« | Home | »

DZ vs DLR

13 gennaio 2013

Balle Spaziali: vediamo se il tuo Sforzo è grosso come il mio!

Balle Spaziali: vediamo se il tuo Sforzo è grosso come il mio!

Don Zauker contro Davide La Rosa?

No, ci mancherebbe, anzi… però è un titolo che attira l’attenzione degli ottenebrati ed è nostra intenzione far arrivare questo post a quante più persone possibile, quindi anche agli ottenebrati che in internet e su Facebook sono una percentuale tutt’altro che trascurabile.

Dunque, iniziamo col dire che rispondiamo solo ora alle presunte polemiche perché, da sabato mattina – quando abbiamo pubblicato The killing joke –  solo ora abbiamo la possibilità di metterci davanti ad un computer (seppur mentre stiamo guardando Film d’amore e d’anarchia, su Iris).

Abbiate pazienza ma, via via, ci piace anche farci i cazzi nostri.

E cominciamo proprio da qui.

Solitamente ci facciamo i cazzi nostri.

Noi non frequentiamo Facebook, non abbiamo profili e non sappiamo neanche come funziona. I post che appaiono sul profilo di DZ sono reindirizzamenti automatici di quelli che pubblichiamo qua, sul sito. Non mettiamo “mi piace” sotto a una bella sega nulla, non partecipiamo a discussioni o polemiche, non commentiamo niente e non scriviamo su siti di altri, neanche se colleghi o amici. Snobismo? Vecchiaia? Misantropia? Cosa vi pare, però questi sono i fatti.

Conosciamo Davide La Rosa di fama (e ci siamo scambiati un furtivo ciao, piacere… quest’anno a Luccacomics, davanti ai Sebach, scena – in effetti – molto, molto romantica), purtroppo non abbiamo (ancora) mai letto i suoi lavori per una serie di ragioni esterne che sarebbe inutile spiegare, anche se speriamo di poter leggere Suore Ninja quanto prima (marzo, Davide?).

Ma veniamo al dunque. Qualcuno con garbo, qualcun altro con avvilente acrimonia, ci ha fatto notare che il buon DLR aveva già pubblicato la nostra stessa immagine a commento della scorsa puntata di Servizio Pubblico e lo aveva fatto ben prima di noi.

Cosa dire?

Bravo Davide!

Non ce ne eravamo accorti, scusaci.

Tutto qui.

Solitamente scriviamo e pubblichiamo i nostri pensieri e le nostre impressioni e/o sensazioni, i nostri sfoghi e le nostre cazzate circa questo o quel fatto o quello che ci viene in mente, quando abbiamo voglia e tempo, senza indagare o fare confronti e calcoli vari. Non crediamo di partecipare a una gara dove vince chi commenta prima di tutti, magari in tempo reale e riesce a strappare più likes.

E sempre solitamente, anzi quasi sempre, pubblichiamo solo materiale pensato e realizzato da noi includendo sempre i colllegamenti ad eventuali contributi esterni, quali citazioni o altro, qualora ce ne fossero.

Quindi, se avessimo voluto intenzionalmente prendere l’idea di Davide, avremmo senz’altro messo il link.

Perché così si fa.

Abbiamo avuto semplicemente la stessa idea, solo con un giorno di ritardo.

Ma Davide è troppo intelligente per non averlo capito (e infatti…) e chi non lo avesse capito subito o nelle ore seguenti è evidentemente troppo desolantemente ottuso per poterlo fare leggendo queste righe.

Se ne evince il fatto che abbiamo scritto per niente.

Torniamo a guardare il film e poi andiamo a letto (separatamente).

I Paguri.

Share

Tag: , , , , , , , , ,

30 Commenti

  1. zio-p scrive:

    seh, seh… e Ruby è la nipote di Mubarak!


    ‘caputt… sono ottenebrato! help! 😉

  2. Hiei scrive:

    La dimostrazione che a guardare i reality come Servizio Pubblico ci si omogeinizza il cervello. Smettere si può. comunque! :’D
     
    D’altra parte. di Monti non si può parlare, della sinistra non si può parlare perchè sta con Monti, cosa resta?

  3. gildo scrive:

    non vedo il problema
    al vostro posto non avrei neanche fatta la precisazione

    • Paguri scrive:

      Ma infatti non è un problema. Soltanto, dopo non anni, ma decenni di roba inventata di sana pianta e pubblicata, sia su carta che in rete, ci piace ribadire a qualche obnubilato un’indipendenza – diremmo – guadagnata sul campo.

