« | Home | »

L’isola che non c’è.

3 maggio 2010

La Sardegna affonda.

E questo nonostante il governatore Cappellacci – figlio di un commercialista di Berlusconi e da Berlusconi fortemente voluto alla guida della regione – abbia mantenuto la sua promessa di abolire la tassa sul lusso voluta dal precedente governatore Soru.

Ma, si sa, c’è stata la crisi mondiale, il crac della Lehman Brothers, l’undici settembre, le gufate dei Maya, il vulcano islandese, i mondiali di calcio, le profezie di Nostradamus, il blocco del traffico, i moti carbonari, calciopoli, il terremoto in Abruzzo, i processi del premier, Avatar e, per di più, domenica ha messo pioggia.

Sinceramente, in queste condizioni, più di così, cosa avrebbero potuto fare?

Sì, oddio, forse qualcosa, a pensarci bene, qualcosa verrebbe in mente, però non sarebbe carino scriverlo, ecco.

Tutto qui.

Share

Tag: , , , , , , , ,

18 Commenti

  1. doppiooooo

  2. a casa mia si dice: mar voluto unn’è mai troppo!!
    mica l’ho votato io eh… come se non si sapesse che il silvio si strapippo di tutto e di tutti… ora gli ci vorrebbe la centralina nucleare in loco (e pare geologicamente sia parecchio appetibile la sardegna) per vedere se poi se le ricordano ste cose alle prossime elezioni…

  3. Anonimo scrive:

    Ciao Matteo, a casa mia si dice mal comune mezzo gaudio …… sei contento delle disgrazie altrui, che poi in quanto italiano sono anche le tue ?? Oppure, pensi che se esplode una centrale nucleare in Sardegna le radiazioni non arriveranno anche nella tua regione ? Infine, giusto per la cronaca, circa il 50% dei sardi ha votato contro Cappellacci, e tu che cosa voti ????
    Forse nel dare giudizi bisognerebbe essere meno superficiali e bisognerebbe conoscere meglio quello di cui si parla, tu non mi sembri uno del genere. Saluti
    Giovanni Pasella

    • Sorvoliamo sull’offesa gratuita che è detta su unblog dai…
      Sorvoliamo sul fatto che il mio voto (pro paguri per capirsi) faccia parte di un non ben comprensibile diritto di cronaca (ma non era segreto??)
      Se la centrale la fanno in qualsiasi punto d’italia e scoppia ce la prendiamo nel baugigi TUTTI indifferentemente. Che sia sardegna, puglia o dietro l’orto di casa mia…
      Le disgrazie sarde “scelte” sono cavoli dei sardi per quel che riguarda la legislazione regionale… Purtroppo io mi prendo in culo le scelte di chi ha votato il silvio… e non ci posso far nulla… I sardi che a suo tempo votarono Soru e ora son passati a Cappellacci e si lamentano … CAZZI LORO…
      pari a quelli che sarebbero i miei se in Toscana avesse vinto la perfetta sconosciuta contro rossi… Ma qua (forse) siamo meno boccaloni…

  4. Anonimo scrive:

    Per la cronaca, il vulcano è in Islanda. Che è parecchio lontana dalla Finlandia (e che oltre a non avere vulcani è quasi tutta in piano…) 🙂

  5. Anonimo scrive:

    e nella foto pare anche che facciano l’ormai noto gesto dell’ombrello, che sia un caso?

  6. mangiucugna scrive:

    E’ davvero triste che in Sardegna abbia vinto Cappellacci (detto anche Ugo chi?) ma in Piemonte ha vinto Cota e in Lazio la Polverini quindi direi che è solo una questione di tempo prima che il problema si allarghi all’intera penisola…

  7. Anonimo scrive:

    matteo c’ha ragione, altro che cazzi! Una bella centralina nucleare sull’isoletta e vedrai che gli passa la voglia.

    • Goldrake scrive:

      Tra l’altro direi che è piuttosto OVVIO il fatto che in caso di ESPLOSIONE la situazione non riguarderebbe solo la Sardegna, ma senza arrivare a tanto, con rotture/perdite/altri cazzi il problema lo avrebbero soprattutto le zone limitrofe alla centrale, non c’è bisogno di essere Rubbia per arrivarci…

  8. Anonimo scrive:

    “Forse nel dare giudizi bisognerebbe essere meno superficiali e bisognerebbe conoscere meglio quello di cui si parla, tu non mi sembri uno del genere”
    sarai pesante, giovanni?

  9. woytila88 scrive:

    sono d’accordo con giovanni,  e anche a me soru a me piaceva molto, ma poi con i discorsi da centrali parati di culo (io sono delle marche) non si va molto lontano, nel famoso quadrilatero centrale le famose maggioranze della sinistra (pd, montedeipaschi di siena (il paese più nazi d’italia, scusate la doppia parentesi), d’alema non appartengono alla mia concezione di sinistra) vincono per una sorta di nomenklatura e partitocrazia pari a quella di silvio in altre parti d’itaglia, è inutile raccontarcela diversamente, forse che in campania il PD ha governato così bene? boh….detto questo ho troppi amici sardi (CI vivo anche insieme) per non pensare che le cose cambieranno presto, hanno il doppio della disoccupazione del continente, hanno meno della metà (in percentuale) delle infrastrutture, e l’unico modello di sviluppo possibile per il XX1 sec. ce l’hanno loro, hai visto mai che una riscossa per l’Italia arrivi da quel buon vecchio regno di Sardegna che già 150 anni fa ci colonizzò a tutti, e senza bisogno di quella pagliacciata che oramai sono le elezioni?! E a cappellacci e silvio lasceremo la loro Contea, quella del Tessoro, l’unica di cui gliene sbatta qualcosa, l’unico motivo che li ha spinti a mandare a casa soru, la costa smerdalda

  10. peppe scrive:

    sarai cosciente ma sei pesante!
    ve lo siete votato, con una legge elettorale criminosa?
    e mo’ ve lo ciucciate!!!
    proprio come noi la polverini!
    solo che noi a roma almeno quarche cosa gli abbiamo tirato quando ha avuto l’ardire di andare a portas.paolo pel 25 aprile!
    voi sardegnoli fate altrettanto?

  11. il re gentiluomo scrive:

    fatto sta che, grazie ai voti di chi vuole la libertà dal giogo “cumunista”, useranno la Sardegna come una negra da 20 euro.

  12. Anonimo scrive:

    Partito Dei Ladri in libertà
    Si vede che all’italiano la posizione di 90° lo sddisfa, da 40 anni si fa ichiappettare,  25 dal complice craxi, 15 direttamente dal Mafinano!

  13. Anonimo scrive:

    Soru è un coglione e Cappellaci non è meglio.
    Giovanni se posso ti do un consiglio: non fare il permaloso, supponente (come molti sardi).
    Il problema non è chi vince in Sardegna ma chi sta seduto sulle sedie a (s)governare il Paese! Ci vuole la rivoluzioneeee..è che ormai sono tutti rimbambiti dalla tv, dal calcio e dall’adsl!
    Via!!! Ora esco che è meglio!
    ps: Ma questi due vanno dallo stesso dentista a farsi affilare la dentiera?! Hanno lo stesso sorriso….