Next level

25 aprile 2010

Quando a novembre scorso, con Double Shot, abbiamo pubblicato Don Zauker – Santo Subito decidemmo di procedere con i piedi per terra. Che voleva dire: “seguiamo con la dovuta calma l’andamento di quest’albo ed eventualmente facciamone sì altri, ma solo ed esclusivamente se verranno idee che siano all’altezza, senza per forza essere condizionati dalle scadenze di una fiera importante”. E per “idee all’altezza” intendevano, in sintesi che il secondo albo (che come dice Caparezza, “è sempre il più difficile”) doveva essere meglio del primo, non potendo contare sull’effetto novità. Ci sembrava l’unico modo per rimanere coerenti e non deludere voi, prima ancora che noi stessi.

Perché alla fine, Don Zauker – Santo Subito ha costituito un piccolo caso editoriale.

A qualcuno è sembrato strano.

A qualcuno è sembrato diverso.

Qualcuno non lo ha capito, perché lo ha confrontato con gli episodi di due pagine.

Qualcuno non lo ha apprezzato, sentendosi offeso dai contenuti.

Qualcuno lo ha deliberatamente ignorato.

Qualcun altro lo ha giudicato un po’ troppo estremo.

A moltissimi è piaciuto un sacco.

Morale: va benissimo così.

Era il nostro primo albo e volevamo mostrare qual è il modo che preferiamo di realizzare una storia a fumetti e, visto come stanno le cose in Italia, anche che esiste la possibilità di farli contando esclusivamente o quasi sulle proprie forze. Era una prova prima di tutto per noi, diciamolo.

Ma poi l’idea all’altezza è venuta.

Adesso, superato il primo livello, andiamo a quello successivo. Più personaggi, più ritmo, più azione. Il prossimo albo sarà più cupo, più violento, più irriverente e più spietato.

Abbiamo aperto una stradina, cominciamo a percorrerla e vedere dove porta, visto che è completamente libera.

E, già che ci siamo, spingendo sull’acceleratore, cazzo.

Don Zauker – Inferno e Paradiso.

Lucca Comics 2010.

Share

51 Commenti »