« | Home | »

Sputi in faccia.

20 aprile 2013

Sputo

Non meritate altro.

Share

Tag: , , , , , , , , , , ,

47 Commenti

  1. om640 scrive:

    e gavettoni di piscio

  2. His Dudeness scrive:

    Ma come, dopo il caso Mancini, la Grazia a Sallusti e quella a Joseph Romano, ed in generale dopo lo splendido operato durante il Berlusconi IV, non siete contenti di ritrovare il compagno Giorgio in cima al colle? Coi suoi mitici ed avvincenti discorsi modello Papa, che a noi piacciono così tanto.
     
    Tipo questo. http://www.youtube.com/watch?v=jrs7VAK6BEA. Per inciso, la Guzzanti me la sposerei. Così mi troverei pure Corrado come cognato. E anche Caterina. L’unico problema è avere Paolo come suocero.

    • Bird scrive:

      Guzzanti padre almeno ha fatto levate di capo senza troppi complimenti, quindi per me sta cmq sopra a gente tipo metà redazione di “intellettuali” di micromega con le loro petizioni inconcludenti e tutta la fuffa snob da finto contestatore.

  3. Ste scrive:

    Gli cacherei in testa inoltre.

  4. emiliano scrive:

    pedate nei coglioni.
     
     

  5. Marco Alfaroli scrive:

    Quella lì non è più sinistra. Si sono venduti tutti.

    • AleSala scrive:

      Quella li’ non e’ mai stata sinistra. Ed e’ anche ora che il suo elettorato si prenda un po’ la responsabilita’ di rispondere della sua completa cecita’. OK che con l’informazione manipolata non e’ facile, ma diocristo!

      • Marco Alfaroli scrive:

        Sì, forse è vero. Ma li ho votati per anni… e per anni mi hanno preso per il culo. Ora voto Beppe Grillo, o meglio: il suo movimento. Che ha tanti difetti, ma è la cosa più pulita che vedo in politica… Se anche il Movimento 5 Stelle si rivelerà una fregatura smetterò di votare, come già fanno in tanti.

        • His Dudeness scrive:

          Io posso dire con fierezza “mai votato PD” e “non mi è mai piaciuto né mi ha mai convinto quel partito, fin dalla sua nascita e dal governo Prodi”. Ma Grillo te lo sconsiglio uguale, è solo un accozzaglia di slogan a vuoto e parole facili, finto cambiamento sotto forma di facce nuove che lui vuole come marionette a suoi comandi. Insomma, un Berlusconi Bis. Tant’è che l’amico Silvio per descriverlo ha usato l’esatta definizione del PDL: “un mucchio di marionette manovrate da uno squilibrato”.
          Il perché non mi piace Grillo in primo luogo? Non ha alcun merito lui, è facile prosperare sui demeriti degli altri, e cavalcare l’onda. Quando fanno tutti schifo, è facile dire “fate schifo, merde, tutti a casa” e ricevere una valanga di voti così. Io non do fiducia alla cieca, posso solo immaginare quanti allo stesso modo abbiano dato il loro voto a Berlusconi quando è sceso in campo la prima volta, dandogli politicamente vita. Per me già il fatto che voglia abolire completamente il rimborso elettorale è una prova che cerca solo di parlare alla pancia delle persone come B., del tipo “aboliamo l’IMU e vi restituiamo quello degli anni passati”. ll finanziamento così com’è è un indecenza è va radicalmente riformato, ma senza di esso chi può fare politica? Solo chi è già ricco di suo (come Grillo) e/o chi ha appoggi e conoscenze potenti e torbide. Questa ventata di novità come la porta in parlamento? Tutti sotto l’ala sua e di Casaleggio, fuori dalle palle chi dissente. Vuole esattamente cloni di se stesso, come lo psiconano. L’unica differenza? $ilvio ha a sua disposizione un branco di leccapiedi senza dignità che non hanno alcuna intenzione di essere in parlamento per il motivo per cui dovrebbero esserci, e non hanno alcuna identità e dignità personale, perciò stanno volentierissimo agli ordini finché ricevono il loro obolo, ben consci che se dovesse sparire il loro capo finirebbero tutti nella fogna da cui vengono fuori. La maggior parte dei grillini, invece, sono gente che si trova nelle camere perché vuole fare politica e cambiare le cose davvero, facendo valere le proprie idee. Quindi non ci stanno ad obbedire ciecamente ad un padrone facendo il suo volere, neanche sotto minacce e discredito pubblico.

