« | Home | »

Visit auar càuntri.

18 gennaio 2011

Amici mia,

come ricorderete, tempo fa abbiamo parlato delle mirabolanti iniziative per promuovere il nome del nostro sventurato Paese (anzi del vostro, ora come ora) nel mondo. Ormai non sono più un mistero per nessuno gli oculati investimenti per il portale www.italia.it, gli altrettanto ben spesi quattrini per ideare il nuovo stuzzicante logo, e della indefessa (‘e sorete) campagna promozionale che il ministro del turismo ha intrapreso senza sosta.

Certo, i soliti disfattisti diranno che il portale è un ammasso informe di pensierini di mocciosi scopiazzati da Wikipedia, tradotti in maniera pietosa in lingue straniere. E non gli si potrà dare torto.

I soliti disfattisti aggiungeranno anche che il logo “Magic Italy” ricorda sia nella filosofia che nel nome quello di “Magic America”, a cui i polsi di molti di voi saranno eternamente debitori. E anche qui, non è che ci sia molto da controbattere.

Infine i soliti disfattisti concluderanno dicendo che il sedicente ministro del turismo ha ampiamente dimostrato finora di essere solo una mediocre soubrette, buona solo a sistemare il parentado a spese nost… cioè, volevo dire vostre. Ovviamente su questo punto si potrebbe ribattere che… dunque… ma sì, si può dire che… macché, non mi viene nulla.

Insomma, come al solito tutti buoni a criticare, senza poi muovere un dito se non per scaccolarsi davanti al TG1.
Invece vivaddio* al mondo ci sono ancora italiani capaci di reagire, di combattere con i fatti il “governo del fare”** sul suo stesso terreno, rispondendo delle proprie azioni solo alla propria coscienza di uomini liberi.

Infatti, stasera tornando a casa il mio cuore d’emigrante ha di colpo preso a battere un po’ più forte, passando davanti all’Ufficio Nazionale del Turismo Italiano qui a Bruxelles. “Sì”, ho pensato con le lacrime agli occhi, “questo è il Paese in cui mi riconosco, questa è la mia gente, questi sono i nostri valori!”. E la commozione saliva pensando che questo gesto eroico dei nostri connazionali avviene nella capitale d’Europa, sotto gli occhi di tutto il continente. Ah, che momento!
L’emozione è stata così grande che ho deciso di condividerla con voi.  
Ecco, provate a guardare con attenzione la foto in alto.

Notate forse il nuovo logo da piazzisti?

Notate forse il link a un portale inutile?

Notate forse la foto di un ministro ammiccante?

Notate forse qualche segno dell’ultima sbandierata campagna promozionale?

No, perdio!

Avanti così, fratelli, ignoriamoli.

L’Italia s’è desta.

Vs.,
Santrine

*ma abbasso San Ezechiele Lupo
**schifalcazzo

Share

Tag: , , , , , ,

21 Commenti

  1. Alessandro scrive:

    Necessito diventare fan di San Ezechiele Lupo. Pregasi creare pagina facebook.

  2. Oflixs scrive:

    Por dios. No Way!!! Non ci sono c…i. Ufficio non si dice Office ma bureau in quella splendida lingua che e’ il francese. Mha!
     
     

  3. Bird scrive:

    Grandissimo santrine (Y)!
     
    E tanto per fare off topic: i paguri hanno per caso intenzione di tornare sul vernacoliere sempre più moscio entro il 2011? Novità dallo spettacolo in riscrittura?

    • Paguri scrive:

      1) No.
      2) Qualcosina.

    • Paguri scrive:

      1) No.

      2) Sì. Non abbiamo ancora iniziato, ma sappiamo dove andare a parare. Cambiamo tutto. Più o meno.

    • Paguri scrive:

      Ecco, abbiamo risposto in contemporanea!

      • Paguri scrive:

        Ora ci prenderanno per finocchi!

        • Marco scrive:

          si’, ma a prenderlo non siamo noi

        • Bird scrive:

          L’apparenza non inganna, ma grazie per le risposte!
           
          Ho capito che per me il vernacoliere dove trovo un sardelli ogni 3 numeri se ne resta in edicola, ma vogliamo ora saperlo tutti, perché nelle FAQ non è ancora spiegato: come mai avete LITIGATO con il cardinali :D?

