« | Home | »

Comunisti di Merda!

21 maggio 2009

mao_poster_by_mao_forevah

Da Anonimo:

“comunisti di merda!!!!! siete il tumore dell’italia…..per fortuna siete sempre meno ogni giorno che passa!!!!! vi auguro una morte lenta e dolorosa , compagni di sto’ cazzo!”

Da Anonimo:

“comunisti figli di troia!! vi rode che Silvio sia il responsabile della vostra estinzione….prendetevelo nel culo compagni di sta’ minchia , la fine si avvicina!!!!!morite pezzi di merda!!!!!!! grande silvio.”

Ultimamente abbiamo ricevuto diversi commenti del genere, con il caratteristico tono sempre molto allegro e soprattutto con i contenuti rigorosamente ben argomentati.

Apprezziamo sempre certi attestati di stima, specie se provenienti da persone certo sanguigne, magari un po’ focosette, dai, ma forse proprio per questo più buontempone, dal grande cuore italico.

Certo, ci sarebbe da argomentare su una drammatica deriva (anche) grammaticale, o – perché no – sulla costante del commento anonimo, che i più maliziosi potrebbero leggere come evidente segno di una irrimediabile vigliaccheria. Ma non è certo da noi.

E, soprattutto, non è questo il punto.

La cosa davvero buffa, evidentemente impossibile da concepire per questi nostri nuovi amici, è che molti, di noi e di voi, comunisti non lo sono mai stati; oppure non lo sono più; o, ancora, pur essendolo nella maniera più fiera, non esitano comunque a criticare ferocemente una classe dirigente da cui non si sentono rappresentati manco per il cazzo. Ih! Ih! Ih! C’è da pisciarsi addosso dalle risate, al sol pensiero.

Vorremmo avere la possibilità e la pazienza per poter rispondere più o meno COSI’.

O almeno non limitarci al solito, meritato, liberatorio, INVITO.

Ma, in tutta sincerità, la nostra prima reazione sarebbe QUESTA.

Se non fosse che forse è proprio quello che questa gente vuole.

Quindi ce ne sbattiamo tranquillamente i coglioni e andiamo avanti a fare quello che facciamo, contenti, insieme a voi Gangilli, di rompere eternamente le palle.

Share

Tag: , ,

112 Commenti

  1. vinicio scrive:

    Gangilli, vi odio, quasi quasi mi costringeta a rivalutare Fabio Volo… ma anche no!

  2. Anonimo scrive:

    Posso di’ una cosa? Ma non ha nessun significato quello che viene scritto in commenti del genere, anche perché chi osanna il dvce e Berlusconi non potrà certo essere meglio di un comunista. Che poi non si capisce cosa ci sia di sbagliato nell’ideologia comunista (oltre al fatto che rimane un’utopia). Internet ci permette (almeno finché Berlusconi non compra anche questo) di diffondere parole di verità e per chi non le vuole sentire, che vadano a fanculo. Complimenti per il vostro operato.
    Cordialmente
    Alessio
    Chevatv.blogspot.com

  3. Goldrake scrive:

    Tra le tante cose tristi di questi tristi personaggi, sempre più numerosi in questo triste paese, c’è che non sanno nemmeno lontanamente cosa vuol dire essere comunista…

  4. sonoinmissionepercontodicoso scrive:

    Vi dirò: non posso far altro che provare piacere quando mi vengono rivolte simili offese! Innanzitutto perché leggo questo atteggiamento di odio come un senso di fastidio che questi “esseri” provano nei miei confronti, e ciò mi rende piuttosto felice. In secondo luogo perché si viene etichettati da individui che non conoscono nemmeno il significato delle parole che usano. Io ho le mie idee: alle elezioni voto il partito che mi sembra più laico e a sinistra possibile (anche perché a sinistra del PD ci vuole poco ad starci)… boh, sarò comunista!

  5. Antar scrive:

    Certo che anche un bel http://www.youtube.com/watch?v=j-qWpYIDm7U. No?

  6. Anonimo scrive:

    Berlusconi sta già provando a oscurare internet, la causa a Youtube e i disegni di legge che stanno facendo per la regolamentazione di internet vanno proprio in quella direzione.
    Quasi quasi mi auspico che ci riescano, forse solo quello riuscirebbe a svegliare un po’ di gente.
    Magari quel tanto che basta per andare a votare invece di andare al mare.

    Per il resto a certa gente non vale la pena rispondere, se proprio uno deve almeno diamogli soddisfazione ed esclamiamo “W Marx! W Lenin! W Mao Tze Tung!”

    Dumah

  7. Anonimo scrive:

    Solo tre parole…grazie di esserci. C’era davvero bisogno di qualcuno che non si vergognasse di mandare *allegramente* a cagare certa gente.

    Alessandro T

  8. Anonimo scrive:

    Perchè molta gente non si decide a spegnere la Tv e accendere il cervello?
    Liberale & Scomunicato

  9. ombus scrive:

    @ goldrake
    il problema è che non hanno la minima idea di cosa significhi essere fascista, pure! ovvero, grazie ormai ad anni di mariedefilippi e gerriscotti vari, non sanno un cappero di storia, anzi non sanno un piffero fritto di nulla a parte articolare suoni primordiali come suv, blutut etc… fioli berluscoglioni ha vinto e ha forgiato un popolo di mentecatti consumatori e se non si svegliano nemmeno di fronte alla sentenza mills…

  10. Andreavr10 scrive:

    Che beli che jè, i ne piase da morir…

    Po’ ti pensa che mi ghe vivo a Verona e ghe son in meso a chei lì: ghe solo da sperar che ‘n giorno i versa i oci e i se incasi de bruto…

    [Aderisco alla campagna “Pippa una sega” per la Demilanesizzazione]

  11. Goldrake scrive:

    @ ombus
    Ti quoto al 100%… Vedasi 1° video segnalato dai Paguri in questo post… Sintesi perfetta.

  12. Anonimo scrive:

    le aggressioni di troll manicheisti (tutto ciò che non è come loro è comunista) da gioie inaspettate, siringate di autostima irripetibili. io a sta gente l’adoro!!!!!
    non per pubblicità eh! ma giusto per condividere con voi il CENTINAIO ABBONDANTE di commenti offensivi verso me e la mia famiglia fino al terzo grado di parentela (animali domestici inclusi):
    http://chewbaccachiaccheracongi.splinder.com/post/18681950#comment

    non potevano farmi regali migliori.

    catopedro

  13. Anonimo scrive:

    LOL, gia prima di finire di leggere l’articolo volevo postare il link di fabio volo comunista nei commenti, quando mi sono accorto che lo avevi fatto voi nell’articolo…che paese di crognoli siamo non sanno nemmeno cosa vuol dire comunista…
    memetz

  14. Anonimo scrive:

    Accidenti, Volo mi è sempre stato sulle palle ma devo dire che qui ha rovesciato addosso all’ignorante un vagone di merda quasi con classe.
    -Marzio-

  15. testa di casco scrive:

    Anch’io voglio mandare a fare in culo Gasparri!!!!(scusate il tono simile all’amico anonimo del post, ma non ho trovato un sinonimo non volgare per “gasparri”).

  16. Anonimo scrive:

    “Comunisti di merda”?
    Va beh, pace, se ne son sentite di peggio.
    Io mi offendo solo quando mi dànno dell’italiano.

  17. rotellaro scrive:

    la cosa che piu’ mi spaventa di questi esagitati e’ la loro folle fede incrollabile che, come bellavista insegna, è foriera di violenza.

    costoro accecati dal loro credo, come gia’ accaduto in passato, possono dare atto ad azioni tremende, convinti di essere nel giusto e magari con un dio, piu’ o meno cristiano, dalla loro parte.

    che schifo di posto e’ diventato l’italico suolo.

