« | Home | »

La semina e il raccolto

14 dicembre 2011

Come saprete, oggi il leader di estrema destra Maurizio Boccacci, più altri 4 amichetti del circolo di uncinetto denominato “Militia” sono stati arrestati con le accuse di “associazione per delinquere finalizzata alla diffusione di idee fondate sull’odio razziale, apologia del fascismo, incitamento alla violenza e alla discriminazione per motivi razziali, etnici e religiosi“.

Il simposio di filantropi, ammiratori di Hitler e autori di insulti e minacce alla comunità ebraica, sono stati raggiunti dal provvedimento dopo un’indagine iniziata nel 2010 e condotta dalle forze dell’ordine nella rete fognaria di Roma, nei pozzi neri, nelle latrine delle caserme e negli scarichi degli allevamenti suini.

Cosa c’insegna tutto ciò?

1 – Che i reati suddetti, evidenziati in grassetto, valgono solo per la comunità ebraica, mentre per quella islamica non hanno applicazione.

2 – Che i reati suddetti, evidenziati in grassetto, valgono solo per i militanti di Militia, mentre ex Ministri dell’Interno, ex Ministri delle Riforme, ex Ministri della Semplificazione, europarlamentari grassi possono sproloquiare quanto cazzo vogliono, tanto al limite sparano a tre o quattro negri e si proclama il lutto condiviso.

3 – Che la diffusione di idee violente e disumane porta a gesti violenti e disumani.

4 – Che tutto l’odio, l’indifferenza, l’ignoranza e l’aggressività seminate in questi anni daranno i loro frutti negli anni a venire.

5 – Che, in fondo, c’è ancora pieno zeppo di stronzoli.

Share

Tag: , , , , , , , ,

33 Commenti

  1. Lo Scemo in Fuga scrive:

    Via, paguri, leggete bene:
    “ritenuti responsabili di […] azioni contro la comunità ebraica romana e del suo presidente Riccardo Pacifici, del sindaco di Roma Gianni Alemanno, del presidente del Senato Renato Schifani e del presidente della Camera Gianfranco Fini, nonché contro George Bush e cittadini rumeni.”
     
    si tratta di un regolamento interno di conti tra fasci…ebrei e romeni chiudono ed aprono la parentesi. Si sa…tra camerati… ci si inserisce vicendevolmente il pene nell’ano con amore, ma nascono anche gelosie e dissapori. I capimilizia ora erano un tantinello irritati, ma al momento giusto sapranno anche perdonare con carità cristiana.
     
    Se iniziate a buttarvi su ste cose un vi basta più il blogghe…io mi concentrerei su Beppe e Bucche. Anche perchè… ovvia sù..han sbagliato, ma son ragazzi per bene in fondo. Eppoi i nostri 5 minutini di silenzio si son fatti, ‘icche si vole di più? Ora si pole tornare al lavoro (cit. Renzi).
     

  2. Ghera scrive:

    Un po’ fuori argomento (ma poi neanche tanto…)
    Conoscete mica questo sito di anime candide e benefattori.
    Ve lo consiglio caldamente…

    http://www.pontifex.roma.it
     

  3. Ghera scrive:

    Giusto una chicca dal sito sopracitato:

    “…Se dire NO A PRESERVATIVO E IMMORALITÀ EROTICA vuol dire essere inquisitori e medievali, ben venga il complimento. L’uomo non è un maiale, ma immagine di Dio. ”

    Appunto…  🙂 

  4. Giovanni Fontana scrive:

    Che dispiacere. Un tempo sanamente anticlericali, ora a difesa della “religione islamica” che, in una cinquantina di Paesi, fa come – e peggio – del Cristianesimo.

    • Paguri scrive:

      Poveraccio.

      Se leggi le cose a cazzo di dobermann, non è colpa di nessuno, caro pipi.

    • jahtiz scrive:

      eh si cari paguri!!

      è risaputo che voi siate dei volgari comunisti che amano prendersela sempre e solo con il papa e i cattolici.. (e, in quanto un po’ fascisti, a volte ve la prendete anche contro gli ebrei)

      mentre non avete mai il coraggio di dire qualcosa contro l’islam!
      ciavrète mica paura che allah vi fulmini lanciandovi in testa dal cielo una scarica di vergini?!?!?

      (però ce n’è di gente simpatica in giro!)