          • Bird scrive:

            Io avrei detto solo “grillo merda”, ma concordo con la tua lunga elocuzione.
             
            Tra l’altro peppe è un dannato pallonaro avvezzo a mentire e fare il bambinone capriccioso: o si fa come dice peppe o nulla. Altra similarità con silvio.
             
            E infatti

        • AleSala scrive:

          Grillo e’ quello che va a dire ai tedeschi di invaderci. Ti rendi conto? E domani e’ il 25 aprile. Te lo dico io che abito a Berlino da cinque anni: i tedeschi continuano ad avere la loro retorica del cazzo sull’essere superiori ai porci europei del sud. E bada bene che questa crisi e’ dovuta al fatto che la Germania ce l’ha messa in culo invadendoci con merci e capitali grazie alla moneta unica. E sto coglione, che continua a dare la colpa al debito pubblico, va’ a rincarare la dose di ideologia ai tedeschi. Gli darei tanti schiaffoni, altroche’.

          • Bird scrive:

            Questa crisi è colpa degli italiani che han votato per decadi una classe politica per lo più del cazzo: assumiamoci qualche responsabilità, visto che nessuno ci minacciava con la pistola alle tempie per comprare roba o chiedere prestiti…

            • Goldrake scrive:

              Bravo Bird. Ti contesto solo quel “per lo più”.

              • Bird scrive:

                Beh, non volevo sforare nel qualunquista e diciamo che per la legge dei grandi numeri almeno uno 0.x% di rappresentanti decorosi sarà pur passato, dai 😉

  6. juri.natucci scrive:

    Madonna Vipera, che fine miserrima… Ci manca Alvaro Vitali e compagnia, farebbe anche ride… Comunque dovrebbero chiedere il brevetto perché farsi(ci a noi persone) male così da soli o è geniale o è da menti disturbate.

  7. Talented Ripley scrive:

    Io sono più che altro incazzata con me stessa. L’elezione di Rodotà era troppo bella per esser vera, non è possibile essere così ingenui alla mia veneranda età.
    L’unica cosa buona è che il PD, da lungo tempo agonizzante, ora è definitivamente morto. Speriamo che il PDL faccia altrettanto… (ma questo è di nuovo il mio ingenuo ottimismo, lo so)

    • Bird scrive:

      Ripeti con me: “mai più guardare i teletubbies prima di passare dal don – mai più guardare i teletubbies prima di passare dal don – mai più guardare i teletubbies prima di passare dal don – …”
       
      E tra l’altro aspettiamo pure di vedere se e cosa verrà di nuovo; 20 anni fa il grande nuovo era berlusconi e la lega sempre tiepidina…

  8. AleSala scrive:

    Cari Paguri e cari tutti, vorrei segnalarvi due post che secondo me sintetizzano al meglio la situazione.
    Uno e’ dedicato agli elettori del PD, mai come oggi acronimo di porcaccioddio.
    http://www.appelloalpopolo.it/?p=8744
    Il secondo esplicita una volta per tutte quanto la classe dirigente del PD sia composta da imbecilli, da nullita’.
    http://goofynomics.blogspot.de/2013/04/le-colpe-dei-piccini-ricadono-sui.html
     

  9. andre_ scrive:

    @Talented:
    Questa credo sia la quarta volta che riscrivo questo commento, e ti assicuro che é di grandissima lunga piú calmo ed educato di quello che mi é venuto in mente leggendo il tuo.
     
    Perdonami, ma a questo punto non é questione di etá piú o meno veneranda, ma sinceramente é un problema di identitá, ed in qualche modo di cultura.
     
    Un conto é illudersi, e giá dai quattordici anni si dovrebbe essere in grado di avere dei limiti. Un conto é avere un’idea talmente distorta e cieca della realtá, al punto di non accorgersi minimamente di quello che si ha intorno.
    Mi dispiace, ma il tuo commento (preso tra i molti, troppi, che si leggono in questi giorni) ricade esattamente nella seconda ipotesi.
     
