« | Home | »

Next level

25 aprile 2010

Quando a novembre scorso, con Double Shot, abbiamo pubblicato Don Zauker – Santo Subito decidemmo di procedere con i piedi per terra. Che voleva dire: “seguiamo con la dovuta calma l’andamento di quest’albo ed eventualmente facciamone sì altri, ma solo ed esclusivamente se verranno idee che siano all’altezza, senza per forza essere condizionati dalle scadenze di una fiera importante”. E per “idee all’altezza” intendevano, in sintesi che il secondo albo (che come dice Caparezza, “è sempre il più difficile”) doveva essere meglio del primo, non potendo contare sull’effetto novità. Ci sembrava l’unico modo per rimanere coerenti e non deludere voi, prima ancora che noi stessi.

Perché alla fine, Don Zauker – Santo Subito ha costituito un piccolo caso editoriale.

A qualcuno è sembrato strano.

A qualcuno è sembrato diverso.

Qualcuno non lo ha capito, perché lo ha confrontato con gli episodi di due pagine.

Qualcuno non lo ha apprezzato, sentendosi offeso dai contenuti.

Qualcuno lo ha deliberatamente ignorato.

Qualcun altro lo ha giudicato un po’ troppo estremo.

A moltissimi è piaciuto un sacco.

Morale: va benissimo così.

Era il nostro primo albo e volevamo mostrare qual è il modo che preferiamo di realizzare una storia a fumetti e, visto come stanno le cose in Italia, anche che esiste la possibilità di farli contando esclusivamente o quasi sulle proprie forze. Era una prova prima di tutto per noi, diciamolo.

Ma poi l’idea all’altezza è venuta.

Adesso, superato il primo livello, andiamo a quello successivo. Più personaggi, più ritmo, più azione. Il prossimo albo sarà più cupo, più violento, più irriverente e più spietato.

Abbiamo aperto una stradina, cominciamo a percorrerla e vedere dove porta, visto che è completamente libera.

E, già che ci siamo, spingendo sull’acceleratore, cazzo.

Don Zauker – Inferno e Paradiso.

Lucca Comics 2010.

Share

Tag: , , , , , , ,

51 Commenti

  1. BenFox scrive:

    …a me caparezza fa cacare!
    ….che? come? ah, non è un forum di musica?
    ooOOooooops.

  2. mangiucugna scrive:

    Scusate la volgarità, ma visto che santo subito è un oggetto di adorazione per me, vorrei spararmi un raspone dalla gioia…

  3. Anonimo scrive:

    Non scherziamo: Santo Subito è un capolavoro.
    Cari Paguri, quando sarà pronto, noi si è qui obbedienti e diligenti come orsi ammaestrati. Aspetteremo con ansia novembre, ma calmi e tranquilli, come Fonzie. Se poi vorrete postare qualche anteprima…:)))
    Paguri Eroi del Risorgimento!!!!!
    Con stima e affetto,
    Anonimo veneziano

  4. woytila88 scrive:

    daje ragà!

  5. Anonimo scrive:

    Brawi. Guasi guasi me lo conpro (scarico gratisse in pdf).

  6. jahtiz scrive:

    evviva, sono di molto contento e non vedo l’ora di poterlo leggere.

    ..ovviamente sperando che non ci siano parolacce o nudi femminili (e tanto meno maschili, maggiormente prediletti da voi)

    tiz

  7. Goldrake scrive:

    FINALMENTE UNA BELLA NOTIZIA !!! 😀

  8. Anonimo scrive:

    ecco, bravi, bis
    però io non sono ancora riuscito a comprare il primo albo (DZ santo subito). potete darmi qualche indirizzo a Roma?
    grazie!
    ps. intendo indirizzi di fumetterie/librerie che hanno a disposizione DZ, non di travestiti/mignottone.

  9. daglator scrive:

    Avanti così, ragazzi.
    Don Zauker Santo Subito lo ritengo un vero e proprio capolavoro, con una storia ben articolata e raccontata, pieno di tutta la spregiudicatezza ed arroganza che contraddistingue l’unico sacerdote che sarei (forse ) disposto a seguire.
    In bocca al lupo per il secondo lavoro.

  10. La scimmia blu scrive:

    Finalmente una buona notizia…
    Voglio che questo albo faccia faville, nel senso che la chiesa sia costretta a bruciarlo per eccessiva blasfemia e anticlericalità.
     
