Black Holes & revelations

No, l’ispettore Buddha non è ispirato a Giuliano Ferrara. E’ Bud Spencer. Si vede, no? Beh, qualora i disegni (e le nostre interviste, diciamolo) non bastassero c’è anche il nome Buddha. Quello dovrebbe indirizzarvi nella giusta direzione. Almeno, questo credevamo. Poi, girovagando su internet, ne abbiamo lette di tutti i colori. Ma il mondo è bello perché è vario, no?

Berlusconi appare solo e unicamente nel primo episodio che, tra parentesi, abbiamo realizzato più di un anno fa. Nirvana non è una striscia satirica; è un fumetto. Sì, ci sono (e ci saranno sempre) diversi aspetti satirici ma abbiamo preferito parlare della nostra società, piuttosto che di politici. Berlusconi c’è, nel primo episodio, unicamente per caratterizzare il periodo storico e il Paese, oltre che per cercare di dare una spiegazione logica a come possa essere nato uno slogan del cazzo come “L’Amore vince sempre sull’invidia e sull’odio”.

Ah, a quanti sostengono che è facile attaccare Berlusconi adesso che è meno potente, rispondiamo vaffanc …ehm, rispondiamo di andarsi a leggere tutta la nostra produzione a fumetti, degli ultimi 25 anni. Sì, ci sembra una punizione abbastanza dura.

L’ippopotamo Stefano tornerà.

Anche i due extracomunitari del barcone, torneranno.

Ma solo l’Altissimo sa dire quando e come. Quindi, appena trovate uo spilungone, provate a chiederglielo.

Il secondo numero uscirà a gennaio 2012 e si intitolerà “Eroi (solo per un giorno)”.

Il primo numero, quello attualmente in edicola, si intitola “Un mondo d’amore”, ricordate?

Cosa si può dedurre da tutto ciò? Forse che i titoli degli episodi saranno sempre titoli di canzoni famose?

Sì, esatto, sarà così.

E magari, in allegato all’ultimo numero metteremo anche una compilation con le canzoni in questione. Chi lo sa?

L’unica differenza tra l’edizione normale e la variant è la copertina: quella variant, se grattata in corrispondenza del culo dell’ippopotamo …puzza di culo d’ippopotamo!

La posta è palesemente inventata, essendo al primo numero. Lo sarà anche nel secondo, sì.

Dal terzo in poi ci piacerebbe poter pubblicare mail vere. Alcune già ci sono. Se vi interessa, scriveteci qui: nirvana@panini.it

Siate numerosi e circoncisi.

Come Golem.

5 comments

  1. jahtiz scrive:

    io insisto su Giuliano Ferrara… è palese la somiglianza.
    il ciuffo, le bretelle, il faccione giovine

    dai, su, non dovete mica vergognarvi d’aver preso spunto dal tanto intelligente giornalista.

  2. Gianni scrive:

    Anch’io che non sono troppo sveglio ho subito pensato a Bud Spencer, sia per l’aspetto, sia per il ruolo di poliziotto/investigatore che ha avuto in alcuni telefilm (per me non troppo belli) e il carattere simpatico ma che poi ti prende a sberloni.
    http://www.budterence.tk/extralarge.php

    Invece non ho capito il titolo “Un mondo d’amore”, mentre sugli albi di Don Zauker credevo fossero titoli a cazzo tanto per dargliene uno, ma poi ho capito che avevano senso leggendoli, in questo caso non ho capito la connessione tra il titolo e la storia.

    Aspetto l’uscita del secondo numero per leggerlo, e il fatto che non comparirà più Silvio mi invoglia di più a comprarlo visto che la sua presenza l’ho travata “stonata”.

    Ciao.

    Gianni.

  3. Paguri scrive:

    “L’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio!”
    Ecco uno dei perché del titolo “Un mondo d’amore”.
    C’è poi il contrasto tra il titolo ed un mondo, quello dove è ambientato il fumetto, dove di amore ce n’è ben poco, se non quello banalmente monotono, egocentrico e asfissiante di Cristy, che chiede continuamente a Ramiro: “Ma mi ami?…ma quanto mi ami?…”
    C’è poi Slobo che dice che l’ippopotamo Stefano (quello che alla fine rovinerà i suoi piani) è davvero un amore, oltre al Mago Antilopo che, come tutti i maghi, cerca di spiegare l’amore, ai propri clienti.

    Berlusconi sparirà dalla serie, tranquillo: l’avevamo già deciso un anno fa.
    Le motivazioni della sua apparizione, e della sua scomparsa, abbiamo cercato di spiegarle nel post.
    Però, per favore, non fate l’errore di dimenticarvi di lui, di quello che ha fatto, del Paese che ha modellato e di quanti lo hanno sostenuto e servito solo perché da qualche giorno non è più al governo.

  4. Maverick scrive:

    Per me è stato palese fin da subito che l’ispettore BUDdha altri non era che il MITICO Bud! Addirittura ci fanno i forum!? Comunque complimenti ragazzi, il fumetto è piacevole e ispira simpatia anche se ho trovato qualche gag un po’ troppo violenta/nonsense e la storia non si capisce ancora dove vuol andare a parare.Un consiglio spassionato, tra I Simpson e South Park vincono sempre i Simpson e un motivo ci sarà… 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *