« | Home | »

La festa dell’Amore nel cuore

24 dicembre 2009

…no, non stiamo parlando del Festival di Sanremo, né delle celebrazioni del PDL o delle feste a Villa Certosa, ma del Natale dell’Amore!

Amiche, amici, alla fine vogliamolo (tanto, anche non volendolo, ormai è diktat): abbandoniamoci finalmente all’Amore!

Un tempo il Natale era per qualcuno una sentitissima ricorrenza religiosa, perfetta e inimitabile per sciacquarsi la coscienza regalando puttanate inutili e fingendo di sentirsi invasi da una furente bontà; per altri era semplicemente la Festa di Confcommercio.

Diciamolo, dai, un senso vero e proprio non l’ha mai avuto. C’è questa tradizione dell’albero e poi quell’altro omaccione vestito di rosso inventato dalla Cocacola, poi ci si è voluta ficcare anche la Chiesa (come solo loro sanno fare), sovrapponendo la nascita di Gesù a una festa pagana millenaria, comune a diverse civiltà antiche. Ma il fatto che siano chiaramente cose che non c’entrano un cazzo l’una con l’altra non deve importarvi, maledetti assassini di buoni sentimenti.

E poi c’è il TG2 che, da almeno dieci anni, non fa altro che ricordare che la crisi è alle spalle e per questo gli italiani sono tornati a spendere per i regali di natale; oppure che, nonostante la crisi, gli italiani vogliono comunque spendere per i regali di natale, sottintendendo: brutti pezzenti, non lo vedete che nei montaggi dei nostri servizi tutti affollano i negozi e spendono interi stipendi in stronzate inutili? E voi? non vorrete mica fare la figura dei merdosi, vero? Via, giù, uscite a spendete, miserabili che non siete altro!

E ancora consigli sul pranzo di natale, sul cenone di capodanno, su come e dove passare le feste e poi, subito dopo, consigli su come smaltire i grassi accumulati seguendo i consigli sul pranzo di natale e sul cenone di capodanno.

Ma per fortuna anche le Feste crescono, e da frivolette diventano più mature.

Così oggi possiamo osservare come la ricorrenza più bella dell’anno si sia arricchita del valore supremo, dell’ultima chimera, del Passo Pordoi dei sentimenti: l’AMORE.

Tutti si pieghino alla forza incommensurabile di questo sentimento che tutto sistema e ci si voleva bene che poi c’era la pacie nel mondo e eravamo felici; lo facciano tutti e senza distinguo: chi la domenica va a sentire la lieta novella (appunto) e obbedisce ai dettami di anziani cosplayers di Saruman; chi invece preferisce appecoronarsi un tot di volte al dì ed evitare la mortadella; chi si priva di un pezzo d’uccello per usanze di 4000 anni fa; chi pensa che se ci si comporta male si possa rinascere in una creatura deplorevole, come un ratto o Gasparri; chi – da animista – venera il dio CANE, o il dio MAIALE e chi, da agnostico, li nomina senza venerarli. Tutti si partecipi fratelli in questa nuova melassa dell’AMORE.

Solo così potremo vedere anziani manigoldi colpiti nell’onore (ma anche nell’osso mascellare) perdonare il proprio aggressore; solo così finalmente gli avversari per ruolo possono cessare di recitare una parte e lasciarsi andare in una liberatoria trombata (o inciucio) d’interesse, mostrando il proprio amore alla luce del sole, senza quel clima di clandestinità e condensa sui finestrini della macchina, tipici degli amanti. Solo così anche plurifalliti e collezionatori di fiaschi spaventosi e salve di scurreggioni dietro le spalle, possono fondare partiti e relativi simboli con le apine le cui ali formano un cuoricino, senza il timore che vengano affogati negli scaracchi; solo così potremo affollare le sale dove si proiettano SOLO ed ESCLUSIVAMENTE film di merda, solo così potremo continuare a sopportare che tutti i telegiornali, dal 26 dicembre, in poi, si affannino a dar credito alle più assurde previsioni di maghi, astrologi e papi, per il nuovo anno che incombe, senza – al contrario – sputtanarli e dichiarare, come dei giornalisti dovrebbero fare, che si tratta di ciarlatani che hanno veramente rotto il cazzo!

Ma per questo Natale dobbiamo essere ancora più buoni.

Dobbiamo sconfiggere il clima d’odio che pervade il paese!

L’odio è il peggior nemico dell’Amore!

D’altra parte, non lo ha detto solo il nostro povero premier, ma anche personaggi ben più importanti e autorevoli: l’amore vince sull’odio, il bene vince sul male.

Così come il sasso vince sulle forbici, le forbici sulla carta e la carta sul sasso.

Dai, giochiamo?

Share

23 Commenti

  1. woytila88 scrive:

    vorrei associarmi al clima di amore, ma questa assidua e scellerata frequentazione di tale blog, che solitamente mi lascia garrulo e spensierato, in questo periodo, che si gioca un po fuori casa bisogna ammetterlo, mi è costato l’attenzione del Bambinello che per vendicarsi mi ha mandato una bella influenza intestinale….ma io credo che ricambierò inviandogli proprio stasi che tanto ora non ha un cazzo da fare

  2. mangiucugna scrive:

    Non so perché ma per tutto il post non ho potuto che pensare solo a questo:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Partito_dell%27Amore

  3. Anonimo scrive:

    ma che i potenti© ultimamente abbiano un bel po’ di sfiga? ^^
    http://www.repubblica.it/2009/10/sezioni/esteri/benedetto-xvi-37/papa-spinto/papa-spinto.html

  4. Anonimo scrive:

    oddio anche la bassa truppa cattolica mica se la cava meglio…
    http://www.repubblica.it/2009/12/sezioni/cronaca/omicidio-modena/omicidio-modena/omicidio-modena.html

  5. Anonimo scrive:

    un vecchio parroco di vignola
    tiene un pugnale sotto la stola
    lama affilata
    punta avvelenata
    mi pare che don zauker faccia scuola

    dimpo avete consegnato a don zauker il mio regalo?

