« | Home | »

Classici dell’umorismo.

1 dicembre 2012

Share

Tag: , , , , ,

12 Commenti

  1. Bird scrive:

    Beh, con la santanchè in casa è già scusabile, forse.

    No, cazzate a parte: il senso di legalità di questo paese ormai è allo sfascio.

    Vuoi protestare infrangendo la legge? Ok, ma poi non venirmi a fare la vittimina, su!

    Come lui, il suo padrone, peppe crillo in mezzo ai no tav, etc… 

  2. PERCVLATOR scrive:

    Vedere Facci (scus.il term.) che sbraita sciupandosi tutte le mesh in compenso non ha prezzo. 
    O.T. Sardelli è vivo, e lotta insieme a noi http://www.asca.it/news-Papa__incontra_il_mondo_del_circo_in_Vaticano_e_ne_elogia_i_valori-1225461-CRO.html

    • woytila88 scrive:

      ci ho messo almeno 20 sec. per capire che era vero 🙂
      cmq dopo questa frase:
      ”Conosco anche i numerosi problemi legati alla vostra condizione itinerante – ha concluso papa Ratzinger -, quali l’istruzione dei figli, la ricerca di luoghi adatti per gli spettacoli, le autorizzazioni per le rappresentazioni e i permessi di soggiorno per gli stranieri. Mentre auspico che le Amministrazioni pubbliche, riconoscendo la funzione sociale e culturale dello spettacolo viaggiante, si impegnino per la tutela della vostra categoria, incoraggio sia voi sia la societa’ civile a superare ogni pregiudizio e ricercare sempre un buon inserimento nelle realta’ locali”. adesso voglio vedere se carlino, tirreno ecc. fanno la locandina dove infamano il papa come favorevole all’integrazione degli zingari. 

  3. jahtiz scrive:

    in attesa della grazia dal presidente della Repubblica..
     

  4. stefano Z scrive:

    scusa bird, che centra sallusti con grillo?

    • stefano Z scrive:

      @bird
      chiedo venia, ho capito, era un elenco. Della serie di tutte le erbe un fascio……..

      • Bird scrive:

        Peppe e silvio hanno un rapporto molto stretto.

        Per il resto, ripeto: se vuoi esporti e protestare contro la legge ok, tanto di cappello pure in alcuni casi; però ci sono dei rischi che danno senso alla protesta così forte.

        Se poi fai il bimbo offeso, potevi limitarti a petizioni online o altri dissensi più “morbidi”.

        • stefano Z scrive:

          Purtroppo quella di infrangere la legge e poi lamentarsi xche qualcuno cerca di farla rispettare è un’abitudine abbastanza radicata negli italiani, è evidente che se chiedi al colpevole la sua versione dirà che gli si è fatto un torto e che lui ha ragione, nella buona e nella mala fede.

          • Bird scrive:

            Ma guarda, questa forse è già la seconda meno peggio.

            Trovo ancora più preoccupante, infantile e velenoso il discorso “ehhh, se la prendono con me, ma nessuno dice niente agli assassini, gli stupratori e i terroristi!!”, come se fare reati lievi (?) fosse lecito finché non eradichi del tutto quelli considerati gravi.

            E la gente abbocca pure <_<… 

  5. vinicio scrive:

    Oh, ma di chi stiamo parlando, di un pennivendolo con precedenti penali che ha propalato le bufale confezionate ad arte dai Servizi (maiuscola con strizzatina d’occhio) e servite da una noto spacciatore, oppure de Le Mie Prigioni di S. Pellico?
    No, giusto per rimettere le cose in prospettiva.
    È sì vero che gli arresti domiciliari con la Santanché sono una punizione crudele ed inusuale ma da lì a fargliela passare liscia mi pare ce ne passi. 

    • McLaud scrive:

      …se consideriamo pure che questa punizione “crudele ed inusuale” il nostro giornalaio se la infliggeva già sua sponte, completiamo il ritratto di un personaggio abietto e depravato: se scappa, lo fa solo per essere ripreso e frustato (il guinzaglio lo porta lui…di norma).