The killing joke.

12 gennaio 2013

Killing joke.Il nostro riassunto dell’ultima puntata di Servizio Pubblico.

Share

9 Commenti »

Avanti, Popolo!

30 maggio 2011

Ebbene sì, stiamo arrivando!

(VIVA STALIN!)

Poveri, sciocchi, italiani!

(VIVA LENIN!)

Schifosi cani infedeli controrivoluzionari!

(VIVA MARX!)

Non avete voluto ascoltare gli allarmi(smi) lanciati dai vostri illuminati leader politici e adesso ne pagherete le conseguenze.

(VIVA MAO!)

Noi del CIPRRC, il comitato islamico del popolo rom per la rivoluzione comunista comandiamo adesso le vostre città e presto tutta l’intera vostra nazione di cani!

(VIVA GIAP!)

Adesso assaggerete sulla vostra pelle il vero comunismo islamico di etnia rom, brigatista, stalinista, giustizialista e anarcoinsurrezionalista.

(VIVA TITO!)

Per prima cosa tutte le chiese cattoliche delle vostre città verranno trasformate in minareti con la falce e martello al posto della mezza luna, simbolo del nostro movimento.

(VIVA FIDEL!)

Poi verranno sequestrate tutte le rendite tributarie e tutti i risparmi dei lavoratori e saranno usate per comperare la mummia di Lenin e costruire un apposito mausoleo a S. Giovanni Rotondo.

(VIVA HO CHI MIN!)

Successivamente, per sfamare il popolo, verranno cucinati numerosi bambini dai 6 ai 10 anni, togliendoli all’amorevole cura di parroci e seminaristi. Saranno scelti quelli con l’orifizio più allargato per poterli meglio farcire.

(VIVA GUEVARA!)

I soldi delle grandi opere saranno usati per scavare un canale in grado di collegare Lampedusa ai navigli di Milano così da permettere alle forze di occupazione migranti di sbarcare direttamente nel capoluogo lombardo.

(VIVA LUCARELLI!)

I campi di calcio delle vostre squadre del cuore saranno trasformati in campi rom e i calciatori costretti ad andare a lavare i vetri delle macchine dei capi tribù.

(VIVA MARCOS!)

Al Festival di Sanremo si potranno esibire solo i Nomadi; gli Inti Illimani; Manu Chao; i Modena City Ramblers, Daniele Silvestri e Goran Bregovic.

(VIVA ZAPATA!)

Il Milan non potrà più vincere nemmeno uno scudetto per decreto legge e ogni gol segnato contro la squadra rossonera avrà valore triplo.

(VIVA TIBERIO MURGIA!)

L’inno di Mameli verrà riarrangiato usando solo i bonghi.

(VIVA TROZKY!)

Le droghe leggere saranno non solo liberalizzate ma rese obbligatorie con grande scorno di stilisti, modelle, agenti di borsa e politici che da sempre preferiscono la cocaina.

(VIVA HONECKER!)

I finocchi che s’inculano (altrimenti detti gay per non spaventare le famiglie cattoliche) potranno convivere liberamente anche fuori dai seminari o dagli atelier d’alta moda.

(VIVA BOLIVAR!)

E questo non è ancora niente!
Giorni terribili vi aspettano!
Ma tanto ci siete abituati.

Share

25 Commenti »

Le stelle sono tante…

26 aprile 2011

Nel TG La7 di ieri sera Enrico Mentana ha parlato, già nei titoli di apertura, degli imbrattamenti dei muri di Via Magenta a Livorno, dicendo che si trattava di “stelle a 5 punte delle Brigate Rosse“.

Peccato fosse falso, visto che erano normali stelle a 5 punte come in decine di bandiere e simboli comunisti, e non solo.

In questo modo Mentana ha potuto ingigantire un fattarello di minima rilevanza penale (scritte sui muri come centinaia di altre) per controbilanciare le numerose schifezze perpetrate ieri dai fascisti: manifesti contro il 25 aprile, sfregi ai monumenti e ai cippi partigiani con croci celtiche, ecc.

Cercare l’equidistanza in un giorno dove ci si deve schierare è una cosa che reputiamo schifosa, soprattutto se per questo si falsifica una notizia e si parla di filoterroristi dove non ve ne sono.