       

  5. sandro scrive:

    tratto da repubblica.it

    Bersani: uccisi come due cani. Anche il segretario del Pd Luigi Bersani è intervenuto sulla strage di Firenze: “Due senegalesi uccisi come due cani. Non possiamo accettare una deriva di questo genere. Dobbiamo tornare civili. Non è possibile che avvengano queste cose nel luogo al centro della cristianità. Questa cosa non è possibile: è una vergogna!”. Dopo aver ricordato che la tragedia è avvenuta dopo l’incendio del campo rom a Torino, Bersani ha auspicato un recupero morale e civile e ha fatto riferimento ai recenti insegnamenti di papa Ratzinger e ha citato la lettera di Paolo agli ebrei dove in riferimento all’immigrato, allo straniero, l’apostolo scrive: “accoglilo, potrebbe essere un angelo”

     

  6. SpaceMax scrive:

    La quinta che avete detta…

  7. Sabbuzzio scrive:

    Mortacci… 2011 e ancora gente di 50 anni e passa a scrivere insulti contro gli ebrei sui muri. A fare i graffitini di fasci littori stilizzati. Questo è il nuovo fascismo, quello tutto scorregge, pasta alla matriciana, statuette di mussolini in camera e a transessuali la Domenica sera dopo la partitina della Lazio e la mancata vincita al picchetto. Spero vengano sodomizzati a dovere nelle patrie galere!

  8. Giovanni Fontana scrive:

    Per inciso, io non penso – come ha invece scritto un altro commentatore – che i paguri abbiano paura dell’attentato o chissà che. Penso semplicemente che sia una pigrizia del pensiero che è molto diffusa e su cui, forse, non hanno riflettuto.

    Chiedere che ci sia un’aggravante per “discriminazione religiosa” è una cosa che qualunque anticlericale, ma anche semplicemente laico, considera fuori dal mondo, come le leggi anti-blasfemia che Ratzinger – assieme a la larghissima parte dei Paesi mussulmani – vorrebbe passare all’ONU. Noi sappiamo bene che ogni religione è un’ideologia e non c’è nulla di male a criticare una religione, a prenderla per il culo, anche a insultarla.

    Ancora peggio sarebbe considerare l’Islam, o il Cristianesimo, come “una razza o un’etnia”: uno crede alla madonnina che piange? Non lo si può mica prendere in giro, è razzismo. Invece il razzismo contro l’Islam, o contro il Cristianesimo, non esiste. A chi volesse buttare del tempo invito a leggere questo:

    http://www.distantisaluti.com/il-razzismo-contro-lislam-non-esiste/

    Con l’ebraismo, come tutti sappiamo, è diverso: è sia una razza che una religione. Ci sono ebrei-atei. Che senso abbia per questi definirsi ebrei non lo so, ma resta il fatto che c’è chi li discrimina per questo, e se discrimini qualcuno per il suo sangue, per caratteristiche con cui è nato – come facevano i nazisti – quello è razzismo. Ci mancherebbe, invece, che non si possano prendere per il culo gli ebrei ortodossi, quelli che – per la loro ideologia, come il Cristianesimo e l’Islam sono ideologie – vanno in giro con le treccine, o non mangiano carne e latte assieme.

    A dare spazio a chi parla di “islamofobia” si finisce con Ratzinger che parla di “cristianofobia”. Anzi, che dice proprio a quelli come noi che siamo cristianofobi.

    • jahtiz scrive:

      quindi quando un borghezio, una fallaci o un gentilini illustrano i propri dubbi sulle persone di fede islamica non si rendono conto che in realtà non stanno compiendo alcun atto razzista?

      speriamo non lo vengano a sapere (almeno quelli vivi). dovrebbero iniziare a prenderserla contro il popolo indonesiano, quello algerino, il popolo iraniano, il popolo bengalese…

      diamine sarebbe davvero difficoltoso!

      TU non credi in una religione e qundi puoi non esser razzista verso determinati fedeli.
      ma chi è religioso può diventare razzista verso persone di altre fedi.

      con razzismo spesso si vuole intendere intolleranza verso determinati gruppi di persone unite da qualcosa in comune 
      che sia il genere, che sia la religione, che sia l’orientamento sessuale o la marca di motocicletta che possiede…
       

      se delle persone perseguono costantemente violenza (fisica o verbale o di libertà) verso delle persone che hanno come punto comune una fede religiosa.. io questa non la vedrei come una coincidenza.. no???

  9. Giovanni Fontana scrive:

    Esatto. No, non stanno compiendo una cosa razzista (a meno, naturalmente, che non ne facciano una questione etnica: tipo “gli arabi”, che ho sentito spesso Borghezio dire). Proprio come se tu “illustri i tuoi dubbî sulle persone di fede cristiana” non sei razzista, questo blog è interamente un'”illustrazione di dubbî sulle persone di fede cristiana”, e ci piace per questo.

    Proprio il fatto che confondi criticare l’Islam con criticare una nazionalità mostra l’equivoco di fondo: criticare uno perché è nato in un posto, sia l’Indonesia, l’Algeria o Cecina, è sbagliato e razzista. Criticare qualcuno perché crede che la Madonna fosse vergine e abbia concepito per spirito santo, o che Maometto è volato in cielo a Gerusalemme su un cavallo alato, o che Dio vuole che ti faccia crescere treccine ai lati della testa, è non solo giusto ma – come direbbero loro – sacrosanto.

