« | Home | »

Cattivo gusto, ottima satira.

16 aprile 2009

donzabo

E così anche Vauro si unisce all’allegro gruppo dei brutti, sporchi e cattivoni che dicono le cose pesanti in televisione, non sono punto educati e per questo vengono cacciati via. In breve, e rispettando l’etimologia della parola, banditi.

Come si permette, Vauro, di denunciare satiricamente una delle cause che hanno fatto sì che un pericoloso evento naturale si trasformasse in un’ecatombe? Come si permette di sottolineare il malaffare invece di puntare, come sarebbe più consono, alla tradizionale bontà del popolo italiano, questo popolo dal cuore grande grande che sta sostenendo gli sventurati d’Abruzzo? Come osa spostare l’attenzione dall’eroico pompiere che tiene tra le braccia la statua del Cristo-Re, recuperata tra le macerie di una chiesa, per mettere in evidenza eventuali crimini commessi dalle imprese costruttrici delle opere pubbliche (IMPREGILO?). E soprattutto come si permette, quel vecchio pettinato male e con la barba di due giorni, di presentarsi in televisione con la camiciaccia e le maniche arrotolate, invece di indossare un più regolamentare completo di Armani?

Peccato solo che il reato di (presunto) cattivo gusto non esista. Davvero un gran peccato.

Esiste la calunnia ed esiste la diffamazione. Esiste, se è per questo, anche il Codice Penale.

Il resto è solo schifosa censura.

Ma non c’è problema: dopo merdate colossali come la legge elettorale, il lodo Alfano e la capigliatura del leghista Bricolo, inserire una legge contro la mancanza di moderazione e belle maniere sarà come bere un bicchier d’acqua. Del Po.

L’importante è che questo nuovo bellissimo clima, fatto di epurazioni, censure alla libertà d’espressione, assenza quasi totale di un’opposizione combattiva, rinuncia (o mancata conoscenza) dei propri diritti da parte dei cittadini, iperpresenza di Gasparri nelle principali trasmissioni e tanta, tanta propaganda, abbia creato una condizione di tali pochezza e mediocrità su tutti i fronti, per superare la quale sarà grassa se basteranno una ventina d’anni. Olé!

E noi, nel nostro piccolo e con grande senso di responsabilità, sabato sera sapremo ben dimostrare quanto ci saremo adeguati a questo nuovo clima.

Vi aspettiamo.

Share

Tag: , , , ,

27 Commenti

  1. Anonimo scrive:

    ioboja. E penso d’aver espresso il sentimento di molti dei lettori di questo blog.

    LVPO CRVDO

  2. lunarozza scrive:

    A proposito di cattivo gusto, leggete il dialogo scaturito dall’aver postato il link ad un vostro geniale intervento =DDD

    http://www.facebook.com/posted.php?id=636114606&share_id=54184558185&post_id=1399851&comments

  3. Anonimo scrive:

    nessuno deve essere azzittito per aver espresso le sue idee, però alle volte si sbaglia il momento in cui fare certe affermazioni, anche se la battuta sulla cubatura dei cimiteri non mi sembrava poi così offensiva. penso che alle volte questi personaggi siano poco furbi, dando modo a chi vuole controllare l’informazione di puntare il dito e farli passare da mostri, quando i mostri sono ben altri, perchè una vignetta non ha mai ucciso nessuno, certi costruttori sì…
    PS: e dopo questo disastro, ancora vogliono fare il ponte sullo stretto…traghetto tutta la vita!
    By Bove non loggato

  4. vinicio scrive:

    @Bove 3 (non loggato)
    Se la satira ha bisogno di scegliere il momento per prendere per il culo i potenti è segno che non c’è libertà.
    Si comincia con le buone maniere ed il bon ton e si finisce col bavaglio alla bocca, il bastone in capo e la carota in culo (o una combinazione lineare dei tre, fate voi).
    Come nel caso di Luttazzi scandalizza il cattivo gusto e non scandalizzano le speculazioni sulla pelle della povera gente, che strano senso morale, puoi ammazzare chi ti pare purché tu non mi sporchi il tappeto buono nel salotto di casa.

  5. karsten scrive:

    questo e’ un re-post dato che i nostri paguri sono famosi per la loro insensibilita’ e durezza;

    “16 aprile 2009 – 16:30
    PAGURI! brutti ignoranti, disgraziati senza fede in nulla!
    Oggi e’ il compleanno di BEnny e voi non fate niente di speciale? guardate che si offende eh!”

    inoltre oggi se non sbaglio celebriamo l’elezione di benny al soglio pontificio… 4 anni?

  6. Bove scrive:

    @vinicio: giusto,ma purtroppo i tempi sono questi e certa gente va combattuta con i suoi stessi mezzi.
    Te lo dice uno a cui manca molto l’assoluta mancanza di riguardo di Luttazzi.
    Ciao

  7. sonoinmissionepercontodicoso scrive:

    Se non l’avete ancora visto, questo ve lo consiglio vivamente…
    http://www.prexcompany.com/ITA/home.htm

  8. Bove scrive:

    @sonoinmissionepercontodicoso: no, il rosario digitale no!
    di questo passo arriveremo al videogioco “converti l’infedele” dei figli di Flanders dei Simpson!

  9. Come al solito, in italia, si guarda il dito, e mai la luna…
    …se quel dito è di parte, o educato nell’indicare…
    …mai più in là di così, purtroppo…

    Tecniche ormai consolidate.

  10. Goldrake scrive:

    @ Vinicio
    Concordo con te al 100%.

    @ Laurentij
    😀

  11. assolutamentevero scrive:

    Mi sembra di vivere in un incubo ma ahimè è la realta. Questa è censura pura! E la cosa peggiore e che non ci rendiamo conto che potrebbe essere solo l’inizio di qualcosa di peggiore!!!

