubblico qui un articolo di Pasqualina Napolitano, Vice-Presidente del Gruppo Socialista al Parlamento Europeo.

    E’ stata definita la “direttiva della vergogna” ed è stata approvata dal Parlamento Europeo così come la volevano i 27 governi.
    Una brutta pagina della storia europea, a pochi giorni dal rigetto del Trattato da parte dell’Irlanda.
    I lettori del nostro sito dovrebbero conoscere la vicenda, perchè è da tempo che abbiamo segnalato la pericolosità di questo provvedimento, spiegandone ragioni e contenuti.
    Purtroppo non sono valsi gli innumerevoli appelli di associazioni ed ONG, le lettere inviate alla Commissione Europea ed al Consiglio da oltre 45 capi di governo latino-americani ed africani e da ultimo un testo redatto da Jaques Delors e Michel Rocard pubblicato ieri dal quotidiano francese “Le Monde” a cambiare l’esito di questa brutta vicenda.
    Da oggi in Europa un cittadino che è entrato a suo tempo regolarmente e che per un qualsiasi motivo (ad esempio perdita del lavoro) non avesse più il permesso di soggiorno può essere detenuto, senza convalida del magistrato, fino a 18 mesi, anche se i ritardi nell’acquisizione dei suoi dati personali non dipendono da sua negligenza o da comportamenti non collaborativi.
    I minori, seppure separatamente, sono detenuti negli stessi centri per gli adulti senza garanzia di continuità della loro istruzione e con la prospettiva, se non viene individuato il Paese e la famiglia di origine, di essere inviati in un qualunque istituto di un paese terzo disposto a prenderlo.
    Anche per gli adulti da rimpatriare forzosamente, basta che un Paese di transito con cui l’UE ha stabilito accordi di rimpatrio sia disposto a riprenderlo e il gioco è fatto.
    All’Europa non interessa se nei centri di detenzione in cui finirà sono rispettati i diritti umani minimi (parliamo, in genere, di Paesi come la Libia dove sono stati già documentati trattamenti inumani, abbandoni nel deserto ed in cui è vietato l’accesso alle organizzazioni umanitarie).
    Di fronte a queste misure si stenta a credere che stiamo parlando d’Europa, culla del diritto e della civiltà, eppure è proprio così, e la cosa più triste è che in questo caso la sintonia è stata perfetta tra governi di destra e di sinistra.
    Proprio così: da Berlusconi a Zapatero.
    Quanto al Parlamento Europeo, quest’ultimo senza colpo ferire ha accettato una doppia umiliazione da parte dei Governi.
    Infatti il Consiglio, che avrebbe dovuto svolgere la sua “lettura” dopo quella del Parlamento, ha pensato di anticipare quest’ultimo attraverso un accordo politico tra i 27, accordo che non è previsto da nessuna procedura legislativa, per poi trovare nel Parlamento un relatore, il popolare tedesco Weber, ed una maggioranza disposti a fare propri i termini di quell’accordo.
    E pensare che per il Parlamento si trattava del primo provvedimento in materia in cui esercitava il potere di co-decisione con il Consiglio.
    Altro paradosso è che questa direttiva sui “rimpatri” è stata in assoluto la prima da cui si è cominciato ad armonizzare la materia dell’immigrazione.
    La logica vorrebbe che prima di stabilire cosa è illegale con le relative conseguenze, si stabilisca prima un quadro di legalità europeo.
    Invece No.
    Ciò che è legale si continua a deciderlo Paese per Paese, con grandi differenze, ad esempio, sui criteri che stabiliscono il diritto ad accedere alla cittadinanza, mentre l’Europa serve per il lavoro sporco dei rimpatri forzati.
    La seconda umiliazione per il Parlamento è il merito del provvedimento.
    Si stenta a credere che il gruppo liberale lo abbia appoggiato in toto con la sola eccezione dei radicali italiani, di due deputati polacchi, tra cui Geremek, e di due francesi.
    Il cattolicissimo gruppo popolare europeo ha fatto mancare solo due voti, nessuno italiano.
    Quanto ai socialisti, che si sono visti respingere emendamenti essenziali al fine del miglioramento della direttiva, la maggior parte del gruppo, compreso il suo Presidente Martin Schulz, ha votato contro, ma non sono mancati né gli astenuti e neppure i favorevoli, questi ultimi costituiti, tranne due lodevoli eccezioni, prevalentemente dai deputati spagnoli.
    Si sa che le liste elettorali in Spagna sono bloccate e se si vuole tornare in Europa è meglio compiacere il leader. Alla faccia dell’autonomia del Parlamento Europeo per la quale Altiero Spinelli si era battuto, a suo tempo, come un leone.
    Ed il partito democratico?
    Si è astenuto sia nella sua componente socialista che in quella liberale.
    Salvaguardare l’unità anche a costo di esprimere il nulla sembra essere stata la consegna da osservare.
    Eppure era nato come un partito basato su valori e su programmi che in una vicenda così dirimente avrebbero dovuto almeno fare capolino.

