« | Home | »

Fai con Dio (rubrica di bricolage religioso).

9 febbraio 2012

Che palle quando si avvicina il compleanno di una persona a cui tenete in modo particolare e non avete ancora deciso cosa regalarle!

Ma spesso, nella frenesia del momento, tendiamo a dimenticare che le nostre radici cristiane, unitamente alla fede in coso, possono sempre venirci in aiuto nei momenti più bui.
Il nostro consiglio è di fuggire dalle convenzioni e dalle frivolezze dell’era moderna, per cercare il regalo più adatto nelle piccole cose della nostra tradizione cattolica, quelle che rendono preziosa la nostra esistenza su questa Terra e illuminano il nostro cammino.

Se la persona in questione è poi particolarmente sensibile e devota, siamo sicuri che saprà apprezzare il pensiero di un regalo utile ma al tempo stesso elegante e raffinato: una Santa Reliquia.

Ci sono mille modi di procurasi o costruirsi una Santa Reliquia:

  • prendere un osso di rosticciana e spacciarlo per un omero di S. Gasparone;
  • prendere una medusa e presentarla come la vescica di S. Fulgenzio;
  • recuperare una carruba e venerarla come le grandi labbra di Santa Katiuscia:
  • acquistare un fico secco e idolatrarlo come lo scroto di S. Gualdone.

Noi ve ne proponiamo uno, tra i più facili e a buon mercato. Quello che Paguri Alfa ha usato per il compleanno di Paguri 1.

Innanzitutto, dovrete procurarvi due noci, possibilmente marca Noberasco.

Due noci

Poi serve del Vinavil, o un’altra colla generica con lo stesso principio attivo, e un barattolo di vetro pulito dagli avanzi dell’ingrato composto di cipolle e vino rosso che ne occupava lo spazio interno.

Due noci e il Vinavil (o una colla generica con lo stesso principio attivo)

Servono anche dei capelli (o peli di altra natura) facilmente reperibili da qualunque parrucchiere, cane o – come abbiamo fatto noi – rasandosi la testa con una macchinetta da 29€ presa all’Ipercoop, in grado di donarvi, tra l’altro, un look dinamico e moderno, almeno secondo gli strilli sulla confezione.

Due noci, il vinavil e i capelli tagliati con la macchinetta dell'Ipercoop.

E un accendino.

A questo punto è sufficiente:

  • cospargere le noci con il vinavil e spolverarle con i capelli in modo che si attacchino in maniera uniforme, ma non troppo. Potete anche lasciarle riposare per qualche minuto, coricandole su un soffice letto di capelli o peli di cane, come da foto:
  • Quando la colla è seccata e diventata trasparente, e i capelli si sono attaccati, prendere l’accendino e passare la fiamma velocemente ma in maniera dolce e armoniosa (con movimento simile a quello necessario per far caramellare la crema catalana) in prossimità dei capelli in modo che, bruciando, prendano la caratteristica forma arricciolata e il buon odore di strinato che piace a tutti noi.
  • Farsi una foto, in guisa di S. Noberasco, nel momento dell’estasi dovuta alla castrazione
  • Stampare foto ed etichetta e applicarle sul barattolo.
  • Mettere le noci all’interno del barattolo e richiuderlo

A questo punto dovete raccogliervi in preghiera per circa 42 minuti e, solo dopo, consegnare la Santa Reliquia, I COGLIONI DI SAN NOBERASCO, alla persona che compie gli anni, sicuri di aver fatto un regalo gradito, ma soprattutto utile per i giorni a venire, i momenti di sconforto e di dubbio e, perché no, in caso di fame o per un aperitivo con gli amici che, entusiasti, pagheranno per poter venire in pellegrinaggio a venerare la Santa Reliquia.

Voglio dire: la Chiesa ci campa da secoli, perché voi non potete fare altrettanto?

 

Share

Tag: , , , , , , , , , , , , ,

42 Commenti

  1. Goldrake scrive:

    Siete sempre utilissimi, anche nelle occasioni più difficili.

  2. Bove non loggato scrive:

    carino, mi sembra di averlo visto già su artattac, forse…

  3. Kappa scrive:

    Evviva, i veri Paguri! Geniali…. =)

  4. Matteo scrive:

    Come dice Marco Mucciaccia tra un’operazione e l’altra: “FATTO????”

  5. Mauro scrive:

    SPETTACOLARE! GENIALE!

  6. torollo scrive:

    Stima senza ritegno!
     

  7. Lopo scrive:

    Ma i coglioni all’interno del barattolo NON TOCCANO IL FONDO! LEVITANO MIRACOLOSAMENTE!

  8. lo zio ste scrive:

    semplicemente geniale…..sono senza parole.santo subito!!!! al genio, di questa rubrica religiosa del bricolage !!! ho riso cosi tanto che mi è venuto mal di testa..wiwa donzauker …..

