« | Home | »

Sondaggi

S.Pietrobyl

9 aprile 2009

spietrocentrale

Dove vorresti fosse costruita la nuova SICURISSIMA centrale nucleare di XIV generazione?

  • A Villa Certosa
  • In Piazza S. Pietro
  • Nella casa del Grande Fratello
  • A Roma, in Viale Mazzini 14

Vince con 1305 voti, pari al 48% del totale: ” In Piazza S. Pietro”.

E allora è tutto vero.

E’ vero che, nonostante il popolo italiano abbia mandato a fare in culo il nucleare con un referendum – la massima espressione democratica – alla fin fine ci ha ripensato. Come dicono i politici favorevoli (ma soprattutto interessati), gli italiani hanno capito benissimo che le centrali di ultima generazione sono sicure al centissimo per cento, perfino su un territorio ad alto rischio sismico come il nostro.

Lo hanno capito talmente bene e si fidano a tal punto che non esiterebbero a piazzarne una perfino in luoghi di particolare interesse. Interesse per chi o per cosa al momento ci sfugge, ma non è questo il punto.

Ed ecco che l’amore, il più autentico e tradizionale sentimento che ci distingue da tutti gli altri popoli, lo manifestiamo al meglio, e proprio in queste occasioni. Per questo i grandi contendenti per la palma di questo sondaggio sono stati il nostro amato premier e il führer della Chiesa Cattolica. Gli italiani sono così sicuri dell’affidabilità dei nuovi impianti che non esiterebbero a piazzarne uno (ma anche due o tre, perché no) sotto il prezioso ano dei due illustrissimi personaggi.

Ma, si sa, l’italiano è sì un cittadino dell’Occidente democratico, è sì il figlio del Rinascimento, ma è prima di tutto un cristiano, per dio. Per questo, nonostante un iniziale testa-testa fra i due contendenti, il santo padre ha avuto la meglio. Gli italiani hanno capito benissimo che possono dormire fra due guanciali.

P. S. Da anni, nei salotti televisivi e nei servizi dei TG si vedono affannarsi politici di ogni schieramento che si permettono di sostenere che “gl’italiani sanno benissimo che…”, “è chiaro che queste cose non interessano ai cittadini”, “il popolo italiano ha capito perfettamente che” e via dicendo. Ora, come facciano a sapere queste cose non è chiaro; sono andati di persona a sentire le opinioni di ciascuno? Bah, a casa nostra non ci sono passati. Da qui la semplice deduzione: che si tratti di uno squallido nonché drammaticamente infantile tentativo per spostare consensi e opinioni?

E allora, visto che non possiamo impedire a questi spaccascurregge di continuare la loro puerile tattichina, incastriamoli: IL PROSSIMO DI LORO CHE SI ARROGA IL DIRITTO DI SAPERE COSA INTERESSA AGL’ITALIANI E’ UN PEZZO DI MERDA. E lo vada a dire alla rottanculo di su’ madre!

Non potremo mai sapere se qualcuno di loro leggerà queste righe. Ma sarà comunque bello immaginarselo.

Share

Tag: , , ,

21 Commenti

  1. Bove scrive:

    Ottimo Paguri, peccato che il vaticano già emette radiazioni malefiche…
    nell’87 l’errore fu affidare la decisione sulle politiche energetiche agli elettori, evitando di prendersi le responsabilità che un governo deve assumersi: un anno dopo Chernobyl poteva la gente volere il nucleare? e così si sono gettati miliardi spesi per centrali costruite e mai entrate in funzione, senza intraprendere iniziative in direzione di altre fonti energetiche, anzi permettendo a gente come Moratti e C. di ricevere i fondi destinati alle rinnovabili per produrre energia da tossici gas di raffineria – cercare SCANDALO CIP6 -…e altri miliardi si getteranno per costruire centrali atomiche che entreranno in funzione fra 20 anni quando l’energia serve adesso! personalmente sto studiando il fotovoltaico che può far risparmiare tanto petrolio e gas, e mi lavo con l’acqua scaldata dal sole da FEBBRAIO a DICEMBRE, tempo permettendo, in culo a loro e al budello di su ma’ vestito da Berlusconi!

  2. DaNein scrive:

    Sono favorevole al nucleare. No…dico…guarda che bello skyline a piazzasaMpietro.

  3. Nedo B. scrive:

    I politici Italiani “hanno sicuramente capito” che è necessario piazzare una bella centrale accanto ad edifici storici, vindici di resistenza al terremoto più devastante. Percui direi che Palazzo Chigi, Palazzo Madama e il Cupolone si prestano benissimo. Io ci farei anche un bel ponte (della Impregilo, proprio come l’ospedale de L’Aquila che è franato come un castello di carte) che colleghi le tre centrali.
    Nemmeno Arcore è zona sismica, da quel che risulta dalla mappa rischi. Scilla e Cariddi al contrario sono contrassegnati col massimo punteggio di rischio. Un bel ponte nucleare per ritto sulla Villa di COSO è il minimo.

