« | Home | »

Guida ragionata

8 febbraio 2010

Diciamo la verità: a volte temiamo di essere un po’ monotematici nella scelta degli argomenti, che spaziano da Berlusconi al Papa, per poi tornare indietro a Berlusconi e ritornare sul Papa, soffermandosi, talvolta, su qualche stronzolo che si sia distinto per particolari meriti.

Soprattutto temiamo di non saper essere abbastanza odierni, spigliati e attuali e di trascurare il mondo dei giovani, perdendo così diverse migliaia di lettori.

Ma noi siamo autori di fumetti, perdìo!

Siamo giovani(li), siamo alla moda, facciamo tendenza, siamo veramente cool e dannatamente trendy, cazzo!

Siamo opinion leaders!

Cosa volete, oggi, grazie a internet, tutti possono essere opinion leaders! Basta discernere con aggressività su questo o quell’altro argomento – non importa con quale preparazione – e cercando di creare il massimo scompiglio in modo da agitare le opinioni, facendo attenzione, comunque, a prendersi sempre molto sul serio.

Per questo motivo e soprattutto per non sembrare due vecchi brontoloni che vivono fuori dal mondo, abbiamo deciso di fornire ai nostri amati lettori una guida ragionata ai film in programmazione nelle principali sale italiane. Una guida preziosa, arricchita da preziosi giudizi critici e note tecniche, che rappresenti quindi un servizio utile e garantisca un’attendibile banca dati da consultare prima di decidere quale film andare a vedere.

Cominciamo.

AVATAR: Ne hanno parlato troppo, troppo casino. Non ci siamo andati.

LA PRIMA COSA BELLA: Nulla di speciale, però bellino, via.

IL QUARTO TIPO: Non sa d’un cazzo.

BACIAMI ANCORA: E chi l’ha visto?

PARANORMAL ACTIVITY: Cimportaunasega. Se l’ha girato in casa, con la su’ fia, ir su’ amico e la telecamerina amatoriale, allora noi si guarda, in casa, con le nostre fie, i nostri amici e il divx amatoriale.

IO LORO E LARA: Verdone ha rotto i coglioni.

IL CONCERTO: Dice sia ganzo. Mah?! S’andrà a vede’ la prossima settimana, eh?

BANGKOK DANGEROUS: Eh?

TRA LE NUVOLE: Inizia bene, poi no.

Bene, sicuri di avervi fatto cosa gradita vi diamo appuntamento alla prossima settimana, quando parleremo di fumetti.

Share

Tag: , , ,

45 Commenti

  1. BenFox scrive:

    FAVATAR: Un omino diventa blu a furia di pillole, e dichiara guerra al mondo (a colpi di batacchio). Banale, non andateci con la morosa, che la nerchia in 3D vi fa fare brutta figura poi, la sera a casa…

    LA PRIMA COSA BELLA: Un bimbino s’imbatte in un un pornazzo del subabbo. Commovente.

    IL QUARTO TIPO: Una ragazza in discoteca pomicia con 3 tipi, e poi prima di uscire anche con un altro. Finale scontato.

    BACIAMI ANCORA: Il terzo tipo del film precedente è il protagonista di questo sequel, leggermente sdolcinato ma dice piace alle fie.

    PARANORMAL ACTIVITY: A un tuo cugino qualsiasi si rompe la lampadina del salotto, e al buio inciampa sul trenino del figliolo mentre va verso lo stanzino per cercare una lampadina di ricambio. Mentre moccola, sbatte la testa sulla porta del salotto, che per un raro sincronismo si chiude a chiave. Per spiegare alla sumoglie icché ll’era successo, senza fare una figura troppo di merda, s’è inventato una serie di minchiate e poi ce le rivoga a noi. Patetico.

    IO LORO E LARA: Seguito meno mitologico di “Io, l’oro e l’ara”, ma ugualmente palloso.

