« | Home | »

Scontro tra titani.

8 novembre 2010

In questi istanti i telefoni delle principali segreterie governative mondiali sono roventi. C’è in ballo una serie di relazioni che potrebbero mettere a serio rischio non solo i già fragili equilibri fra alcuni Stati, ma anche le vite di gran parte della popolazione dell’intero Occidente.

La scintilla che farebbe da pretesto per uno degli scontri più cruenti dalla II Guerra Mondiale ad oggi è ben più che un’innocua – e decisamente démodé – invasione della Polonia. Ma per un crudele scherzo del destino, la nazione che dette i natali a Copernico, a Chopin e a Papa Woobinda si è resa protagonista di un evento che potrebbe rapidamente dare origine ad un pericolosissimo effetto domino.

Per accontentare le ripicche da zitella isterica di padre Sylwester Zawadzkis, è stata annunciata l’inaugurazione di un colosso alto ben 50 metri raffigurante Gesù Cristo (ma potrebbe essere anche Totila, Carlo Magno, Vlad Ţepeş o il Regio a fiori, tanto son raffigurati sempre tutti uguali), superando così di ben 12 metri il Cristo di Rio de Janeiro.

Da un fatto del genere all’incidente diplomatico il passo è breve. Ma purtroppo i contendenti non sembrano essere soltanto i due popoli suddetti.

Fortissima è stata l’onta avvertita anche dai pugliesi di San Giovanni Rotondoland, che si sentono umiliati dai polacchi in quanto l’ombra del loro colosso si allunga fino a oscurare la statua di Padre Pio, già soprannominata, come si è detto in altre occasioni, “Il Gundam del Tavoliere”. E’ solo grazie alla potentissima fede dei seguaci del Forgione – oltre che a immani risorse finanziarie spillate a legioni di babbei – che i fedeli pugliesi sono passati al contrattacco, armando la statua per prepararla ad uno degli scontri più violenti della storia.

Sembra così imminente un duello all’ultima stimmata fra il Gundam del Tavoliere e il Colosso di Swiebodzin, su un terreno ancora ignoto. Quello che è certo è che i polacchi, carpita la notizia della corsa alle armi pugliese, non si sono fatti attendere e hanno dato fondo alle risorse statali per dotare il loro colosso di un adeguato equipaggiamento. In questi minuti stanno finendo di pulire il gigante (specie il parabrezza).

Sono già trapelate voci delle possibili armi adottate dai due contendenti:

  • raggio divino
  • fuoco crematorio
  • fumi d’incenso tossico
  • ostie rotanti
  • chiodi perforanti
  • coglioni ingombranti
  • spirito critico

Ultim’ora: intanto i brasiliani, offesi a morte per essere stati esclusi dalla fondamentale supremazia per il colosso più grande del mondo, stanno correndo ai ripari. E’ di questi minuti l’annuncio che la Companhia Siderurgica do Atlantico si è messa al lavoro per realizzare un primo esoscheletro modellato sul Cristo di Rio, ma in scala maggiore, cui ne seguirà un secondo ancora più grosso in vista della creazione dell’opera denominata “Il Gordian di Copacabana“.

ATTENZIONE! Sembra, stando a quanto dichiarato da una personalità autorevole e accreditata, che potrebbe essere il Mago Otelma, il papa, Spawn, oppure  il Dr. Strange (comprenderete la nostra difficoltà nel distinguerli, dato che si vestono tutti alla stessa maniera e hanno, per noi, pari valore, credibilità e dignità) che sulla spinta della popolarità della bella iniziativa polacca, anche i fedeli di altri Paesi economicamente arretrati vogliano investire risorse, tempo e denaro per costruire enormi statue raffiguranti i propri dèi.

È anzi previsto un torneo internazionale che vedrà tutte queste mastodontiche divinità sfidarsi all’ultimo sangue per riuscire a vedere chi ce l’ha più grosso.

Il Dio, ovviamente.

***

Spot – Acquista qui i nuovi albi: Don Zauker Inferno e Paradiso e X-Nerd!

Share

Tag: , , , , , , , , , , , ,

33 Commenti

  1. Goldrake scrive:

    Non vorrei che in una di queste statue si celasse un mostro di Vega. Vigilerò.