  4. Anonimo scrive:

    avete truccato il sondaggio ò stronzoly!
    l’opzione di farlo costruire nella villa del nanomerdonemafioso era alla pari con l’opzione di farlo dai pretidimerda…
    erano giunti al pari e in una notte l’avete aumentato di un centinajo di voti!
    se avevate già il fotomontaggio pronto facevate prima a dirlo e s’era lesti…
    il budello della vostra mamma (con rispetto parlando…) vestyta da magilla gorilla!
    😀 😀 😀

    ò stronzoli! 😀

  5. Goldrake scrive:

    Ooooohhhhh ! Le centrali nucleari… Quelle di ultima generazione… Così sicure che nessuna assicurazione AL MONDO è disposta a stipulargli una polizza… La cosa più terribile è poi vedere persone riempirsi la bocca di un simile argomento senza saperne un benemerito CAZZO ! Non ti dicono neanche se nelle loro intenzioni sceglierebbero di usare cerio o torio, che determinerebbe (tra l’altro) la possibilità di un uso militare o meno…

  6. Anonimo scrive:

    muahahahahah ho scoperto questo blog ieri sera e sono stato tutta la notte e la mattina di oggi a leggere i post vecchi (non ho da fare un cazzo, lo so) fermandomi ogni tanto per evitare di farmela addosso e per smettere di piangere dalle risate… era da un pò che non trovavo un sito che mi incolla 20 cm dallo schermo per delle ore,penso dai primi anni che usavo internet, quando col 56 k aprivo le foto delle troie che comparivano una riga alla volta fino a quando, sul più bello, si rivelavano immancabilmente travelli…fate più post che ‘un n’ho mia voglia di studiare ancora..e fatevi vedè qui a Pistoia ogni tanto, teste di ‘azzo. L

  7. Anonimo scrive:

    guardatevi stò video vai, eretici del cayser:

    http://www.questononeunsito.it/siafatta/

    buona visione.

    memetz

  8. Janus scrive:

    @ anonimo 7:
    Grazie di cuore della segnalazione.. Penso che creerò una mia personale religione in cui adorerò gli autori del video…

    OVUNQUE nel mondo il nucleare viene abbandonato perchè manifestamente pericoloso ed economicamente non vantaggioso (vedi smaltimento scorie).
    OVUNQUE ad eccezione di alcuni paesi che brillano per una grande tradizione democratica, la cui classe politica appare lucida e ben orientata e che tengono ben separati religione e stato…
    E non mi sto riferendo all’IRAN……

  9. Anonimo scrive:

    …anche il terremoto è un segno del mistero divino… queste le parole di Benny 16 & C, speriamo che stasera abbiano un segno..di manate nel muso da parte dei parenti de l’Aquila !!!

  10. Anonimo scrive:

    ciao.
    visto che stiamo andando a manetta di populismo (in questo periodo), che la tragedia del terremoto e’ una leva per molte cose, che vorremmo tutti alla fine metterglielo nel culo…
    un’idea che mi sembra ottima: accorpare elezioni europee e referendum e i soldi risparmiati consegnati ai terremotati.
    Secondo voi a una combo del genere cosa dice il Berlusca
    davide

  11. paguri scrive:

    E’ di un paio di giorni fa, ma merita comunque un ascolto.
    Radio Maria:

  12. Janus scrive:

    “…in questa tragedia vogliamo vedere qualcosa di positivo..”
    Senti un po’ Fanzaga:
    VAFFANCULO !

  13. Bove scrive:

    @paguri: a me per partecipare alla passione di Cristo basta beccare radio maria, una sofferenza per le orecchie! ma ‘sta gente non se fa schifo da sola?
    Citando Maicol di luana la bebisitter: poi dice uno ‘un dovrebbe smoccola’!

  14. Kaiser76 scrive:

    Ancora stanno sfrollando i rimasugli dei funerali per intenerire l’odience!!!!!!!

  15. Anonimo scrive:

    Profetico!!!! Notizia di agenzia di un mese fa:

    Venerdì 6 marzo 2009 19:25 Napoli – Bertolaso contestato ad Ingegneria
    Napoli
    Oggi pomeriggio il Presidio permanente contro la discarica di Chiaiano insieme agli studenti del Collettivo di Ingegneria hanno contestato la partecipazione di Guido Bertolaso al seminario sul “rischio terremoti” patrocinato dalla Protezione civile e dall’Universita’ Federico II.
    Oltre una cinquantina di attivisti hanno contestato l’arrivo di Bertolaso una volta entrato nella facolta’ di Ingegneria. Due gli striscioni principali quello “Jatevenne” ed un’altro con la scritta “Se ne capisci di terremoti quanto ne capisci di emergenza rifiuti stiamo inguaiati”.
    Il Presidio permanente di Chiaiano e Marano ha annunciato la sua presenza ad ogni iniziativa pubblica a cui sara’ presente Bertolaso in quanto cittadino indesiderato a Napoli da parte delle comunita’ che resistono contro devastazione ambientale e speculazioni.

  16. Anonimo scrive:

    ma un bel terremoto su san pietro per far capire a LORO che ci credono (per comodo) in “coso” cosa vuol dire la sofferenza no?!?! Siamo alla vergona più totale…. che ne dite, l’8×1000 lo daranno ai terremotati o BugsBenny ci si comprerà qlc pelliccina da mamma franca???

  17. Anonimo scrive:

    “BugsBenny” era da standing ovulation!

  18. vinicio scrive:

    Mamma franca, Buahahaahahahaah
    Col crocchio di cacciucchino in capo e le pellicce di seconda e terza mano in vetrina, che personaggio!!!

  19. Anonimo scrive:

    no no
    a san pietro no!!!
    è a 3 km da casa mia!!!!!
    giuseppe da roma

  20. Anonimo scrive:

    Cmq BugsBenny ha chiesto scusa ai terremotati se non potrà essere da loro per la s.pasqua, ma come giustamente si è prestato a spiegare, in questo momento c’è ancora troppa polvere per le strade che rischierebbe di rovinagli irrimediabilmente i mocassini rossi di pelle umana….
    Nemo

  21. Anonimo scrive:

    bello! così c’hanno anche la “fumata bianca” tutti i giorni!