    Leonardo

  24. ombus scrive:

    fuori topicche:
    Il Papa: “Comunione ai divorziati?
    No, solo ai puri e senza peccato”
    (http://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/esteri/benedettoxvi-22/ratzinger-eucarestia/ratzinger-eucarestia.html)

    leggasi: Berlusconi, Fini, Casini, e tutti gli altri (komunisti e pekkatori) se lo stranbugiano nel baugigi, ovvia, mica si pòle scherzare su una così così seria e perdere tempo in altre facezie, ci sa da fare l’itaglia e gli itagliani, noi!

  25. grisson scrive:

    Basta parlare male dei leghisti che ieri han raggiunto un accordo con la Spagna: Voi andate avanti agli europei e noi ve se mandano i negri (compreso Balontelli)

    Adie

  26. GiuppetheCat scrive:

    Veramente fastidiose queste continue note numerate. Mi avete costretto a fare in continuazione su e giù con la rotellina del mouse con il ditino indice della mano destra e mi si è infiammato tutto il tendine! Sì perchè i coglioni quelli ce li ho già infiammati da parecchio e anche con il bruciore di stomaco sono messo piuttosto male a cerca di digerì tutta sta merda…

    Grazie. Bel pezzo. Cosa abbiamo fatto di male per meritare tutto ciò?!? Forse in un’altra vita eravamo crociati sbudellatori di bimbini e questo è il contrappasso!

    Noto porco di tre lettere

    http://www.seavreistudiato.blogspot.com
    http://www.giuseppegatto.com

  27. bassotuba75 scrive:

    Non capisco cosa abbiate contro la Grande Lega. Bisogna ricordarci della campagna elettorale, quando proponevano manifesti ricordandoci che fine abbiano fatto gli indiani d’america per colpa degli immigrati.
    Io non voglio finire a vivere nelle riserve anche perchè le piume in testa fanno caldo e poi non so usare arco e frecce.
    Inoltre fanno bene le ronde a prendere a mazzolate gli stranieri, questi qui che vengono a rubarci il lavoro a noi gggente perbene. Che diamine! Per colpa loro neanche io mi posso permettere una casa “decente”. Per il momento mi sono potuta solo permettere solo una madonnina col tripudio di cozze, che però ho dovuto fare da sola. Prima cioè ci ho fatto il sugo per gli spaghetti allo scoglio. Infatti la mia è la madonnina della “cozza ciucciata”.
    Per quanto riguarda i controllori dei controllori potremmo scrivere a Fulvia. Se c’erano gli spingitori di spingitori di cavalieri non mancherà certo il controllore di controllori. Sapevatelo.

    P.s.: ho visto che si usa regalarvi (o promettere in senso berlusconiano) facoltà di utilizzo sul lato B. Io ve lo concedo solo se mi fate avere un centrino in pizzo fatto a mano in cui compare Padre Pio che slingua con Maledetta Sedicesima. Così la mia casa sarà un po’ più nordicamente degna.

  28. paguri scrive:

    @Bassotuba75: Ci mettiamo subito al lavoro. Entro stasera dovrebbe essere pronto.
    @ Kekko: Dici?

  29. Goldrake scrive:

    La lega ha avuto quel successo alle ultime elezioni grazie ai finti tg di RAI e Mediaset, questo lo sappiamo già.
    Ma state tranquilli, qualunque cosa accada, possiamo sempre contare sulla forte, seria, feroce, sprezzante opposizione del PD.