          • Fabrizio scrive:

            ecco, fate poco i frociacci e spiegàtecelo, che così distogliamo i preziosi euri 2,50 dal vernacoliere per investymenti migliori. sono pienamente d’accordo con bird. l’ultimo numero grida vendetta al cospetto di giove (o bonolis, non ricordo)

  4. Nemo scrive:

    Non c’è mica bisogno di mettere alcunché nell’insegna anche perchè si capisce subito che è un ufficio pubblico italiano. Infatti , da come si evince chiaramente anche dalla foto da voi pubblicata, si vede chiaramente che la sedia dietro la scrivania è vuota!!!!!!!

    • McLaud scrive:

      …a giudicare dall’aspetto grafico del logo, sembrerebbe più una squanfida (= squallida + infida) pizzeria con consegna a domicilio.

      Per un bell’approfondimento sulla vicenda ACI, ecco la puntata di Report.

  5. Paolo scrive:

    Mi permetto di segnalarvi: http://www.youtube.com/watch?v=-rbxov7CVi8

  6. Ste scrive:

    Mi permetto di difendere Magic America, che è anni luce avanti a Magic Italy in quanto a qualità. E decenza.

    Ste

  7. nowayout scrive:

    Porca Puttana ! 😮

    Leggevo poc’anzi che quei siNpatici giocherelloni del Consolato italiANO a Barcellona hanno (da qualche mese) attivato un servizio di informazioni telefonico a pagamento, sotto il minaccioso nome di:
    – CREAZIONE DI DUE “CALL CENTER” CONSOLARI (scus. il term.)

    Ecco i generosissimi costi di un servizio che (porca madonna) dovrebbe essere non solo gratuito, ma vedi anche di muverti, visto che non fai un cazzo dalla mattina alla sera che tutti i giorni ci sono file interminabili per dei documenti che TU (stato) (si in minuscolo) mi costringi a fare come mi conferma un amico che vive in Spagna da 10 anni e che non ha ancora preso la residenza perchè non ha un cazzo di voglia di stare in mezzo a una strada a fare ore di coda..

    Eccoli.. scusate..
    – Tel. Pagamento: 0034-807405505 (costo massimo per minuto €1,18 se si chiama da un telefono fisso spagnolo e €1,54 se si chiama da un cellulare spagnolo, tasse incluse)

    Per chi fosse in procinto di partire per una vacanza, o meglio ancora levarsi di ‘ulo una buoba volta per tutte, segnalo questo sito dove, nel caso, chiedere informazioni bypassando (dove possibile) i cANALI convenzionali tipo Consolati Fantasma, Col Senter con scasso, Istituzioni Sadomaso ecc..

    http://www.sconsolati.org
    http://www.espatriati.it

  8. dink scrive:

    Se la mia vista offuscata da decenni di rasponi (grazie appunto a Magic America) non mi inganna, mi par di notare appiccicato sulla vetrina in alto a sinistra un cartello bilingue la cui parte francofona recita “A LOUER”, ovvero “AFFITTASI” (o “AFFITTANSI”, se al nero): o non sarà mica che visto lo sputtanamento turistico ‘un ci va più nessuno e tocca sbaraccare l’ufficio, che ‘un ci sono più vaini manco per la pigione?

  9. Ciro scrive:

    “indefess (‘e sorete)” mi piace tantissimo. Una citazione in Napoletano in un notiziario Toscano è per me quanto mai gradita. Riempirei la mia bacheca (e non solo quella di feisbucc) con i vostri post.
    Giusto per essere più scassacaxxi, in Napoletano si scriverebbe “‘e soreta”.

  10. satana scrive:

    Lo zimbawe ha un grosso ufficio turistico in pieno centro a londra. Fate un pò due conti. (per vederlo si trova di fronte all’entrata della stazione di charing cross)

    • McLaud scrive:

      …e ancora il nostro amato governo non ha fatto niente per contrastare le pericolose iniziative di questi paesi di NEGRI dai nomi impronunciabili!

      P.S.: si scriverebbe “Zimbabwe”, ma per noi resta sempre la cara vecchia Rhodesia!