« | Home | »

Zuzzurelloni poliedrici

13 maggio 2014

La-gabbia

Attenzione, attenzione.

Domani, 14 maggio ’14, troverete in edicola La gabbia, un bel thrillerone claustrofobico, che Paguri 1 ha realizzato su sceneggiatura di Paola Barbato fra un numero di Nirvana e l’altro. Una storia maledettamente difficile da disegnare per diversi aspetti che non stiamo qui a elencare, ma che Paola ha agevolato dandomi la totale libertà d’interpretazione. Non è cosa da poco, vi assicuro.

È anche una storia che si discosta appena appena dal genere che di solito cercano i frequentatori di questo sito. Per questo ve la propongo. Nel caso v’incuriosisca e la vogliate leggere, ogni opinione è più che gradita.

Paguri 1

Share

Tag: , , , , ,

16 Commenti

  1. jahtiz scrive:

    ma è quindi una graphic novel? una storia lunga?
    e si trova comunque in edicola?

  2. Paguri scrive:

    Chiamalo come ti pare, ma è un fumetto di 110 pagine autoconclusivo: lo inizi, lo finisci e via andare.
    Edicole di tuttitalia, Orentano inclusa.

  3. jahtiz scrive:

    ESORCISMO:
    http://www.chilloutzone.net/video/exorcismus-interruptus.html
    (una scena del genere, nel nuovo libro di DZ, ve la scordate)

  4. Gerardo Massoni scrive:

    Me lo spedite? Mi vergogno di andarlo a prendere in edicola. 🙁

  5. jackilnero scrive:

    Cioè veramente avete disegnato una storia della Barbato?
    Quella Barbato???
    Quella che ogni volta che vado in edicola apro il Dylan Dog per controllare se la sceneggiatura è sua e solo in tal caso comprarlo?

    No veramente… mi sa che vi amo. Anzi, solo se ce l’hanno nel buco di culo dove vivo vi amo.

  6. cutter scrive:

    bravo paguri 1, sempre molto performante ai disegni e degno erede di magnus. anche la storia imbrocca bene. keep up the good work.

  7. sebastiano scrive:

    beh guardate qua cosa organizzano non troppo lontano da livorno
    http://www.routenazionale.it/
    se volete fare una bella estate col papa, eccoci!

  8. Goldrake scrive:

    Preso ! Trovato (non so se per fortuna) nell’edicola più vicina all’ufficio dove lavoro.
    Nel frattempo, se me lo consentite, vorrei tornare un po’ a parlare di bontà.
    http://www.igiornielenotti.it/?p=10507

  9. Ste scrive:

    @Goldrake, una Chiesa fedele alla linea…

  10. tonno scrive:

    Letto. Avvincente. Magari qualche pagina in più avrebbe giovato, che forse la storia è un po’ troppo compressa, ma sono quisquilie davanti ai bei colpi di scena. Che sono veri veri colpi di scena, visto che la Barbato nasconde molto bene le carte e il Paguri 1 la asseconda con maestria. Un numero tra i migliori della serie.

    Comunque qua si frigge in attesa del verbo zaukeriano.

    P.S. A quando una storia bonelliana SCRITTA da Paguri A?

  11. andrea scrive:

    barbato al suo solito alto: 90% di bellezza e una chiusura gné.
    disegni secchi e potenti davvero, ma attenzione all’effetto “chiara di notte” su bernet (il pupazzettistico/comico che si insinua nel serio).
    comunque, ottimo, consigliato, comprato e regalato (ma non perché son miccio, perché è bello. il bello della bonelli è proprio l’altissima qualità media a un prezzo popoloso)

  12. Talented Ripley scrive:

    Letta. Bella, avvincente, e bravo Paguri 1 (ma questo lo sapevamo già 😉 ).
    Concordo con Tonno sulla sceneggiatura, forse un po’ troppa carne al fuoco che avrebbe avuto bisogno di qualche pagina in più, ma rimane sempre un’ottima prova. Non conoscevo questa serie Bonelli (sì, mi cospargo il capo di cenere) d’ora in poi la terrò d’occhio.