  2. Anonimo scrive:

    Un momento: non vorrete insinuare che Spawn o il dott. Strange abbiano così poca dignità come uno che copre i ****fili???????

  3. Anonimo scrive:

    Quando montano il capo m’è venuta in mente la piramide di Sauzer di Ken il Guerriero…

  4. TopoSeduto scrive:

    Hey, non potete mettermi sullo stesso piano Spawn ed il Papa, suvvia, brutti miscredenti.
    Spawn si cuce la faccia con un laccio da scarpa ed aiuta i barboni, il papa i lacci nelle scarpine di Prada non li ha, ed i barboni li fa cacciare..

  5. Anonimo scrive:

    Per prepararci al conflitto possiamo iniziare ad allenarci con questo bellissimo simulatore:
    http://www.molleindustria.org/it/faith-fighter
    I miei preferiti (nel videogioco) sono Dio Padre e Ganesh.

    • Anonimo, Dio ti benedica!
      Sono a casa infortunata da ormai tre settimane, con il morale sotto i tacchi, e sei riuscito a farmi fare parecchie risate. :-))
      Devo dire che anche Gesù è forte, eh…il suo colpo “porgi l’altra guancia” è micidiale! Alla faccia del passivo-aggressivo.

  6. Anonimo scrive:

    secondo il mio modesto parere potrebbe trattarsi della statua di Aragorn dopo l’incoronazione…
    Sia Lodato GianCristo!
    Robbu
     

  7. woytila88 scrive:

    Era meglio la statua dell’Arcuri non cè che dire, soltanto la dovrebbro rifà, anch’essa di 50 metri, ma con possibilità di ingresso all’interno, a pagamento, è chiaro.

  8. Anonimo scrive:

    “comprenderete la nostra difficoltà nel distinguerli…” cavoli non riesco a smettere di ridere…
    Sara

  9. Anonimo scrive:

    allora non sono l’unico che ha trovato somiglianze fra il caput christi e Mazinga Z…

    • Anonimo scrive:

      Ma Mazinga Z era solo di 22m, 30 circa il great e il kaiser non penso arrivi a 40 manco per sbaglio…
       
      A parte il daitarn (120) dovrebbe stracciare quasi tutti gli altri, cmq mi unisco agli indignati per spawn e strange, per non parlare poi di come Gundam abbia una mobilità che non mi aspetterei da forgione (se non tra le lenzuola sotto cui confessava).

  10. Anonimo scrive:

    ho saputo che il brasile ha scelto, come portabandiera e madrina della competizione, felipe massa
    ottima mossa

  11. Anonimo scrive:

    http://www.youtube.com/watch?v=lcmXR0Xrfz4 ciucciatevi il calzino.

  12. madonnatroiasputatanellamerda:
    ma proprio il Gundam mi dovevate rovinà?
    vi venisse un varano sul divano!
    sul Gundam non si scherza…
    il Gundam RX 78 è sacro!
    metteteci Jeeg, Goldrake, Mazinga…ma il Gundam lasciatelo stà!
    diomerda

    NoiZeBoX

    • Goldrake scrive:

      Hey, hey, hey !!! Massimo rispetto per Gundam, ma lo pretendo anch’io !!! 😀

  13. Anonimo scrive:

    i fumetti sono molto divertenti e fanno anche riflettere.

  14. Anonimo scrive:

    ammazzatevi tutti con un bel suicidio di massa

  15. Anonimo scrive:

    ma la statuona del GUNDAM (sempre sia lodato) non l’hanno fatta davero a Tokio? o Yokohama? o lì intorno proprio x celebrare credo i 25 anni del suddetto Gundy? allora chi è che copia chi? eh??? ciao da Parmaletale today unlogged

  16. Anonimo scrive:

    in realtà non ci avete capito un cazzo!
    dietro quest’operazione c’è la mano di Marchionne, che oltre alla produzione della 500 e della duna ora vuole delocalizzare anche la fede, perché, come ha spiegato al santopapo, senza l’italia lo stato vaticano avrebbe delle entrate maggiori (o il contrario ma beppe16 ara distratto dalla anteprima p/e di prada).Infatti i due cristi giganti sono in brasile e in polonia, come gli stabilimenti fiat!
    Nemo

  17. Anonimo scrive:

    Vi prego scrivete qualcosa di intelligente su vieni via con me, non ne posso più di gente che inneggia a saviano e benigni.
    Ma quanto siamo manipolabili. Saviano aveva la possibilità di dare molta voce a certe vicende approfittando della sua popolarità e niente, facciamo un programma di opposizione ma che non faccia troppo male, anzi che faccia star buoni quelli che non vogliono più pagare il canone.

