Tag Archive for Emiliano Pagani e Daniele Caluri

NIRVANA 12 – Tutto il resto è noia.

Cop.N12

Come già annunciato, giovedì 16 uscirà l’ultimo numero della seconda stagione di Nirvana.

Quelli tra voi più fortunati, andando in edicola, potrebbero trovarlo già oggi.

Quelli tra voi fortunatissimi, andando in edicola, potrebbero trovare Jessica Alba vogliosa di appartarsi in una piazzola di sosta della tangenziale (sì, siamo molto romantici) e andare in culo a Nirvana.

Ma, una volta riaccompagnato Jessica dove l’avevate trovata, ve ne pentirete.

Sì, perché il numero 12 di Nirvana è un finale di stagione fuori dal comune per quella che, in fin dei conti, rimane una serie fuori dal comune.

Quindi, forza, lasciate perdere tutto e con l’entusiamo degno di queste occasioni, precipitatevi in edicola e iniziate il solito rituale con il vostro edicolante di fiducia:

edicola

– “Buongiorno, è uscito Nirvana?”

– “Cosa?”

– “Nirvana, è un fumetto.”

– “Ah, guarda se si trova lì, altrimenti, no.”

– “No, è un fumetto ma non è un manga e… no, nemmeno un porno…”

– “Che tipo di fumetto? Come Tex, intendi?”
– “No, diciamo più tipo Rat-Man…”

-“Ah, Rat-Man… no Rat-Man non è ancora uscito.”

– “Sì, ma io volevo Nirvana…”

– “Ah, guarda se si trova lì, altrimenti non saprei…

Ad libitum…

 

I 4 dell’Orchidea selvaggia

orchidea

A Lucca, come al solito, abbiamo riso, parlato, bevuto, mangiato, camminato e incontrato lettori, amici, conoscenti e rompicoglioni.

Abbiamo anche annunciato e programmato diverse cosettine per il futuro.

Ma la cosa che più ci ha fatto piacere è stata ridere, parlare, bere, mangiare (anche orchidee… chiedere a Marco Rizzo e Giacomo Bevilacqua) camminare e incontrare lettori, amici, conoscenti e, sì, anche rompicoglioni.

Nelle foto, sopra e sotto, alcuni soggetti della categoria amici.

Tris

Power Rangers

Abbiamo preso un bel po’ di roba da leggere e, nel mucchio, siamo sicuri che ci sarà anche qualcosa che varrà la pena. O almeno, speriamo.

Lucca 2013 è finita.

Il nostro ringraziamento e i nostri saluti vanno, ovviamente, a tutti quelli che abbiamo incontrato ma soprattutto ai ragazzi e alle ragazze dello stand Paninicomics, davvero formidabili per gentilezza, compagnia e simpatia.

Almeno con noi.

Orari lucchesi.

 

Orari

Ecco, questi sono i nostri orari ufficiali, comunicati in un rigido e rigoroso “formato antiscem antierrore”, ben sapendo, però, che tutti i nostri sforzi saranno comunque stati vani quando, entro i primi 5 della mattina di venerdì, ci si presenterà davanti uno che ci dirà: “Ma come? Avevo letto su internet che c’eravate solo mercoledì notte e vi ho aspettato per ore, allo stand Disney!”

Comunque, riassumiano con qualche dettaglio:

Quando non saremo ai sebach, in giro a molestare le spose, a mangiare, a fare acquisti o a parlar male di amici e colleghi, SAREMO IN PIAZZA SAN MARTINO, AL PADIGLIONE PANINI.

VENERDI’, faremo firme, dediche, disegni e cazzi vari(egati), dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18, all’Area Performance. Cosa sia quest’Area Performance, sinceramente lo ignoriamo. Ci hanno detto che ci sarà addirittura un palco e… boh?… staremo a vedere.

SABATO, la mattina, dalle 11 alle 12 saremo in Camera di Commercio (quel misterioso locale nascosto ai più e sinceramente introvabile con delle belle sale sottoterra dove si accede solo se in possesso di parola d’ordine, tipo: “Rimetta a posto la candela”) per una conferenza sulla linea humor di Panini, insieme a Leo Ortolani e Giacomo Bevilacqua.