    L’ultima frase, poi, mi pare di una cecitá tale da riuscire a stento a trattenere degli insulti (da qui la riscrittura del commento…).
     
    Sperare che da una vittoria totale e definitiva del PDL possa arrivare una sua fine, o cose simili, significa non avere capito un’emerita fava di cos’é l’Italia e cosa sono gli italiani.
    Prova ad uscire dal tuo mondo dorato in cui tutti sperano che la “sinistra” prenda finalmente il potere, in cui tutti sono antiberlusconiani ed a tutti non piace l’Italia di oggi.
     
    L’Italia é tutt’altro.
    E voi non avete nemmeno iniziato a capire che cosa non funziona.
     
    Saluti,
    a_
     
    P.S. Ti consiglio caldamente una rilettura di tutti i post di questo sito, dall’inizio.
    Poi passa ai commenti.
    Evidentemente non li hai mai letti attentamente, ne uno ne l’altro, oppure sono passati nelle tue orecchie sena lasciare il minimo segno.
     

    • Bird scrive:

      Non starò a difendere talented che mi sa faccia da sola, ma stiamo attenti a non cadere in sterili over-reaction, con tutto che esordisce dicendo che è appunto incazzata con se stessa, quindi non è che dimori sul fatidico pero senza alcun pensiero, eh 😉

    • Goldrake scrive:

      Andre, conosco Talented e ti assicuro che non è il personaggio che hai descritto, magari un’ “ingenua ottimista” di natura, ma perfettamente a conoscenza di quel che succede, oltreché coltissima persona. Fidati. 😉

    • McLaud scrive:

      Anch’io mi unisco a spezzare una lancia a favore di Talented. Non solo per quello che hanno detto Bird e Goldrake, con cui sono d’accordo, ma anche perché il clima di questi giorni mi ha fatto saltare i nervi più volte.
       
      Andre_, capisco che sia stato lo stesso anche per te. Prima di finire assieme su qualche approfondimento di Studio Aperto di fattacci di cronaca locale, almeno sforziamoci di immedesimarci in chi – grosso modo – la pensa come noi, va bene?

      • Talented Ripley scrive:

        Un paio di cosette, anzi tre.
        1) Grazie, ragazzi. E’ bello sapere che c’è qualcuno che mi conosce e non si fa fuorviare dalla mia (poco comprensibile? malriuscita?) autoironia.
        Detto questo, avrei voglia di lasciar perdere tout court, dato che non soffro della famosa sindrome identificata per primo dal dott. Astutillo Smeriglia (maggiori chiarimenti qui: http://incomaemeglio.blogspot.com/2010/12/linconveniente-di-avere-il-cazzo.html ) e dato che mi sembra palese si tratti solo di un fraintendimento da parte del buon Andre.
        Ma, per amor di precisione, e visto che Andre si è sbattuto riscrivendo per ben 4 volte il commento per non insultarmi:
        2) non vivo nella mia torre d’avorio, nel mondo dei Teletubbies (con buona pace del nostro Bird) e manco sulla nuvola d’oro di Goku. I discorsi nei bar, in strada, i discorsi della “ggente” insomma, li sento benissimo e so altrettanto bene che in Italia di berlusconiani ce ne sono sin troppi. Ne ho anche scritto in passato su questo blog. Forse non sono l’unica che deve andare a ripescare i vecchi commenti, hm? 😉 Sapevo che Berlusconi non sarebbe stato un fenomeno passeggero nemmeno nel 1994, a riprova del fatto che forse non mi illudo così tanto. E ricordo ancora un mio parente che, di fronte a chi ci diceva “tranquilli, questo non dura” disse: “Questo ce lo teniamo almeno 15 anni” (ehi, Marco, non ti volevi sbilanciare troppo, eh?) Se poi vogliamo stare a rimuginare (come abbiamo fatto da 20 anni a questa parte) sul perché il Berluskaiser sia così amato, beh… gente migliore di me ci ha scritto su interi tomi, quindi rimando volentieri a quelli. O alla visione di Girlfriend in a Coma, che per quanto non approvi in toto (vedi le parti su Monti, Marchionne, ecc. ecc.) definisce comunque bene la questione.
        3) quale parte di “questo è solo il mio ingenuo ottimismo” non ti è chiara? Un conto è la “speranza”, (che in questo caso si legge come: sogno un mondo senza il Nano, ma è un sogno, appunto) un conto è la consapevolezza che si tratti appunto di pie illusioni. So benissimo che di fatto il PDL ha vinto…sul mio profilo faccialibro ho appena finito di “picchiarmi” verbalmente con un paio di grillini 100% tungsteno proprio su questo…
        Insomma, il mio era il classicissimo “mugugno” genovese, da “spera nel meglio e aspettati il peggio. Il problema è indubbiamente culturale, anzi antropologico: non conosci la tipica mentalità del vecchio genovese 😉 Mi dispiace essere risultata così poco chiara! 😀
         