    IL CONCERTO: Un tizio va a vedere una sessione di tre ore su Ciaicòschi, credendo di andare a vedere i Ramones. Belle le retrospettive sul gruppo niuiorchese, e passabile la scena del pogo con le vecchine impellicciate. Peccato abbian tagliato la scena dove trombano nel bagno.

    BANGKOK DANGEROUS: Perché un tu hai visto Quercianella!!

    TRA LE NUVOLE: Audace film di quattro ore girato tutto in ripresa americana senza mai interruzioni sull’aurelia dove due ragazze chiacchiericciano dei fidanzatini e poi fantasticano di come saranno tope da grandi e poi fanno finta di leticare e poi un sanno più icché inventarsi ma il regista gli ha detto che devan chiaccherare 4 ore di fila una manca poco rimane sotto un’Ape a un incrocio e poi uh! sai che fifa menomale me l’hai detto “scànsati!” no ma te l’ho ridetto ora “cazzo ho pestato una merda”. Finale aperto, fa riflettere.

  2. kirukao scrive:

    A parte che qua fori i titoli son tutti diversi perché in Italia si traduce, e si traduce di merda, e i titoli italiani fanno cacare, ma comunque non ne ho visto nemmeno uno di ‘sti film costì. Non mi sembra però che m’invogliate parecchio nell’andare a vederli. Mi toccherà uscire come al solito, bere birra, mangiare formaggio e fare peti, cosa che rallegra molti i miei colleghi il giorno dopo.

    Ma visto che si parla di cinema, se siete di passaggio a Bruxelles vi suggerisco di fare un salto qua

    http://www.anima2010.eu/

    oppure

    qua

    http://www.cinematek.be/?node=11&lng=fr

    o qua (sito di merda: che il web master venga colto da diarrea cronica)

    http://www.nova-cinema.org/

    quest’ultimo una sorta di cinema sociale di Bruxelles con dei film interessantissimi, anche se nella maggior parte dei casi ti si fiondano come macigni a stritolare i coglioni. Per fortuna nel sottosuolo c’è i’bar con la barista di morto fica e un dj basso, nero come la pece, capelli rasta e che parla italiano con accento veneto…in quanto veneto.

    Bon, il mio contributo l’ho fatto. Vo a caca’.

  3. Anonimo scrive:

    e uno sceneggiato no? :::
    La lettera di Ciancimino a Berlusconi
    Ecco la bozza che Vito Ciancimino inviò a Bernardo Provenzano per una lettera a Marcello Dell’Utri e Silvio Berlusconi. Al processo Mori, Massimo Ciancimino ha consegnato a sorpresa in aula il manoscritto: “Risale al 1993-1994 – ha spiegato – poi non so se la lettera fu spedita”

  4. Anonimo scrive:

    beh, la prima cosa bella vi piace solo perché è ambientato a LIVORNO! c’é un boia deh ogni tre parole! eddai!

  5. Jinx2 scrive:

    Bella potta quella in foto, mi sa di personaggio conosciuto, per esserne sicuro bisognerebbe vederla pure ritratta a peòra 😉 ……

    Avatar non è poi così male, ci porti una phya e capace ti si commove pure sul finale e una strusciata se la fa dare 😉 ……

    Mi ci vedo cosa potrebbe combinare il nostro DZ in un cinema 3D, a estrarre la Lugher quando uno dei mostriciattoli carica lo schermo 😀 ……

    Riguardo alla PROFONDISSIMA trama, e a ciò che ha ispirato il film, trovate uno SPLENDIDO ;-D riassunto in du righe fatto qui

    http://www.geeksaresexy.net/wp-content/uploads/2010/01/poca-ava1.gif

    saluti

    😉

    Jinx2

    P.S. era meglio Transformes 2, Megan fox è parecchio + topa del tenente Uura dipinta di blu ;).

