« | Home | »

Il candidato.

9 ottobre 2012

Mettiamo che si palesi all’orizzonte un possibile nuovo leader della sinistra italiana. Mettiamo che sia giovane, carismatico, coraggioso e pieno d’iniziative.

Mettiamo che ci siano buone possibilità che questo personaggio, una volta eletto, riesca veramente a cambiare e rinnovare la sinistra e la politica italiana.

Mettiamo che questo leader, grazie alla sua carica di rinnovamento e trasparenza, sia in grado di attirare anche numerosi elettori di centrodestra.

Mettiamo che ci siano concrete possibilità di un suo trionfo alle prossime elezioni.

Mettiamo ora che tu sia un anziano, avido gerarca della destra italiana, quell’ampia aerea che riunisce cattofascisti, finanzieri, neoliberisti, venduti, diffamatori, troie (anche e soprattutto di sesso maschile) in cerca di sistemazione, mediocri scarti della società, banditi, nostalgici del duce, mafiosi, ricattatori, baciapile a comando, devastatori dell’ambiente, ladri, ignoranti come la merda di majale, papponi, speculatori, affaristi della peggior specie, razzisti e (abbiamo perso il filo… ah sì!) ebbene, cosa faresti per bloccarne l’ascesa?

Lo attaccheresti frontalmente, cercando di distruggerlo, magari facendo leva sul vecchio adagio dell’anticomunismo che in un Paese smemorato, ignorante e cattolico come l’Italia paga sempre?

Ma in questo caso gli elettori di sinistra, anche i più scettici e indecisi, si convincerebbero che se questo candidato spaventa così tanto la destra, allora sì, potrebbe essere davvero lui la speranza tanto attesa, sarebbe lui il sol dell’avvenire.

Certo gli elettori di centro si spaventerebbero (per quanto possa spaventarsi qualcuno che ha sostenuto fino all’ultimo uno come Cuffaro) ma quelli di sinistra, finalmente riuniti, bastano e avanzano per aspirare a governare il Paese.

E allora?

Allora non resta che una cosa da fare: screditarlo presso il suo possibile elettorato.

Cominciare a rilasciare dichiarazioni lusinghiere nei suoi confronti, dire che il suo programma e le sue idee coincidono con le vostre, dire che sperate sinceramente in una sua vittoria alle prossime elezioni, dire che anche voi lo vorreste come leader, dire che è bello e affascinante anche nel caso in cui facesse oggettivamente caà, sostenere che si tratta di una persona che stimate e con la quale vi trovate a meraviglia per parlare di questioni sociali, etc…

In questo modo sarebbero i suoi stessi elettori a farlo fuori prima del tempo.

Semplice ed efficace.

Ecco, se all’orizzonte si presentasse un nuovo, aspirante e convincente leader della sinistra, siamo sicuri che tutta la destra (mezzi d’informazione compresi) si comporterebbe in questa maniera.

Peccato che invece all’orizzonte ci sia solo Matteo Renzi.

Share

Tag: , , , , ,

24 Commenti

  1. Hiei scrive:


    Mettiamo che si palesi all’orizzonte un possibile nuovo leader della sinistra italiana. Mettiamo che sia giovane, carismatico, coraggioso e pieno d’iniziative.
    Mettiamo che ci siano buone possibilità che questo personaggio, una volta eletto, riesca veramente a cambiare e rinnovare la sinistra e la politica italiana.
    Mettiamo che questo leader, grazie alla sua carica di rinnovamento e trasparenza, sia in grado di attirare anche numerosi elettori di centrodestra.
    Mettiamo che ci siano concrete possibilità di un suo trionfo alle prossime elezioni.”
     
    E poi prendete per il culo chi aspetta la seconda venuta di Gesù Cristo… :’D

    • Bird scrive:

      Leggere la punchline finale faceva fatica, eh?

      • McLaud scrive:

        Leggere?