  18. Anonimo scrive:

    ma pensà alla topa no eh!?
    comunque vabbè, purtroppo ci sono anche queste persone. anche se rimango fermo dell’idea che si tratti di ragazzini frustrati (o frustati) e annoiati dalla vita. la verità più grande è che se sei “fascista” (per modo di dire, visto che oramai non esiste più e chiunque dica di esserlo non sa di cosa sta parlando) sei decisamente “in” mentre se NON sei “fascista o,peggio, se sei “comunista” sei un loser. non sei alla moda, non conti niente, non vieni invitato alle feste ed è colpa tua se tutto ve male.

    discorso fra me e un mio amico:
    a) fra (che sarei io) ma te sei fascista o comunista?
    io) a me interessa la topa e l’alcool.. perché?
    a) no così.. per ragionare
    io) perché te come sei? (risatina sommessa)
    a) fascista!
    io) aha, capisco.. come mai?
    a) perchè va di moda.

    giudicate voi. io mi limito a sorridere 🙂

    francesco

  19. Anonimo scrive:

    Certo…tutti comuisti, tutti figli di qul pc che già negli anni ottanta invitava Berlusconi a parlare ai suoi congressi, applaudito da un giovane Massimo Dalema..
    Si certo comunisti, come no.

    PS: chi scrive ha quasi 30 anni e nn ha mai votato nè pc nè un qualsiasi partito post comunista (ds, pds, rifondazione, ecc…)

  20. Anonimo scrive:

    Bellissimo post, quando vengo appellato con tale epiteto, di regola rispondo così
    http://www.youtube.com/watch?v=C51iKvdf3tY
    Vinz

  21. Anonimo scrive:

    No!!Ma davvero???
    Ora pure dei trogloditi si permettono di venire a rompere i il sacro scroto?? Poi a dire Comunisti di merda.
    2 cose 2: 1)se pensarla diversamente da voi e sentirmi libero di esprimere la mia opinione vuol dire essere comunista …si sono un comunista (che tra l’altro è pure vero).
    2)un ripassino al vostro amato ita(G)liano e un po’ di originalità no?Fanno schifo?Passati di moda pure quelli, come i comunisti? vige il pensiero unico,che fa dire sempre le solite cose a tutti (quelli fatti con lo stampino intendo)?…ah già si è per molti è proprio così!
    Cattiverie e futili motivi
    http\\cattiverieefutilimotivi.blogspot.com
    (da questo ufficio del cazzo non riesco a loggarmi…Dio mè***)

  22. Anonimo scrive:

    Ormai l’idea politica è diventata come quella calcistica. Io tifo quelli e tu gli altri? Coglione!

    Che amarezza.

    Aloha – StefsTM

  23. karsten scrive:

    speriamo che berlusca e il fascio passino di moda allora… 🙁

    ma come siamo ridotti!

  24. soloocchi scrive:

    A me la cosa un pò fa male. Ricordo mio padre che era ORGOGLIOSO (come lo sono io!) di essere comunista, adesso il termine è diventato offensivo. Io comunque, ner culo a quei fascisti di merda, continuo a votare falce e martello (finchè ci saranno nelle schede!), poi si vedrà!

  25. Anonimo scrive:

    Trovatemi un comunista vero, ormai chi pensa fuori dalla linea di berlusconi, ne viene additato come tale.
    Detesto berlusconi come detesto la sinistra di oggi, sono due cani che abbaiano tutto il giorno. Il tragico problema: il primo agisce a spese nostre, l’altro non fa niente a spese nostre.

  26. milho scrive:

    Quanto vi invidio! Io è una vita che non ricevo delle mail! e così belle, poi!

  27. delleric scrive:

    Mi sono sempre ritenuto un ateo politico, però dico che in questi ultimi anni la netta differenza che c’era fra la destra e la sinistra non esiste più. Spiegatemi voi cosa significaa centro destra e centro sinistra, vuol dire che sono amanti litigiosi?

  28. Anonimo scrive:

    “Se pensi che il mondo sia piatto allora sei arrivata alla fine del mondo. Se credi che il mondo sia tondo allora sali, e incomincia il giro tondo!
    E la mela salì, salì, salì, salì, salì.
    La foglia invece salutò, salutò, salutò.”
    (La mela di Odessa)
    Noi preferivamo esser la mela e non ce ne siamo mai pentiti ne vergognati.

  29. marcoskatto scrive:

    È scoppiata un’epidemia di quelle più maligne
    con bubboni che appestano uomini, donne e bambini
    l’infezione è trasmessa da topi usciti dalle fogne
    ma hanno visto abilissime mani lanciarli dai tombini
    sono le solite mani nascoste e potenti
    che lavorano sotto, che son sempre presenti.G Gaber

    anonimi topini….

  30. Kaiser76 scrive:

    Anonimi figli di quella cloaca che non sazia
    ci dona il limo che tanto concime
    ha partogeniuto e ci pasceremo
    di tanta sozzura guardando
    il bruto esser un genio
    ma rilevarsi un
    ameba segnavento

  31. Anonimo scrive:

    Stasera nella mia città (campagna elettorale) c’era Nicky Vendola; in un paese vicino Don Gallo con la figlia di Che Guevara. Chi dei due ha finito un proprio intervento, peraltro a difesa del progetto comunista e socialista, col pugno alzato?
    NOn si vince niente, troppo facile.
    Tom

  32. Lavrentij scrive:

    Nell’Italia di Berlusconi, in camera mia sventola bandiera cinese.

  33. ombus scrive:

    come replica all’insulto un bel
    “testa di berlusconi” no eh?

  34. McLaud scrive:

    Beh, io che mi definisco anarchico sicuramente sono offeso da chi mi chiama comunista e certamente reagirò con durezza a questa campagna diffamatoria!

    Intanto, dal momento che si parla preferenze politiche, vi invito a leggere il post a quattro mani semi-serio che abbiamo scritto Mario l. ed io sul suo blog ( http://strana-mente.blogspot.com/2009/05/cthulhu-for-president.html?showComment=1243070724549 ): la speranza è che arrivi qualche bel trollone anche lì a tenerci compagnia, sarebbe una soddisfazione.

    Infine, lo sapete: adesso che è stata scritta la parola “anarchico” la Digos vi controlla…ma è solo l’ultima in ordine cronologico.

  35. Anonimo scrive:

    e pensate un po’, ci sono addirittura alcuni (come me, per esempio) che sono addirittura (DEVO ripeterlo) ANARCHICI, invece che comunisti. e per niente propensi a estinguersi.
    ciao (firmato: un anarchico anonimo)

  36. Anonimo scrive:

    p.s.: scusate sono sempre quello del commento #35: non ho letto tutti i commenti precedenti, chiedo scusa…

    …comunisti che non siete altro…

    …ih ih ih ih…

  37. Anonimo scrive:

    Sapete il motivo perché noi di sinistra non vinceremo mai? Basta leggere il secondo commento: uno scrive un post sacrosanto sulla pericolosità preti, e un altro cosa fa? Dice “Bravo sono con te”? No, dice: “sì, ma guarda, la tua analisi è perfettibile…” E si va avanti così.
    Che angoscia.

    Watkin

  38. verdemaremma scrive:

    Ma la digos può anche controllarmi io anarchico mica faccio illegalità sto democraticamente esprimendo la mia opinione 🙂

  39. Anonimo scrive:

    Varato statuto delle ronde. Articolo 1: Quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile, quello con la pistola è un uomo morto.

    da danieleluttazzi.it

  40. Anonimo scrive:

    Ma anno ragione quelli che ziete comunisti di merda che lo sanno tutti che Perluscone ha salvata l’Italia.Veggogna!!!!

    🙂

  41. Vivaaaa!!! :))))

    Christian

  42. McLaud scrive:

    @ verdemaremma: certo che ognuno esprime democraticamente la propria opinione…e altrettanto democraticamente la digos controlla. Poi, appena la democrazia si distrae, il controllo si spinge più a fondo.

  43. kirukao scrive:

    Certo non aiuta che gli epigoni del partito comunista abbiano iniziato un processo di deleggittimazione della propria ideologia sia di partito che di vita ed ora al nano infido e devastatore e agli stregoni bianchi e portatori di superstizioni non ci sia in pratica più alcuna voce che si contrapponga forte e sicura. Ci siete voi, ci siamo tutti noi e questo è sicuramente un pensiero confortante.