  30. buddybradley scrive:

    felice di ritrovarvi ogni mese sul Mucchio.
    il pezzo di questo mese e quello del mese scorso ancora mi fanno scompisciare.

    http://buddybradley.blogspot.com/

  31. Goldrake scrive:

    Cari cosi, allora è confermata la data di venerdì a Genova ?

  32. giorgiorgio scrive:

    mi piscio addosso!!
    e nel frattempo mi cago addosso per la deriva neo-razzista che sta prendendo sempre più piede e per il ringalluzzimento di certi individui razzisti e violenti che ORA si sentono appoggiati e giustificati. Come quel capotreno che ha insultato e picchiato una donna Ghanese, praticamente senza motivo (e testimoni italiani hanno confermato), al coraggioso e giustizialista grido di “Sporca negra, schifosi, tornate in Africa, Berlusconi finalmente vi rimanderà tutti a casa”. Per fare solo un banalissimissimo esempio.

    Intanto i nostri bambini si rincoglioniscono davanti a Tv e console perchè i genitori non li cagano e li difendono a sQuola di fronte a insegnanti un po’ più severi, perdono il rispetto per qualsiasi cosa e diventano a loro volta violenti, ignoranti (che forse è peggio), si filmano e si mandano on-line mentre scopano, insultano e picchiano i professori, diventano perfino assassini. E nessuno si sogna di migliorare la situazione scolastica con una bella bocciatura di fronte all’ignoranza palese, perchè nella “quasi privatizzazione” dei sistemi scolastici meno studenti significa “meno fondi” . Che futuro ci attende? Ci incazziamo perchè la Spagna ci sorpassa sul PIL (Solo Portogallo e Grecia peggio di noi) ma restiamo a lamentarci solo di extracomunitari (che poi vengono fatti lavorare da clandestini e a nero dai padani, in primo luogo, quelli che “pagano le tasse”!). Così passano in secondo piano i “promotori finanziari” che fanno acquistare bond ad altro rischio agli anziani o a chi si affida alle loro mani, dilapidando altri risparmi, facendo crollare consumi e fiducia nei mercati, quindi addio PIL. Negli USA c’è appena stata una maxi retata di sta gente e sconteranno delle belle pene, qui si rimbalzano solo le accuse. Qui se provano a toccarli, dato che nel mezzo ci sono impelagati fior di politici, si griderebbe subito alla sovversione dello stato da parte delle toghe rosse, così si lascia tutto com’è. Ci stiamo sgretolando economicamente e i problemi più grandi quali sono? Gli extracomunitari!! Chi vince le elezioni? Chi promette di bruciarli. Bene. Di sicuro la ricetta è fermare i processi di Berlusconi (& altri stronzi, dx o sx che siano) e bastonare un rumeno/Rom per poter risollevare salari, sistemare la fiducia dei cittadini e far figli (educati, please) senza pensare ai problemi economici, pagare un mutuo, rientrare nei canoni di un paese definibile “civile”…

    C’è fame di violenza. C’è proprio voglia di violenza!! E i mass media fomentano, pilotando per bene le notizie infondendo oltremodo paure sull’emergenza stranieri. E, come già ho avuto modo di discutere in questi giorni, la situazione (leggi “frustrazione”) pro-capite finanziaria può essere una delle concause, ma se si distraggono i cittadini con un facile capro espiatorio ci si salva la poltrona!!

    IMPORTANTE: cos’è sta storia che vi hanno rifiutato il pezzo sul Vernacoliere?!??!?!

  33. prefe scrive:

    Ad essere sincero io queste ronde di stronzi non le ho mai viste, pur vivendo a padova.
    Peccato, i gavettoni di piscio mi vanno a male…

    http://www.speedyprefe.blogspot.comm

  34. Goldrake scrive:

    Concordo con tutto quello che hai scritto, giorgiorgio. Aggiungo che mi inquieta molto la facilità con cui è avvenuto tutto questo processo di caccia alle streghe.

  35. giorgiorgio scrive:

    io credo che tutto fosse già pronto nelle teste della gente. La gente è razzista, è nel DNA un po’ come spettegolare o far commenti sulla gente che passa quando si è sotto l’ombrellone. E’ bastato quindi solo rimescolare un po’ le cose e avere una classe politica che giustificasse questo odio appoggiandolo (lega), facendolo sembrare non più un disvalore come un tempo ma un valore. Grazie anche ai mass media compiacenti nei confronti del sensazionalismo e quindi audience.

