« | Home | »

Ai confini della realtà.

5 maggio 2010

O avvocati pagati meno.

Share

Tag: , , , ,

17 Commenti

  1. Goldrake scrive:

    Ai confini della realtà. Esatto.

  2. Anonimo scrive:

    qualcuno sa dirmi il titolo di quella canzone che fa :  TRI – FRANIPPANI FRANE FRI – FRANAPPANI FRANA FFRI ..

    grazie

  3. woytila88 scrive:

    l’uomo che si dimise due volte, e sento già la puzza della terza, magari tra un annetto o due

  4. McLaud scrive:

    @Paguri e tutti gli altri: una perplessità di fondo, da bravo (per modo di dire) leguleio, mi resta.
    Se non erro, anche Scajola era coperto dalla nuova legge sul legittimo impedimento.
    Per questo motivo gli sarebbe stato possibile trascinare all’infinito i procedimenti a suo carico allegando sempre il suo legittimo impedimento a partecipare.
    Le possibili conclusioni a questo punto sono limitate e consequenziali secondo me: 1) il legittimo impedimento, pur valendo anche per i ministri, è un giocattolo di proprietà esclusiva di Berlusconi, che deve giovarsene anche un bel po’ e proprio per questo non vuole che nessuno glielo sciupi nel frattempo (in altri termini, se qualcun altro si mettesse ad usare i sotterfugi del pres. cons., l’opinione pubblica potrebbe forse accorgersi dell’ampiezza del privilegio introdotto non solo a favore del nanoide, ma anche del suo circo); 2) Scajola l’ha fatta così palesemente grossa da non rendere possibile lasciargli usare il balocco di Berlusca, che, in una situazione del genere non lascerebbe che nessun altro si avvalga del privilegio auto-riservatosi: insomma, perché Berlusconi è Berlusconi e gli altri… (op. cit.).

    …o mi sbaglio?

    • jahtiz scrive:

      io escluderebbi la tua seconda ipotesi per un semplice motivo:

      Scajola non era neppure indagato,
      Berlusconi lo è stato invece diverse volte.
      Ora Berlusconi non solo è indagato sulla vicenda Mills,
      ma addirittura la corte di cassazione ha definitivamente accusato Mills di esser stato corrotto da Berlusconi (quindi “assolto” per Minzolini)
      Da questo si evince che Berlusconi ha quanto meno
      CORROTTO DAVID MILLS perchè testimoniasse il falso
      CORROTTO LA GUARDIA DI FINANZA perchè non indagasse sull’evasione fiscale a mezzo società off shore

      quindi, leggendo dichiarazioni di Berlusconi tipo questa uno si chiede: Allora Berlusconi ammette di non aver senso dello Stato?
      no, sai, era giusto per averne conferma…. non che non ce lo sapessi già

      E ancor più simpatica la risposta di Verdini alle ultime accuse che gli sono state mosse:
      “Dimettermi? Non ho questa mentalità”
      ecccèrto, perchè per dimettersi inseguito ad accuse di corruzione un politico deve avere una mentalità malata e distorta (in italia).

      tiz.

  5. Anonimo scrive:

    Più che un uomo io vedo una merda.

    Ste

    • Anonimo scrive:

      Via, su… non offendiamo la merda…
       
      Dumah

      • Anonimo scrive:

        Infatti! La merda non è brutta come la si dipinge (cit.)! Intanto la merda da vita, con la merda vengon su ricche coltivazioni, mentre Scajola la ricchezza sa solo farsela dare (solo la ricchezza), inoltre la merda (si dice) galleggia, mentre Scajola sta palesemente affondando (almeno spero)!

  6. Anonimo scrive:

    Scajola non era e non è al momento indagato. Non che ce ne fosse bisogno per sputtanarlo, data la mole delle prove esistenti e delle testimonianze che attestano il marcio.
    Le dimissioni da ministro non sono state male, mancano ancora quelle da parlamentare a cui curiosamente non pensa mai nessuno.

    • Anonimo scrive:

      Via sù! Ormai essere parlamentare è come essere iscritti ad un circolo di assaggiatori, non c’entra nulla con la politica, si va solo per mangiare.

  7. Vaffanson scrive:

    Quante storie per una sciocchezza.
    A voi non è mai capitato di andare a comprare una casa ed uno sconosciuto si è offerto di pagarla posto vostro?
    Sono cose che capitano tutti i giorni!

  8. woytila88 scrive:

    ….e un maiale camorrista come cosentino intanto….. (alla fine sto cazzo di scajola lo hanno già fatto dimettere una volta, ogni volta che devono farsi belli eccoli “oh però abbiamo fatto dimettere uno dei nostri”), se poi quegli altri geni gli mandano come l’altra sera da ballarò, d’alema apposto stiamo…

  9. Kanna Shirakawa scrive:

    @mclaud, condivido in parte le tue illazioni, per gestire bene una macchina da propaganda bisogna dosare le illusioni, il giocattolo del legittimo impedimento e` prezioso e non va sprecato, evidentemente (come ha fatto notare un anonymo) si e` dimesso da ministro ma non da parlamentare, quindi cambia una sega (e ha il gozzo nella mangiatoia ugualmente)
    piuttosto mi sovviene che ultimamente il nome del ministronzo e` associato al nucleare, altro top seller nella hit parade della propaganda governativa, potrebbe essere una mossa strategica per dare respiro alla campagna di “informazione e convincimento del popolo italiano”
    non dimentichiamo mai che i fantocci che ci agitano davanti sono quasi tutti emeriti imbecilli con evidenti problemi mentali, ma dietro chi tira le fila ha le idee molto chiare su cosa sta facendo, venerabile docet

    • McLaud scrive:

      @Kanna e Tiz: l’assunto principale, di cui mi vado sempre più convincendo è il seguente, e prescinde dal fatto che Scajola sia per il momento soltanto indagato.
      In estrema sintesi: 1) Il legittimo impedimento (secondo estratto, dopo il primo tentativo bocciato maldestramente – secondo me – dalla Corte Costituzionale) è stato introdotto in teoria a favore di tutti i ministri.
      2) Non appena Berlusconi si avvale del legittimo impedimento, subito i pm sollevano qualche eccezione di costituzionalità, ma quelle sono messe nel conto.
      3) Appena se ne avvalesse qualcun altro, allora Berlusca potrebbe essere seriamente danneggiato, perché oltre alle eccezioni nei suoi processi, pioverebbero anche quelle nei processi altrui…certamente non messe in conto.
      4) Molto in subordine, c’è da dire che accendere l’attenzione su una faccenda che riguarda la casa (bene inarrivabile per molti italiani) potrebbe essere politicamente rischioso, specie laddove la vicenda si prospetta clamorosamente truffaldina. Gente fino a quel punto indifferente (“Evasione off-shore? … e che è? ‘na fuga in motoscafo?”) potrebbe incazzarsi (“Ma che cazz! E a me non la paga nessuno la casa?”)

  10. Anonimo scrive:

    tanto paga pantalone… impuniti! http://blogdiout.wordpress.com/2010/05/05/paga-pantalone/

  11. Enrico scrive:

    Adesso non vuole farsi processare da quelli la perchè… e gli altri sono cattivi… e gli altri comunisti… e gli altri mi hanno rotto i giocattoli… come linea difensiva mi ricorda quella di qualcuno. Che non mi viene in mente… Comesi chiamava…?