    Beh, già tempo scrissi come la pensavo ed utilizzai un vecchio maestro per enfatizzare il mio pensiero. Purtroppo anche lui ci ha abbandonato.

  44. woytila88 scrive:

    ma forse sta gente non guarda nemmen i tg di Stato…….ché ormai quello sono: Leggendo il blog di chewbacca notavo come questi stronzi abbiano paragonato haider a gramsci, dandogli del cane bastardo o qualcosa del genere…ma che non hanno visto che da Tremonti alla CEI (tutti megafonizzati dai suddetti tg) hanno fatto a gara a tirarselo per la giacchetta dalla loro? Dicendo che Benito alla fine gli voleva bene e che lo hanno ammazzato i comunisti? tanto alla fine tirare x la giacchetta una salma di 70 anni e passa deve essere cosa da poco..

  45. Vavvo scrive:

    l ‘importante è che ci piaccia la FICA

  46. conan75 scrive:

    L’italia è sfortunatamente un paese di ignoranti. A molti livelli. In particolare il degrado della scuola, ed il lassismo che si è instaurato a partire dal 68 in avanti ha generato, a mio parere, una classe dirigente sostanzialmente inetta e facilmente indirizzabile. Quando il nano ha realizzato la situazione è “sceso in campo” e ha preso il sopravvento. Una volta gli operai ascoltavano gli studenti e andavano a protestare in piazza per il salario. Oggi l’operaio fa un mutuo più grande, compra il suv a rate e vota berlusconi e la lega (vedrete che sorpresa alle europee), mentre la sinistra fa accademia e pretende di far cadere la propria ideologia dall’alto della sua cultura. Lo stesso operaio si trova poi in cassa integrazione, ma il nano dice che è passeggiera…il fatto è che la politica va solo in una direzione, dal basso verso l’alto. La gente s’è rotta le palle degli immigrati, e loro fanno le ronde. Provvedimento fascista? forse, ma la gente applaude. Segretamente applaudono anche tanti supposti comunisti. I barconi rimandati in Libia. Emergenza umanitaria ignorata? può darsi, ma i greci gli sparano appena entrano in acque territoriali e i maltesi rifiutano l’approdo anche alle navi soccorso. E poi il giorno che si vota si ricorda che berlusconi ha levato di giro i clandestini. Il che non è nemmeno vero, ma la percezione è tutto. E la sinistra se la piglia in culo anche questa volta. Che tristezza. Dopo molti anni non sono sicuro di andare a votare.

  47. kirukao scrive:

    Rimango piacevolmente colpito dal commento di conan75 che condivido. L’unica è far rivedere il cult “ultimo tango a parigi” ai nostri “regnanti” sperando che almeno imparino come si usa il burro…da cui la famosa espressione “burracciugagliene”.

  48. andre_ scrive:

    Io invece rimango stupito dalla superficialità di conan75.
    Condivido la considerazione sull’ignoranza, come condivido la prima parte dell’analisi sull’operaio (e non solo) che ha come fine i beni materiali e “l’apparire”.
    Il problema dell’analisi (ed i suoi limiti) stanno in un paio di cosette:
    – Se fosse vero che “il’68 ha portato lassismo etc. etc.”… Com’è che le lotte e la politicizzazione “sana” ci sono state dieci anni dopo?
    Poi purtroppo nulla, ma ripeto: purtroppo.
    Nel ’77 e dintorni, probabilmente buona parte dei protagonisti erano gli stessi del ’68.

    Quanto alla valutazione sulla classe politica…
    Beh, in Italia è almeno un centinaio di anni che non c’è niente di meglio della merda. Senza eccezioni.
    Dalle cannonate di Milano del ’98, ai morti di Reggio Emilia fino ai di questi giorni nei lager libici che ricalcano quelli italiani (pardon… “centri d’accoglienza”).

    Per finire con l’insopportabile difesa dell'”italiano forse razzista, ma forse no”.
    Chiamiamo le cose col loro nome, per favore.
    Il razzismo è razzismo, e l’italiano medio ne è pieno. Fino all’orlo.
    Che sia paura, ignoranza, demenza senie e giovanile oppure semplice stronzaggine….
    Ogni volta che torno in Italia (a Milano) mi accorgo sempre più come gli atteggiamenti razzisti sono ormai la norma.
    E purtroppo ci si è fatto il callo, cercando di minimizzare quello che è l’atteggiamento ed il sentire comune di praticamente tutti gli italiani.
    Anche di chi si dice di sinistra (“ma in effetti gli immigrati sono un problema…”).
    Non nascondiamoci dietro i giochi di parole, che di definizione ce n’è solo una.
    a_

  49. andre_ scrive:

    Dimenticavo….
    Dire che “gli altri sono peggio di noi”, tra l’altro con esempi del tutto sbagliati e fuori luogo (Malta non doveva prendersi carico di quegli esseri umani per nessuna legge al mondo)…
    Divre che gli altri sono peggio, dicevo, secondo me è solo nascondersi dietro una coperta di merda per celare le proprie responsabilità.

    Come dire….
    Non siamo delle merde come loro, ma solo un po’ meno, e quindi abbiamo la coscienza a posto.

    Bah, qui se non si sinizia a riconquistare un po’ di umanità, non se ne esce.
    a_

  50. andre_ scrive:

    @ conan75
    Ovviamente i miei post non sono completamente rivolti a te, ed in particolare il secondo non lo è per niente.
    a_

  51. McLaud scrive:

    @conan75: come andre_, anch’io rimango stupito e molto perplesso dal tuo discorso, che a tratti è superficiale e a tratti qualunquista.

    Mi limito solo ad alcuni spunti:

    – ricollegare il “lassismo” al ’68 è quanto meno discutibile, come pure affermare che lì risiede la genesi della debolezza della nostra attuale classe politica.

    – Gli operai ascoltavano poco gli studenti, e meno ancora andavano loro dietro. Anzi, si registrano storicamente scontri, anche violenti, tra i diversi cortei di manifestanti, i quali avevano differenti estrazioni sociali, culture, ragioni e metodi di protesta.

    – Ti sarei grato se mi indicassi quale ideologia fa “cadere dall’alto” oggi la sinistra e quale sarebbe poi, ‘sta sinistra. Non mi pare che ci sia più alcuna possibilità di distinguere sul piano ideologico, o anche solo programmatico gli schieramenti parlamentari. Quelli extraparlamentari sono destinati all’estinzione, come già altri in passato.

    – Che la politica vada dal basso verso l’alto sarebbe solo auspicabile oggi e questo fenomeno si chiamerebbe “democrazia”. Purtroppo non è così ed è sufficiente fare una breve analisi critica della produzione normativa durante le ultime legislature “sinistrorse” e quelle “destrorse” per capire che la politica parte e si esaurisce nei vertici dei partiti. Se sale qualcosa, è solo demagogia…e c’è una bella differenza.

    – Le ronde ancora non sono state finanziate: quello che dicono i telegiornali non si è verificato. Per il momento il testo approvato alla camera è questo: “ART. 52.
    (Concorso delle associazioni volontarie al
    presidio del territorio).
    1. Gli enti locali, previo parere del
    comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza
    pubblica, sono legittimati ad avvalersi
    della collaborazione di associazioni
    tra cittadini non armati
    al fine di segnalare
    agli organi di polizia locale, ovvero
    alle Forze di polizia dello Stato, eventi che
    possano arrecare danno alla sicurezza urbana
    ovvero situazioni di disagio sociale
    .
    Dalla presente disposizione non devono
    derivare nuovi o maggiori oneri a carico
    della finanza pubblica”.

    Si tratta, certo, di una porcheria che sia riconosciuto un ruolo, pur minimo, a queste “ronde”, ma, a leggere bene il testo della norma, esse non possono fare nulla di più di ciò che potrebbe fare ogni comune cittadino. La questione delle c.d. ronde altro non è, quindi, che la solita “fuffa” propagandata a fini elettorali. Ed è bene che almeno su questo blog si sappia.