    Un po’ come dire che alla gente piace essere in un certo modo ma non lo può dire perchè passerebbe male: se trovi un’autorità che ti giustifica lo voti e esprimi il tuo parere alla luce del giorno potendoti finalmente liberare di un peso.
    Che ne so, se ad un tratto Ruini o PapaRazzi dicessero che è giusto andare a puttane si rivelebbero tanti di quei puttanieri che invece ora devono stare nell’ombra: molti lo fanno ma nessuno lo dice!

  36. lucia scrive:

    concordo.
    mi viene in mente uno striscione durante i festeggiamenti di alemanno. “siamo fuori dalle fogne”.
    é cosí. una volta la gente si vergognava di essere razzista o fascista e se lo diceva lo faceva sottovoce.
    invece adesso si sente autorizzata ai peggiori sentimenti perché la classe dirigente li asseconda, li esalta. e non si vergognano piú.
    il paragone di giorgio é perfetto, immaginiamo che un giorno prenda il potere un partito che ha la pedofilia o lo sfruttamento minorile nel programma e lo sbandieri.
    chi fino a adesso ha approfittato dei bambini nascondendosi ne farebbe invece un punto di orgoglio, dicendo “basta! é ora di finirla di vergognarsi!”
    e via e via.
    per anni questa gente ha alimentato il razzismo e il pensiero semplificato all´estremo. “non trovi lavoro? colpa dei negri”, non trombi? colpa dei negri.
    e la sinistra purtroppo non ha saputo per nulla contrastare questa ondata. perdendosi dietro a farfugliamenti sulla sicurezza, quando doveva parlare di dignitá e rispetto.
    non lo so quando usciremo da questa nottata. mi sembra di non vedere nessuna luce…

  37. ombus scrive:

    Famiglia Cristiana contro il premier
    “Berlusconi ossessionato dai pm”
    settimanale attacca Silvio Berlusconi e critica la norma blocca-processi
    “Gli avvocati sono la sua passione, li fa eleggere in Parlamento”. Poi cita Alfano
    http://www.repubblica.it/2008/06/sezioni/politica/giustizia-2/famiglia-cristiana/famiglia-cristiana.html?ref=search

    TONACHE ROSSE? CHE BEPPE PROVVEDA!

  38. mga scrive:

    @Goldrake: il processo di cui parli non è stato affatto rapido a mio avviso. Pensa a quanto tempo è che non ascolti un telegiornale (qualsiasi) od un notiziario radio che tratta un qualsiasi tema da un punto di vista non omologato al pensiero corrente: che io ricordi è un bel pezzo. Quando si vuole sapere qualcosa su ciò che accade nel mondo il 99% delle persone si affida ai tg e non ad altre fonti, più faticose da ricercare. Il lavoro che hanno fatto è stato ottimo, in quanto a lungo termine e graduale, tanto che pochi se ne sono accorti

  39. ombus scrive:

    malthusiano della ronda

    E’ la ronda quella cosa
    che protegge i cittadini
    da rumeni e magrebini
    e si chiama Kukluxklan

  40. Goldrake scrive:

    @mga
    Per la velocità mi riferivo in particolar modo all’evoluzione che ha avuto lo sdoganamento razzista… Parliamoci chiaro, l’italiano medio è razzista, basti pensare a quello che si diceva fino a pochi anni or sono qui al nord sui meridionali (cioè, lo si fa ancora adesso, ma ora prima vengono i rumeni, poi gli albanesi, poi i negri), ma che si arrivasse a questi punti…
    Comunque la tua analisi sulla TV è la stessa che avevo fatto qualche tempo fa; in ogni caso è dai primissimi anni 90 che non esiste un tg degno di questo nome (guarda caso da quando è stato permesso anche alle televisioni private di farli, cioè sapete bene a chi).
    Vi ricordate o avete mai visto i notiziari negl’anni 70 ? Il giornalista leggeva le notizie e BASTA, nessun commento, anche se c’erano le peggiori stragi del dopoguerra… Perchè questo era e dovrebbe essere ancora oggi un tg, cioè una comunicazione di avvenimenti e stop.
    Le sedi di dibattito sono altre.
    Da oltre 15 anni (e qui hai di nuovo ragione, il processo è stato lungo e paziente) si fa dell’allarmismo su un semplice acquazzone… Ricordo ancora qualche giorno fa uno spezzone di Studio Aperto trasmesso da Blob in cui veniva intervistata una signora chiedendole : “Signora, ha visto, piove ! E lei che fa ?” e la risposta fu : “Eh, mah, apro l’ombrello…”.

