Segnali di fumo (negli occhi).

3 aprile 2012

Lettera aperta a S.E. Giuseppe Betori

 

Sua Eminenza onorandissima, Le scriviamo in merito al suo invito alle preghiere ad petendam pluviam di qualche giorno fa.

Esortando i fedeli a pregare perché le terre riarse vengano finalmente bagnate dalla pioggia, da troppo tempo assente, Ella ha dimostrato notevoli conoscenze della grande letteratura, dai Sioux del Tenente Blueberry agli Apache di Tex, facendosi novello epigono del suo illustre antenato, il Grande Capo Palla Pesante, oltre a manifestare una spiccata sensibilità per le popolazioni emarginate, tipo, appunto, i nativi americani.

Sappiamo che tentare un approccio anche vagamente scientifico al fenomeno delle precipitazioni sarebbe chiedere troppo a Sua Eminenza, preso com’è nell’attribuire a Dio qualsiasi evento accada su questo pianeta, dal più piccolo e insignificante fiocco di neve ai tifoni, dallo sbocciare dei gladioli alla retrocessione del Novara e via dicendo. E va bene così.

È solo che non oggi, ma qualche giorno fa, Giampiero Maracchi, quello del meteo, aveva già previsto che in questo giorno avrebbe iniziato a piovere.

Ora, il nostro invito è questo: se proprio non fosse possibile ritenere il Maracchi Dio in persona, vorremmo che fosse considerato magari che so, un profeta, visto che ha anticipato con una certa precisione i desiderata dell’Onnipotente. Da parte nostra, ci mettiamo a disposizione per realizzare dell’illustre meteorologo una statua in alabastro, da affiancare all’Abacuc di Donatello (ci scusi il paragone).

Lo diciamo nella convinzione che se esistono torme di babbei convinti che pregando si possa riuscire a influenzare gli eventi atmosferici, ebbene, sarà possibile convincerli dei poteri divinatori del Maracchi. E poi anche di altre cose: che d’estate a Firenze arrivi il mare; che se non si dà l’8×1000 alla Chiesa Cattolica si diventa ciechi; o che soffiandosi forteforte il naso pensando a S. Attilio, dalle nari escano dobloni d’oro per pagare l’IMU, invece di caccole verde ramarro. Ci pensi, Sua Eminenza! Potrà chiedere a costoro tutto ciò che concepirà la sua fantasia! Nel caso le cose si avverino, potrà vantarsene, in caso contrario potrà giustificarsi dicendo loro che non sono stati abbastanza pii o convinti. In un caso o nell’altro lei casca in piedi.

 

In attesa di una Sua cortese risposta, suoi devotissimi

Paguri

Share

27 Commenti »

Pronti? VIA!

2 agosto 2010

Nel ricordarvi la Notte Horror, vorremmo approfittare per fare un avviso.

Sono aperte le candidature ai Macchianera Blog Awards, e vorremmo provare a partecipare.

Le categorie però sono tante e, scartando quelle che non ci si confanno (tipo Miglior blog culinario – ci organizzeremo in tal senso l’anno venturo), rimangono le seguenti:

• Miglior Blog 2010

• Cattivo più temibile della blogosfera

• Miglior blog di cazzeggio gratuito

• Miglior Post dell’anno (magari per il post con il video dell’8X1000)

Ci dareste una mano per capire secondo voi per quale categoria candidarci?

È possibile esprimere una candidatura fino al 2 settembre. Poi succederà questo: in base alle vostre segnalazioni verranno proposti cinque candidati per ogni categoria, e a quel punto potrete rivotare e contribuire a scegliere il vincitore.

Ricordiamo che, come riportato dal sito del Blogfest, per evitare che i tuoi voti siano annullati:

Le schede che riporteranno più di 4 voti allo stesso blog in diverse categorie saranno scartate e tutti i voti in esse indicati non verranno presi in considerazione.

– Nel caso in cui per una particolare categoria non ti venisse in mente nessun blog, puoi saltarla. Tieni conto però che (sempre per evitare brogli e magheggi vari) verranno tenute in considerazione esclusivamente le schede-voto che avranno almeno 8 categorie compilate.

Una volta scelti i cinque candidati tutti potranno votare il proprio preferito; il voto degli utenti (al netto degli immancabili brogli, quindi: nun ce provate) peserà il 100% sull’esito finale: il voto non sarà in alcun modo influenzato da giurie e rispecchierà la scelta dei soli utenti.

Potete esprimere le vostre candidature qui sotto o se preferite direttamente sul sito della BlogFest 2010.

Read the rest of this entry »

Share

9 Commenti »

Presente.

18 luglio 2010

Buona domenica.

Share

3 Commenti »

Haiku n. 14

12 giugno 2010

PRIMAVERA

8×1000,
17 sillabe?
Basterebbe “no”.

(Pietro Battiston)

Share

2 Commenti »

20/09/1870

9 maggio 2010

Ancora oggi, a distanza di un mese, riceviamo apprezzamenti, lodi e scappellamenti (ehm) per aver messo in circolazione il video sull’8×1000. La cosa ci fa indubbiamente piacere; finché si può fare del bene si è sempre lieti e soddisfatti.

Il video è stato linkato anche dagli amici di Metilparaben, che oggi ci ripassano la palla, segnalandoci una lettera che Mario Staderini dei Radicali Italiani ha indirizzato al sempre brillante ministro Giulio Tremonti, e tramite la quale chiede lumi all’elegantissimo ragioniere circa l’utilizzo che verrà fatto dalla quota dell’8×1000 di quest’anno. Cioè, chiede di poter sapere in anticipo a quali opere questa marea di milioni verrà destinata.

Quivi il post e il pdf.

Nel nostro piccolo, ci permetteremmo di aggiungere anche un paio di postille alle richieste pel ministro. Roba tutto sommato banale, del tipo:

visti gli attuali tempi di gravissima crisi economica, difficoltà di sopravvivenza per decine di migliaia di famiglie, e a prescindere dalle convinzioni religiose di ciascuno, ritiene ancora opportuno vampirizzare ulteriormente il popolo italiano, anziché riconsiderare un patto siglato fra la Santa sede e, dapprima uno squallido dittatore romagnolo, e in un secondo tempo, un criminale morto latitante?
– Visto che gli ambienti della ricerca, nel nostro Paese, se la passano un tantino peggio rispetto a quelli ecclesiastici, non sarebbe il caso di lasciare libertà ai soli fedeli di finanziare la CEI, anche con più dell’8×1000 se lo ritengono opportuno, e permettere a tutti gli altri di scegliere a chi e cosa destinare la propria quota?

La prego, ministro, ci risponda.

Nonostante troviamo il suo eloquio insopportabile, i suoi argomenti fasulli e la sua voce veramente fastidiosa, noi la ascolteremo; promesso.

Non la lasceremo da solo, come hanno fatto i suoi colleghi parlamentari, giorni fa, quando stava riferendo in aula le misura da intraprendere circa la crisi economica.

Siamo persone serie, noi.

Share

10 Commenti »