    DATECI DENTRO!
     
    e anche un ber mugolone…

  11. paguri scrive:

    Per tutti quelli che non sono riusciti a prendere Santo Subito: purtroppo (anzi, per fortuna) le nostre copie sono esaurite da mesi. L’albo è stato distribuito nuovamente da PlanetaDeAgostini (distributore: Alastor) e dovrebbe essere in TUTTE LE FUMETTERIE, o almeno in quelle che non si rifiutino di ordinarlo a causa dei contenuti.

    Se non lo trovate, fatelo ordinare dal vostro fumettaro, presso Alastor distribuzioni.

    Prossimamente ulteriori anteprime e anticipazioni.

  12. Anonimo scrive:

    Ottima notizia.
    BTW, quanti ne avete venduti, di santini subitini?
     
    Giovanni

  13. Lurch scrive:

    Cari Paguri,
    A Zagabria ho trovato una croata (con trascorsi fiorentini) fan di Don Zauker.
    DZ avanza e conquista il mondo!
     

  14. jahtiz scrive:

    Certo che, nel paginone centrale del nuovo albo, un bel poster dei paguri in pose artisticamente virili aiuterebbe di grosso l’impennata delle vendite!!!!

  15. Anonimo scrive:

    Mi raccomando…
    Questo nuovo livello…
    ALLA CAZZO DI CANE!!!
    Ale (un nuovo adepto di Boris)

    • Anonimo scrive:

      “Luci smarmellate!! Facce basite!! E daje che ggiriamo!!”
      E’ diventato il mio mantra 😀
      Talented Ripley

      • paguri scrive:

        Boris è una perla rara nel deprimente panorama televisivo italiano.

        La terza serie, in modo particolare, è un piccolo capolavoro.

         

  16. Anonimo scrive:

    NON VEDO L’ORA!!!
    cmq, se proprio devo essere sincero, una parte della storia non l’ho capita benissimo,  la parte che inizia a pag 36 non capisco che ci fa Don Zauker col padre in chiesa. non riesco a riallacciarla alla storia  :o(

    • mingus65 scrive:

      padre Mennellis, adocchiato un nerboruto lavoratore dei campi, se lo porta a casa per istruirlo a certe pratiche ecclesiastiche, lui gli ruba la tonaca e diventa…….ma insomma un si pole spiegà tutto, il bello di DZ con i suoi flescbek è che è ermetico e allo stesso affronta temi di attualità, anzi li anticipa (il culto di padre pio, la pedofilia di pochissimi affiliati…) cmq il prossimo anno fatevi dare uno stand più grosso e consono al personaggio, e un paio di hostess sarebbero gradite…
      ……e ricordate, “non è colpa del celibato ma è proprio l’inosservanza dello stesso a causare il degrado dei costumi”…)

      • Anonimo scrive:

        Le hostess c’erano anche quest’anno. Non le hai viste perché erano sotto il tavolo.

  17. Anonimo scrive:

    LO COMPRO ANCHE ORA SUBITO.

  18. Anonimo scrive:

    Ah, l’altro giorno ho pure comprato il portachiavi di DZ alla libreria Edison !

    • jahtiz scrive:

      portachiavi?? ma esistono già i gadget del nostro famoso eroe dei f umetti?
      avete fatto anche la tazza? e le cards da collezionare?
      io voglio assolutamente l’asciugamano da spiaggia!

      • Aaronne scrive:

        Dunque, oltre ai portachiavi (ed alle magliette) ho visto pure i cosi magnetici da attaccare al frigorifero.
        Credo esistano anche le tazze (con rispetto parlando).

        • mangiucugna scrive:

          La tazza l’ho comprata a lucca comics e ci faccio colazione tutte le mattine, il volto del nostro DZ e il suo PENTITI STRONZOLO mi danno la carica meglio dei pocket coffee

        • jahtiz scrive:

          qualcuno mi spiega perchè uno dei gadget più prodotti x i collezionisti di fumetti/films/telefilms/cartoni è la TAZZA???
          incredibile ma esistono tazze per ogni personaggio di fantasia!
          perchè proprio la TAZZA??? PERCHE’?!?!
          diamine, la TAZZA!!!
          è così… così… squallido!

