« | Home | »

Collaborazionisti!

25 settembre 2012

Alla fine è successo.

Quello che in tanti presagivano e che noi stessi temevamo, alla fine è successo.

Dopo anni e anni passati a sperare vanamente che la sinistra che conta si accorgesse finalmente di noi.

Dopo anni e anni a sognare di poter leggere finalmente i nostri nomi almeno nella colonnina delle segate di Repubblica.it, a fianco dei quotidiani aggiornamenti sulle peripezie di Lindsay Lohan, sui monologhi di Crozza, sul culo di Belen e su chiunque facesse una cazzo di vignetta del cazzo su internet, magari notata solo dai suoi parenti di Roma, alla fine abbiamo ceduto e siamo passati al lato oscuro della forza.

Giorni fa siamo stati contattati da un giornalista di Libero (stiamo dicendo Libero, il giornale di Belpietro. Ecco, pensate intensamente a Belpietro e ai suoi interventi ad Annozero) perché voleva scrivere due righe su Nirvana.

E noi cos’abbiamo fatto?

Feriti e vendicativi come una spasimante che si sente ignorata e si concede al primo venuto che le fa un complimento solo per incularsela, abbiamo accettato.

E il pezzo è stato pubblicato domenica scorsa (ve lo diciamo solo ora perché solo ora troviamo il tempo di farlo, non siate maliziosi) nell’inserto satirico LiberoVeleno.

Niente di che, per carità.

Si tratta di una finta intervista a Ramiro, il protagonista della serie, andata in stampa parecchio tagliata rispetto all’originale, ma per motivi di spazio, non certo per censura, credeteci.

Abbiamo provato a inserire, dove potevamo, qualche frecciata e nessuno ha fatto storie.

Quindi: bravo Libero!

Non come quei giornali di sinistra, dove parlano solo degli amici e dei soliti noti dei salotti romani, amici di certi giudici abituati a fare politica con le loro inchieste a orologeria, e i loro calzini turchesi, per sovvertire il voto degl’italiani e non certo degli extracomunitari che ci rubano il lavoro e anche quando rubano, nessuno gli fa niente e costruiscono pure le moschee, mentre noi paghiamo le tasse e il governo Prodi (o Monti, il governo dei poteri forti) ci mette continuamente le mani nelle tasche per rubarci i soldi, insieme a Equitalia e tanto sono tutti uguali e le coop rosse e sì, Fiorito ha rubato ma anche a sinistra, però, Vendola lo piglia nel cu…

Via, diciamolo.

 

 

Share

Tag: , , , , , , ,

29 Commenti

  1. jahtiz scrive:

    cavolo, non è reperibile l’articolo?

    io seguo quotidianamente la versione ON LINE di Libero.. ma ‘sta robba non l’ho vista

    Libero può avere, anzi, HA un sacco di difetti (le campagne diffamatorie, l’offendere chi crede nelle libertà morali, prendere in giro volgarmente chi la pensa diversamente, istigare quotidianamente a non pagare le tasse…) però è meno leccaculo de IL GIORNALE e, sicuramente, anche più divertente.

    inoltre porta avanti la bandiera dell’antipolitica che va tanto di moda ultimamente.

    detto ciò… si può recuperare o no ‘st’articolo?!?!

     

  2. jahtiz scrive:

    VIDEO SIMPATICO

    non conoscevo questo Louis CK

  3. Bird scrive:

    Visto perché avete litigato con il cardinali?

    Volevate fondere le testate e lui giù di nocchini!

    Però quest’anno siete allo stand del vernacoliere, giusto? 

    • Paguri scrive:

      Sì, insieme a Belpietro.

      • Bird scrive:

        Lo sapevo!!

        (Frase random da sparare per far vedere che ci si sta sempre dentro)

        Se vengo a Lucca mi porto uno stereo con l’OST di Mortal Kombat in loop, via.

        Per il resto rispondo pure ai commenti sotto: non vedo niente di male se si pubblica NON leccando il culo su di un giornale scarso, per non dire di merda.

        Immagino che tutti voi rifiutereste un lavoro onesto solo perché il committente è un pezzo di merda e ai vostri occhi sarò pure io senza etica del lavoro perché lo farei (alle mie condizioni, ma lo farei); mi sfugge perché però sperare che almeno si sia fatto per una paccata di soldi, mah…

        @tiz, “ammazza” è italiano, dai 😉

        E prima che tu me lo chieda, sì, g è sempre dietro la sua crociata investigativa contro gli sci cimici, analizzandone attentamente gli effetti (NSFW)

  4. Sandro scrive:

    Spero sia un astuto tentativo di infiltrarsi tra le linee nemiche per poi distruggere dall’interno il lato oscuro della libertà di stampa.
    Libero sarà anche meno leccaculo de Il Giornale, ma è come dire che Darth Fener è meno cattivo del cancelliere Palpatine…

    Spero che almeno vi abbiano dato una paccata di soldi… 

    • Goldrake scrive:

      O almeno un paio di donnine allegre. Comunque concordo con quel che hai scritto, Sandro.