  41. ulivinico scrive:

    http://www.canisciolti.info/news_dettaglio.php?id=14947

    Vaticano: Accuse infamanti senza fondamento nei confronti di mons.Marcinkus

    Accuse “infamanti senza fondamento nei confronti di mons.Marcinkus, morto da tempo e impossibilitato a difendersi”. Così il Vaticano in una nota risponde agli articoli dei giornali che parlano della responsabilità dell’ex presidente dello Ior nel rapimento di Emanuela Orlandi. La Santa Sede precisa che “non si vuole in alcun modo interferire con i compiti della magistratura nella sua doverosa verifica dei fatti e responsabilità”. Tuttavia il Vaticano esprime rammarico per un’informazione più sensazionalista che seria e professionale.

  42. Goldrake scrive:

    Paguri, mi confermate la vostra satanica presenza in quel di Genova venerdì sera ?

  43. mga scrive:

    Chiedo scusa Goldrake, avevo frainteso. In effetti lo sdoganamento è stato molto più che veloce. Per quanto riguarda i tg sono d’accordo sul fatto che dovrebbero limitare a dare le notizie, poi ognuno se le dovrebbe commentare. Invece non solo le commentano i giornalisti, ma anche, soprattutto e quasi esclusivamente i politic(ant)i; il cittadino non ha possibilità di commento, così come la magistratura che nel caso viene tacciata di sovversiva. Esprimere un parere è legittimo per chiunque, ciò che sgomenta è che solo quello di pochi sia messo in evidenza

  44. maka scrive:

    concordo pienamente con quanto detto da giorgiorgio, goldrake e oserei aggiungere una cosina a quanto detto da lucia: secondo me la sinistra ha avuto PAURA di dimostrare le sue idee e si è accodata alla massa populista (leggi fascista)senza difendere gli ideali di tolleranza, rispetto delle diversità e di convivenza.
    si è trinceratra dietro la necessità del dialogo, ma con i fascisti e i razzisti non si deve dialogare perchè ce lo vieta la costituzione e il buon senso democratico.
    tutto ciò i “capoccia” di sinistra (ah ah ah…ancora devo capire chi sono)non lo hanno assolutamente capito…o meglio non lo hanno voluto capire perchè è meglio vincere oggi le elezioni che costruire un reale cambiamento sociale domani.

  45. Diociliberi scrive:

    Cari paguri, il pezzo è bello, parecchio pure. State diventando maestri del bello stile, prosatori scaltri, polemisti piuttosto… ficcanti (chissà se vi ficcate tra di voi, chissà di voi chi ficca e chi si fa ficcare). Ma bando alle celie, e si venga subito ad esprimere grande rincrescimento per il mancato ingaggio Vernacolieresco, accidente invero alquanto strano, che presta il fianco a qualche considerazione:

    – Sardelli è una delle migliori menti d’Italia, le sue rassegne stampa fanno crepare, l’esperto è un capolavoro, quel che tocca è oro, quando lui non c’è il mensile mi perde di peso, e non di poco;

    – su di voi non mi esprimo, da quattro mesi sto fisso in questo luogo, assolutamente riverente a quel demonio in clergymen, con tanta preoccupazione per il cvlo mio e per quello dei miei gatti;

    – Pagliaro mi piace, è struggente, amaro, fa riflettere. Insomma: tenerselo;

    – il troio…vabbè che uno si affeziona, e una letta la si da comunque, però concordo appieno coll’anonimo 13;

    – gli articoli del Direttore non li discuto, vecchio talento (giornalistico, prima che satrico), la titolazione è ancora folgorante;

    – Pardo a parte, gli scritti sono fiacchini, sia i vernacolari che gli italici. Le rubriche sono un tantino stantìe, il che non sarebbe neanche malissimo (il vernacolo è anche retrivo e conservatore, come il popolino al quale dà voce). Solo che ultimamente non ci ho più questa gran voglia di arrivare in fondo colla lettura. Manca un po’ di sostanza (e l’oroscopo ha stufato). L’ultimo numero, per esempio, l’ho lasciato via senza finirlo, e questo mai m’era capitato. Il Borzacchini sarà stato anche un farabutto (non so nulla della questione, e nulla voglio dire, ho letto una volta un pezzo sul Giornale e faceva cacare, si vede s’è adattato al contesto), ma non ci si è peritati di rimettere un po’ di corpo, dopo la dipartita.