  4. Davide La Rosa scrive:

    Ah-ah-ah… che sballo! Grazie ragazzi 😀 
    Torno a ribadire che non avevo messo in dubbio la vostra buona fede (ci mancherebbe… e poi conosco bene il vostro modo di lavorare e so della vostra onestà intellettuale) 🙂
    A presto!!!
    Ciao.
    Davide.

    • Pedro scrive:

      Non avevo il minimo dubbio!

      A quando un fumetto a sei mani dei Paguri e DLR?
      Il panorama fumettistico italiano imploderebbe… 😀

  5. Cescofresco scrive:

    dai… dopo la stessa puntata della stessa trasmissione, la stessa identica tavola (una su quante ennemila possibili esistenti) dello stesso fumetto (uno su quanti ennemila esistenti?)
    Porca misera… giocate al super enalotto allora…. ma dai
    oh, a me non ne viene niente, ma da lettore qualunque, e quindi terzo e imparziale, era meglio un “e vabbe tutti copiano”

    • Paguri scrive:

      E’ vero, tra le migliaia di tavole a fumetto avremmo potuto pubblicarne una  di Topolino e il mistero dei fagioli in umido, ma quella di Batman ci sembrava più adatta all’occasione.

      Strano davvero.

  6. Giorgio scrive:

    Confessatelo, in realtà siete Woody Allen!

  7. Kanna Shirakawa scrive:

    eh … qui mi cade un mito, altroche`
    sul fatto di andare a letto: separatamente
     
    non ci sono piu` i frvstony di una volta

    • McLaud scrive:

      …quant’è vero! Proprio ora che la cassazione afferma che anche due manfruiti (o due lecca-moquette, com’era nel caso di specie) possono crescere – e trav(i)are – un giovine virgulto, voi vigliaccamente negate la vostra natura?
       
      …oppure è successo soltanto che avete litigato e diviso i letti?
       
      Attendiamo trepidamente la vostra risposta!

  8. Niko scrive:

    no dai, in letti separati, un ci crede nessuno, unn’é da voi!!!
    Soprattutto dopo le foto estive del tuffo in posa frustonissima, dallo scoglio di calafuria (o giù di li), dove si evinceva la diretta voglia di attuale volo pindarico con deposito rettale incorporato!!!
    Dai ragazzi fate AUTING!

  9. vinicio scrive:

    Film d’amore e d’anarchia… davvero un bel film!

    […]

    Canto, per chi non ha fortuna
    canto per me
    Canto per rabbia questa luna
    contro di te
    Contro chi è ricco e non lo sa
    chi sporcherà la verita
    Cammino e canto, a la rabbia che mi fà

    […]

    Ciao e grazie Mariangela, è stato un piacere!

  10. Akikaze scrive:

    Data la precisazione, mi scuso per la mia reazione brusca e per il mio commento all’altro post. Da fan di Davide (ma anche vostra) e viste precedenti scopiazzature di sue frasi/vignette, pensavo non si trattasse di coincidenza ma di altro. Scusate ancora.

    • Paguri scrive:

      Niente, figurati.

      Se possiamo permettercelo, vorremmo provare a dare alcuni piccoli consigli, così in generale.

      1) Che ci crediate o no, capita spessissimo che due (o più) persone, abituate a fare ragionamenti simili, abbiano la stessa idea. Le coincidenze capitano molto più di quanto non si pensi.

      2) In casi simili, casomai, lasciate che siano gli autori a parlarsi direttamente (sempre che abbiano la ragionevolezza di farlo) non scagliatevi come ultras o cani da guardia, a difendere il vostro beniamino. Se è il caso, saprà benissimo difendersi da sé.

      3) Anche in casi di plagi evidenti, non accanitevi. Uno che plagia o copia ha comunque vita breve. Un autore dura più a lungo. E’ lì che si vede la differenza tra un autore e una moda.

      Apprezziamo comunque il tuo essere tornata sui tuoi passi, non è da tutti, specialmente su internet.

      Complimenti, e amici come prima.

       

      • Zakimos scrive:

        Sul punto 3 però, alla luce di quanto è durata la carriera di Luttazzi, non ne sarei così sicuro 😀

        • Paguri scrive:

          Su Luttazzi il discorso non è così semplice come gli sciacalli di internet e le Iene di mediaset vorrebbero far credere.

          Certo, anche secondo noi ha fatto indubbiamente delle cazzate.