  12. Armin scrive:

    Le vignette di Vauro mi fanno spesso sorridere, magari qualche volta un pochino di traverso, ma gli voglio bene ugualmente.

    Quella incriminata è – ovviamente IMHO – di cattivo gusto, e mi ha dato un po’ fastidio, ma fosse dipeso da me non mi sarei mai sognato di censurarla.

    Il ‘potere’ che si permette di decidere cosa il popolo ‘sovrano’ (Art. 1 della Costituzione) può o non può vedere / sapere? Ma siamo diventati matti? Queste cose le fanno solo le dittature ed i preti.

    A differenza di un pilastro o di un solaio sbagliati una vignetta non ti può ammazzare.
    Può essere brutta, scema, se vogliamo anche volgare, ma al massimo può giungere a farti incazzare.

    Però se ti fa incazzare è probabile che abbia colto nel segno, cioè che ti abbia fatto pensare, e magari indotto a guardare le cose da un punto di vista diverso dal tuo.

    Questo è – sempre IMHO – un gran bene, perché si parla delle cose che non vanno, la gente (cioè di nuovo il popolo ‘sovrano’) si forma un’opinione ed almeno in teoria tramite gli opportuni canali politici prova a farle andare nel verso giusto, cioè in democrazia quello voluto dalla maggioranza.
    Che sia proprio questa eventualità che a lorsignori fa tanta paura?

    Non credo che sia necessario essere di sinistra (io per esempio non lo sono) per convincersi che quando il potere comincia a tapparti la bocca è inevitabile che prima o poi gli venga la tentazione di provare a tapparti anche il culo.

    Occhio gente ;-(

  13. soloocchi scrive:

    Vauro secondo me è stato solo il capro espiatorio di una trasmissione scomoda per tutti, aspettavano da tempo l’occasione per attaccarla, ed il terremoto, che sembra aver unito l’italia in un buonismo retorico alquanto discutibile, è stata solo una buona scusa per cercare di tappare la bocca ad una delle poche voci fuori dal coro della televisione.

  14. Bonats scrive:

    Cari cosi,

    sarei davvero propenso a farmi la vascata fino a Bologna (abito a Lecco): però dovreste assicurarmi che l’evento si terrà cmq, nonostante il tempo di merda che c’è da queste parti.
    Poi magari a Bologna non piove…
    Il “meteo in tempo reale”, qui a lato, non mi è utile! 🙂

    Fatemi sapere, va’!

  15. Anonimo scrive:

    Vergogna, c’e’ i bimbi piccini!

  16. Anonimo scrive:

    E’ una vergogna inaudita.

    E riguardo alla CENSURA e agli attacchi a Annozero, mi permetto di segnalare una mia iniziativa.

    Ho inviato un messaggio (che potete leggere qui: http://ale1980italy.wordpress.com/2009/04/18/censura-rai/ )
    alla RAI ( http://www.rai.it/contattalarai )

    Vi invito a diffondere questo messaggio in ogni modo, a copiarlo e inviarlo alla RAI o a inviare alla RAI un vostro messaggio personale.

    Più messaggi di protesta invieremo e più avranno difficoltà a linciare Santoro e Vauro, e dopo di loro probabilmente le altre ultimi voci libere alla RAI (Travaglio, Gabanelli, Crozza…).

    Facciamoci sentire!

  17. rotellaro scrive:

    nonostante l’impianto tecnico fatto alla cazzodicane(tm) la serata e’ stata davvero bella.

    La morosa (che ho provato a portare al vostro cospetto ma non c’e’ stato verso) ha notato che nonostante parlaste in livornese alla fine tutti han capito tutti icchevolevate dire 😀

    Continuate cosi’, e che $COSO vi sostenga sempre nella vostra missionedifede(tm) 😛

  18. Armin scrive:

    @ Anonimo 18.

    Fatto. Buona idea 😉

  19. Anonimo scrive:

    ieri sera siete stati semplicemente *grandiosi*.

    matteo 🙂

    @A19: a me risultava parlassero in italiano, in realtà… cioè dài il dialetto è un’altra cosa! 🙂

  20. vinicio scrive:

    Dopo Vauro anche il Mago Silvan nella lista dei Cattivoni:

  21. rotellaro scrive:

    @Anonimo 21: si, la morosa si riferiva a termini tipipicamente toscani come “potta”, “budellodisuma’” e similari 😛

    la forza della fede ha fatto da ponte tra le culture 😛

  22. Anonimo scrive:

    Ierisera, a Bologna, spettacolo entusiasmante, coraggioso, irriverente e trascinante.
    Bravi!

  23. grisu451 scrive:

    gran bello spettacolo a Bologna! ho smesso di ridere adesso, quindi posso scrivere: a quando l’aggiornamento della sezione video con nuovi pezzi del “testimoni dello spirito tour”?

  24. Anonimo scrive:

    Irriverenti, coraggiosi e geniali… Siete davvero grandi!!!
    Vi invierò via mail qualche foto, le riprese video sono state rovinate dalla mia rumorosa risata!!!
    Aspetto con ansia il prossimo spettacolo.
    Mitici!!!!

  25. Anonimo scrive:

    Non volevo essere anonima… mi sono scordata di logarmi….. 😀 😀
    Assolutamentevero

  26. Anonimo scrive:

    sabato sera alla festa dell’università siete stati grandiosi!!Ci voleva proprio una bella botta di risa…e soprattutto un’abbondante dose di blasfemia davanti alla chiesa CieLlina!!
    Speriamo di rivedervi presto a Bologna!!

    Luisa e Liborio