  6. Anonimo scrive:

    C’ha dimorto ragione lui, come la fia un’ c’è nulla!
    http://www.gazzetta.it/Motori/Formula1/08-02-2010/todt-schumi-o-ferrari-602930200917.shtml

  7. Tino Bombarda scrive:

    a parte che “solco di pesca” con la gloria guida rimane una pietra miliare dell’industria cinematograFIHA italiana, qualcuno che sta fòri dall’italianistan ha visto “Agorà” su Ipazia?

  8. Goldrake scrive:

    Verdone ha rotto i coglioni. Giusto. Aggiungo : da anni.

  9. Anonimo scrive:

    Non possiamo fare una class action per rispedire Muccino a Hollywood dal principe di Bel Air?

  10. Anonimo scrive:

    buongiorno,
    io ho visto “avatar” e “la prima cosa bella”.
    Del primo ne volevo parlar male con cognizione di causa e sicché sono stato costretto ad andare a vederlo: bah, interessante per gli effetti speciali, ma sinceramente Inuyasha mi garba di più. Su “la prima cosa bella” devo essere sincero: m’è piaciuto parecchio. Sarà che mi piace il modo di Virzì, sarà che ero alla presentazione e c’erano Virzì, Messeri e la Pandolfi, sarà icché vi pare ma secondo me sono 7,5 euri spesi bene: è cinema un pò come si deve.
    Daniele Cecchi

  11. vinicio scrive:

    Gloria Guida presidente del consiglio, Barbara Bouchet presidente del senato ed Edwige Fenech presidente della repubblica, sempre meglio di quelli che ci sono ora.

  12. Tino Bombarda scrive:

    @ vinicio

    presidente del consiglio: lino banfi
    ministro delle pari opportunità: edwige fenech
    ministro della gioventù: gloria guida
    ministro per la pubblica amministrazione: alvaro vitali
    ministro del turismo: lilli carati

    mi pare che ci siamo, no?

  13. Tino Bombarda scrive:

    ed ancora:

    ministro alla difesa: tiberio murgia
    ministro all’economia: renzo montagnani

    presidente del senato: aldo maccione

  14. Goldrake scrive:

    @ Vinicio & Tino Bombarda
    Puntate troppo in alto, rimanete più coi piedi per terra…

  15. Tino Bombarda scrive:

    ah dimenticavo!

    protezione civile: andy luotto
    ministro beni culturali: BOMBOLO!
    ministro esteri: cannavale

  16. vinicio scrive:

    Scusate, mettiamo le cose a posto, all’istruzione ci va messo o Alvaro Vitali (Pierino) o al massimo Lilli Carati (La Professoressa).

  17. McLaud scrive:

    @Benfox: cimentandomi con quella dei Paguri e con la tua insuperabile guida cinematografica, mi permetto di chiosare così:

    1 ) (CHI)AVATAR: vince l’omino blu con l’uccello più grosso. E chi l’ha visto, sa cosa intendo.
    Per il resto, se volete vedervi il risultato di una collisione frontale tra Pocahontas, Balla coi lupi e Mission rimasticati in 3D, fate pure.

    2 ) LA PRIMA COSA BELLA: qualche anno fa sarebbe passato inosservato, ma nel quadro attuale del cinema italiano questo film sembra anche brillare di luce propria.

    3 ) IL QUARTO TIPO: credo che io e Benfox abbiamo visto lo stesso film…

    4 ) BACIAMI ANCORA: …se prima però ti togli quel puzzo di pecorino e acciughe che appesta.

    5 ) PARANORMAL ACTIVITY: mettono più paura le Storie di fantasmi per il dopocena di Jerome: intelligenti pauca
    oppure si riferiscono alle sempre più mitologiche esalazioni gassose di Kirukao? (in quest’ultimo caso, m’inchino e mostro il dovuto rispetto).

    6 ) IO, LORO E LARA: se mi indicate a Roma un posto dove non lo diano, ve ne sarò grato. Se mi indicate dove si può darle a Verdone, anche di più.

