« | Home | »

Sprechi.

14 agosto 2010


L’Italia è il Paese degli sprechi.
Quante volte lo sentiamo dire. Sembra un’affermazione banale, ma ci fermiamo mai davvero a riflettere su quanto questa falla incida sul benessere nazionale?

Lo spunto per il discorso ci perviene da un servizio minore del TG3 regionale, in cui l’inviata, a giro per Firenze, chiedeva conto ai negozianti di come andassero le cose quest’estate. A un certo punto, sotto un nubifragio di dimensioni spaventose, si avvicina al gestore di una bancarella di una Piazza S.Lorenzo ovviamente deserta:

“Salve, come va stamani?”
“Male”
“Ah. E come mai?”

La sequenza finiva qui, ma a noi piace immaginare che le abbia risposto, serenamente: “Perché mi ha appena interrotto mentre mi stavo accingendo ad inserire peli di cazzo negli allegati dei maggiori quotidiani. Ecco qua, ne vuole qualcuno?”

E qui torniamo al discorso iniziale.
Cioè, sì, l’elenco degli sprechi è infinito, e gli acquedotti devastati, e i cantieri alla Maddalena per il G8, e la valanga di soldi pubblici sperperata per realizzare siti di stramerda e tutto il resto.
Ma consideriamo tutte le volte che un imbecille chiede a un genitore cui hanno ammazzato il figliolo come si sente; o quando un altro mentecatto chieda “cosa prova?” a chi, con moglie e quattro figlioli a carico, abbia perso il lavoro; o anche solo “cosa ci può dire?” ai vicini di casa di un omicida o della di lui vittima. Ma anche, banalizzando, quando un tapino, armato di telecamera, ferma qualcuno per strada per sottoporlo alla raffica di domande da TG2/StudioAperto, tipo: “Fa caldo?”; “E’ vero che in amore vince chi fugge?”; “Meglio le bionde o le more?” e in generale tutte le volte che un cane improvvisatosi giornalista fa domande la cui risposta è evidente e/o inutile.

Pensate ora a quante sequenze le regie dei vari TG sono quotidianamente costrette a tagliare per evitare di mandare in onda salve di vaffanculi, moccoli terrificanti, inviti a infilarsi il microfono in pertugi poco transitati in entrata, ruti al popone, aggressioni, scaracchi, offese alla madre e via dicendo.

Minuti, ore, che sommate fanno intere giornate di tempo, nastri, dischi, files buttati via.

Non sembra, ma anche questi son soldi.

Share

Tag: , , , , , ,

12 Commenti

  1. Franz scrive:

    ahahah verissimo! dovremmo trovare un “infiltrato” che recupera questi nastri, sai le risate!
    p.s.
    sono andato su italia.it e mi sono sciroppato lo spot con la voce del nano malefico. Ora, va bene che i destinatari chiaramente eravamo noi poveri fessi di italiani, ma cavare le palle e fare una figura di merda con l’inglese come rutelli (scusate il termine) no??

  2. BenFox scrive:

    Qui ci starebbe bene un commento, ma non lo scrivo per non sprecare elettroni….
    ….
    …….doh!

  3. Anonimo scrive:

    Bel post! Mi ha fatto ricordare un episodio avvenuto durante il primo sit-in  durante il G8 di Genova.
    Dopo una discussione animata con un tizio riguardo alla possibilita’ di un imminente pestaggio da parte dei PuffiBlu (avevo tristemente ragione) un figuro con microfonazzo e telecamera mi si avvicina e kiede:”Perche’ stavate litigando?”, io lo mando a trovare i suoi avi e lui ribatte “Ma il diritto di informazione dove lo mette?”   vi lascio intuire la risposta…in tutto almeno 2 minuti di nastro sprecato!

  4. juri.natucci scrive:

    Sì, quelle registrazioni sono occulte e quindi difficilmente dimostrabili. Voglio però ricordare tutta quella gente ascolta con attenzione il tg di emilio fido o l’editoriali di minzolino, magari anche dando segni di perfetto accordo: questi sono sprechi ma vanno in onda lo stesso…

  5. Anonimo scrive:

    @franz:solo per curiosità,ma il termine per cui ti scusi è “figura di merda” o “rutelli”?anche se forse la mia è una domanda stupida,dal momento che i due termini si compenetrano alla perfezione.riguardo ai giornalisti,quando leggo certe “uscite” infelici quasi rimpiango i lontani tempi in cui leggevo sul quotidiano locale titolazioni di articoli di cronaca del tipo”ucciso da un cavallo con un colpo di pistola”e simili meraviglie,che ci facevano intravvedere le potenzialità enormi delle sostanze allucinogene.