    – Riscontro, in genere, che anche tu, per effetto della distorsione mediatica, vedi nelle elezioni europee, una specie di “test di conferma” per la classe politica nostrana. Non dovrebbe essere così: la gestione della politica interna non dovrebbe influenzare questo tipo di elezioni, che, in teoria dovrebbero avere un altro scopo (se il parlamento europeo servisse a qualcosa).
    Per tutto ciò, non astenerti dal voto, ma protesta annullando la scheda: almeno lancerai un messaggio che non potrà essere frainteso…sui candidati italiani, sulle istituzioni comunitarie e su come queste elezioni sono state strumentalizzate.

    – Infine, su due cose almeno sono d’accordo: la percezione è ciò che conta di più, e se si dispone della quasi totalità dei mezzi di comunicazione del paese, gli elettori non possono percepire altro che la voce del padrone.
    Quindi, il fatto che la sinistra (qualunque essa sia) se lo piglierà in culo: sì, se lo beccherà in pieno, ma se lo sarà anche spinto dentro in buona parte da sola, come riesce tanto bene a fare.

  52. Elettra scrive:

    E’ l’ennesima conferma…ecco chi sono gli elettori! Una massa di violenti, zozzi, stupratori della grammatica italiana e non solo.
    Hanno dato anche a me della comunista, a me che non sto né in cielo né in terra. Abbiamo a che fare con individui ignoranti, serpi sputaveleno che al massimo sono capaci di scambiare un’ortica da un verbo correttamente coniugato. E neanche…

  53. Lavrentij scrive:

    se volete far ronde nella vostra città contattate loro

    http://www.guardianazionaleitaliana.org/

  54. ombus scrive:

    @ mc laud
    per capire a cosa servono VERAMENTE le europee leggi un po’ qui

    è per i pagurini belli anche un suggerimento a commentare questa bella intervista alla nostra futura onorevole matera. raccomando i passi sulla ballerina accollata/ semimonaca e la fede in predeppio

    http://www.corriere.it/politica/speciali/2009/elezioni/notizie/stella_barbara_matera_285fbf74-49bb-11de-8785-00144f02aabc.shtml

  55. McLaud scrive:

    @Ombus: grazie, ma non ho bisogno di spiegazioni sul diritto comunitario (oltretutto, manca il link che probabilmente volevi segnalarmi).

    In merito, ti riporto quanto ho scritto in un post a quattro mani sul blog di Mario l.: “Senza descrivere dettagliatamente il ruolo del parlamento tra le istituzioni comunitarie, né soffermandomi sulle bizantine procedure legislative che entrano in gioco non appena il parlamento UE potrebbe concorrere a decidere su un testo normativo di un certo rilievo (ma se proprio volete farvi del male, eccovi dei riassuntini: http://www.europarl.europa.eu/parliament/public/staticDisplay.do?id=46&pageRank=3&language=IT oppure http://www.europarl.europa.eu/parliament/public/staticDisplay.do?id=46&pageRank=4&language=IT ), sia sufficiente riportare quanto scritto sempre sul sito istituzionale: “Va rilevato che, in effetti, per le questioni cosiddette sensibili (fiscalità, politica industriale, politica agricola, ecc.), il Parlamento europeo esprime soltanto un parere consultivo“.
    Ma allora è proprio vero! Il parlamento conta così poco che loro stessi sono costretti ad ammetterlo! Senza contare, oltretutto, che la “Commissione europea […] ha il monopolio dell’iniziativa normativa”: quindi non possono scegliere nemmeno su cosa deliberare!
    Svelata in estrema sintesi la scarsità del peso specifico del parlamento, resta però da vedere chi è che decide in realtà, ossia la Commissione ed il Consiglio.

    – Il Consiglio è composto, volta per volta, dai capi di stato o di governo, oppure da esponenti dei governi dei singoli paesi (es.: se si discute di agricoltura, saranno presenti i ministri dell’agricoltura; se si discute di giustizia, i ministri della giustizia…).

    – I componenti della Commissione, in breve, sono nominati dai governi degli stati membri, con un limitato intervento del parlamento europeo. In teoria, s’impegnano ad agire nell’interesse generale dell’Unione e a non ricevere istruzioni dai governi nazionali. Nella realtà, molti commissari hanno ricoperto rilevantissime cariche politiche in patria e sono legati a doppio filo con gli interessi nazionali, politici ed economici. Non solo, da qualche tempo a questa parte, la Commissione è diventata una specie di area di riciclaggio di premier variamente trombati, come è stato per Prodi ed ora con Barroso.

    Quindi, il vero potere sta nelle mani di organi sulla cui composizione noi non influiamo affatto. O, per meglio dire, influiamo nel momento in cui concorriamo alle elezioni nazionali, da cui scaturiranno i parlamenti e, di seguito, i governi che comporranno o decideranno chi fa parte della Commissione e del Consiglio. Alla luce di tutto ciò, sostenere che sia ancora rinvenibile una sia pur remota legittimazione democratica è una conclusione che nessuno studioso si sogna seriamente di condividere.
    Quando votiamo nelle elezioni politiche nazionali dovremmo tenere bene in mente che chi pensiamo di eleggere solo “in casa”, in realtà avrà una cospicua influenza in seno alle istituzioni UE. Molto maggiore di quella che potrebbe avere un europarlamentare”.

    Se tu, o altri, volete saperne di più, potete leggere il resto del post qui: http://strana-mente.blogspot.com/2009/05/cthulhu-for-president.html .

    Per quanto riguarda la Matera, ecco il mio commento: se mi capitasse nei paraggi, di medievale dentro di sè non avrebbe solo l’anima.

    Democraticamente parlando, ovvio.

  56. woytila88 scrive:

    Scusate ma penso che con discorsi politici si può spiegare molto ma non tutto: vi propongo un altro punto di osservazione che tocca quanto scritto anche da conan75 ma da un’altra angolazione. Sto parlando della profonda commistione tra storia e economia.Se abbiamo accettato di vivere in una oligarchia tecnocratica (e sto parlando di tutto il mondo postglobal) dobbiamo capire come la politica serva a poco. Si parlava di 68 e di lassismo, quello è conseguenza, conseguenza di una media-alta borghesia acculturata che conquistò molti valori sociali (e pratici come aborto, divorzio, liberalizzazione costumi sessuali ecc.)ma che essenzialmente lottava per una cosa:il potere, potere alla cultura, potere ad una classe sociale che se lo aveva visto ridurre dagli apparati statali, burocratici, tecnici (in un parola democristiani) in modo non troppo diverso da quanto era accaduto nella Spagna franchista dopo la guerra.Sembrerà paradossale ma quella classe rivendicava un’unità (ed un potere)che la spaccatura della stessa classe successiva al 25 aprile..

  57. woytila88 scrive:

    La medio-alta borghesia era spaccata tra chi aveva sostenuto il Fascio e chi no. Rivoleva la propria identità, la propria unità e il proprio potere e lo voleva con la cultura (immaginazione al potere, 18 politico ecc.) e SOPRATTUTTO voleva lo stesso potere che aveva sempre avuto dall’Unità d’Italia, dal gattopardo dalla caduta dell’aristocrazia e gli operai ovviamente di potere ne volevano un altro, volevano quello delle lotte del ’98,del ’14 della Resistenza, volevano capovolgere i valori consci del proprio ruolo subalterno (conflitto che spesso scoppiò come ricordato e fu esemplificato dai fischi degli studenti a Lama nel’77, Lo stesso Lama, che fu icona operaia, come mi racconta sempre il mio babbo sessantottino operaio). E’un caso che la maggioranza dei sessantottini insegna nelle unversità, nei licei,fa il regista di Maria deFilippi? è un caso che la mggior parte vota PD? e’ un caso che larga parte di quella buona borghesia il potere lo ha avuto infine? (non con la lotta chiaro, ma con quella cultura allora, e ahimè spesso anche oggi, preclusa agli operai)….