    Questi pezzi, insomma, ci dovevano stare dentro, cazzo. Certo, si dirà che sembrano editoriali, facessero ombra a quello ufficiale?

    Insomma, ci toccherà di andare a chiedere in edicola una rivista musicale che ci ha il titolo di un giornalino di trans.

  46. Anonimo scrive:

    Mi accodo, nel senso buono, alle considerazioni precedenti sul Vernacoliere. Prima lo compravo solo per Sardelli (Trippa!), poi ho continuato a comprarlo per Sardelli e Don Zauker. Memorabile la puntata sul papa alla Sapienza, che ho fotocopiato (ebbene sì) e girato a tanti colleghi di facoltà.
    Ma Cardinali, per me, resta grande in “Senza peli sulla lingua”, che spesso è una vera lezione su come dovrebbero essere fatti gli editoriali se i giornalisti fossero giornalisti. Ame.

    —-

    Persio

  47. lucia scrive:

    per maka: “tutto ciò i “capoccia” di sinistra (ah ah ah…ancora devo capire chi sono)non lo hanno assolutamente capito…o meglio non lo hanno voluto capire perchè è meglio vincere oggi le elezioni che costruire un reale cambiamento sociale domani”
    il brutto è che le elezioni le hanno pure perse!
    il pd ha succhiato tutti i voti “utili” alla sua sinistra per non prenderne neanche uno a destra. coplimenti, siamo in mano a de’ geni.
    sul vernacoliere…
    lo compro e/o me lo faccio portare da brava emigrante ogni volta che rientro in toscana, lo ammetto, per don zauker. e poco più. a lussemburgo ero drogata di fluide glacial e devo dire che purtroppo non ci sono giornali simili in italia. speravo anche col vernacoliere di sostituire “cuore bonanima” ma non è così e forse è giusto così. che dire… accusa un po’ di autoreferenzialità… paradossalmente c’è gente che dovrebbe prendersi meno sul serio. partendo dal direttore?

  48. paguri scrive:

    @ Goldrake: ma certo che ci saremo! Teatro Altrove, ore 21,30, INGRESSO GRATUITO. CAPITO? INGRESSO GRATUITO, CAZZO (a un genovese la cosa dovrebbe fare effetto).

    @ Lucia: pensa che per l’edizione francese noi avevamo proposto DZ proprio a loro: i gloriosi autori di Fluide Glacial. Ma non si sono pronunciati.

    Sul Vernacoliere: non è che ci hanno rifiutato questo pezzo in particolare, ma qualsiasi altra iniziativa diversa da Don Zauker, Luana, Famiglia Quagliotti. Specie se testuale anziché a fumetti.
    O allora…

  49. The Talented Ripley scrive:

    @lucia
    acc!!! Mi hai preceduto, volevo essere la prima a citare il buon vecchio Guglielmo Sciaccapere e il suo Giulio Cesare (…Ma Bruto è un uomo d’onore!) e in cotal modo tirarmela da akkultuvata 😉

    Grandi Paguri, un post eccezionale! Spero di poter godere della vostra ars retorica dal vivo questo venerdì! Tra l’altro se mi dite che è gratis credo che mi presenterò sul luogo un pò prima…tipo a mezzogiorno….un ingresso gratis (o “de badda” come diciamo noi) è in effetti un OTTIMO argomento con qualsiasi genovese! 😀

  50. Diociliberi scrive:

    Errata corrige (o coreggia, n.d.r.), del Vernacoliere mi piace tanto anche la recenzione della Turchetto, onesta e coraggiosa sempre.
    ‘notte ta tutti.