  5. Alessandro scrive:

    Ammazza Cuanto rosicate! 

  6. Emi-chan scrive:

    Del resto Libero aveva già pubblicato l’intervista a Rat-Man poco tempo fa, e voi fumettisti siete la solita conventicola, ché se un amico fa qualcosa subito gli andate tutti dietro, ecco. Cos’è, dopo Ortolani l’intervista su Libero sta diventando il distintivo del fumettista italiano al passo coi tempi? >.<
    Scherzi a parte, se troverò l’intervista in rete (e non sul sito di Libero che mi fa venire l’orticaria solo ad aprirlo) la leggerò volentieri, altrimenti pazienza. Però se dopo quest’intervista i lettori di Nirvana aumentassero (pescando dall’utenza di Libero) mi verrebbe una leggera crisi d’identità…

    • jahtiz scrive:

      d’altronde si sa: NIRVANA è il nuovo RAT-MAN
      (appropòsito, vi invierò un mio bel disegno di Ramiro vestito come Goku, spero vorrete pubblicarlo nelle pagine della posta)

    • Paguri scrive:

      Rat-Man, A Panda piace e poi noi.

      A parte tutto, sembra che da parte di Libero ci sia almeno un qualche interesse verso un certo mondo del fumetto, al di fuori delle ristampe di Tex o Diabolik, continuamente allegate a Repubblica.

      Per tutti gli altri: rilasciare un’ intervista non vuol dire essere alle dipendenze o lavorare per…

      Quello è ovviamente un altro discorso che, almeno al momento, non si pone.

       

    • tiz scrive:

      sul sito di NIRVANA trovi ora il link alla simpatica intervista
      (ma tu guarda se devo essere io ad avvisare!!)
       

  7. Talented Ripley scrive:

    E vabbé, tanto si sa che nel Lato Oscuro della Forza ci sono i biscotti aggratis 🙂

  8. Ste scrive:

    Ma dopo il complimento, vi hanno inculato?

  9. Jonathan scrive:

    Un’intervista si può concedere a chiunque…non è collaborazione al massimo è una prova di umiltà…chi dovrebbe porsi dei problemi è Repubblica o quel troiaio nuovo di huffingtonpost.it….ma sono troppo presi a glorificare Matteo Renzi…il Tex del 2012…a presto
     

  10. Niko scrive:

    brawi, tanto sò sicuro che non riusciranno a corrompervi…
     dovesse altresì succedere e vi si darà dei budiuli. Ci si vede a Lucca e stavolta è una minaccia, poiché porterò del vino rosso poliziano in ricordo dei vecchi tempi 

  11. Anna scrive:

    Anch’io come Ramiro uso l’Avvenire come sottofondo per la gabbia dei canarini!

  12. Lavrentij scrive:

    va anche detto che durante l’invasione della Libia Libero era molto più leggibile di Repubblica, magari per interessi di qualcuno, ma purtroppo più prossimo alla realtà

  13. Massi scrive:

    Tanto per non dimenticare…:)

     http://www.repubblica.it/persone/2012/09/26/foto/l_artista_francese_che_trasforma_la_statua_la_vergine_in_icona_pop-43335666/1/

  14. Ilio Dainelli scrive:

    A me mi fate ride’ ‘r cazzo, avete detto giornali o giornalisti di sinistra? MA DOVE SONO!!! Perché la S.P.A Manifesto lo chiamate giornale di sinistra?-GARAGLOO, degli altri giornali non ne parlo nemmeno,detto questo io dico che si può scrive’  dappertutto, basta però dire ciò che si pensa veramente, perché se si cambia qualcosa, allora si fa caà. Ammé se mi fanno scrive’ che Benni 16° è un nazZista che lo piglia nel culo e per questo ce l’ha con gli omosessuali, io lo scrivo anche su famiglia Cristiana. Se mi fanno scrive’ Che Fuffi Napolitano è un omo di destra, io lo scrivo anche su un giornale di merda come l’Avanti di Lavitola. Altra cosa è se ci siete andati leggerini per poter pubblicare su Libero, cosa che non credo affatto, dato che io vi leggo da quando eravate piccini.  Ilio Dainelli

  15. Zimone scrive:

    …o un s’era detto di prendili a scaracchi ner muso?