  58. woytila88 scrive:

    E infine concludendo gli operai che votano a destra…alla lega….qui non voglio giustificare nessuno ma se abbiamo appurato che quella classe (anagrafica e sociale) fu esclusa alla cultura non per colpe proprie (non sempre ma spesso) e fu educata a sudore/guadagno, come fa ora a unire le due cose? a compiere una sintesi? e questo nella globalizzazione vale x tutto: se un marocchino o cmq un extracomunitario non sceglie la lotta al padrone perchè sa che cmq se anche a nero, o con contratti traocchi prendeerà 1000 invece che 1300, cosa je ne fotte se nel suo PAese bene che gli va ne prende 2/300 o peggio 100 euro?così l’operaio italiano penserà soltanto che per mancanza di coesione lui prenderà invece solo 1000 invece che 1300 e siccome gli hanno insegnato dall’alto a lottare per i propri diritti (data l’impossibilità di affidarsi x i motivi di cui sopra, al proprio senso critico)non capirà come mai l’extracomunitario si adagi ad una paga più bassa a parità di condizioni. L’operaio in un mondo strangolato da capitalismo e finanza “creativa” deve pensare a portare il pane a casa, non a cambiare il mondo, e magari si è sentito tradito da quelli di cui sopra, che invece con altri strumenti culturali potevano ragionare, discutere, blablare x ore…anche su come cambiare il mondo. Concludo con l’unica soluzione che intravedo: gli extracomunitari stando qui capiranno i loro diritti e li rivendicheranno sempre più, gli operai italiani capiranno che votare la Lega non risolve i problemi ma li acuisce(lo scalone pensionistico chi l’ha fatto?). La battaglia sarà comune, poichè comuni sono gli obiettivi (non come nel 68) e la solidarietà arriverà di conseguenza,poichè è dalla Riv. francese siamo HOMO OECONOMICUS,ci piaccia o no. So che sarà lungo ma sono 2 cerchi che si completeranno, anche perchè altre speranze non ne abbiamo. SCUSATE LA LUNGHEZZA!MA A VOLTE I DISCORSI NON SONO MOLTO SEMPLICI NE’ SEMPLICISTICI

  59. Anonimo scrive:

    sarò fori topicche???

    http://www.guardianazionaleitaliana.org/default.html

    potrebbero essere alcuni dei sempatici ano_nimi dei crodiali commenti indirizzati alli paguri e alli frequentatori de lo blog tutto??

    lascio a voi i commenti
    a me stanno già un po’ sul caxzo…

    shiva

  60. ulivinico scrive:

    Nascita della Guardia Nazionale!!
    Non è uno scherzo.
    Si tratterebbe di una nuova organizzazione appena nata con già 2000 militanti all’attivo che entrerà in azione appena dopo la publbicazione del decreto sicurezza nella gazzetta ufficiale. Si chiama “Guardia Nazionale Italiana”, e se non ci credete potete guardarvi il loro sito:
    http://www.guardianazionaleitaliana.org/default.html

  61. andre_ scrive:

    @woytila88
    Comprendo le ragioni del tuo discorso, ma temo davvero sia un po’ troppo “alto” per essere applicabile (ed in alcuni punti vola anche “altrove”).
    Se parliamo di “lotta di classe” (scusate la parola fuori moda), dovremmo evitare gli stessi errori del passato, come ad esempio fare di tutta l’erba un fascio e continuare a pensare che le lotte operaie rivendicavano cose anche lontanamente simili a quelle studentesche. Ed i fischi a Lama lo dimostrano.

    Eppure, anche in un passato di lotte (vicino passato, ricordiamocelo) le rivendicazioni operaie andavano esattamente nella direzione inversa di chi oggi vota nazista (la lega) o qualunquista.
    Una volta alla FIAT si facevano picchetti per eliminare la catena di montaggio, quindi per montare da sé un intero motore… e quindi per avere una condizione di lavoro migliore che passasse per una maggiore responsabilità.

    Oggi non solo si spinge per la minore responsabilità, ma anche per una peggiore condizione di lavoro a patto di raggiungere un modello proposto/imposto.
    Perchè la cosa assurda è che i vari BossiTremontiBerlusconi e compagnia non cercano neppure di dire che il modello che propongono è bello e piacevole.
    Non ha importanza.
    Ti dicono che guadagnerai due lire invece delle tre che guadagni ora ma potrai lavorare il doppio del tempo per raggiungere le quattro lire.
    Quattro lire che prima ti erano impedite dal tetto dell’orario.
    Eccetera.

    In cambio…
    Beh, in cambio ti dimostrano come si tratta chi è “sotto” di te.
    Come si mantiene “sotto” e gli si impedisce di raggiungerti.
    Quindi tu sei povero, ma chi è più povero di te sta peggio, e il tuo istinto animale (ma nemmeno tutti gli animali hanno questo tipo di istinto) ti spinge a mantenere una differenza, permettendoti di sfoderare il razzismo e l’odio che covi. Senza limiti.

    Ed oggi si guarda al “povero guardiano” sbranato dalla tigre invece che pensare alla povera bestia tenuta in gabbia. Per scappare dalla propria, di gabbia.

    E fino a che continueremo a giustificare con analisi storiche, sociologiche, antropologiche, psicologiche e teologiche i comportamenti razzisti…
    Beh, fino a quel giorno non ci si sarà ancora nemmeno accorti che si sta vivendo in un posto di merda.
    Figuriamoci iniziare a farlo diventare almeno decente.
    a_

  62. andre_ scrive:

    Ripeto ancora….
    Proviamo a chiamare semplicemente “razzismo” il razzismo.

    È difficile, lo so, soprattutto per chi si sente italiano, europeo o ha un qualunque orgoglio di “patria” (qualsiasi cosa significhi per lui) da difendere.
    Ma va fatto.
    a_

  63. Goldrake scrive:

    Buona analisi, Andre ! 😉

  64. Goldrake scrive:

    Per quanto riguarda il rapporto studenti/operai di una quarantina di anni fa, penso che niente lo spieghi meglio del film “La classe operaia va in paradiso”, col mai troppo lodato Gian Varia Volontè. Già che ci sono, per analizzare la situazione attuale consiglio “In nome del popolo italiano”, film del 1971 ma STRAORDINARIAMENTE attuale.

  65. Goldrake scrive:

    Gian Maria, scusate.

  66. woytila88 scrive:

    su Volonté (e su tutta quella magnifica trilogia di Petri) sfondi una porta aperta, hai ragione Andre, ma mi dispiace non posso essere d’accordo, il razzismo è stupido e inconcepibile oggi come ieri, ma se ragioniamo così allora tanto vale chiuderci in una botola, criogenizzarci e aspettare che passi la nottata (dopo avere sterminato tutta la gente che prima la pensavo in un modo, si è fatta fottere anche per colpe proprie, e che magari con il processo storico e col NOSTRO impegno avrebbe capito). Io la pensavo come voi in passato, poi ho compreso che se non capisco come posso aiutare? se sbaglio la diagnosi come aiuto a guarire? lo stesso Claudio Lazzaro in un colloquio me lo ha ribadito aprendomi gli occhi sul fatto che non sono tutti animali, qualcuno si può recuperare e fargli capire che è un coglione (C. LAzzaro è l’autore del film nazi-rock, e prima di “camicie verdi” ve lo consiglio se non lo avete visto è molto bello) cmq è stimolante sta discussione, meglio di Porta a Porta!

  67. Anonimo scrive:

    (Swordman non loggato, sorry!)
    Quello che sta succedendo è la sublimazione dello scontro sociale. Dalla lotta di classe siamo passati alla guerra tra poveri. Si viene spinti a guardare verso il basso, verso chi sta peggio di noi e vorrebbe migliorare, con un messaggio del tipo “svegliati, stanno venendo qui a buttarti fuori”. Il messaggio arriva da chi ha scavato un solco sempre più profondo, in termini economici, tra chi lavora e chi fa finanza, tra chi costruisce e chi apre i cantieri. Il tutto acuito come non mai da una pressione mediatica enorme. Che spinge ad avere paura, a non ragionare, a consumare per esistere, a modelli di comportamento idioti. Il giochino però è prossimo a rompersi. Tra quest’anno e il prossimo ci saranno almeno altri 500.000 disoccupati, per non parlare di chi si affaccerà per la prima volta nel mondo del lavoro e troverà la porta sbarrata.

