« | Home | »

“Anch’io ho condiviso le loro sofferenze”

21 aprile 2010

“Anch’io ho condiviso le loro sofferenze!”

Queste le parole pronunciate dal Santo Padre, dopo l’incontro con le vittime di abusi sessuali da parte di sacerdoti cattolici.

Il portavoce della Santa Sede, su suggerimento di qualche prelato più accorto che evidenziava una certa ambiguità nella dichiarazione pontificia, è poi dovuto intervenire tempestivamente per smentire categoricamente qualsiasi riferimento, nelle parole del vicario di Cristo, alla sua adolescenza passata in seminario.

Altre secche smentite hanno riguardato le voci, false e tendenziose, secondo le quali il discorso del papa proseguiva con affermazioni come le seguenti: “…per i primi 5 minuti… poi uno può anche prenderci gusto…”; “…e le ho superate grazie alla preghiera, la penitenza e la Pasta di Fissan”; “…ma poi mi hanno segnalato l’HR, che consiglio a tutti voi” e altre infamie destituite di fondamento.

Purtroppo gli attacchi alla chiesa cattolica e all’integrità morale dei suoi rappresentanti si fanno via via più insidiosi e massicci, quindi ci sarà da aspettarsi che nei prossimi giorni vengano messe in giro ben più vergognose falsità di quelle appena smentite.

Ma noi andiamo dritti per la nostra strada, sicuri che niente, non le testimonianze più attendibili, né le prove scientifiche più evidenti, riusciranno ad intaccare la nostra fede.

Share

Tag: , , , ,

11 Commenti

  1. Anonimo scrive:

    Vi vorrei segnalare che il Silvio ha fatto la comunione ai funerali di Raimondo Vianello. Poi, siccome qualcuno si è lamentato, Monsignor Fisichella ha detto che dopo essersi separato da Veronica, Silvio è tornato in una situazione ‘ex-ante’.
    Quindi ha spiegato meglio (per chi ha fatto l’iti invece del seminario): se ti sposi, divorzi e risposi non puoi fare la comunione. Però se poi ridivorzi, la puoi fare.
    Volevo sapere se lo sentite anche voi il tipico rumore delle unghie sugli specchi, o pare a me.
     
    klochov.splinder.com

  2. mangiucugna scrive:

    E’ semplicemente quello che in latinorum si chiama “Reparo scappellatio ad personam”

  3. Anonimo scrive:

    meraviglioso…vanno bene anche http://www.durex.com/it-IT/Products/Lubes/Pages/LubesHomepage.aspx
    by Bove

  4. Anonimo scrive:

    “…l’utilizzatore finale del Corpo di Cristo”

    Ste

  5. woytila88 scrive:

    che faccia pure la comunione, e magari subito dopo una bella liberazione….sul cesso

  6. Anonimo scrive:

    E cmq anche quest’anno, a furia di fare discorsi da bischeri, vi siete dimenticati il compleanno del povero itle! Vergogna!
    Nemo

  7. Anonimo scrive:

    ma non dite nulla sul fatto che a malta durante la messa benny si è addormentato sul trono?
    http://espresso.repubblica.it/multimedia/24147909/2/1

    • Anonimo scrive:

      …la tua superficialità mi rattrista caro pallette!(cit.) Non è che beppe si fosse spappolato i coglioni pure lui a sentire la solita nènia e conseguetemente addormentato*, è che si trovava in uno stato superiore di ascesi meditativa e spirituale, cose che noi poveri stronzoli non possiamo neanche immaginare! E la stampa come sempre non perde occasione per gettare fango sulla figura del Santo Padre(tm).
       
       
       
      *vivendo probabilmente il terribile incubo delle sofferenze delle vittime degli abusi sessuali!

    • jahtiz scrive:

      se n’è detto, se n’è detto,
      in realtà lo avevo già evidenziato io nel post
      http://www.donzauker.it/2010/04/18/rivendicazioni

      così come avevo già anche segnalato la “comunione ad personam” nel post
      http://www.donzauker.it/2010/04/19/riborda/

      ma che ci volete fare? io sono avanti una spanna a tutti voi… e voi mai che stiate attenti! 😀

      tizzzzzz
       
       

  8. Anonimo scrive:

    Credo che molti avrebbero auspicato questa conclusione, dopo la “condivisione delle sofferenze”
    http://asset.soup.io/asset/0795/6509_c664.jpeg

  9. claudio scrive:

    chissà che bruciori!!!