    Poi non la voglio fare più lunga di quanto meriti, è soltanto una cosa che viene spesso trascurata anche da persone intelligenti e attente. 

    • Paguri scrive:

      Amici, è molto più semplice di quanto si creda: in realtà volevamo solo porre l’attenzione su come alcune comunità (e comunità, permettetecelo, è un concetto MOLTO diverso da religione, che non sappiamo dove abbiate letto) vengano demonizzate per motivi diversi, e su come alcuni mediocri imbecilli, che hanno avuto la ventura di ricoprire cariche istituzionali, non facciano altro che fomentare da anni l’odio verso queste comunità, con risultati – vedi Torino e Firenze, solo per citare gli ultimi casi – terrificanti.

      Poi, se si hanno ancora dei dubbi sulla nostra posizione verso le religioni tutte, c’è sempre il primo, immutato post, che fa da manifesto di questo sitarello.

      • Jinx2 scrive:

        Cari cosi ;),

        dato che la matassa di DURI al mondo sembra essere pari solo all’ ammontare della materia oscura nell’ universo* , perchè non prendete PaguriX e gli fate mettere un bel likino al manifesto vostro e a quello del Sardelli, magari nella colonna di destra sotto l’HAIKU ?

        Dato che sono dei bellissimi estratti di pensiero moderno e razionale, perchè non rendere più facile anche al visitatore occasionale trovarli ?

        Anche eticamente, è un dovere morale cercare di diffondere un po di sano scetticismo nei confronti delle superstizioni nel Mago Otelma e suoi emuli comem razzinga Z.

        Salutoni a voi e all’ esimio F. M. S.

        Jinx2

        * Per definizione l’universo è infinito, almeno per quanto riguarda le nostre percezioni e strumenti di misura, idem un qualcosa che ne rappresenta i 3/4 coem la materia oscura :D.

    • jahtiz scrive:

      Caro Giovanni,

      quello che dici ha senso nel momento in cui l’astio nasca da “tu credi in maometto e io in gesù” ma il problema è generato più spesso da altri tipi di intolleranze:

      mi capita spesso di ascoltare radio padania e le telefonate degli ascoltatori,
      intanto raramente dicono “musulmani” ma più spesso “islamici” (e già questo secondo me è una caratterizzazione che va oltre la religione) e poi se la prendono con loro non certo perchè non credono in gesù il bue e l’asinello ma se la prendono con l’indole, i comportamenti, la cultura, gli attegiamenti degli islamici.
       

      • Lo Scemo in Fuga scrive:

        @ Jahtiz… non per difendere quel cesso immondo che è radiopadania (perchè tu l’ascolti è un mistero che è meglio non chiarire). Però mi pare che tu faccia casino: perchè islamico sarebbe diverso da musulmano, maomettano etc.. etc… ?
         
        L’islam è una religione, ed è sovraetnica. Gli iraniani sono in larga parte persiani, etnicamente; alcuni tunisini sono etnicamente berberi; i somali sono anch’essi un’etnia distinta. Parlano 3 lingue differenti e tutti e tre sono popoli a maggioranza islamica.
         
        Mi pare che tu faccia casino: parlare di islamici o musulmani è equivalente. Se dicessero arabi o saraceni sarebbe scorretto, anche se l’ultimo termine, originariamente etnico, è diventato sinonimo di musulmano dal medioevo.  

        • jahtiz scrive:

          “musulmano” è sia aggettivo che sostantivo mentre “islamico” è prettamente aggettivo.

          chiamare delle persone non con il loro nome ma con un aggettivo secondo me già crea un’atmosfera diversa. 

          non dico che sia sbagliato.. è normalissimo.

          dico solo che è un punto di partenza per argomenti atti al voler giudicare.
          mi rendo conto che questo mio pensiero (totalmente privato) può esser poco comprensibile, ma questo è quanto mi suscitano certi vocaboli.

          le parole sono importanti sia nel significato che nella forma.
          possono suscitare divere sensazioni.
          e questo era il mio caso.
           