  68. Goldrake scrive:

    @ woytila88
    Io sono Goldrake (mi trovi tra i Donzaboys), Andrea è un’altra persona… 😉

  69. vinicio scrive:

    Gian Maria, non quell’altro Volontè che porta indegnamente quel cognome, ha fatto una serie di film che andrebbero visti e rivisti e poi ancora visti, da “il caso Mattei” a “Lucky Luciano”, da “Sbatti il mostro in prima pagina” a “la classe operaia va in paradiso” per poi arrivare a “Sacco e Vanzetti” ed a “Giordano Bruno”, tutti legati dal filo conduttore della tensione morale e della lotta contro il sopruso ed il potere come mero esercizio dello stesso.
    Farebbe un gran bene a tutti oggigiorno, fermarsi per un attimo e riguardare la sequenza in cui Lulú, l’operaio ex stakanovista licenziato dalla multinazionale svizzera di “la classe..”, fa mentalmente il conto di quanto può riuscire a ricavare dalla vendita di tutto il ciarpame che si ritrova in casa, tutti oggetti comprati con i soldi del cottimo.. quasi vent’anni di vita e la salute sacrificati al lavoro si materializzano in cambiali, mucche caroline, soprammobili orrendi, attrezzi per la cucina assurdi e totalmente inutili, mobili di pessima qualità e di pessimo gusto.
    In quei pochi minuti c’è tutto il nocciolo del paradosso attuale dei nuovi poveri che votano a destra.
    Ma state tranquilli, questi film non ve li passeranno né in prima né in seconda serata, dormite pure sonni tranquilli, e mi raccomando, continuate a comprare Ipod ed Iphone, andare all’outlet e a farvi le lampade.
    No, sai, magari si corre il rischio che quacuno si svegli ed esclami “ma allora mi hanno sempre preso per il culo, e io che credevo che i padroni mi facessero alvorare perché sono buoni!!!”
    Per finire poi con un commento sul tema suggerito dall’esimio Federico Maria Naselli, comunisti una sega!!!

  70. McLaud scrive:

    @ombus: manca il link, quindi non ho potuto fare quest’importantissima scoperta.

    Peraltro, se capitassi in prossimità della Matera, di medievale dentro di sè non avrebbe solo la sua anima.

    A tutti gli altri: Volonté mon amour!

  71. woytila88 scrive:

    @goldrake si mi sono accorto dell’errore di punteggiatura, ovviamente mi riferivo a te inizialmente per poi rivolgermi direttamente ad andre

  72. Anonimo scrive:

    Grazie 1000 per quello che fate, è grazie a gente come voi, che riesce ad elevrsi dalla pozza di fango che smerda l’italiano medio, che siamo in grado di guardare in faccia la realtà senza annuire come degli zombie davanti alla TV e pensare: cazzo! è un nostro diritto, facciamolo valere….

  73. ombus scrive:

    mc lauda

    il link ci sta!

    e posto questo pure su PAPI da un film di monicelli… visto che voi volate qui alto…

  74. andre_ scrive:

    @ woytila88
    Non mi permetto di pensare che tu stia sottovalutando la cosa. Non mi sembra proprio. Magari però qualcuno si, ed a forza di trovare spiegazioni e comprendere… finisce per trovare anche delle giustificazioni. Tutto qui, davvero.
    Non capisco però cosa in quello che ho scritto possa farti pensare che sia un modo per fare lo struzzo e nascondersi in attesa che l’onda pasi. Al contrario!
    Posso averlo scritto malissimo, ma ti assicuro che non c’è traccia di quell’intenzione.

    @ombus
    Grazie!
    Colpevolmente non avevo mai pensato a quella bellissima associazione (giusto per continuare a volare alto). Ci sta benissimo!
    a_

  75. Anonimo scrive:

    J’ACCUSE – QUI LO DICO E QUI LO NEGRO

    “Le parole di Mamma mia!, la canzone degli Abba, sono state le prime pronunciate da una bambina di tre anni svegliatasi dopo cinque giorni di coma. Si tratta di Layla Towsey, bimba inglese residente a a Gidea Park, nella contea dell’Essex. Layla si era ammalata di meningite ed era stata ricoverata presso il Queen’s Hospital di Romford, per essere successivamente trasferita presso un altro nosocomio. Dopo cinque giorni di permanenza nello stesso, Layla, fortunatamente, si è svegliata cantando.”

    I medici qualificano la guarigione scientificamente “inspiegabile”. Evidentemente vi sono delle dinamiche chimiche alle quali oggi la scienza non può attingere con i strumenti di cui dispone. Ma, del resto, il Metodo è quello giusto, perché è metodo, e quindi popperianamente migliorabile (perché falsificabile); con il tempo le Risposte non tarderanno ad offrirsi alle tecnologie di cui la ricerca potrà disporre, si spera, ma neanche tanto, dal momento che noialtri non saremo, o almeno io di sicuro, me lo auguro, maledetti frustoni.

    Ora se questa cittina fosse nata diciamo in una Puglia qualsiasi, in una Italia qualsiasi, e il culto materno degli Abba fosse stato invece quello di un frate santo dalle stigmate, certo non meno paillettato e iperbolico del corrispondente inglese, allora il bestiario di immagini più o meno sanguinolente trasmesso alla figlia (anche le agiografi degli Abba contemplano reiterati episodi di sanguinamenti epifanici e/o espettorazioni di catarro a gelatina di ribes), e dunque il determinato contesto culturale (da colo; colonizzare), avrebbero accordato alla loro maniera l’immaginario iconografico della bimba, la quale avrebbe potuto eleggere a immagine del suo risveglio la veneranda muschiatura della santa barbetta, o la sapidissima risata all’antrace di Fabrizio Frizzi, qualora fosse stata laziale.

    Allora facciamola poco lunga. Qui, o parte il protocollo di SANTIFICAZIONE (o almeno beatificazione) degli ABBA, o cazzo non vale, NON VALE, e allora bisogna battere i piedi, come quando uno fa cavallo a nascondino, o quello che doveva fare tanaliberatutti era negro; e la reazione deve essere infantile, via ai gavettoni di piscio, alle scorreggie nei sorbetti, al minetrone di vibratori, ai rutti al catrame, stop alle telefonate – non vale – o gli ABBA diventano SANTI ABBA, o noi ci mettiamo a sculacciare i nostri cani con le lastre del braccio rotto, e per “noi” intendo me.

    il vostro IGOR MITI

  76. Anonimo scrive:

    Ciao da Babbu
    siete meravigliosi, siete vivi e pensanti: mi fa un gran bene leggervi. Ma l’effetto benefico dura poco, considerando che chi legge e scrive da questo sito rappresenta (statisticamente) una percentuale minima dell’Italia che vota. Decenni di DC e TV hanno piallato il senso critico di un popolo di furbetti, che accetta di essere rappresentato da un Gagà in cambio della possibilità di evadere un po’ le tasse e fare qualche abuso edilizio… In Italia a scuola insegnano infinite volte gli antichi romani, il Risorgimento… paradossale sapere tutto su Giolitti e Salandra e niente su Badoglio, Nenni e De Gasperi (inutile ambire a Moro e Berlinguer).
    Ma l’opera meritoria svolta dai Paguri (sempre siano lodati) è tutt’altro che fine a se stessa: finché esisteranno spazi come questo sito, si mantiene in vita un’oasi di pensiero alternativo che è tanto più preziosa quanto più il mondo intorno manda il cervello all’ammasso…

  77. Lavrentij scrive:

    E’ uscito il disco novo di Califano

  78. Goldrake scrive:

    @ Lavrentij
    Grazie mille, lo comprerò oggi di volata ! 😀

  79. ombus scrive:

    @ 76 igor miti

    ABBA SANTI DI VOLATA! e io mi eleggo già fra’ ombus dell’ordine del beato johnny cash!

