Non insegnate ai bambini

23 settembre 2014

02_AuguriFrancesco_boing_banner_645x363BiS_0

Chiunque abbia figli, o amici con figli, o parenti con figli, o figli con figli, insomma chiunque non viva in un eremo in culo al mondo, sa cos’è Boing.

Boing è quel canale del digitale terrestre davanti al quale la stragrande maggioranza dei bambini passa le ore della giornata (breve pausa per darvi modo di lanciare i vostri pallosissimi e scontati: No, mio figlio/nipote non guarda la televisione, ma corre nei prati, munge le mucche, pesta le merde e caccia i caribù).

Boing è lo spacciatore di programmi tipo Chica Vampira, Ben Ten, Leone il cane fifone, Isa TVB, Ratti matti e Gumball, ventiquattr’ore su ventiquattro.

Ma da qualche giorno un nuovo eroe, più magico di Doraemon, più coraggioso di Scooby Doo, più buono di Peppa Pig si è aggiunto alla scuderia di Boing: PAPA FRANCESCO.

Sì, perché da ormai diversi giorni, in vista del 4 ottobre, giorno di San Francesco, il canale in questione invita i suoi piccoli spettatori, con un’insistenza e una frequenza degne del metodo Monarch, a registrare un messaggio di auguri per il più Francesco di tutti (no, non Nuti e neanche Guccini) e a inviarlo con la speranza di poter finire in tv.

E lo fa con questo spot.

Avete visto bene?

Ecco, se avete coraggio, guardate anche la gallery dei video inviati dai genitori dei bambini ma fate attenzione: ci sono immagini che potrebbero turbare la vostra sensibilità.

Fatto?

Bene:  sigla.

Nei prossimi giorni proveremo a registrare anche un nostro video di auguri e lo invieremo alla redazione di Boing. Così, per vedere l’effetto che fa, come diceva Jannacci.

 

Share

16 Commenti »