  10. PINOZ6700 scrive:

    PORTIAMOCI AVANTI ! ! !. . . CHE MANCA POCHISSIMO!!!

  11. PINOZ6700 scrive:
  12. Blackfox scrive:

    Era da tanto che non venivo qua, ma questo blog fa sempre più cagare, non fa nemmeno più ridere.
    Dove sarebbe la satira?

  13. woytila88 scrive:

    Bene, noto con gioia dai commenti che forse si comincia a delineare il nocciolo della questione: hanno tradito? o semplicemente hanno compiuto l’apoteosi di un cammino ventennale? sono dei coglioni incompetenti? o dei collusi che non avrebbero mai le palle per andare al governo e preferiscono vivacchiare di rendita e finta opposizione? Dalle mie parole si capisce quale opzione scelgo.
    E quindi basta delusioni, basta pianti (una che intervistavano ad Annozero, elettrice del PD, mi ha fatto vergognare di essere italiano.) BASTA CAZZATE. Ma possibile che la gente non piange per i morti suicidi di Civitanova? (scusate il personalismo, ma è la mia città, so che succede ovuinque), per i disabili senza fondi e bastonati? per i terremotati bastonati? NO, NON PIANGE, perchè questa è mera demagogia, mero qualunquismo. 
    E non già per colpa dei berlusca, dei grillo ecc. ma per colpa di quella KontroKultura da radio/tele/web Kabul 2.0, di quella finta sinistra d’accatto, tante volte ridicolizzata su questo blog, che spero si, d’accordo con Talented, si estingua presto: le littizzetto, i serra, i fazio, i jovanotti, i de benedetti, gli scalfari, i benigni ecc. 
    gente che applaude al discorso di Napolitano, applaudito a sua volta nella “cena” delle beffe parlamentare, creando un ossimoro, non già solo dei parlamentari, ma di tutti questi pagliacci, “maitre a pènser” che leggendo il mio post mi insulterebbero perchè non ho messo l’accento circonflesso sulla I di maitre. E mai si sognerebbero di ricordarci che la rielezione di Napolitano fa comodo a loro perchè tiene in vita e anzi rilancia Silvio, e quindi pure loro (con un serpente mitologico, l’uroboro, che ci ammorba i coglioni da 20 anni), fa comodo alle istituzioni europee, garanti dei mercati, e fa comodo a Grillo che riprenderà i voti che ha perso in precedenza.
    Scusate la prolissità, desidero infine ringraziare René ferretti e Martelloni che in natale con la casta esprimevano bene quel “quid” fondamentale che manca completamente nel mio paragrafo precedente: la volontà popolare. Con un bel “e sti cazzi” venato, sfumato, condito da qualche scorreggia.

    • McLaud scrive:

      Mi allineo a Woytila e lancio anch’io il mio più spregioso anatema al P(artito di) D(‘Alema & co.), sperando che, come nella sempre geniale parodia di Guzzanti (a partire dal minuto 4, ma vale la pena vederla tutta), spariscano dal “mondo del visibile”.
       
      Su Napolitano, poi, non mi basterebbe mezza internet per esprimere il mio disgusto per un soggetto colluso, manovratore, megalomane e delinquente come lui. L’altra metà di internet la riserverei a coprire di vomito e granella di guano tutti coloro che si sono lagnati di lui nel tempo e l’hanno poi rieletto ed applaudito.
       