  80. Anonimo scrive:

    studiate studiate studiate leggete leggete sempre sempre sempre e occhio a non farsi prendere per il culo perche poi si parla a sproposito..

    martino

  81. Iccia scrive:

    Ma…le divise di quei menomati della “guardianazionaleitaliana”sono identiche a quelle dei nazisti dell’Illinois nel film”The Blues Brothers”!!!!
    Semplicemente FA-VO-LO-SI,tra l’altro si comprende dai volti che sono dei veri filantropi,fa piacere sapere che tra i fondatori ci sia anche un ex generale dei carabinieri…
    A posto siamo!

  82. Anonimo scrive:

    vaffanculo comunisti infrasciamati figli di troia!!!!

  83. Iccia scrive:

    Bell’uso di frase nominale,chiara,senza tante perifrasi e con un chiaro neologismo.
    Ora,vile luminare anonimo,puoi cortesemente illuminare tutti spiegandoci l’esatta etimologia di “infrasciamati”?
    Sei una speranza per tutto il terzo mondo affinchè possa colmare il famoso “digital divide”:se anche un cerebroleso onanista come te riesce ad accendere un pc,connettersi ad una rete,entrare in un sito e lasciare un commento anonimo del genere, c’è speranza veramente per tutti!
    Vai,ora corri a casa a prendere la pettorina per la ronda,che tra poco passa Jamal per portare fuori quel budello(con rispetto parlando)di tu’ma’…

  84. Armin scrive:

    @anonimo 84.

    Ci degnamo, Nostro eroico ‘camerata’, di rispondere al tuo aulico messaggio, così grondante cultura, intelligenza e civiltà:

    1. In primo luogo ‘Comunisti’ non lo siamo nemmeno lontanamente, ma contro di loro non abbiamo assolutamente nulla, anzi, ma contro di te e contro tutti quelli come te sì, eccome;

    2. ‘Vaffanculo’ puoi dirlo ogni mattina davanti allo specchio, magari dopo aver deposto, ci auguriamo tra infiniti tormenti, il tuo quotidiano stronzolo;

    3. Se per ‘figli di troia’ intendi le persone nate nell’omonima città dell’Asia Minore, hai presente, quella cantata da Omero nell’Iliade, sei un illetterato, perché avresti dovuto scrivere Troia, con la T maiuscola;

    4. Se invece intendevi le persone la cui genitrice vive di marchette sei un presuntuoso, perché spari giudizi su gente a te estranea senza prima documentarti. Se così fosse, ti invitiamo a compiere, naturalmente a mo’ di esercizio, un attento studio sulle femmine di casa tua, poi semmai ne riparliamo;

    5. A farci sommamente schifo non sono né la tua plebea rozzezza, né la tua crassa ignoranza né la tua mentalità fascistoide, ma la tua anonima VIGLIACCHERIA.
    Non pretendiamo che tu, ‘cara al sol’, osi sfidarci a singolar tenzone, però potresti almeno firmarti, magari solo con uno pseudonimo.

    6. Se per te anche questo microscopico atto di CORAGGIO fosse troppo, vai davanti allo specchio, e inondalo di scaracchi.
    In tal caso potremmo, forse, degnarci di farti grazia della Nostra sovrana pietà.

  85. Armin scrive:

    Naturalmente il mio post 85. era indirizzato ad:

    @ Anonimo 83.

    Scusate, in particolare tu Iccia,
    si è trattato di un fottuto errore di stumpa …,
    e poi tu non eri nemmeno anonimo.

    Servus

    Armin 😉

  86. Anonimo scrive:

    ….ma guarda che polverone ho sollevato!? Adesso non siete piu’ comunisti ?? lo credo bene ,anche a me farebbe schifo essere dalla stessa parte di Franceschini – Vendola – Travaglio – Santoro – Caruso e altra spazzatura.
    Non avete avuto rispetto della morte di Baget Bozzo ( e’questo l’unico motivo della mia incazzatura )quindi spero che ogniuno di voi ricevera’ lo stesso trattamento al momento opportuno. Claudio

  87. Goldrake scrive:

    “Ogniuno di noi…”
    Hahahahahahahahaa ! Continua così Claudio, mi stai facendo sbellicare ! 😀

  88. Anonimo scrive:

    Lascia stare Vendola che è troppo forte avendo dichiarato guerra alla sacra corona unita(=mafia pugliese)e avendo vinto svariate battaglie e Travaglio che viene da una scuola liberale di destra…..tutta gente colle palle.Claudio capisco che la verità fa male,ma siete voi i comunisti (peraltro stalinisti tipo corea del nord)
    Verdemaremma

  89. Armin scrive:

    @ Anonimo 87., alias Claudio

    Mio buon Claudio,
    abbandono il plurale majestatis, visto che ti sei deciso a rivelare il tuo nome.

    Va già meglio, ma non venderti per più di quello che sei.
    Intendo dire che non hai sollevato nessun polverone, ma al massimo un polverino grande quanto una nocciola.

    Ribadisco ad abundantiam che non da ‘adesso’, come arbitrariamente ipotizzi tu, ma da sempre non sono mai stato nemmeno lontanamente comunista.

    Però, ripeto ed insisto, non ho niente di niente contro di loro, perché lo era, e lo è, un sacco di gente che stimo oltre ogni dire, perché per la propria idea si è battuta con coraggio ed onore, cosa che, ne converrai, impone almeno rispetto.

    Quanto ai personaggi che hai nominato, con la sola eccezione di Travaglio, nemmeno io ne ho una grande opinione, anzi, ma a chiamarli ‘spazzatura’ ci andrei cauto.

    Della morte di quell’altro effettivamente non m’importa un cazzo, visto che in fondo era un prete, e tra loro di gente che meriti rispetto ne ho conosciuta davvero poca.

    Venendo infine al soave augurio con il quale concludi il tuo elegante post, contraccambio di tutto cuore.
    Al ‘momento opportuno’, cioè quando stiri le zampe il rispetto dei posteri l’avrai o no a seconda di chi eri, e soprattutto di quello che hai fatto da vivo.
    Quindi quando creperai tu, e tutti quelli come te, stai tranquillo che a nessuno fregherà un cazzo, anzi.

    Ti saluto ‘romanamente’.

    P.S. Si scrive ‘ognuno’, e non ‘ogniuno’, gnurànt.

  90. maka scrive:

    @ claudio 87

    sciacquati la bocca quando parli di Vendola,caro amico servo-prono-pigliànculo del padrone.

    Informati sulle cose che sono state dette e su tutto ciò che stato fatto, prima di proferire parola.

    Impara l’italiano prima di scrivere cazzate.

    con la sua dipartita,il simil-prete-bavoso ha fatto l’unica cosa buona della sua vita. un’azione che dovrebbe essere imitata da tutti i suoi seguaci per raggiungere il maestro nell’alto dei cieli…….. e per fare un favore all’intelligenza umana.

  91. woytila88 scrive:

    To’ guarda un po’ Gladio, anche io non ho rispetto per i morti, manco per Patatina SanKarol! ahahahahahahh

  92. Iccia scrive:

    Claudio detto”Cuor di leone”.
    Quindi vuoi farmi credere che con la testuale frase”vaffanculo comunisti infrasciamati figli di troia!!!!”volevi solamente difendere l’onorabilità della memoria del fu Baget Bozzo?!
    Scusami,la tua ermeticità e il mio chiaro vizio di deformare il vero di staliniana memoria non mi hanno permesso di comprendere il sottinteso…
    Sei geniale,ti preferivo quand’eri anonimo e non cercavi di giustifare in modo fantasioso il tuo astio per chi non è come te e argomenta in maniera meno iraconda.
    Vai pure a pregare anche per noi sulla tomba di quell’ometto,preferiamo tenerci certi giornalisti che almeno fanno riflettere.