  51. Lavrentij scrive:

    Dico un secondino la mia su questa cosa perchè minteressa. Da cinque anni compro il vernacoliere senza perdermi un numero, ultimamente ho come l’impressione che se seguita così senza particolari cambiamenti ci sta che mi venga a noia abbastanza rapidamente (salvo i vostri contenuti, il camerini, il sardelli e pardo, mario dipende dal mese ma comunque ci mancherebbe altro). Ora mica per nulla ma non ho da avanzare critiche particolari, però una sistematina gli andrebbe data perchè non è possibile che qualche mese prendo, divoro in un minuto le cose che mi interessano (3-4 pagine) e poi via, fino al mese successivo, leggo ogni tanto qualche rubrica giusto quando sono a cacare giusto per non leggere sempre famiglia cristiana. Credo basterebbe pochino eh, ricordo che quando il sardelli ha cacato quella cosa delle prime pagine dei giornali, m’è ripresa benissimo, e che cazzo era? una pagina diversa da quell’altre un po’ freschina. Se c’è da raccoglie firme, fa telefonate, rompe i coglioni a mario alle feste o a lucca comix, si fa, basta ringiovanisca un pochino la formula perchè sennò è vile.. oh e non sono uno di quelli che si fanno le seghe sul nuovo, mi sento anche parecchio vecchio rispetto a chi c’ha la mia età, però bambini mia… poi magari son io che son uno da terza internazionale che ride solo quando il compagno dzugasvili gli da il permesso, però bo un po’ di brio in più, basterebbe pochino: un trafiletto mensile sulle brevi dai giornali e non (vere) del papa (a proposito!!! non è assolutamente parte del suggerimento: a lavoro m’è arrivato il calendario del tour 2008, quasi quasi lo scannerizzo e ve lo mando, se volete vi porto anche i segnalibro della cei, li ho rubati l’altro giorno..), ripristinare cacciucco del camerini che secondo me era geniale,… sai quante idee sforni in 10 minuti di fila?

    poi oh, son i consigli della persona che ci capisce meno, sapessi dir due cazzate in fila che fan sia ridere che riflettere avevo già sotterrato mario di fax col mio curriculum…

    gnamo vo a letto..

  52. Anonimo scrive:

    Il boss Hyundai all’asilo: sconta la pena per corruzione
    Il presidente della Hyundai, Chung Mong-koo, sta scontando una condanna per appropriazione indebita dei fondi dell’azienda. E’ stato riconosciuto colpevole di aver utilizzato i fondi per motivi personali, ma anche per corrompere politici. L’accusa aveva chiesto una condanna di 6 anni, ma il giudice ha preferito una sentenza minore a causa dei “grandi contributi all’economia nazionale” portati da Chung. Il presidente della Hyundai ha chiesto scusa e grazie al suo impegno in molte attività caritative, ha ricevuto una sospensione della condanna: non è andato in carcere, dunque, ma dovrà prestare 300 ore di lavori socialmente utili
    (http://www.repubblica.it/2006/08/gallerie/gente/hyundai-asilo/1.html)

    A QUESTO PUNTO VOGLIO CHE PAOLO BERLUSCONI E COMPAGNIA BELLA VADA A CAMBIA’ IL PANNOLINO MERDOSO DELLA MI’ FIGLIOLA (NE BASTA UNO E CAMBIAN RELIGIONE SUBITO!)

  53. Anonimo scrive:

    post 53: so sempre io so’ ombus, eh?

  54. Goldrake scrive:

    @i Paguri
    Gratis ? GRATIS ?!? Dovevate scriverlo a caratteri cubitali sul manifesto, avreste fatto più repliche di “Hair” o “The Rocky Horror Picture Show”…
    A venerdì, cari cosi 😉

  55. kinisera scrive:

    Buongiorno….
    Non c’entra niente con il bellissimo pezzo (che verità sacrosante!!!! 😀 ), ma io avrei una domanda da farvi: riguardo alle limitazioni sulle intercettazioni e quant’altro… rientrano nella categoria del “non si deve fare” anche le riprese filmate dei dipendenti degli aeroporti che frugano e rubano dentro le valigie dei passeggeri? E’ considerata anche quella una “violazione della privacy”, oppure possiamo continuare a stare sicuri che certi figuri vengano ancora spiati mentre ci mettono allegramente a posto le valigie? Sinceramente è un interrogativo che mi inquieta! 😉
    Grazie a chiunque saprà rispondermi, e mi scuso fin d’ora per la palese ignoranza dimostrata sull’argomento…
    Bye

  56. tycooko scrive:

    Chiedo il permesso di linkare questo articolo eccellerrimo sul mio modesto blog.