      Adesso il PD sarà tenuto in stato di animazione artificiale fin quando non ripresenterà una qualche forma di organizzazione che non sia l’ordalia; il PDL verrà messo sotto naftalina, ché tanto sta benissimo dove sta ed in qualsiasi momento si terranno future elezioni, stravincerà; Monti & co. si godranno la loro comparsata parlamentare prima di sparire, come SEL, probabilmente; il M5S sarà – giustamente – trattato come il cugino scemo che bisogna sopportare a Natale in attesa della sua imminente disgregazione (o, comunque, verticale caduta di consensi).
       
      Se, poi, sarà nominato presidente del consiglio Amato (cosa di cui dubito), allora sarà contenta anche la Germania. Spero di non dover ricordare che legami abbia il dott. Sottile con Deutsche Bank e la sua attitudine al furto.
       
      Sempre in sintonia con Karol, ribadisco sconsolato “esticazzi”.

    • Talented Ripley scrive:

      Sono indecisa fra la seconda ipotesi e la quarta, ma direi che, grossomodo, l’una non esclude l’altra 😉
      Speriamo davvero si estingua, questa finta sinistra alla Che tempo che fa. Ma, come è stato dimostrato sopra, io sono un’inguaribile ottimista: pensa che mi consolavo sentendo mia madre e mio padre ripetersi a vicenda “Non è possibile, non voterò mai più PD”.
      Pensavo “In fin dei conti hanno 65 e 70 anni, è già buono che abbiano finalmente cambiato idea!”
      Son fatta così, cerco sempre di vedere “the bright side” (anche perchè poi arriva sempre quel rompipalle del mio dark side, che sogghigna dalle tenebre e mi sussurra: “Perchè tu credi davvero che ci saranno ancora delle elezioni degne di tal nome?”)
      Applausi per la metafora dell’uroboros: ah, la potenza del mito! 😉

      • Goldrake scrive:

        Alla fine, non sfugga il nocciolo della faccenda : tutto ciò è colpa della TOTALE deficienza del 95% degli italiani, che :
        1) Nonostante tutto, ma proprio NONOSTANTE TUTTO, non hanno ancora capito un cazzo nulla sulle (semplici semplici) motivazioni della crisi che stanno vivendo.
        2) Si, è probabile che rivinca il PDL e non credo di dover dire nulla su questo.
        3) Chi proprio si sente ribelle vota Grillo.
        Ora, dopo tutto ciò, non venitemi a dire che Dio non è porco.

        • Talented Ripley scrive:

          Sempre sia lodato (il porco, in tutti i suoi tagli).
          A parte le considerazioni culinarie, vorrei richiamarmi al tuo punto n. 2 e ricordarti che si sta avverando quanto era stato pronosticato da molti di noi (Paguri inclusi) quando il Berlusca si era dimesso, ovvero: dopo un annetto, gli italioti si sono già dimenticati la vera causa del disastro in cui sono finiti, finendo per attribuirne tutta la colpa a Monti…e votano di nuovo in massa il Nano. Mai sottovalutare la prevedibilità della stupidità. (cit.)

  14. andre_ scrive:

    @Talented (e di conseguenza a tutti gli altri prima 🙂 )
    Scusate, ma non riesco a rispondere al punto giusto, e mi tocca andare in coda.
     
    Prima di tutto, cosa che non faccio di frequente, volevo ritrattare una frase che ho scritto sopra e che era troppo forte: non ti avrei mai insultato, ne in realtá l’ho pensato piú di tanto. Cerco di non farlo mai, e tantomeo con le persone che scrivono cose interessanti (i commenti li abbiamo letti entrambi 😉 ).
     
    Poi volevo chiarire una cosa: la mia non é una overreaction, perche francamente mi interessa piuttosto poco quello che é successo. O meglio, mi interessa ma (purtroppo) non continene nessuna novitá, perché  sta andando nell’unico modo che fosse prevedibile, giá mesi fa.
     