          Ha anche scritto delle pagine importantissime sulla satira e sul modo di farla, ha introdotto in Italia un certo tipo di comicità (sì, forse copiando o forse solo rielaborando, o forse facendo entrambe le cose) ed è stato, al pari di Santoro e Biagi, cacciato dalla tv, non per aver copiato ma per aver fatto domande che nessun altro ha fatto.

          Certo, poi basta un errore, un passo falso, che la tutta tua credibilità crolla come un castello di carte. Ed è giusto così.

          Resta il fatto che rimane – a nostro avviso – uno dei migliori in circolazione (insieme a Corrado Guzzanti) e sinceramente ci manca.

          • Goldrake scrive:

            Concordo appieno.

          • Zakimos scrive:

            Io la vedo molto più semplice:-D Ho sempre seguito Luttazzi perché mi piaceva veramente tanto una parte della sua comicità, e mi sono sempre stupito del perché invece altre volte lo trovassi debolissimo. Con la polemica scoprii che quasi tutte le battute della parte (per me) “buona” di Luttazzi erano copiate. Questo significa che DL ha guadagnato per anni i miei soldi elargiti per la stragrande maggioranza (e per certi libri/spettacoli solo ed esclusivamente!) per materiale non suo, quando per il suo non li avrebbe ricevuti.
            Questo a prescindere dai suoi meriti come “scheggia impazzita” in tv e il suo esilio, meriti più nell’intenzione che nei fatti dato che hanno portato alla ribalta Travaglio e tutto quel sistema che ha, di fatto, rafforzato il potere di Berlusconi negli anni trasformandolo in una “vittima” agli occhi dell’opinione pubblica, con degno epilogo di questo rapporto contestazione/rafforzamento nella puntata di Servizio Pubblico (e così riesco clamorosamente a tornare IT 😀 )

          • Zakimos scrive:

            Ah, un’ultima cosa sulla credibilità che crolla, dato che l’assist è perfetto: io penso che lo stesso sia accaduto con Travaglio a SP, e l’assurda querelle sul voler negare le sue condanne (civili) per diffamazione, con frasi veramente degne del suo avversario (“i giudici non mi hanno capito” etc.) che insegna a tutti noi una cosa che dovremmo già sapere sulla brutta fine che fanno i capipopolo, anche quando partiti con le migliori intenzioni.

            • Goldrake scrive:

              Sui capipopolo Luttazzi è sempre stato chiaro ed ha sempre consigliato di diffidarne in toto, soprattutto se autori di satira o riconducibili a quel mondo e si è messo dentro lui in questo discorso per primo. L’ho apprezzato e lo apprezzo ancora molto, non sono sempre stato d’accordo con tutto quello che ha detto (vedasi polemica sulla serie “Family guy”), ma penso sia normale, mai perdere il proprio spirito critico.
              Ho avuto modo di conoscerlo dopo un suo spettacolo a Genova (è arrivato con un semplice leggio e qualche foglio e così se ne andò dopo due ore incendiarie), l’ho trovato una persona semplice e disponibile, quasi disarmante.
              Certo, la delusione per quel che è successo è tanta, specie dopo tutte le invettive contro chi copia/imita, che dir si voglia; se proprio le sue intenzioni fossero state davvero quelle di far “citazioni”, sarebbe bastato un po’ più di chiarezza, stop.
              Comunque a tutti va data una seconda chance, figuriamoci a lui.

  11. Akikaze scrive:

    Grazie a voi per la gentilezza. Ogni tanto, noi fan, scassiamo le palle. Concedetemi però di essere un po’ una ultras per Davide. Non seguo nessuno sport… mi annoio, capitemi XD

  12. Marco Alfaroli scrive:

    L’hanno detto anche di Daniele Luttazzi: “Lui copia”. Invece erano citazioni, e lui l’aveva sempre detto. Per me rimane un grande satirico.

  13. Marco Alfaroli scrive:

    I paguri un pò meno di lui, ma comunque grandi anche loro…

  14. Francesco Cerisoli scrive:

    Boia de”, un ci vole mica la scenza di buettino… Se pigli due (tre) fissati sui fumetti di Batman e li metti davanti allo stesso spettacolo comico come quello andato in scena da santoro, e’molto probabile che ti vengano fuori con lo stesso parallelo. Io Batman non lo leggo e m’e’ venuto questo parallelo qui


    E sonasega se ci aveva gia’pensato un altro segaiolo cinematico il giorno prima di me….