    • McLaud scrive:

      Caro anonimo, hai appena spiegato la ricetta Fazio. Solo qualche piccola variazione era presente rispetto ad altri suoi programmi: 1) l’aggiunta di una valanga di retorica patriottica-migliorista; 2) la mancanza di Albanese con il suo Cetto, che certamente sarebbe stato più incisivo ed autentico di tutti gli ospiti e dei conduttori; 3) il plagio delle battute di Spinoza.it da parte di Benigni (ma perché non li assume, dato che sfrutta tutto il loro repertorio?*); 4) melassa-melassa-melassa.

      *= certamente il plagio non potrebbe avvenire con Donzauker.it!

    • jahtiz scrive:

      non ho visto la puntata,
      ma ho sentito diversi commenti critici a riguardo che riprendono le tue considerazioni.
      forse si poteva osare di più.. ma Luttazzi sulla Rai non lo vedo possibile.
      Di Fazio apprezzo molto i suoi ospiti e i temi che affronta. E’ raro trovare trasmissioni che parlino di arte e cultura (letteratura, musica, pittura). Poi il modo di fare del presentatore è criticabilissimo. Ma nel mare di cacca in cui si nuota le trasmissioni di Fazio appaiono come  piacevoli isole di ristoro.
       
       
      @Paguri:
      ieri ho pagato/ordinato gl’albi, però stamattina non mi erano ancora arrivati. dite che nel pomeriggio li riceverò??!?!?!?!?!?!
      …….
       
      tiz.

  18. McLaud scrive:

    @Paguri: consiederato lo stimolante post in tema di scontri fra titani, vi suggerirei la visione di quest’interessantissima puntata di Porta a Porta : una cacata che dura per un’ora e quaranta minuti, a proposito degli sprechi nel servizio pubblico che denunciaste a suo tempo. In questo show di mer…, ehm, di pregevole fattura si narra di Natuzza Evolo e di come, tra l’altro (dal minuto 53 in poi…), ebbe ad incontrare Padre Pio(lo) di persona, in bilocazione, dopo la morte ed anche sotto gli zoccoli delle capre. Mi ha colpito specialmente come il Truffatore del Gargano abbia immediamente riconosciuto la Ciarlatana del Poro (similes cum similibus…) e l’abbia allontanata da sè temendo il reciproco smascheramento.
    Fantastico anche quando un medico che l’aveva avuta in cura confessa di non aver mai assistito alla formazione delle stimmate, poiché lei si presentava sempre soltanto dopo la pasqua.
    …ed il mio pensiero vola a Catone – riportato da Cicerone nel De divinatione –, il quale sosteneva di meravigliarsi che un aruspice non ridesse quando ne vedeva un altro.
    P.S.: sconfortante la profanazione di quel gran pezzo di topa fumante che fu Luisa Corna, presente nella puntata.
    P.P.S.: è anche presente in studio Antonio Catricalà, presidente dell’autorità garante per la concorrenza ed il mercato (leggi: antitrust), che racconta commosso il suo incontro con la catafalca turlupinatrice. A parte le vagonate di merda che immagino Report rovescerà su di lui e sui suoi colleghi “authority” nella puntata di domenica prossima (per gli ampi demeriti sul campo), come si può pensare di affidare la tutela contro la pubblicità ingannevole e le pratiche commerciali scorrette ad uno che crede in Natuzza Evolo?!

  19. Anonimo scrive:

    Volevo ringraziare Anonimo n.5 per Faith Fighters…. Ganesh mi ha dato grosse soddisfazioni.
    Marzio