Di seguito, torneremo all’Area Performance dalle 12 alle 13 e dalle 14 alle 16.

DOMENICA, faremo firme, dediche, disegni e cazzi vari(egati), dalle 11 alle 13, sempre all’Area Performance e, infine, dalle 15 alle 16, all’Area Signing.

Ci sembra di aver detto tutto.

O forse no.

Chissà.

 

 

Indiscrezioni.

ConiglioA Lucca ne saprete di più… su questo e su altro ancora.

Naturalmente a breve vi forniremo tutte le informazioni necessarie affinché possiate venire allo stand Panini (in piazza S. Martino) e dire: “Ma come? Vi ho aspettato per ore allo stand Astorina, da quant’è che non fate più Diabolik?”; oppure: “Ma non dovevate esserci domenica sera, dopo il posticipo?”

Quest’anno, poi, per facilitare le cose, faremo dediche, firme e cazzi vari, non solo allo stand Panini, ma anche su un misterioso palco, costruito appositamente per queste cose (dediche, firme e cazzi).

E nella mattina di sabato 02 novembre, avremo anche una conferenza con Leo Ortolani e Giacomo Bevilacqua, tutti insieme appassionatamente.

E non finisce qui…

 

 

Lamento rock.

Tanti anni fa, quando ci siamo messi a fare fumetti lo abbiamo fatto per un unico, preciso scopo. Si può pensare che abbiamo iniziato a farli per divertire e divertirci, oppure per dare corpo a un comune senso dell’umorismo, o più in generale per raccontare storie e, attraverso di esse, presentare ai lettori una nostra visione delle cose e del modo di mostrarle e parlarne.

No, no, siamo fuori strada.

Noi abbiamo intrapreso questa strada con un unico obiettivo: essere interpellati, in qualità di autori, su tutto lo scibile umano, dallo stato dell’editoria al corretto taglio delle unghie dei piedi, dalle possibilità offerte dagli ultimi modelli di smartphone, alla ricetta originale delle melanzane alla parmigiana, dalle ultime puntate di Tabata mani di forbice alle serie tv che preferiamo guardare mentre dormiamo e così via. Il nostro faro è stata l’idea che un giorno saremmo stati invitati dalle più autorevoli voci, fiere, siti, rassegne di ogni tipo a esprimere un nostro parere a pro delle masse.

E tutto ha concorso ad alimentare nel tempo questo nostro sogno irrinunciabile: vendite da decine di migliaia di copie, ottenimento di numerosi premi, affetto solido e duraturo dei lettori, pettinature aggressive e terribilmente trendy.

 Ma crediamo sia giunta l’ora di ammettere la durissima realtà. Nonostante quanto sopra scritto, i principali consessi, reali o virtuali, che ruotano attorno al magico mondo del fumetto, non solo non appaiono interessati a ciò che abbiamo da dire, ma anzi sembrano ostentare un vero ostracismo nei nostri confronti. Il nostro nome non viene quasi mai preso in considerazione quando si preparano le liste degli ospiti illustri ad una fiera o ad un incontro sul fumetto o sulla crisi del fumetto o sul fumetto in crisi, o sulla rinascita del fumetto, dopo la crisi, o sulle novità per uscire dalla crisi.

Non avete idea di quanto questa cosa ci faccia soffrire.

Forse non siamo abbastanza conosciuti o forse i nostri nomi non sono associati a dei volti, a delle immagini rispettabili.

 Molti importanti autori hanno dei profili che ne narrano le eroiche gesta presentando a corredo foto di loro stessi con un foglio bianco davanti e lo sguardo romanticamente perso nell’infinito, oppure con il mento appoggiato sul pugno, la fronte aggrottata e gli occhi fissi sulla caffettiera sporca, dietro l’obiettivo della macchina fotografica (ma anche con una penna in bocca ed un sorriso sornione).

Anche noi ci siamo costruiti un profilo e una reputazione accompagnati da immagini evocative che mostrano tutta la nostra profondità di tormentati intellettuali che sanno come gira il mondo e che non aspettano altro che qualcuno gli chieda lumi in merito. Perché è questo che servono gli intellettuali: a mostrare una direzione.