    7 ) IL CONCERTO: non pervenuto.

    8 ) BANGKOK DANGEROUS: chissà perché, ma su Italia.it non trovo indicazioni su questa località…

    9 ) TRA LE NUVOLE: il film promette bene…poi, per l’appunto, si perde in between clouds: e non dite che non eravate stati avvertiti fin dal titolo. Reitman ha fatto di meglio.

    @ Tino Bombarda: per il buon Renzo Montagnani bisognerà ricorrere ad un medium…e pensare che era pure un buon attore! Che non si è costretti a fare per campare!

  18. woytila88 scrive:

    beh a tornare in Italia e vedere che si parla di queste cagate ti fa quasi venire il buonomore vol dire che non è successo un cazzo! (l’ultima volta c’era stata una leggera diatriba su una cesta di arance a Rosarno)

    cmq come ministro dello sviluppo economico non sento seghe, solo uno vi può ambire: http://www.youtube.com/watch?v=JJxxGNC7E64
    TAAAC

  19. Anonimo scrive:

    Gloria Guida ha l’età di mia madre.

  20. Anonimo scrive:

    Ministro della Pubblica Istruzione: Giorgio Ariani

    Ministra della Sanità: Cicciolina

    Vicepresidenza Prima: la Sora Lella

  21. Conte Moccoli da Turco scrive:

    L’anonimo 20 so’ io. Che palle però che si slogga in continuazione!!

  22. Lavrentij scrive:

    tornando da vedere quello bello in bianco e nero sulla germania prussiana in un circolo arci a scandicci, ho visto che la chiesa/circolo acli del galluzzo ha un don zauker stilizzato a bomboletta sul muro!!!

    se la volete giro foto, non è bellissimo ma sinceramente è da apprezzare lo sforzo

    dopo questa siete veramente dei seminatori d’odio

  23. Tino Bombarda scrive:

    @ laurentij
    diobonino! i’ circolo di’ galluzzo! ci so’ nato! appena ci passo documento con foto! ganzo! anzi gavido!

  24. Anonimo scrive:

    OT
    Si ripete lo show dell’ostensione del lenzuolo fasullo, noto ai più come Santa(?) Sindone
    http://www3.lastampa.it/torino/sezioni/ostensione/articolo/lstp/134562/
    Grande successo di pubblico, si prevedono repliche.
    Smentita la notizia di un lavaggio a 60° con annessa centrifuga…
    /OT

  25. Goldrake scrive:

    @ anonimo 24
    Notare la mostruosa sproporzione tra prenotazioni (ammesso che siano attendibili) italiane e straniere, nonostante la posizione logistica di Torino non sia certo sfavorevole all’accesso da parte di altre nazioni, perlomeno confinanti…

  26. kirukao scrive:

    @McLaud
    Le mie attività sarebbero state un colossal alla Spartacus dove però alla fine muoiono tutti!

    In riferimento al cinema NOVA di Bruxelles menzionato al-non-mi-ricordo-che-commento-e-mi-fa-fatica-guardare, tra poco trasmetteranno un ciclo spaghetti-western con qualche incursione nel sado-splatter (non so perché): si andrà da Giuliano Gemma (the price of power) fino al sado-porno-soft “Ilsa, la belva delle SS”.

