« | Home | »

Provare per credere

31 agosto 2012

Dopo molto tempo e un estenuante dibattito che ha appassionato tutti gl’italiani, il Governo ha varato una legge, approvata all’unanimità, che pone la parola fine all’annosa questione sul trattamento di fine vita, ricevendo il plauso della Chiesa Cattolica e dei maggiori partiti d’area moderata.

Ecco il testo, prossimamente sulla Gazzetta Ufficiale:

“Chiunque, senza speranza di guarigione, salvezza o sollievo, può decidere di morire come cazzo gli pare, rifiutando perfino l’accanimento terapeutico che lo relegherebbe per svariati anni in uno stato vegetativo. Chiunque abbia preso i voti, intendiamo.”.

E figuriamoci se questi dovessero partorire o provare ad avere un figlio con la fecondazione assistita.

Share

Tag: , , , , , ,

12 Commenti

  1. donnina scrive:

    CAZZO, BRAVI! E’ tutt’oggi che ci penso!!!!!!!!

  2. andre_ non loggato scrive:

    Mi avete letto nel pensiero (mio e di molti altri).
    grazie. 😉
    a_
     

  3. Monna Fremebonda scrive:

    Caro il Ns. EminenZ…
    eri uno spirito illuminato,e la bolletta la pagavamo noi.
    Comunque mi auguro che in cima alla scalinata d’ordinanza post mortem,al posto dello scontatissimo S.Pietro ci trovi Eluana Englaro.
    La scenetta me la immagino un pò come il gabelliere di ‘Non ci resta che piangere’.
     
     

  4. Pasquale scrive:

    In fondo la sedicente nascita di Gesù per come viene raccontata non è il primo caso di fecondazione eterologa?

  5. Bird scrive:

    Ma siamo sicuri di volerla chiamare “area moderata”?

    Io avrei in mente diverse alternative… 

  6. Valentina scrive:

    E’ tutto ieri che ci penso, l’hanno scirtto così, con nonscialans, sui giornali no? Infatti ho pensato: fanno schifo.
    Ma lo penso sempre, eh!
    Grande Don, la vedo sempre come te. Infatti se ti presentassi alle elezioni ti voterei e sosterrei anche economicamente il tuo partito!

  7. donnina scrive:

    E tutti, tutti i giornali che dicono paraculescamente “ha rifiutato l’accanimento terapeutico” per non dover dire che innanzi tutto ha rifiutato LE CURE, com’era suo diritto, perché come dovrebbe essere diritto di tutti aveva deciso – e solo lui poteva deciderlo – che a quel punto erano solo accanimento terapeutico.
    Ah, per inciso… Perché nessuno fa notare la singolare e tragica coincidenza per cui proprio in questi giorni a Venezia presentano un certo film?

  8. guybrush threepwood scrive:

    Ho visto il lungometraggio al telegiornale (scusate) su taaanti fedeli per  martini. L’è proprio una Milano da bere.

    • Bird scrive:

      Vabbè, solo Milano città fa un milione di abitanti; se consideri che mezza Lombardia è il suo hinterland, fai anche presto i numeri di bacino potenziale.

      Poi magari se avessimo i numeri vedi che ha fatto metà degli spettatori dei funerali di mike bongiorno, per dire…