« | Home | »

Il tempo delle mele cotte.

17 gennaio 2011

Mentre tutto il Paese si chiede chi possa mai essere la fidanzatina del nostro bel Premier, noi veniamo intervistati da Marco Rizzo per il suo blog sulle pagine virtuali dell’Unità.

Qui la prima parte.

Qui la seconda.



Share

Tag: , , , , , , , ,

11 Commenti

  1. Goldrake scrive:

    Truccatore di salme ! 😀

    • vraie scrive:

      bellissimo!
      oltretutto è l’unico modo per essere sicuri (guasi sicuri)
      di avere la fortuna di non poterlo vedere di persona

  2. juri.natucci scrive:

    C’è un problema: la foto ivi esposta è quanto di più reale e deprimente esista. Il vecchio balordo che vole vangare (o gallare che dir si voglia) una giovine donzella. La cosa invece comica è il commento di ghedini, che accusa i giudici di “grave intromissione nella vita privata del premier”. Lo disse anche quel pover’uomo di Riina o qualsiasi altro mafioso o camorrista durante l’arresto… Non per essere piccoso, ma ci immaginiamo un altro vegliardo (anche economicamente ben fornito) che rompe i coglioni a ragazzine adolescenti? Sai che divertimento portarlo in un barrino di periferia accusandolo di pedofilia? Veramente ci sarebbe da ridere….

    • nowayout scrive:

      [Sai che divertimento portarlo in un barrino di periferia accusandolo di pedofilia?]

      ..già.. giustissima osservazione.
      E ci tocca anche di sentire (da persone di varie estrazioni sociali) che, in fondo: “ha fatto bene!” , “si è solo divertito”! , e via merda dicendo..

      Questo (lo ripeto) è un esempio lampante di come la televisione non solo si guardi con gli occhi e si ascolti con le orecchie, ma anche di come la si subisca NEL CULO (scus. il term.)
      Quand’anche fosse una piccola parte di popolazione, che definisce sciocchezze certe porcate da pedofilo, e poi sarebbe pronta ad uccidere un qualsiasi sconosciuto per lo stesso reato, significa che qualcosa NON funziona..
      In un paese che, oltretutto, si definisce cattolico ad oltranza e “praticante” a piede libero..
      Dopo 15 anni di astinenza TOTALE dal tubo catodico (senza vantarmi per questo) inizio a vederci chiaro.
      La televisione (come qualsiasi altra droga) fa presa sulle menti deboli, e, come per l’eroina o l’alcool o il tabacco e via dicendo, ti fa vedere quello che vuole lei (basta che porti un po di sollievo alle nostre anime perse).
      Non è un caso che (ahimè) nei paesi piu poveri del mondo la televisione sia consumata in maniera avida e compulsiva.
      Anche io, Juri, ho provato ad immaginare per un attimo lo scenario che tu ipotizzavi nel tuo post, e ti assicuro che mi è venuta la pelle d’oca al solo pensiero di quello che gli avrebbero fatto, i nostri cari connazionali del cazzo, ad un qualsiasi sconosciuto, magari accusato di pedofilia e gettato nelle braccia del popolo bue (lo stesso popolo che, come ho sentito personalmente piu volte ripetere, digerisce tutto cor un sostanziale: ha fatto bene!

      Come anche successo per gli operai della FIAT (non tutti, naturalmente) che, dopo decenni di assoluto egoismo e menefreghismo nei confronti di qualsiasi tipo di forma di lotta, si sono resi conto che il buco era ormai troppo grosso.. praticamente spanato.
      Persi i soldi, persi i Diritti Fondamentali e persa la dignità.. si sono messi a lottare..

      Questo è lo scenario tipico di un paese con una popolazione COMPLETAMENTE PLAGIATA dalla televisione (e dalla paura che ne deriva).
      Paura che è stata somministrata a piccole dosi nel tempo (piccole si, ma perfettamente studiate a tavolino)

      Poi ognuno è libero di credere che il problema sia (solo) il Governo..

      • Goldrake scrive:

        I punti “chiave” di questa vicenda a mio avviso sono due : il primo è che il nostro amico arancione fece della stabilità familiare e del modello classico della famiglia ispirato ai dogmi cristiani uno dei suoi cavalli di battaglia politici, con la benedizione dei sottanoni… Com’è andata a finire lo sappiamo. Il secondo è che nemmeno questo tsunami di ipocrisia è bastato all’italiota per capire con chi ha a che fare, tanto che frasi come “che colpa ne ha se gli piace la figa”, “tu al posto suo non lo faresti ?” ed il classico “meglio così che frocio” (peraltro usata ANCHE DA LUI), la fanno da padrone nei baretti (Albanese docet).
        Nel paese degli stronzi, il più stronzo è re.

  3. Bird scrive:

    Intervista molto carina e molto più sciolta di altre: chi vi conosce può sentire le vostre voci sardoniche (?!) leggendola :D!

  4. silos labini scrive:

    Nuovo fidanzata di Berlusconi soprannominata dai giornali compiacenti : la DAMA BIANCA . In quanto a BUKAKKE a Villa San Martino non si scherza proprio. 

    • Gert scrive:

      Ma perché tutti i giornalai danna per scontato che il nuovo amore di Re Silvio sia una donna?
      Lui ha detto testualmente che dalla separazione con Veronica c’è “una persona che gli è sempre stata vicino, e veniva anche alle feste”.
      Intendeva parlare di LELE MORA!!!

  5. Alessandro scrive:

    Ma porca di quella madonna perche la lega(MERDA) non chiede di friggergli i coglioni con la soda caustica e fargli sgranocchiare il cazzo da un doberman incazzato(di un naziskin froccio(il doberman)) dio che figata se fosse Rumeno Silviolae Berluşescu

  6. cristina scrive:

    Ma voi non capite nonno Silvio!!! Lui si sta attenendo diligentemente a usi e costumi del Vaticano, infatti, come ogni migliore prete-guida spirituale è diventato pedofilo. Certo, non è stato facile adattarsi a quelle carni fresche e poi, ad un certa età, gli sforzi fisici possono essere letali ma lui, cio nonostante, si sacrifica e umilmente segue la via verso la vera purezza di spirito.
    E poi così fa soffrire la sua prodiga fidanzata Bondi, che tutte le sere piange e si dispera tra le lenzuola del lettone di putin.