    In questa atmosfera, sto cercando di far passare una rassegna su Gian Maria Volonté…

    Se mi permettete, invoco er Monnezza come capo del Governo Italiano “ad limitum”:

  27. Tino Bombarda scrive:

    kirukao m’ha fatto venire in mente citando gian maria volonté che si potrebbe fare una lista di films da vedere altro che quer livornese di virzì!

    io ci metterebbi:

    Giordano Bruno di Montaldo (appunto..)
    Nell’anno del signore e In nome del papa re di Magni
    Life of Brian dei monthy python pe’ divertissi un po’ (che incazzassi sempre fa male al fegato)
    ma pure Scherzi da prete con Pippo Franco! (ao’)
    e poi (ma li ho da visionare)
    De Reditu e Agorà sulla vita di Ipazia uccisa dai gristiani di un regista spagnolo…

  28. vinicio scrive:

    @Tino Bombarda 27
    Non dimenticarti di “Galileo” di Liliana Cavani, ammesso che lo si trovi ancora in giro, in un film solo ci sono Galileo e Giordano Bruno, nemmeno “King Kong contro Godzilla” o “Zorro contro Maciste” reggono il confronto.

  29. Anonimo scrive:

    @ Goldrake e anonimo 24
    Dai, su, non vi arrabbiate, pensate piuttosto che se non altro l’ SLS (Sacro Lenzuolo Sudaticcio) è stato il primo esempio al mondo di Body Art…le avanguardie artistiche gli facevano una sega al Vaticano.

    Talented Ripley

  30. Anonimo scrive:

    ah, e tornando al topic “cinema”, io non posso che concordare con l’opinione di Gramellini:

    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/grubrica.asp?ID_blog=41&ID_articolo=758&ID_sezione=56&sezione=

    Talented Ripley

  31. Anonimo scrive:

    Oh allora! Se da Monicelli, Risi, Fellini, Magni, Bertolucci, Salvatores, Pontecorvo e via dicendo siamo arrivati a esaltare Muccino, anzi, i Muccino qualcosa vorrà pur dire. Salvo Virzì, che mi sembra abbia poche pretese, e Verdone per qualcosa del passato. Per il resto moooooolto meglio guardare Cold Case e Senza Traccia su Rai2

  32. Goldrake scrive:

    @ Talented Ripley
    Ottima osservazione sulla body art e ottimo articolo postato ! 😀

    @ tutti i cinofili 😉
    Di questi tempi non mi stancherò mai di consigliare la visione di “In nome del popolo italiano”, film straordinariamente (e tragicamente) profetico, con Gassman e Tognazzi in stato di grazia.

  33. Anonimo scrive:

    Avatar? No, dico, ma vi siete letti “Terra di mezzo” di Alan Dean Foster (1975 nè, mica ieri)? Aggiungete un po’ di Farmer a cubetti, una spuma rancida di buon Sheckley d’annata, qualche spruzzata di mitologia (regolarmente fasulla) sui nativi nordamericani… ed ecco a voi il successo del secolo! L’insieme è cromaticamente piacevole, ma non è altro che un polpettone rimasticato fatto con ingredienti validi nella loro prima ricetta. Qualsiasi ingrediente (anche ottimo) masticato, inghiottito e rivomitato, diventa per forza di cose un intruglio improponibile.

  34. vinicio scrive:

    @Goldrake 32
    Quel film andrebbe fatto vedere e rivedere e poi ancora rivedere a tutti, ma proprio a tutti.
    Aggiungo anche “C’eravamo tanto amati” di Scola con Gassman, Manfredi, la Sandrelli e Satta Flores.

  35. Anonimo scrive:

    @ Goldrake
    1)muchas gracias e 2) già visto (e apprezzato) più di una volta;
    @ tutti:
    altro consiglio per gli acquisti: “Publio Cornelio Scipione detto anche l’Africano”, con l’accoppiata vincente Mastroianni e Gassman.
    Perfetto per rappresentare quest’Italietta che esalta i mediocri e sotto sotto disprezza e diffida degli onesti. Salvo poi far mostra di perbenismo ipocrita per ogni cazzata (vedi il “caso” Morgan, col quale i media hanno affinato al massimo l’arte di far chiasso intorno al nulla) Oh, e poi, non appena il “ribelle” di turno rientra a testa bassa fra i ranghi scatta l’altrettanto odiosa e ipocrita fase del perdono, dell’aMMOre (op.cit.): “Poverino, si è pentito, tendiamogli una mano..”, si tratti di Morgan come di merde varie ed eventuali tipo Corona, Lapo Elkann, ecc ecc. Ebbene, tutto questo è spiegato perfettamente in quel mitico film. Davvero la nostra razza non è degenerata, è sempre la stessa… 🙁

