« | Home | »

Razionalismo

1 febbraio 2011

Trafugata la salma di Mike Bongiorno.

Un tempo avremmo parlato di resurrezione.

Share

Tag: , , , , , ,

34 Commenti

  1. Goldrake scrive:

    I numeri sulla pietra… 😀

  2. cris scrive:

    Geniale, la ruota della fortuna che chiude il sepolcro… 😉

  3. Hugo88 scrive:

    “cadaveri eccellenti” è una tag fantastica! :D:D

  4. Christian d'IOR scrive:

    Fortissimo!

    Chissà che non possa succedere anche per il nanerottolo di hardcore. In quel caso già mi immagino che qualcuno invocherà davvero il miracolo dell’ascensione.

  5. Bird scrive:

    Vi date allo stile da luttazzi con battute forte e ad effetto :D?

    • Paguri scrive:

      Solo quando non abbiamo tempo perché stiamo facendo altre cose.

      • Linda Grazioli scrive:

        Avete altro da fare?
        Si, certo…  le seghe!
        Fate altri albi del buon DonZauker!

        • Bird scrive:

          /me couldn’t agree more (Y)!
           
          Anzi no, via: ve l’abbuono se stavate preparando lo spettacolo, mentre lavorare/stare con la famiglia/dormire/mangiare/pisciare sono solo sissy excuses :no:…

  6. dpcris85 scrive:

    date tempo al tempo, fra un 20-30 anni avremo gli apostoli di mike e delle prime bozze di vangelo…

  7. SpaceMax scrive:

    Ma questo vuol dire che siamo migliorati?

  8. no scrive:

    Pare che la Minetti lo avesse briffato

  9. takedeath scrive:

    Blasfema. Mi piace

  10. McLaud scrive:

    Il buon Mike torna finalmente al grande successo televisivo assieme ad un affiatato gruppo di professionisti con una nuova fantastica trasmissione: RISCATTATUTTO!

    La famiglia risponde su un canale concorrente con un classico inossidabile: LASCIA O RADDOPPIA.

    • McLaud scrive:

      …pensavo d’aver copiato io! Ma in effetti i miei giochi di parola sono così laidi da essere originali per forza… 😉

      • Goldrake scrive:

        Ma alla fine, Mike Bongiorno, sarà esistito veramente ? Perchè sembra di si, ma a me affascina anche l’ipotesi di no. Hai qualche link da consigliarmi sull’argomento ?!?

        • McLaud scrive:

          Innanzitutto: LOOOOOOOL!!!
          In secondo luogo, anch’io comincio a nutrire seri sospetti sulla sua effettiva esistenza. Dopo qualche minuto di panegirici a reti unificate propinati dopo la sua dipartita, mi sono convinto che il bolso fulvo scassaminchia che faceva fuggire mio nonno in un’altra camera quando mia nonna si sintonizzava per seguire le trasmissioni ed il fulgido fulvo benevolo che appariva nei documentari postumi in realtà non erano la stessa persona.
          Presto, comunque, un film a metà tra fantascienza e noir sull’atroce sottrazione della salma: SCAVATAR!

  11. vraie scrive:

    il primo comunista?: Gesù?
    l’ultimo? Berluskù?!
    ::::