        • Goldrake scrive:

          😀

          • Hiei scrive:

            LoL, a voi non si consuma mai la lingua, eh? :’D
            Mai pensato di entrare in politica, per stare in argomento?

            • Talented Ripley scrive:

              A giudicare dal modo in cui riesci a eludere le domande è probabile che il più adatto fare il politico sia proprio tu.
              Comunque guarda che può capitare anche ai migliori di leggere male, non è mica la fine del mondo. In questi casi tanto vale ammetterlo e farla finita, che la vita è breve e abbiamo tutti cose più importanti con cui impiegare il nostro tempo.

  2. juri.natucci scrive:

    Diciamo che la definizione corretta è: fare da potta e da culo, come la mi’ nonna amava appellare questi figuri. Già ma lei era del 1912, gente vecchia, astiosa, cattocomunista… Ma soprattutto mi piaceva perché a quei visi lì, non avrebbe esitato a smusalli a ciaffoni, perché   sono opportunisti come i batteri e l’unico antibiotico sono le botte. Ir bello è che invece oggi con tutta l’evoluzione sociale che c’è stata, sono anche molto apprezzati.

  3. andre_ scrive:

    Visto che in questo momento la scelta é tra Berlusconi, Monti sostenuto da qualcuno a caso, Grillo che nuota nello stretto di Messina ed uno a scelta tra Bersani e Renzi… 

    Le primarie del PD appaiono come qualcosa di molto, molto futile. 😉 
    a_
     

    • Goldrake scrive:

      Attenzione, attenzione, attenzione, caro Andre. Siamo tutti concordi (suppongo) sull’importanza della dissoluzione completa del PD, cosa che MOLTO probabilmente avverrà, se le primarie verranno vinte da Renzi o da Vendola. Per il resto, aspettavo con ansia un post del genere dai Paguri… Bravi tesori, prendetevela comoda ! (cit.) 😉

  4. Lopo scrive:

    Un tempo, quando i frequentatori di questo blog erano personcine di cultura, si sarebbero esaltati alla scelta dell’immagine.

    • Goldrake scrive:

      Vero.

    • vinicio scrive:

      Ottimo, avevo proprio bisogno di un suggerimento su cosa guardare, ora che Breaking Bad e Mad Men sono in iatus e HIMYM & TBBT hanno saltato lo squalo.

    • Paguri scrive:

      Eh, sì, Lopo.

      Quest’immagine fa la selezione tra l’uomo civilizzato e il selvaggio.

       

    • Bird scrive:

      Scopro ora l’esistenza di “the wire” (eh, che ci volete fare), ma se è HBO e caldeggiato qui ci farò un serio pensierino.

      Thx, lopo! 

    • HotHello scrive:

      mica tutti hanno la televisione

      • Bird scrive:

        Eh, io non ce l’ho davvero e per lo più guardo animazione.

        Cmq ok, sento quella canna metallica alla tempia che mi “caldeggia” di vederlo quanto prima, via.

      • Lopo scrive:

        Che c’entra la televisione?

        • HotHello scrive:

          presumo sia lo strumento mediante il quale alcuni si civilizzano, altri si analfabetizzano e taluni si scojonano

          • Lopo scrive:

            Possibile, Comunque io e i Paguri, riguardo a “The Wire”, ci siamo civilizzati senza, visto che questi tempi bui, quantomeno, ci forniscono altri schermi.

  5. SpaceMax scrive:

    mamma mia… per un momento ho pensato davvero che faceste il tifo per il fiorentino… che spavento…

    • Goldrake scrive:

      Dai, SpaceMax, passi l’intervista per Libero (scus.term.), ma Renzi proprio no, nemmeno nei peggiori incubi.

  6. SpaceMax scrive:

    ma fino a prima dell’ultima riga… sembrava proprio!!!!

  7. Andrea da Coverciano scrive:

    X SpaceMax
    Piano col dire che è fiorentino, è di Rignano in provincia di Firenze.