Dette immagini le abbiamo addirittura diffuse, in migliaia di copie, sul decimo numero di Nirvana, distribuito come gli altri su tutto il territorio nazionale.

Eccole qui.

Spumino1

Spumino3

Spumino5

Forti di ciò, a partire da oggi ci aspettiamo inviti, se non dalle fiere di fumetto, almeno da quelle dei cuccioli cercamici.

BOLOGNA.

NirvanaBologna

Bologna è una ricca signora, che fu contadina:

benessere, ville, gioielli, e salami in vetrina.

Ecco, sabato 8 giugno, quei salami saremo noi, a partire dalle 16;00, nelle vetrine del PAN Store, in via Testoni 5 (a metà strada tra Piazza Maggiore e via Ugo Bassi).

Come già annunciato, saremo nei suddetti locali per tutto il pomeriggio, a parlare di Nirvana (ma anche di altri fumetti, campionato di calcio, governo di larghe intese e papa Francesco), firmare albi (anche a caso, voi portate un Diabolik, un X-Men, un Naruto o un Lando e noi firmeremo anche quelli, cosa ci costa?), fare disegni (anche su parti anatomiche a nostra scelta, portiere delle auto parcheggiate davanti al negozio o pareti dei cessi) sparlare di questo e di quello (ché tanto prima di esse’ pari con quanti sparlano di noi, ce ne corre) e cazzeggiare in libertà (termine che riassume tutto quanto scritto sopra, al quale aggiungere anche il rilascio di gas intestinali) insieme a voi.

Saremo lieti di incontrare nostri lettori sudati, aggressivi e molesti al limite dello stalking e non ci negheremo di fronte a nessuna loro richiesta, a meno che non preveda l’esplorazione di nostri particolari orifizi, all’elasticità dei quali siamo romanticamente affezionati (nel qual caso ci vedremmo costretti a consigliare a detti lettori un’accurata verifica professionale delle gentili signore che un dì li generarono).

Nella fortunata occasione, sarà possibile anche entrare in possesso NON SOLO DEL NUOVISSIMO NUMERO DI NIRVANA, L’EPISODIO NUMERO 9, DAL TITOLO “SPIRITO”, MA ANCHE DELLA VERSIONE CORRETTA DEL NUMERO 8, CON LE PAGINE GIUSTE AL POSTO GIUSTO (speriamo).

A questo proposito ci faremo carico di tutte le vostre offese e incazzature per l’increscioso incidente scaricandole in redazione e lavandocene le mani, immediatamente prima di andare a bere un prosecchino al bar.

Partecipate numerosissimi e ben pettinati, ché le nostre mamme ci tengono a sapere che frequentiamo persone perbene, diverse cioè da noi.

10 20 24 31

Date

Ecco le previste date di uscita di Nirvana 7, primo numero della seconda stagione.

Giocate questi numeri al lotto, controllate il loro significato sulla Kabbalah, componeteli sul cellulare, relazionateli con la sequenza Fibonacci o con i numeri di Lost (sempre se esiste ancora qualcuno che se lo ricorda) sommateli, moltiplicateli e divideteli finché non otterrete un numero in qualche modo relazionabile con il perimetro delle piramidi o il raggio di un cerchio nel grano a piacere, cercate il loro significato su Facebook, Twitter oppure sbattetevene i coglioni e correte in edicola perché NIRVANA 7 – E ti vengo a cercare, uscirà effettivamente domani, 31 gennaio 2013, in tutte le edicole e fumetterie d’ Italia e non ci sono cazzi, cari miei.

L’attesa è finita, apriamo le gabbie.

 

P.S. Per capire da dove parte la seconda stagione è necessario leggere il numero 6,5 che, tra parentesi,è scaricabile gratuitamente su Kindle store e su altre 30 librerie online.

P.P.S. I numeri della seconda stagione di Nirvana usciranno sempre l’ultimo giovedì del mese.

 

 

Agenda Monti.

AgendaMonti

Sì, la seconda stagione di Nirvana inizia ufficilmente il 24 gennaio 2013.

In edicola e fumetteria.

Presto pubblicheremo copertina e altre curiosità.