          • Kanna Shirakawa scrive:

            e` che han provato a fare le tazze da cesso con i personaggi famosi, ma non andavano, la gente si schifava un po’ a fare colazione in un water

  19. Anonimo scrive:

    ame santo subito m’ha fatto STRACACARE la prima volta che l’ho letto, mi aspettavo l’acidità degli episodi… poi sono morto dal ridere dalla seconda alla 15esima lettura…
    VOGLIO ANCHE IL SECONDO DEDICATO PALLINI, fate voi…

  20. kirukao scrive:

    Bah, “Santo Subito” ancora non l’ho letto. Me lo hanno comprato i miei amici, spedito perché in quasi un anno non sono mai tornato in Italia ed ovviamente è stato puntualmente perso..udite udite…non tra Firenze e Bruxelles, ché uno dice “può capitare,no?”, ma tra la posta di Scandicci e quella di Firenze, maledetti frustonicucciascopinidelcesso. Per fortuna quei tegami me ne hanno comprato un altro e quindi attendo di tornare sul suolo natio per leggerlo…mi sa che li leggerò insieme.
    Viva la fica. Ci sta sempre bene.

  21. Jinx2 scrive:

    Cari cosi ;), vi do un idea che avete sicuramente già avuto & subytamente cestynato !

    Perchè, a mo di stadio, non fate una prevendita dell’ albo ???
    Così con i soldi anticipati dai fedel… ehemm, discepoli di DZ magari vi coprite un po il deretano x le spese e vi fate un idea + precisa della tiratura.

    Aa noi Vs fans la soddisfazione di supportarvi nella divulgazione del verbo :),  magari arricchita dalla precedenza nel riceverlo & la solita dedica con le svastiche di cazzi ;D o cazzat… ehemm, IMPREZIOSIMENTI simili, tipo la foto di DZ e/o i paguri fra du fie e/o una lotteria x il nunciatu originale di DZ 😀 .

    La sola soddisfazione di supportarvi x me e molti altri son sicuro che farebbe la differenza, così come quando si da un par di lire all’ UARR o al Vernacoliere.
     
    Pensateci (oltre che alla Fia & agli scogli di calafuria :D)
     
    Jinx2

  22. Anonimo scrive:

    DZ santo subito era troppo “largo” ed aveva momenti vuoti, mancando dell’incisività delle solite due pagine; anche come idee non era in gran spolvero, come d’altronde quasi tutti gli ultimi eps (ma vedo buon risalita, dopo il bieco numero con il vasino di gesù), speriamo in meglio…

    • jahtiz scrive:

      “santo sùbbito” non è paragonabile alle storie di due pagine che si risolvono in una o due gags.
      sono due cose diverse e non paragonabili.

      “santo subito” più che sulle gags è impegnato su una sceneggiatura complessa e articolata. a parer mio davvero geniale.  La trama si svela solo alla fine della storia. 
      A me è piaciuta soprattutto per questo aspetto.
      Si, forse si vedono poche tette, i Paguri dovrebbero lavorare di più sulle tette, su questo sono d’accordo, ma il resto c’è tutto, anche la comicità (soprattutto quella):
      ad esempio quando ruba la macchina con le galline a me è scappato anche un “EH!EH!!!”

      tiz

      • Anonimo scrive:

        Che vuoi: a me è parso trito, poco ispirato e ho capito ben prima della fine dove si andasse a parare (che c’era poi di rivelatorio nella fine?); se poi vuoi buttarla tutto su di un discorso di tette, condoglianze per la soppressione di quell’aborto di Samanza.
        E speriamo che al prossimo giro si levi di stampa pure lo squallore partigiano, va’!
        Ah, ma forse no: sarà una di quelle cose da tenere sempre e comunque, per non passar da fascisti, pazienza se non sa di niente.
        Confido piuttosto in miglior sostanza sul prossimo vernacoliere, visto che si promettevano Paguri, Sardelli e perfino un Camerini redivivo.

        • La scimmia blu scrive:

          Sarà che sono di parte, però a me le storie partigiane piacciono tantissimo, coi loro alti e bassi… alcune sono davvero toccanti.
          Perché ordunque non ti piacciono?
          Sono oltremodo curioso di sapere il perchéeilpercome vorresti abolirle!