  9. Ste scrive:

    Le grandi labbra di Santa Katiuscia non sono così straordinarie come vogliono farci credere. Parlo per esperienza.

    • Stefano scrive:

      E’ sopravvalutata, anche a me avevano detto che Santa Katiuscia era un gran pezzo di fica !

  10. Bird scrive:

    Nessuno la loda esplicitamente, ma il pezzo forte è la stupenda espressione del Pagani in foto: stima raddoppiata!

    • Paguri scrive:

      Pensa: per poter essere più credibile e “entrare nel personaggio” me la sono scattata mentre da sotto un cane mi mordeva i coglioni!

      • Goldrake scrive:

        Un po’ ti è anche piaciuto, confessa…

      • McLaud scrive:

        Se non ha preso contemporaneamente anche la mazza, allora è un miracule (op. cit.) di san Noberasco! W San Noberasco (forse)!

    • Goldrake scrive:

      Io non ne capisco molto delle loro stronzate, ma dal loro punto di vista, non sarebbe comunque la “volontà di Dio” (o “coso”, che dir si voglia) ?

      • Bird scrive:

        “Predica la vita eterna, ma dietro un vetro blindato: segno che nemmeno lui crede a tutto quello che dice” (op. plag. cit.)

      • nowayout scrive:

        Che dire.. si aprono scommesse! 😀

        Per quel che riguarda il loro porco mondo, neanche io sto molto dietro, che portano rogna.

        So solo che l’unica persona decente l’hanno fatta fuori dopo un mesetto di mandato. Uno che voleva togliere soldi e potere..

  11. g scrive:

    noberasco è chi è nella storia d’italia

    questo storicio Protettorato
    questa ewspressione geografica che siamo!
    però mario monti è ben altro nell’ambito della storia degli stati uniti d’america!
    focalizzatevi su Lui
    Cazzo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  12. don Bairo scrive:

    mi prostro davanti a cotanto ingegno!!!!!

  13. Ale90 scrive:

    boia sto piangendo dalle risate

  14. Gnagnera scrive:

    Mi avete dato un’idea per almeno una decina di compleanni, mi prostro e mi fustigo con lo scudiscio fatto con lo scroto di San Pancrazio (quello che si è rotto il…)

  15. Tino Bombarda scrive:

    OFF TOPA:
    dall’autorevole sito pontifex; premetto che anche a me la festa di san valentino fa cacare, ma qui si esaltano cirillo (noto criminale) e financo giovanardi (no comment):
    “Ci piacerebbe che questa festa fosse dedicata davvero all’amore, quello della famiglia, tra marito e moglie. Al contrario, san Valentino diventa un’apoteosi di feste pagane e baccanali tra coppie conviventi eterosessuali, …
    … e di coppie gay.
    Sì, anche i gay si ricorderanno di san Valentino e macchieranno la sacra immagine con le loro abitudini sessuali contrarie alla Chiesa.
    Le coppie gay si scambieranno regalini e probabilmente andranno anche alla pizzeria od al ristorante.
    Questo ci tocca vedere, ma guai a dirlo, altrimenti sei “omofobo”; la realtà è che sei cattolico e non hai paura di esserlo. Giovanardi insegna: “basta con la censura”.
    Questo ci propone un mondo globalizzato al ribasso, un mondo che rende lecita e persino degna di encomio la porcilaia, il vivere l’esistenza e il sesso in modo sfrenato e abnorme.
    La stessa obiezione vale, naturalmente, per le coppie etero che sbeffeggiandosi di ogni sana regola etica, vivono sotto lo stesso tetto profanando  i sani costumi morali.
    Insomma, san Valentino è una tappa che dà licenza a chiunque di esaltare e celebrare costumi insani e molesti.
    E allora, gloria a San Cirillo e a San Metodio coloro che portarono il Vangelo nelle terre dell’est di Europa.
    Bruno Volpe”

  16. Goldrake scrive:

    NON PERDETEVI QUESTO CA-PO-LA-VO-RO !!!
    http://www.facebook.com/note.php?note_id=398132046266

  17. andrea scrive:

    siete dei grandissimi…complimenti

  18. lou scrive:

    ma e’ possibile che nessuno abbia ancora scritto<Ma con l’islam non ve la prendete mai?>.sono deluso,molto deluso

  19. ulivinico scrive:

    Ma non avete scritto nessun post per SABBALENTINO?
    Majala, che cazzata! Questa Paguri unn’era venuta in mente neanche a voi. Appena posso metto foto del mio.
    Baci

  20. g scrive:

    La BCE mette le mani sul Festival
    Fine della Democrazia
    (notizia ad uso dei lettori di DZ)

    • jahtiz scrive:

      !?!?!?!?!

      ehhh???

      ‘zzzo stai da dì??

      fornire la fonte della notizia prego.

      (io ho letto solo qualcosa riguardo ai vertici RAI che vogliono seguire più da vicino il festival)

       

  21. […] Don Zauker Tagged with: DIY • Processi  […]