« | Home | »

Simboli.

21 marzo 2011

Cari amici, i temi degli ultimi post hanno continuato a popolare le nostre riflessioni anche nei momenti quotidiani di maggiore concentrazione.

In questi tempi in cui non ci sono motivi per essere fieri di essere italiani, che cosa ci distingue ancora da tutti gli altri popoli come faro di civiltà e di progresso?

Che cos’è che all’emigrante italico richiama alla mente il suolo natìo e ai naviganti intenerisce il core?

Che cosa ci unisce davvero tutti, al di là delle convinzioni politiche, del credo religioso, della località di provenienza e del dialetto parlato?

Che cos’è che viene usato dal 97% degli Italiani, dal 47% dei francesi e portoghesi, dal 13% degli inglesi e americani e dal 10% dei tedeschi?

Qual è l’ultimo simbolo di questa nostra Italia?

Infine, l’abbiamo capito.
E lo sapete anche voi.

IL BIDET.

Il bidet come simbolo di tolleranza ma soprattutto di pulizia e igiene.

Raccogliamo adesioni per far sì che il bidet sia affisso in tutte le scuole e gli altri edifici pubblici.

(Lopo)

 

Share

Tag: , , , , , ,

20 Commenti

  1. Lopo scrive:

    Grazie a questo articolo per i dati sull’uso dell’igienico cavallino.

  2. Arn scrive:

    hauahuahuahauh fantastico!!
    ora potreste fare un post a proposito di questo tizio (Roberto De Mattei, vicepresidente del CNR, SCIENZIATO, mica prete) il quale ha affermato che la catastrofe giapponese è stata tutto UN CASTIGO E FLAGELLO DI DIO, PERCHE’ NOI SIAMO PERSONE CATTIVE.

    vi linko il video con le sue parole…
    h??p://www.youtube.com/watch?v=iIm9E76-jtA

    • Jane K scrive:

      Questi sono gli “scienziati” di vatikaglia!

    • Idra di Lerna scrive:

      Fermi tutti, non c’è motivo di scandalo.
      Insomma: stiamo parlando dell’illustre dott. prof. ing. quadribud. di su’ m. vest. da pir. che si è già fatto notare, nel gremito, prestigioso e seguitissimo campionato nazionale delle sortite imbarazzanti, per questa simpatica iniziativa.
      No, dico.

  3. Bove non loggato scrive:

    concordo, stiamo con le pezze al culo ma non si può dire  che sia sudicio…
    propongo un modello ai-tec con webcam, sai che panorami…

  4. vinicio scrive:

    Il bidet è oggettivamente un simbolo di civiltà, ma voi mettere la TOPA??
    La topa come simbolo universale di distensione e pace, come già proponeva il buon Courbet:
    http://it.wikipedia.org/wiki/L%27origine_du_monde
    Segnalo anche un’ottima mascalzonata di Stefano Disegni (i Paguri l’avranno già ampiamente vista, ma vale la pena propalare!):
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/20/acca-nisciuno-e-fesso/98966/

  5. Al Gabbér scrive:

    ..quando (mi) prendevo in giro con il mio coinquilino francese e glorificavo il bidé, lui, saggiamente, replcava che dovremmo metterlo al centro della bandiera italiana. Devo dire, però, che la vostra proposta “identitaria” è ancora più intelligente.
    Ora lo propongo su firmiamo.it , e se passa la propongo come legge d’iniziativa popolare.
    Se passa, vi offro uno spriz.

  6. S. C. scrive:

    Proponilo per davvero!

  7. Armin scrive:

    @ Al Gabbér

    Le lo spriz lo prepari in un bidé dopo che ci si è sciacquata la topa una certa pulzella ci sto ;D

  8. Silvia Danesi scrive:

    Il Bidet è anche più grazioso, più elegante della croce. È un arredo indispensabile, con la Gelmini, ci si porta la carta igienica da casa ma almeno il bidet lo si può fare in classe: una comodità, diciamolo.

  9. SpaceMax scrive:

    Ah, quale immensa verità… cazzo! E diciamolo che il mondo è pieno di zozzoni che non sanno cosa sia il bidè, altro che Italians do it better, il fatto è che noi almeno ci laviamo (mica tutti)!!!

  10. jahtiz scrive:

    lodevole iniziativa che mi sento di appoggiare in pieno e promuovere

    bravo Lopo.

  11. juri.natucci scrive:

    Convengo appieno sul modo e sul concetto. Tuttavia guardando la foto noto un banco sotto il crocefisso in oggetto… Non è che il peso del significato, faccia precipitare il prezioso simbolo nell’occipite degli stolidi infanti? Magari è tutta curtura…

  12. gianluca testa scrive:

    scusate, so che non c’entra nulla col post ma non posso evitare la segnalazione.

    avete visto? è uscita la rivista (in edicola) dal titolo “Medjugorje. La presenza di Maria”.

    si parla di pagine “che, ancora una volta, esprimono bene tutta la ricchezza e i frutti maturati sotto il mantello protettivo della Regina della Pace, nella magnifica tradizione della Chiesa continuamente in cammino con Cristo in mezzo a noi”.

    io, sul mio blog (dove segnalo anche lo spelndido forum “luce del mondo”), suggerisco di proporre una vignetta satirca di DZ.

    non ci credete? guardate che bella copertina

  13. Tino Bombarda scrive:

    un malthusiano a commento
    Crocifisso è quella cosa
    ch’è appeso nelle scuole,
    per mostrar a chi non vuole,
    chi comanda in Italì

  14. Silvia Danesi scrive:

    Questa immagine mi fa paura: http://www.stunf.it/wp-content/uploads/2011/03/nessuno-ti-ama-come-me.jpg Sembra la locandina di un film tipo ‘Black Swan’. Il Bidet è più utile della Gelmini, fra l’altro.