E Ciccio non lo sa…

13 maggio 2013

Papa-Ciccio

Scusa Ciccio (ti chiamiamo così perché i mezzi di comunicazione non fanno altro che ribadire quanto tu sia umile, quanto tu sia moderno, quanto tu voglia stare vicino alla gente, etc…) noi abbiamo tanto apprezzato la tua scelta di usare le scarpe nere al posto delle rosse di Prada del tuo predecessore,  siamo rimasti ammirati dalla tua decisione di indossare una croce de fero, al posto di quella d’oro, ci siamo commossi vedendo gli abbracci e i baci che dispensi ai tuoi fans, invece di salutarli dall’interno di un’auto blindata, però dai, cazzo…

Attenzione: per leggere quanto segue sono necessari uno spirito critico e un’apertura mentale leggermente maggiore a quella di uno spettatore medio del TG2 e, di fatto, infinitamente maggiore a quella di un redattore dello stesso TG.

…dici che sogni una Chiesa povera per i poveri, senza dire una sola parola sullo scandalo IDI nel quale alcuni sacerdoti, rappresentanti della Congregazione dei figli dell’Immacolata Concezione a capo di quello e di altri istituti, vengono arrestati con l’accusa di essersi intascati una cifra pari a 14 milioni di euro (QUATTORDICI MILIONI DI EURO!!!) e di aver – di fatto – portato quegli stessi istituti al fallimento?

Vieni descritto, cantato, lodato e incensato come un grande innovatore della Chiesa e poi, alla prima prova vera, scivoli come un Gasparri qualsiasi, sulla retorica più conservatrice della protezione giuridica dell’embrione, fin dal concepimento?

Via Ciccio, puoi fare di meglio, sai?

O forse no.

 

Share

47 Commenti »