    Detto questo, va benissimo che conosci la situazione degli ultimi venti anni, ma allora perché  cavolo il PD e simi continuano ad essere un metro di misura?
    Ironiche o meno che fossero le tue frasi, il fatto che resta é quella illusione di fondo che tutto sommato sia il PD o qualsiasi cosa si “dichiari di sinistra” l’unico folletto che potrebbe risollevare la situazione.
    Ma questo va completamente contro ogni logica…!
     
    É questa la parte de “l’ingenuo ottimismo” che continuo a non capire. Ed é il punto di partenza dei miei commenti e dei miei pensieri.
    Se poi aggiungi che il tuo commento é uno dei tanti sullo stesso tono che si leggono in questi giorni (e ti va di sfiga, perhcé questo é l’unico spazio sul web in italiano dove mi viene voglia di rispondere, perché in genere si intavolano delle belle discussioni), mi dispiace “generalizzarti” perché non lo meriti affatto, ma l’impressione é stata di certo peggiore di quanto sarebbe stata in un’occasione differente.
     
    E poi… Cazzo, non potevi essere piú chiara e precisare dall’inizio che sei genovese? 🙂
    Non mi sarei neppure messo a discutere, con un genovese. Se é donna, poi, di qualunque cittá o nazionalitá sia a noi ometti ci fa le scarpe…
    a_
     
     

    • Talented Ripley scrive:

      @ Andre
      Ah si, le genovesi vecchia scuola sono un flaCello divino che manco le piaghe bibliche (scus. term.), lo riconosco. 😉
      Nello specifico io sono ancora più rognosa perché quando si tratta di forum, blog e compagnia scrivente non ho la pazienza adatta a impegnarmi in dibattiti che possono anche andare avanti per giorni e che trovo un po’ alienanti (preferisco di gran lunga vedere in faccia la persona con cui parlo) quindi spesso accade che scriva di fretta e non mi spieghi bene. Cosa che è evidentemente accaduta anche stavolta. 
      Quindi, per circostanziare un po’ meglio:  il PD non è assolutamente il mio metro di misura. Non l’ho votato e non lo voto da anni.E di certo non mi illudo che sia l’unico partito “di sinistra” che possa cambiare qualcosa. Anche perchè il PD non è un partito di sinistra, questo ce lo siamo detto tante volte, anche su questo blog, mi pare. Per me somiglia più a un mostro di Frankenstein fatto di catto-comunisti, ex democristiani, ex socialisti, ecc. ecc. Tutto, o quasi, ciarpame politico, con quei pochi che magari vorrebbero davvero cambiare qualcosa puntualmente bloccati dalla dirigenza. Insomma, per citare Guzzanti: “Non ho mai provato la merda di cavallo, ma già lo so che non è buona”.
      Ma per tornare a bomba: in questo post si parlava degli ultimi accadimenti e del risultato di questi 50 giorni di m…. e mi sono limitata a esprimere la mia disillusione.
      Partivo già totalmente sfiduciata nei confronti del PD, poi la nomina di Boldrini e Grasso, per quanto magari operazione un po’ di facciata, ma sicuramente molto migliore dell’alternativa (Schifani, porco dio) mi aveva fatto drizzare le antenne. Per un attimo avevo quasi creduto che il PD, preso fra l’incudine di Grillo e il martello del PDL, potesse smentirsi e dimostrare un barlume di volontà di cambiamento. Se non altro per spirito di auto-conservazione. E non credo di essere stata la sola, ricordo speranze  simili anche da parte dei Paguri in questo blog. 
      In quell’occasione il commento era stato, “Ci manca solo Rodotà alla Presidenza della Repubblica e poi possiamo andare di pippe”. O qualcosa del genere, non ricordo la frase esatta ma il senso del post era quello 😀
      E anch’io, come loro e immagino molti altri avevo cominciato a sperare in Rodotà. Ci speravo poco, sapendo che il PD è insuperabile nel darsi la zappa sui piedi da solo, ma un po’ ci speravo, lo ammetto. 🙂 Anche perchè l’alternativa, l’accordo su un candidato che piacesse al PDL avrebbe portato (come poi è successo) all’inciucio, e per quanto una parte di me lo ritenesse probabile come esito, razionalmente mi pareva un suicidio, perlomeno dal punto di vista elettorale.
      Ho fatto l’errore di pensare anche solo per un nanosecondo che il PD avrebbe accettato un cambiamento, se non altro per sopravvivere. Così non è stato, mi sono detta “tipico” e ho scritto a caldo quel commento. Mea culpa, se la cosa ti fa viver meglio. Ma da qui all’affemare che il PD è il mio metro di misura e che mi illudo che il  PD “o qualsiasi cosa si dichiari di sinistra” sia l’unico “folletto” a poter risollevare la situazione, direi che ce ne passa.
      Ecco, spero di essere stata un po’ più chiara, per quanto indubbiamente prolissa.