    Talented Ripley

  36. Anonimo scrive:

    Dispiace non vedere tra i citati (Ah! il mercato..) l’ eccellente Film italiano di Giorgio Diritti: L’UOMO CHE VERRA’ sull’eccidio di Monte Sole-Marzabotto del ’43. In altre sale, neglette e dirute, per la verità, resiste ancora IL NASTRO BIANCO, di Haneke. Agghindatevi.
    Mi permetto di consigliarne ancora un ultimo, in uscita il 19 Febbraio nei cinema, vincitore del Torino Film Festival 2009: LA BOCCA DEL LUPO, di Pietro Marcello.

    Forse non li troverete nei grandi Multisala, ma questa è la migliore garanzia sul prodotto.

  37. paguri scrive:

    @Anonimo 36:
    Purtroppo non riusciamo a trovarli in generale, non solo al multisala.
    E giù moccoli…

  38. Anonimo scrive:

    @Paguri e idea aperta a tutti: visti i milioni che guadagna “Mocciola” scrivendo cazzate (ps: avete dimenticato “scusa ma ti voglio sposare” in uscita nei peggio cine”) non si potrebbe scrivere noi il sequel del sequel “Scusa ma esco a comprare le sigarette”?
    Nemo (@Volterra in attesa che la neve faccia schiantare i vampiri di merda!)

  39. kirukao scrive:

    Ma PMDN!!!! Avevo scritto un papiro e ‘sto cazzo di computer mi è saltato sull’ “invia commento”!

    Riassunto veloce: grande “Nastro Bianco”, grande suggerimenti di Goldrake e Talented Ripley: ho già visto quei film, ma li ricordo e rivedo volentierissimo.

    Morgan ha rotto il cazzo. I giornali su di lui hanno rotto il cazzo. I giornali in generale hanno rotto il cazzo. Sanremo ha rotto il cazzo. La famiglia di Berlusconi, Berlusconi stesso, il papa, Bertolaso, quel fascista di Fini, quei frustoni del PD, la Clerici…insomma un po’ tutti: In italia non si distingue più tra un esametro, un rutto e una scureggia.

    Bon, scusate se il riassunto è un po’ sterile, poco costruttivo, ma vi assicuro che il discorso intero filava a meraviglia con concetti forse anche profondi. Forse.

  40. Tino Bombarda scrive:

    fioli io promuovevo filmsss contro i’ fanatismo e la secolare bastardaggine de li gristiani.
    me sto a scaricare de frodo galileo della cavani. altri consigli so’ bene accetti!

  41. Anonimo scrive:

    intendevo il nastro bianco, film stratosferico

    (l’ho trovato in proiezione ad un circolo arci piccolissimo di scandicci).

    -Lavrentij

  42. Tino Bombarda scrive:

    ok laurentj ho già fatto partire emule per il nastro binaco, dalla trama sembra bello… si parla anche di bambini che diventeranno poi papi (nel senso vaticano, non arcoriano)?

  43. Anonimo scrive:

    sostanzialmente quella è la cultura di riferimento dell’arazza preposti

    -Lavrentij

  44. Anonimo scrive:

    …non dimenticate il sequel erotico di Avatar diretto da Tinto Brass? CHIAVATAR: ecco il link: http://www.crashdown.it/2010/01/10668-in-arrivo-chiavatar-il-primo-film-hard-in-3d-ad-opera-di-tinto-brass/

  45. Anonimo scrive:

    Per i + giovani: la topa a corredo è Gloria Guida (come da titolo del post), noto passerone anni 80.
    Max