        • Anonimo scrive:

          Di rivelatorio c’era che Don Zauker è diventato quello che è (un imbroglione che si approfitta della fede altrui) grazie alle lettere (vere!)con i risultati delle indagini che il Vaticano aveva ordinato di fare su Padre Pio.
          Quindi, se Don Zauker è un imbroglione (e non c’è dubbio che lo sia) Padre Pio e coloro che lo hanno fatto Santo, lo sono 1000 volte di più.
          Ti sembra poco?
          Una cosa del genere la vedi forse scritta su tutti i giornali?
          E tutto questo all’interno di un fumetto divertente, con una storia che funziona, delle scene irresistibili e dei disegni bellissimi.
          Trovamene uno allo stesso livello, in Italia.

        • Anonimo scrive:

          Il Vernacoliere, così com’è, è illeggibile!
          Sì, Samanza era sinceramente imbarazzante ma anche il Troio degli ultimi anni, via…
          Sempre la stessa storia, basata su un’unica vignetta dove, spesso e volentieri, non c’era neanche una battuta ma una trucidata sempre più grossa.
          Ah, e non mi da certo fastidio la volgarità, sia chiaro.
          Però, quando si basa tutto su quella, senza preoccuparsi di costruire altro, si diventa come Boldi e De Sica.

          • Anonimo scrive:

            Concordo in parte con l’anonimo sopra me: il Troio almeno non ha grosse pretese politiche e si muove sul carnascialesco per fare leggera satira di costume; mai come Luana, non lo dico per leccare il culo ad uno dei padroni di casa, ma quello era altro livello sia in qualità che in presa per il culo dei potenti.
            Se non erro Samanza è stata spazzata via dopo l’episodio vergognoso (e quasi offensivo) con Saviano, ma su questa non mi spendo perché mi pare abbia fatto cagare tutti con il suo pretesto falce-martelluto di mettere stronzate senza senso.
            Poco meglio le storie partigiane, storie di banalità e retorica come non sentivo dai tempi dei (finti)comunistelli figli di papà al liceo. Magari sarò di parte pure io, ma nel 2010 mi ha un po’ rotto i coglioni riportarsi sempre alla dicotomia partigiano/comunista Vs. fascista. Dicotomia che poi senti quasi solo in Toscana o in Emilia-Romagna, vabbè…
            Le storie partigiane non mi dicono niente, a parte appunto questa retorica stantia e il senso di rimpianto per non aver vissuto in altri tempi, avendone una visione assolutamente romanzata, quando non farsesca e manichea, con i partigiani tutti buoni (e nella mia zona so di diversi sedicenti partigiani che han rubato per anni a famiglie povere con la storia della resistenza, salvo poi venir fuori e far pestaggi agli ex fascisti ad americani passati; viceversa essere iscritto per forza al partito fascista non faceva di te una merdaccia), ma mi rendo conto che questo discorso proprio non lo si vuole accettare, intendo sulle pagine del Vernacoliere.
            E, vi prego, non tacciatemi di revisionismo, visto che biasimo fortemente il fascismo (e la sua fioca reincarnazione nel berlusconismo, ça va sans dire), ma è appunto sempre il solito discorso modello “segreto del re nudo”, per cui anche se un’opera come quella FA CAGARE (un po’ in tutto, dalla sceneggiatura ai disegni) non si dice per spirito di corpo e timore di esprimere scomoda difformità.
            Parlo in generale, eh, non accuso nessuno sopra di ipocrisia, beninteso.
            L’ultima parola su DZ-SS, visto che il messaggio 22 era mio: boh, io ho indovinato ben prima delle ultime pagine il gioco di ambiguità della sceneggiatura, che invero mi pareva non così inarrivabile. Non preferisco le gag di 2 pagine perché mi fan ridere di più, ma perché in un albo come quelli di raccolte del Vernacoliere trovo almeno una stoccata ogni due pagine al mondo dei credenti/creduloni, mentre quello mi sembrava meno ispirato come sceneggiatura. Niente da dire alla mano del Caluri, che anzi in quel formato risalta ancora di più.
            Ancora meno da dire se mi parli di pari livello in Italia, ma qui ci riuscivano pure se Pagani era ubriaco fradicio e Caluri disegnava con la matita nel naso <_<…

  23. Lavrentij scrive:

    evvai, non vedo l’ora di leggerlo!

    massimo appoggio alle vs scelte editoriali!