    • Goldrake scrive:

      Ahi Genovesi, uomini diversi d’ogne costume e pien d’ogni magagna, perché non siete voi del mondo spersi… (cit. obb.)

  15. PERCVLATOR scrive:

    D’accordo sul fatto che il PD abbia sempre fatto -e fa, e sempre farà- stracaàre, ma quello su cui non sono sicuro è che alle prossime elezioni vinca il PdL. Sta succedendo esattamente ciò che voleva Grillo: una mega-ammucchiata fatta di vecchie cariatidi il cui unico scopo sarà quello di rispolverare l’agenda Monti, con buona pace dei famosi “volti nuovi” e/o “cambiamento”. Faranno esattamente ciò che hanno fatto prima: cavare il dinero ai poveri per salvare banche e caste varie. E Grillo in tutto ciò potrà fare quello che sperava, cioè stare all’opposizione a insultarli e a cavalcare la rabbia. Non so se mi fanno più ridere o più pena le cime dei vari tiggì di regime che gongolano perchè in Friuli il M5S ha preso poco, senza rendersi conto che di qui a un anno le cose cambieranno, e in peggio. Parecchio in peggio.

    • His Dudeness scrive:

      Non ti preoccupare, che lo zio Silvio conosce i suoi polli e sa bene come gestirli. Guarda la situazione come la vedrebbero i suoi sostenitori: Silvio è da subito dopo l’elezioni che vuole il Governissimo (che fa malissimo), e Bersani lo rifiuta ostinatamente. Che vuol dire? Che lui per il bene del Paese è disposto ad unirsi anche solo momentaneamente coi suoi più acerrimi nemici, i Comunisti, mentre il PD pensa solo a se stesso e non vuole spartire il governo con nessuno, nonostante non abbia i numeri e quindi il diritto di governare. Rifiuta l’alleanza perché sa che significherebbe la fine del partito, fregandosene invece se non farla significa immobilismo politico e quindi la fine del Paese.
      E se l’alleanza si fa? Hai visto, si rimangiano la parola. E se ciò comporta un governo di lacrime e sangue, magari un altro tecnico? Stai tranquillo che il nano da giardino saprà far cadere la colpa delle cose più impopolari solo sul suo eccezionale avversario e tirarsene fuori completamente, almeno lui di persona, come già ha fatto con Monti. E dopo la figura che il PD sta facendo ora, credi che al nostro capo sia difficile volgere il tutto a suo vantaggio?
       
      In tutto questo non mi lamento del fatto che ci rimette il PD, sia ben chiaro, come partito si merita tutto quello che gli sta succedendo, dovrebbe essere inghiottito da un buco nero. Mi terrorizza, ma non sorprende, il fatto che volge tutto a vantaggio dell’uveitico. Perché sa bene come riuscirci. Grazie anche all’aiuto del principale partito di “centro-sinistra”, al quale però a ‘sto punto non si può più concedere il beneficio dell’incompetenza in buonafede, si pone il serio dubbio di intenzione.

  16. Lavrentij scrive:

    stiamo rischiando un premier pisano!

  17. woytila88 scrive:

    Complimenti con il vostro post avete armato la mano del calabrese! (o maghrebino secondo sky)! Vergogna!

    • His Dudeness scrive:

      Già, maledetti! Avete sentito le parole del nostro padre (anzi, papi) costituente: questo è il risultato di chi fomenta l’odio. L’avete premuto voi il grilletto, bastardi!