  6. Anonimo scrive:

    Paguri, vi amo.
    Marco

  7. Bove scrive:

    ma come mai cade il papa e si rompe il femore il vescovo vicino?…
    Per quanto riguarda le varie previsioni stronzologiche e baggianate religiose vi consiglio il sito del CICAP, di cui avete qui un esempio : http://www.cicap.org/new/articolo.php?id=100064

    Auguri a tutti e spegnete il televisore…

  8. rotellaro scrive:

    l’unica cosa buona del natale IMHO è che segna il termine dell’avanzata del sole a nord con tutto cio’ che ne consegue (sole, mare, donne con poppe e culi all’aria nonché ruti liberi con la spuma sullo scoglio di calafuria).

    buon Sole Invicto ragazzi 😀

  9. Lopo scrive:

    @Bove:
    “ma come mai cade il papa e si rompe il femore il vescovo vicino?…”
    È sicuramente un complotto! Sentiamo che ci dice un certo altro nostro commentatore, ma scommetto che la scienza dirà che è impossibile che una pazza svizzera di 25 anni possa saltare una transenna alla Nino Castelnuovo senza aver fatto mai uso di Olio Cuore.
    Non solo, ma mentre corriere.it ne ha parlato in tempo reale, a Repubblica se ne sono sbattuti la fava fino a stamattina! O dove usa?
    Per cui è ovviamente tutta una messinscena.

  10. BenFox scrive:

    ….nel ricordarvi che i dischi dei freni della macchina di Chuck Norris (in pessima compagnia in questo post, dico la verità!) sono degli inediti dei Beatles, vi auguro che la festa coi parenti duri poco!! …e poi via a trombare come ricci!!!

  11. Anonimo scrive:

    …”anziani cosplayers di Saruman” é geniale! XD

    Siete mitici, vi auguro una buona magnata di panettone.

    Matteo (..da Roma).

  12. Anonimo scrive:

    W il bene, abbasso il male!!!

  13. kirukao scrive:

    @Bove
    Si chiama “trasmigrazione del femore rotto” ed è un elegante tecnica dell’Hokuto Kempo che permette di riversare le fratture del bacino e del femore, la sfiga, nonché gli accidenti/bestemmie e le multe per divieto di sosta alle persone immediatamente vicine. Nel corso dei secoli è stata trasmessa di maestro in maestro fino all’ultimo che si dice sia stato avvelenato a tradimento da un giovane discepolo, nazista e subdolo.

    Comunque sono per le feste pagane a base di banchetti, sacrifici e orge. Forse metterei più l’accento sulle orge e i banchetti e meno sulla festa pagana, i riti li lascio volentieri a quei rincoglioniti della lega.

    Questo è un cartello di auguri fotografato anni fa (3?4?5?) all’ex bar occupato della facoltà di Lettere e Filosofia di Firenze (p.za Brunelleschi) e quindi vi auguro buona potta/uccello a tutti/e (o viceversa, a seconda dei gusti di voi frustoni e sgrillettatrici)

    http://www.flickr.com/photos/29771438@N08/4212311275/

  14. Kaiser76 scrive:

    Anche io amo le Gangille ma voi homini pelosi e frustoni no? L’Ammore è a buò stretto e rasente il muro!

    Comunque è iniziato il via a chi si schianta sul potente di turno contro Gasparro una prece alla pecora idrofoba e sotto biada lisergica se ce lo accoppa il prima possibile, a Capezzo(lo)ne se un UFO in fase di rientro se lo porti in un buco nero !

  15. Anonimo scrive:

    Io ho sogno, per l’anno 2010.
    Al Madison Square Garden di New York.
    Al limite delle 15 riprese,
    Match per la corona degli Dei tra Benedetto XVI e Silvio I° (e ultimo)

  16. Anonimo scrive:

    Sasso.
    Tocca a voi.
    Giuochiamo dai.

  17. kirukao scrive:

    Duomo vince su sasso, no?

  18. Anonimo scrive:

    @ Kirukao

    Assolutamente si, è di metallo! 😀
    A (s)proposito, vuoi dire che Ratzi è l’ultimo depositario dei segreti della scuola di Hokuto?
    Siamo messi male…
    Buon Yule a tutti 🙂

    Talented Ripley

  19. Bove scrive:

    però alla moviola si vede chiaramente che la donna è entrata sul pallone, e forse il papa era partito in fuorigioco…

  20. Anonimo scrive:

    Spiegato l’arcano… http://lombardia.indymedia.org/node/24703

  21. Anonimo scrive:

    Vola vola vola vola per terra il Papa…ahahah!!!
    A quando un post su questo simpatico e inoffensivo evento e sul Don Zauker di Vignola, simpatico omone di 120kg per 180cm di altezza?
    Buon inverno!!!

  22. kirukao scrive:

    @Talented Ripley
    Prima mi sono sbagliato, non parlavo del Kempo, ma del Ryu Ken (confondendo stili con scuole). Stiamo tutti aspettando il successore della scuola Shinken per liberarci a suon di Duomi di Milano e basiliche di San Pietro di questi infami ciucciapile e scassapalle.

  23. Goldrake scrive:

    Post straordinario. Stop.