  24. paguri scrive:

    Le tazze, il portachiavi e l’action figure (leggi: il pupazzetto) di Don Zauker,  sono opera del Vernacoliere, non nostra.

    Niente di male, ci mancherebbe, solo per precisare.

    Oddìo, forse l’action figure lo si poteva fare un po’ meglio, però va bene lo stesso.

    Per quanto riguarda la prevendita…boh?…l’idea è interessante ma forse difficilmente gestibile da parte di due brodi come noi.

    Vedremo.

     

     

    • BondValeria scrive:

      brodi, sì, è vero: ma con stile.
      E’ che siete troppo buoni col prossimo per pensare alla soluzione più à la page fra gli artisti/creativi del XXI secolo: delegare ogni adempimento che non abbia a che fare con l’Arte a qualche amico volenteroso, fidanzata con senso pratico, zio appattumato con i politici, lavoratore a nero.
      Ah, già, ma lo state già facendo con Paguri X!

    • Lybenar scrive:

      Cari brodi…
      usare Wpress, l’avete linkato a FB ma cribbio (chiedo scusa per la parola ma serve a rafforzare lo sdegno che provocate in me con il vostro autosbrodamento) e mettetevi a fare una cosina tennoogica a modo per risolvere tutto no?
      poi una domanda:
      essendo Santo subito esauritissimo è :
      a)prevista una ristampa immediata
      b)devo andare nel culo ai vs meritati diritti d’autore e smerciarlo agli amici che ne fanno richiesta in formato fotocopico o pidieffico?

      • Lopo scrive:

        Caro coso: invece di fare i rebus, ci spiegheresti che cosa andrebbe risolto?
        Grazie.

        • basterebbe fare un sitino a modo per la parte di ordine/vendita della roba del nostro amato eroe. programmino di commercio elettronico configurato a modo e poi potete vendere anche i dirittu sulla madonna di montenero patrona delle cozze…

  25. ziobestia scrive:

    Nel frattempo l’Altissimo si manifesta nelle maniere più disparate per mettere alla prova la nostra fede, ma noi non lo riconosciamo:
    http://messaggeroveneto.gelocal.it/dettaglio/squilibrato-aggredisce-un-sacerdote-a-gorizia/1962670

  26. ziobestia scrive:

    ” «Io sono Dio – ha urlato il 33enne, che forse solo in quel momento si è reso conto di avere a che fare con un prete – nessuno può toccarmi».”

  27. rotellaro scrive:

    me lo prenoto fin da ora con una  svastica di cazzi(tm) che nonostante la mia dedizione religiosa verso le vostre personcine ancora non mi avete concesso sugli albi.
    A sto giro vengo mascherato da Doctor Who al Lucca Comics, occhio bimbi che il cacciavite sonico è peggio della verga di Don Zauker 😛

  28. Anonimo scrive:

    si però metteteci qualche pagina in più, non mi interessa la copertina cartonata, voglio le tavole.   il primo albo si leggeva in tre nanosecondi e la storia seppur interessante era un sunto di roba già vista in parte.   Buona fortuna

  29. Anonimo scrive:

    Ciao, ricapito qui dopo più di un anno di latitanza. Mea Culpa, giusto per citare il nemico 😉
    Ma ora che ho saputo del volume della Planeta, ho avuto un improvviso ritorno di fiamma. Ora recupero tutto – anche se lentamente -, metto il blog tra i preferiti e torno a seguirlo costantemente.
    Lunga vita a DZ!
    😉

  30. Anonimo scrive:

    Ragazzi ho finalmente letto “Santo Subito” e devo dire che è ECCEZIONALE, probabilmente il miglior fumetto mai letto.
    Disegni stupendi, bei dialoghi, ma soprattutto regia eccellente.
     
    Congratulazioni, di cuore.

    Lampo

  31. Anonimo scrive:

    Personalmente non ho amato quasi per niente Santo Subito ma, al di là dei miei (opinabili?) gusti personali, che poco contano, credo che vadano lodati originalità (DZ non mi sembra simile a nient’altro di quello che esce in Italia) e il modello “indie” di vendita con Double Shot.
    Quindi non importa se mi convincete o no, spero che andiate avanti così.

    Antonio S.