    «Ho respirato aria pulita, ho incontrato persone magnifiche, ho ascoltato paro­le bellissime: è talmente un sollievo di questi tempi, che voglio condividerlo con voi». Con questo incipit da suor An­gelica, Concita De Gregorio, direttore dell’Unità , ha rallegrato i suoi lettori ragguagliandoli sulle sue ultime 48 ore. Bisogna prima sapere che la direttrice attraversa un allarmante stato di pro­strazione per i peccaminosi festini di Ar­core che si aggiunge, come una malat­tia su un’altra, al disgusto che già prova­va per Berlusconi. Per completare il quadro dei malesseri di Concita, va det­to che soffre oltre ogni dire anche per l’esistenza della destra da lei definita «bestiario nazionale».
    Decidendo, dunque, di sfuggire alla morsa, la Signora è approdata nel villag­gio di Percoto, in quel di Udine, noto per la grappa Nonino. Voi pense­rete che da nocchiera di un giornale ex Pci con solida tradizione proletaria, Con­cita sia andata a ispeziona­re la distilleria, a verificare i luoghi di lavoro, le condi­zioni delle maestranze. Ossia, che abbia fatto una co­sa di sinistra per riferirne ai lettori. Invece che ti fa? Si infila direttamente nella villa della proprietaria del­la squisita acquavite, Gian­nola Nonino, per passarci parte del weekend. Lì, si ri­prende dagli amari languo­ri, circondata da intellet­tuali, nobiltà locali e spiriti eletti: «Le persone magnifi­che e le parole bellissime» della sua prosa. Noi erava­mo rimasti ai compagni che stavano con i compa­gni, studiavano strategie per abbattere le ville dei ric­chi e proclamare il princi­pio di eguaglianza al grido «grappa per tutti». Siamo dei matusa. Concita, inve­ce, rappresenta la nuova si­nistra che coincide con la borghesia, possibilmente alta, con la nobiltà, purché progressista, con i ricchi politicamente corretti e rocciosamente antiberlu­sconiani. La direttrice, in­fatti, ha gustato la serata co­me un babà.
    Il simposio ha luogo in «una casa grande, ma sem­plicissima» (sottinteso: niente da spartire col villo­ne pacchiano di Arcore, ndr ). Ci sono «il premio Naipaul che discorre con Claudio Magris, Frances Moore Lappè, ecoscienzia­ta americana, dagli occhi magnifici» che deplora la mancanza di democrazia nel mondo. A questi si ag­giungono i comprimari: Ja­vier Marías, Edgar Morin, Norman Manea. Ma Conci­ta, da cronista occhiolun­go, osserva anche le ombre che si muovono nei saloni della «casa semplicissi­ma». Ecco la nipotina Noni­no, «che parla di scuola», il gruppo di ragazzi appesi al­le labbra di Renzo Piano che illustra le «case che re­spirano» (abitazioni di do­mani «rispettose dell’am­biente», spiega) e le don­ne, «tutte le donne presen­ti che chiedono che altro deve ancora succedere per­ché torniamo a essere il Pa­ese che eravamo e che po­tremmo ancora essere». Percepibilissima sotto la bella penna concitesca la commozione di trovarsi fi­nalmente tra gente che de­testa le volgarità berlusco­niane, apprezza gli studi, l’ambiente incontamina­to, il cibo chilometro zero, la grappa Nonino – di cui la direttrice con signorile di­screzione non parla, ma fa intendere – e cerca mutuo conforto nei pettegolezzi anti-Cav come gli ebrei op­pressi si consolavano con l’aria del Nabucco. Il resto dell’articolo ci porta anche a Milano sempre per respi­rare aria pulita – purtroppo alla vigilia del fermo auto per un picco di smog – e a una manifestazione di don­ne che protestano per il mercimonio di corpi fem­minili in quel di Arcore. Protesta molto comme il faut, con la Scala sullo sfon­do.
    Mentre Beatrice Borro­meo, la marchesa Sandra Verusio e altri nobili lettori dell’Unità avranno seguito con diletto la gita di Conci­ta, mi chiedo la reazione del metalmeccanico di Ter­ni, del marmista delle Apuane, del pescatore del lago di Massaciuccoli e al­tri presumibili lettori delle Regioni rosse. Per chi ab­bia scritto la direttrice non è chiaro. Il suo racconto, in­fatti, fa a pugni con le neces­sità di chi non arriva a fine mese. Ma anche qui, proba­bilmente, ho il paraocchi. L’Unità ormai è per gente di città i cui bisogni sono il bistrot vegetariano, la pre­mière di Qualunquemente, deplorare il Cav spilluzzi­cando lardo di Colonnata. Il reportage degregoriesco ci porta dritto a tre anni fa. Oggi fece un servizio foto­grafico su Bersani a cena da una famiglia qualun­que. Della serie: il potente – lui era ministro di Prodi, alla vigilia delle elezioni ­che va umilmente ad ascol­tare il parere di chi vive modestamente del suo lavoro. Ma già le foto erano dub­bie: champagne in primo piano e ospiti assai chic. Si scoprì poi che la famiglia presa a caso era quella dei marchesi Sacchetti, citata da Dante, cardinali tra gli avi, vie e piazze di Roma a suo nome, palazzo in via Giulia. Con i marchesi, Ber­sani parlò dei problemi economici che affliggono le famiglie. Impostò poi la campagna elettorale sul colloquio e vinse Berlusco­ni.
    Ora Concita lo imita a mo­do suo, perché a sinistra non sanno più chi sono e, nella loro sicumera, man­cano di una grande virtù: il senso del ridicolo.
    fonte: IlGiornale

  12. Bove non loggato scrive:

    basta che tu compri una vocale e io sarò salvato…

  13. Mortacci scrive:

    Ma un commento razionalista sulla santificazione di Papa Woobinda il 1 Maggio, in concomitanza con la laicissima festa dei lavoratori tradizionalmente santificata da fave, pecorino, vino rosso e rutti a volontà?

    • jahtiz scrive:

      è un modo per ottimizzare le risorse e le energie,
      la manifestazione di beatificazione verrà ospitata dal palco del concerto del 1° maggio.
      Claudio Amendola officerà la celebrazione con canti eseguiti da 99posse e sudsoundsystem mentre il Razzzynger si alternerà a Camusso e Angeletti nel raccogliere i favori del pubblico.
       
      mi spiace solo per  papaboys che saranno messi da parte con le loro chitarre e i loro canzonieri
       
       
      tiz

  14. Leo scrive:

    315 a 315, la Camera respinge il federalismo. Lega, Lega, facci una sega!|

    • McLaud scrive:

      …magari, se sono come i colleghi del PdL (Proni Di fronte al Leader), se la fanno fare.

    • noe scrive:

      No, coso.
      PuLtroppo la camera approverà il federalismo, forse in autunno…
      Quel pareggio che intendi te era forse il 15 – 15 della Commissione Bicamerale per l’attuazione del federalismo fiscale
      Ieri avevano addirittura la maggioranza assoluta alla Camera..

  15. Gianni scrive:

    Cazzo … io ho letto la notizia solo ora e la volevo segnalare, ma mi hai fregato di brutto.

  16. juri.natucci scrive:

    Com?! L’esorcismo è una cosa seria! Il sito è quello di Don Zauker, mica le baggianate di razzo 16… La formula è quella già nota a tutti i lettori: PROCOL HARUM – ZOVIRAX – PLATINUM COLLECTION- SANDEIBLADISANDEI; E CON QUESTA SI POLE ANDA’ LIBERI, CHE’!

  17. Goldrake scrive:

    @ Gianni
    L’articolo si commenta da solo, ma se proprio vuoi farti del male, dai un’occhiata ai pareri sottostanti…