« | Home | »

Blasone (o: blasen).

23 aprile 2010

Oggi, in attesa che il caffè gorgogliasse, mi è capitato di sintonizzarmi in quello squarcio di Stige che è la trasmissione “Tg2 Costume e Società”. Sì, quell’allegro bivacco di manipoli condotto da quella signora uguale alla verduraia giù all’angolo.

Bene, commentando gli eventi di ieri, la conduttrice ha sciorinato alcuni numeri, fra i quali quelli dei parlamentari che secondo Italo Bocchino sarebbero disposti a seguire Gianfranco Fini. L’opera di rendicontazione è stata tuttavia interrotta da un’ospite, un’elegante signora che, da esperta, ha commentato più o meno con le seguenti parole: “L’onorevole Bocchino, con quel cognome, dovrebbe essere più cauto e attento alle cose che dice”*.

Ora, anche scomodando le branche più specialistiche della moderna psicanalisi, delle scienze antropologiche, financo della fisica dei quanti, ci sfugge il nesso fra l’avere un cognome e il poter dire qualcosa, fossero pure solenni stronzate.

Ma se anche esistesse, pur nella più remota delle discipline umane, ci sarebbe allora da rilevare che ad affermare l’arguta e originalissima frase è una signora che non solo di cognome fa Mussolini, ma è anche diretta discendente dell’omonimo dittatore, e soprattutto che ne difende l’operato.

Meglio un bocchino, va’. Lascia fare.

***

* “da esperta” di cognomi, intendiamo.

Share

Tag: , , ,

15 Commenti

  1. La scimmia blu scrive:

    Vuoi mettere cor un bel mugolone?
    A questo punto, non so se ridere, piangere, vomitare, prendermi a randellate sulla cappella, autoinkularmi, autosdrumarmi o che so io.
    Bah.
     
    Nel dubbio, vaffanculo.
     
    PS bello sciò ier sera, ma la prossima volta fatelo un po’ meno in culo!

  2. Goldrake scrive:

    La cosa più fastidiosa è vedere poi la nipotina in oggetto ogni giorno nelle trasmissioni più dispa(e)rate…

    • cicciobraciola scrive:

      eh non la guardare la televisione, almeno eviti di vedere quel catrame!

      • Goldrake scrive:

        Ma certo che non la guardo, fortunatamente esiste un ironico sunto chiamato “Blob” che ci informa su quel che succede…

  3. mangiucugna scrive:

    Ma vi rendete conto che era pure in fascia protetta? E (a parte i preti) i bambini chi ci pensa ai bambini?
    Senza voler plagiare la scimmia blu penso che inizierò delle pratiche africane per farmi allungare il pene abbastanza da incularmi da solo, per alleviare il dolore e prepararmi al futuro in cui ci stanno conducendo tutti.

  4. Bove scrive:

    non capisco perché uno che si chiama come un filtro per sigarette debba controllarsi in quel che dice.
     

  5. Anonimo scrive:

    ma voi ve lo fareste fare un filtro per sigarette dalla nipote del mascellone?
    coi dentini che si ritrova ???
    ☉__☉
     
    jcasparschmidt

  6. Anonimo scrive:

    sono d’accordo con voi, bocchino con quel cognome può dire quello che vuole (solo per questa volta, però). ma quella foto (la foto dell’evento di ieri…) è tristissima.  cambiatela, por favor.

  7. Anonimo scrive:

    Io adoro vivere in Italia. Si, ci sto proprio bene.

  8. Iccia scrive:

    La mussolini(scus.il term.) in realtà rivendica la primigenia del sostantivo in questione,perchè ella,diversamente da Italo,ingoia.
    E in più,com’ebbe ad insegnarle il nonnino,riesce a farlo anche a testa in giù.

    Buon 25 aprile

  9. Anonimo scrive:

    A testa in giù

    Ogni volta che sorprendo in tv l’ on. Mussolini alle prese con una sua sordida acuta atque immancabile dichiarazione, capovolgo l’elettrodomestico, spiando sardonicamente l’ insperato profittevole risultato; ed ogni parola in più è una degna oscillazione.

       in fede
    Prof. Lech Gattaponi

  10. Anonimo scrive:

    La Mussolini la vedo bene nella categoria “milf” ma anche in “bukkake” non ci sta niente male…

  11. McLaud scrive:

    @Scimmia blu e Mangiucugna: Beati voi che avete ancora spazio dietro per mettere qualcosa!

    Mi permetto poi di ringraziare Fini e Berlusconi per avermi regalato qualche istante di puro godimento. Peccato che è durato troppo poco,  e “tutti quei momenti andranno perduti nel tempo come lacrime (dal troppo ridere) nella pioggia” (op. qs. cit.).
    Ora Fini ed il suo risicatissimo manipolo saranno sciolti nell’acido (come da statuto del PDL) e sostituiti con un nuovo drappello di lacché, ma è stato bello vederli accapigliarsi pubblicamente, una volta tanto…anche se è sempre solo una questione di poltrone, è stato bello…anche se so che non cambia niente, è stato bello…

    La prossima volta non facciamoli andare a mani nude!

  12. La scimmia blu scrive:

    Purtroppo il mio spazio posteriore tende all’infinito, tante sono le volte che ce l’hanno rivogato in qoolo.
    Aggiungo però un divertente aneddoto:
    Campo Nazionale Scout 2004:
    Circa 20.000 (o 40.ooo? ora non ricordo bene… comunque tanti.) ragazzi tra i 12 e i 16 anni. Mega cerchio di presentazione/apertura campo/etc. etc.
    L’annunciatore dice:
    “Diamo ora il benvenuto al nostro coordinatore nazionale:
    LUIGI BOCCHINO!”
    Vi lascio immaginare le conseguenze..
    Fine aneddoto.