Abbiamo quindi scritto alla rete. Non avendo trovato un recapito del TG a cui mandare una classica e-mail, abbiamo fatto così:

  1. Andare alla pagina http://www.la7.it/la7/scrivici.html
  2. Selezionare il primo indirizzo (programmi@la7.it)
  3. Indicare il proprio indirizzo (meglio non usarne uno finto, squalifica la missiva) e un oggetto
  4. Inserire il testo della mail. Vi mostriamo il nostro a titolo d’esempio, siete liberi di usarlo in tutto o in parte se volete:

    Scrivo per chiedere una rettifica alle parole del direttore Mentana e al servizio del TG La7 delle 20:30 di lunedì 25 aprile. È infatti totalmente campato in aria affermare che le scritte vandaliche comparse a Livorno fossero “stelle a cinque punte delle BR”: la stella brigatista ha una ben precisa fisionomia e proporzioni ed è sempre inscritta in un cerchio. Le stelle in oggetto sono invece “normalissime” stelle proprie della simbologia comunista in generale fin dalla Rivoluzione d’Ottobre, così come i simboli di falce e martello disegnati insieme alle suddette stelle sui muri di Livorno. Si tratta certo di un episodio vandalico, ma confondere la simbologia di un’idea politica legittima (e sposata da diversi partiti del tutto legali) con quella di un gruppo terroristico ormai defunto è decisamente fuori luogo nel giorno in cui si festeggia la Liberazione anche grazie a migliaia di partigiani comunisti, e persino pericoloso se fa credere che esista qualcuno che inneggia ai terroristi quando così non è. La deontologia professionale, e la responsabilità di dirigere un TG così seguito e apprezzato, a mio parere impongono una precisazione in merito.
    Cordiali saluti

Lopo

(grazie  a bezdomnyj82 e a Francesca Detti per alcune idee dell’immagine)

Share

30 Commenti »

Punti di vista.

6 marzo 2011



Questione di punti di vista, no?

Share

21 Commenti »

Haiku n.58

6 gennaio 2011

FARE FUORI B.

nuova conferma:
son buoni a un cazzo
‘sti comunisti

(Santrine)

Share

Commenti disabilitati su Haiku n.58

Comunisti di Merda!

21 maggio 2009

mao_poster_by_mao_forevah

Da Anonimo:

“comunisti di merda!!!!! siete il tumore dell’italia…..per fortuna siete sempre meno ogni giorno che passa!!!!! vi auguro una morte lenta e dolorosa , compagni di sto’ cazzo!”

Da Anonimo:

“comunisti figli di troia!! vi rode che Silvio sia il responsabile della vostra estinzione….prendetevelo nel culo compagni di sta’ minchia , la fine si avvicina!!!!!morite pezzi di merda!!!!!!! grande silvio.”

Ultimamente abbiamo ricevuto diversi commenti del genere, con il caratteristico tono sempre molto allegro e soprattutto con i contenuti rigorosamente ben argomentati.

Apprezziamo sempre certi attestati di stima, specie se provenienti da persone certo sanguigne, magari un po’ focosette, dai, ma forse proprio per questo più buontempone, dal grande cuore italico.

Certo, ci sarebbe da argomentare su una drammatica deriva (anche) grammaticale, o – perché no – sulla costante del commento anonimo, che i più maliziosi potrebbero leggere come evidente segno di una irrimediabile vigliaccheria. Ma non è certo da noi.

E, soprattutto, non è questo il punto.

La cosa davvero buffa, evidentemente impossibile da concepire per questi nostri nuovi amici, è che molti, di noi e di voi, comunisti non lo sono mai stati; oppure non lo sono più; o, ancora, pur essendolo nella maniera più fiera, non esitano comunque a criticare ferocemente una classe dirigente da cui non si sentono rappresentati manco per il cazzo. Ih! Ih! Ih! C’è da pisciarsi addosso dalle risate, al sol pensiero.

Vorremmo avere la possibilità e la pazienza per poter rispondere più o meno COSI’.

O almeno non limitarci al solito, meritato, liberatorio, INVITO.

Ma, in tutta sincerità, la nostra prima reazione sarebbe QUESTA.

Se non fosse che forse è proprio quello che questa gente vuole.

Quindi ce ne sbattiamo tranquillamente i coglioni e andiamo avanti a fare quello che facciamo, contenti, insieme a voi Gangilli, di rompere eternamente le palle.

Share

112 Commenti »