  6. Anonimo scrive:

    Vogliamo parlare degli sprechi di quando filmano e pure mandano in onda roba tipo chiedere a gente come Totti che ne pensa della crisi o pareri d’attualità a veline&affini?

  7. Anonimo scrive:

    Falso allarme bomba a Lourdes
    In 30 mila evacuati per più di due ore

    17:50 ESTERISegnalata con una telefonata anonima al commissariato locale la presenza di 4 ordigni. Allontanati i numerosi pellegrini, nel Santuario per la festa dell’Assunzione. Intorno alle 16 l’annuncio del prefetto: terminata la ricerca da parte degli artificieri, riaperto il sito
    FALSO ALLARME o MIRACOLO ?

  8. Anonimo scrive:

    Marea Nera: Obama fa bagno con figlia
    15 Agosto 2010 20:37 ESTERI
    (ANSA) – PANAMA CITY (USA) – Accompagnato dalla moglie Michelle e la figlia Sasha,Barack Obama trascorre il weekend sul Golfo del Messico e ha fatto il bagno.Il presidente Usa ha nuotato proprio in un luogo colpito dalla marea nera ora ‘ripulito’, col dichiarato intento di essere vicino alle comunita’ alle prese con la devastante crisi della zona. Obama ha fatto il bagno con la piccola Sasha anche se fuori dalla portata dei reporter.
    TANTO LUI NON PUò DIVENTARE NERO …

  9. SpaceMax scrive:

    “Buongiorno, sappiamo che le hanno appena ucciso la figlia, stuprata la moglie e incaprettato il nonno, cosa prova in questo momento? Potrà mai perdonare gli assassini?” Spero che chi fa queste domande del menga possa provare personalmente cosa si prova, così magari gli passa la voglia di farle!

  10. Goldrake scrive:

    Eppure quanto vorrei che mi facessero una delle loro domande… Ovviamente in diretta…

  11. Anonimo scrive:

    Già, quante ore sprecate…e siccome a Noi (si, pluralis maiestatis) non ci garba perdere tempo, si è risolto il problema alla radice. Piu’ precisamente da 15 anni; Non si guarda piu’ nessun tipo di televsione.
    I vantaggi vanno dall’avere in primis molto piu’ tempo per cazzeggiare (che spesso viene “speso” per la lettura, anche in Internet), maggiore lucidità mentale (o, se volete, minore intorpidimento neurona(na)le), maggiore prontezza di riflessi (nel caso qulcuno tenti di buttartelo in culo), migliorati (e di molto) i rapporti con gli altri e con le phyae scomparendo quasi del tutto pregiudizi, paure e luoghi comuni.
    Risparmio elettrico (e meno inquinamento) dovuto alle batterie pel telecomando. Maggiore serenità per non dovere subire pubblicita’ occulta e direttori di tg occulti… ecc…
    Sulla pubblicita’ poi, ci sarebbe da aprire un capitolo a sè.. per ora, tanto per farsi una idea di come si puo’ “operare” sul cervello dei cittadini, ecco un ottimo esempio:

    http://www.unikore.it/documenti/doc/dispense06-07/comunicazione-multimediale/sprini/la%20comunicazione%20subliminale.pdf

    http://www.ppslandia.com/public/pps/pps_pages/pps_190_pps-test_test-subliminale.asp?lang=IT

    nowayout

  12. Anonimo scrive:

    PORDENONE
    Donna trovata con cacciavite in testa
    Era sola in casa, l’allarme da un vicino

    22:09 CRONACHESi tratta di una cittadina romena di 38 anni. Si indaga se abbia voluto togliersi la vita oppure se sia stata vittima di un gesto di violenza. È ricoverata in gravi condizioni
    Aveva un cacciavite in testa … non era + normale avere, p.es., un’idea in testa?
    e non se l’era neppure messi a mo’ di bigodini … è stata massacrata?
    trattandosi di romena non si può usare la parola “massacrata”?