  93. conan75 scrive:

    Buongiorno ancora a tutti
    Noto con piacere che alemno una parte del mio pensiero ha dato spunto per una bella discussione e ne sono felice. Tra l’altro ho letto i vari post successivi e trovo che le eccezioni che mi sono state mosse sono perfettamente condivisibili. Rimane il fatto che il post con cui ho espresso una mia personalissima opinione era, anche e soprattutto per ragioni di sintesi, un barlume di analisi riferito ad un periodo complesso come quello intercorso tra il 1965-66 (in francia) e quello che poi si è sviluppato come il più grande movimento politico del dopoguerra, dalla costituente in poi. Il riferimento al movimento studentesco, appena accennato nel primo post, era probabilmente da approfondire meglio, ma non sono sicuro che sia utile scrivere un pippotto accademico sull’influenza dei movimenti studenteschi di quegli anni in riferimento alla società, intesa nella sua connotazione più ampia. Comunque ho letto con piacere tutti gli interventi a pur non rispondendo a nessuno in particolare, poichè non posso dire di essere in particolare disaccordo con alcuno fra quelli che hanno commentato il mio post. Vorrei però ribadire che il mio supposto qualunquismo o la mia presunta superficialità, sono dettati da esigenze legate prettamente alla estensione dell’intervento e, e per questo chiedo venia, al tenore del sito dove sto scrivendo che supponevo meno attento. Grazie a tutti di esistere, mi ridate un pò di fiducia, purtroppo siamo una minoranza….

  94. Anonimo scrive:

    pubblico di internet comunisti… tutti idioti xke non capite un cazzo chi sta chiusodavanti al pc a informarsi di falsità xke se cerchi na cosa ne trovi di buone e di opposte quindi inaffidabilità totale e i comunisti chiusi sull’idea che i loro leader vadano a favore del popolo.. infatti se andate a indagare a fondo vedete che i mafiosi scoperti snon di destra e quelli che operano ancora di nascosto sono di sinistra… il comunismo attuale non è niente è il peggio del peggio… i comunisti non rispettano affatto gli ideali… i fascisti invece hanno ideali non impiantati totalmente sugli altri ma sulla nazione di cui tu fai parte quindi secondo me è piu radicato in una persona l’ideale di destra che quello di sinistra x cui i comunisti di oggi hanno rovinato tutto

  95. woytila88 scrive:

    eh?! vabè dai Pino Scotto rivelati ormai abbiamo sgamato che sei tu

  96. Anonimo scrive:

    @anonimo95
    così tanto per curiosità, ma hai mai letto un po’ di storia? non so, tra i banchi di scuola tra una dormitina e una puttanata? perchè in questo caso sapresti che il fascismo non ha un ideale, è semplicemente una forma di totalitarismo, identica per altro allo stalinismo, ed entrambi differiscono dal comunismo, in senso marxista, e quindi fondato filosoficamente e scientificamente. Per quanto riuard i mafiosi di sinistra, non ho alcun dubbio che ci siano, ma vorrei ricordarti che in parlamento c’è gente come Dell’Utri (fondatore di forza italia peraltro, e quindi culo e camicia con Al Tappone) mai sentito?
    “i fascisti invece hanno ideali non impiantati totalmente sugli altri ma sulla nazione di cui tu fai parte quindi secondo me è piu radicato in una persona l’ideale di destra che quello di sinistra x cui i comunisti di oggi hanno rovinato tutto”
    E cui c’è l’apoteosi dell’Ars oratoria di questo individuo, una tale logicità da far impallidire Parmenide. Per favore, per favore, puoi cominciare a leggere qualche libro prima di parlare? E mi raccomando, porta le paste quando compi 13 anni!
    Francesco

  97. Anonimo scrive:

    ho scritoo riuard invece di riguardo, pardon^^
    francesco

  98. Nannorotting scrive:

    Oh mi son registrato, sono l’anonimo di poco fa^^ ed ho sbagliato per la seconda volta, il termine corretto è ‘riguarda’^^

  99. Goldrake scrive:

    @ anonimo 95
    Mi complimento per l’uso della punteggiatura e per il forbito italiano…

  100. Cimoski scrive:

    @ Francesco (AKA anonimo97)
    la tua precisa e semplice risposta è altamente inutile
    Chiedere ad un fascista o ad un berlsucones di usare le doti che (in teoria) ogni essere umano ha riposte nel cervello oltre al livello di sbavare-mangiare-fottere-accendereTV è come chiedere a Berlusconi di vincere la gara delle schiacciate all’ALL STAR GAME NBA…

  101. Nannorotting scrive:

    @cimoski
    purtroppo hai ragione…! Sono un inguaribile ottimista! XD

  102. Iccia scrive:

    Riina è di destra o di sinistra?Sai,ora son curioso…per me Provenzano è pannelliano.Si dia inizio al dibattito.
    Ma all’1:49 non dovresti essere già a letto invece di coprirti di ridicolo seppur celato dall’anonimato?Ma hai riletto le vaccate che hai scritto per scoprire che non hanno alcun senso?Mai sentito dire che la forma è sostanza?
    Boia,in tuo confronto Borghezio pare Voltaire…

  103. McLaud scrive:

    Sì, il fascismo è molto più radicato…di solito nel punto dove le persone normali invece hanno un cervello.

  104. Nedo B. scrive:

    La cosa veramente angosciante è che nessuno parlava più di comunisti da 20 anni fin quando Berlusconi non ne ha voluto ricreare un mito antropomorfo che si nutre di infanti e corrompe magistrati che non è riuscito a corrompere lui per primo.
    Chi sono i comunisti in Italia? Un vecchio che dorme o monita, uno con la erre più moscia del padre di Sharon della 3a C con due Yacht (valga sia per Bertinotti che per Ferrero, è lo stesso), uno che si riduce alla denutrizione per 3 voti in più?
    Sinceramente, ma proprio detto dal cuore, il comunismo è tutt’altra faccenda… e qui da noi poteva citarlo solo uno come Berlusconi. E a seguito tutte le capre che guida & comanda.

  105. Armin scrive:

    @ Anonimo 95.

    Visto che (pare) ti piace tanto l’Italia,
    perché non provi ad imparare la sua lingua?
    Se ci sono riuscito io, che sono di madrelingua tedesca, applicandoti un pochino puoi farcela.

    Quando avrai imparato ad esprimerti decentemente semmai parliamo delle vaccate che sei riuscito ad infilare in 10 righe.

    Naturalmente absit iniuria verbis ;-D

  106. Parma Letale scrive:

    @ Cimoski:
    pessimista!! se l’ha vista Nate Robinson (cm 175) non la vince Lui (che è alto 170 coi rinforzi)?? ma secondo te??? non mettere limiti alla provvidenza!!! (e ai tacchi)

  107. Parma Letale scrive:

    volevo dire VINTA!!! (mannaggia…)

  108. Anonimo scrive:

    Sì, sì, dite al berlusca che sconti le pene per precedenti mafiosi invece di romperci le palle con le sue riforme ingiuste.
    Lode al Comunismo e all’Italia dei Valori

  109. McLaud scrive:

    @anonimo#109: per fortuna ci sei anche tu a ricordarci che l’idiozia rispetta la par condicio e si può trovare in ogni schieramento!

  110. Anonimo scrive:

    Da: Giorgio Moro
    Data: 06/10/09 15:32:35
    A: ergmo@tin.it

    ARIECCOLO!!!

    ——————————————————————————–

    Anteprima allegati:

    SolidCaptureImage3070068.png

  111. Anonimo scrive:

    La sinistra è una contraddizione unica , è una farsa che prende in giro la gente che lavora.
    I loro centri sociali portano solo droga e violenza, gente esaltata .
    Siamo stufi di essere rappresentati da gente
    che in nome dei lavoratori fa i propri comodi.
    I comunisti hanno ucciso più dei fascisti e dei naz. eppure continuano ad esistere.
    riflettete gente
    un lavoratore