          • Lo Scemo in Fuga scrive:

            ScRReeechzzzz (unghie sugli specchi).
            http://grammatica-italiana.dossier.net/help/aggettivo-sostantivato.htm
            http://www.dizionario-italiano.it/grammatica-italiana/grammatica-014.php
            Bonaaaaa….
            buon ascolto di radiopadania vai, palle…

            • jahtiz scrive:

              e quindi??

              non capisco cosa tu voglia dire. scusa (e l’ascolto di radiopadania non c’entra).

              ripeto: un aggettivo (che sia utilizzato anche come sostantivo) serve per qualificare qualcosa e, di conseguenza,  A ME dà un sapore tutto diverso alla frase.

              ohi, non sto certo difendendo alcun musulmano.. semplicemente continuo a trovar ridicolo che chi se la prende con gli ebrei è un razzista, chi se la prende con i cattolici è un comunista, chi se la prende con i musulmani è un cittadino stufo di dover perdere ogni giorno un po’ dei propri diritti ed identità per accogliere questi ingrati. tutto ciò x dire che il commento alla frase dei paguri era ridicolo e fuori luogo. e siamo arrivati a disquisire di grammatica.

               

              • Lo Scemo in Fuga scrive:

                Per me il commento di Giovanni non è stupido (fuori luogo può darsi) e le distinzioni che fa sono per lo più corrette. In realtà quando qualcuno se la prende con la religione islamica (compreso Borghezio) non fa cosa molto diversa dai Paguri (a parte il modo). Personalmente non amo chi impone cadaveri in croce nelle scuole, figuriamoci chi vuole imporre veli e barbe. Oltre ai toni, quello che rende non condivisibili i vari Borghezio, Fallaci etc…è che sono unilaterali verso l’islam e non verso le religioni tutte. Sparassero a zero contro il chador e contro il velo delle suorine (sempre sian benedette) sarebbe già parecchio diverso.
                 
                Il resto te lo rispiego per benino, perchè son bono e gentile (…e poi si sa coi lombardi ci vol pazienza): sia islamico che musulmano sono o aggettivi, o aggettivi sostantivati, a seconda di come li usi. Come, del resto lo sono i sostantivi “italiano” nella frase: “quell’italiano non lo sa l’italiano.” Non c’è distinzione né semantica né grammaticale tra dire islamico e musulmano è solo una scelta lessicale.
                 
                Ah! se un fosse chiaro, le prese di culo sono in buono spirito (..sai coi lombardi un si sa mai come le pigliano). E ma insoma basta cont i maestri terün in Lombardia, ghe no c’enzegnano el italiano. E chii le dis son minga mi, ma la radiopadania.

                • jahtiz scrive:

                  Se le critiche sono relative al velo, allo sgozzare in malo modo le vacche e al non potersi masturbare con la mano sinistra allora ti do ragione.

                  ma il punto su cui insisto è un altro: qui si criticano persone MUSULMANE perchè vengono qui a rubarci le donne, puzzano, non fanno niente tutto il giorno, le case le danno prima a loro, non li voglio in classe con mio figlio perchè chissà mai cosa succede..etc etc..
                  queste cose nulla hanno a che vedere con la fede religiosa.

                  queste cose si chiamano semplicemente razzismo

                  un po’ quello che mostrano tutti gli italiani del centro-suddd verso i lombardi 😉 

                   

                  • Lo Scemo in Fuga scrive:

                    Dehdeh… ma anche te le cerchi: ascolti radiopadania. Fossi in te io mi sintonizzerei anche su radiomaria per incazzarmi che c’è troppe preghiere.
                     
                    Giusto per variare, …sai

                    • jahtiz scrive:

                      su radiomaria non mi ci sintonizzo io..
                      ma nella mia radio, a tradimento, ci entra lei in automatico ogni giorno
                      (giuro!) 

                      una Radio che ascolto spesso ha la frequenza accanto a radiomaria e puntualmente perdo il segnale finendo su quest’ultima.

                      ovviamente si tratta di un miracolo del Divino che ricerca in tutti i modi la mia salvezza per mezzo dell’indottrinamento radiofonico.

                       

                  • Lo Scemo in Fuga scrive:

                    Sì, è un evidente segno del favore di Nostro Signore verso di te e Radiomaria. Il nostro condominio era benedetto da un fenomeno simile sui citofoni, 24 ore al giorno, stimolandoci in più occasioni a ricordarci della Madre di Dio e dei suoi epiteti, e ad invocare anche molti altri santi assieme.
                     
                    Proprio perchè è l’unica radio benedetta si riesce a captarla fino nella X bolgia, in mezzo al mare di Barens, sotto al traforo del Frejus e, se sei in stato di grazia, anche dal temosifone.

                    • Kappa scrive:

                      @jahtiz
                      A me Radio Maria fa la stessa cosa con Virgin Radio! La cosa bizzarra è si intromette nelle frequenze proprio di VIRGIN… quando dici le coincidenze!
                      Ohibò, se lo faceva con Troja Radio era più siNpatica come cosa, ma ci si contenta, siamo anime seNplici… =)

  10. Kappa scrive:

    “Ner 2002*! Ti rendi ‘onto? Siamo nel 2002* e c’è sempre i negri! Bah!” (cit.)
     
    *oramai quasi 2012… =)