Livorno Comics & Games 2012

5 novembre 2012

E alla fine ha piovuto, ma meno di quanto temessimo.

Lucca Comics&Games 2012 si è svolta regolarmente, con il suo regolare afflusso di fumettisti, cosplayer, fie da infarto, orchi vestiti da Trilly Campanellino, Diabolik con la pancia e il culo basso, Jack Sparrow, Joker, Naruti (un po’ meno, quest’anno), lettori, vagabondi, famiglie, critici, aspiranti, rompicoglioni, buffoni, Tex, videogames, bugiardi, curiosi, manga, sociopatici, professionisti, sciacalli, veri artisti, coglioni, mostre, ricchi (?) premi e cotillons…

Venerdì è stato un cazzo di delirio.

Forse perché, influenzati dalle previsioni meteo che davano l’arrivo dell’uragano Vezio per sabato e domenica, la maggior parte dei visitatori ha pensato bene di sfruttare l’unica giornata di sole per invadere come sciami di cavallette la città toscana, ormai prossima provincia di Livorno, è bene ribadirlo.

E così, venerdì era letteralmente impossibile non solo girare tra gli stand, o trovare parcheggio o un posto dove mangiare, ma anche solamente provare a percorrere in meno di 40 minuti una delle strade del centro.

E va bene così. Sì, cioè, se magari l’anno prossimo l’organizzazione prevede di allestire un paio di piazze in più, così, tanto per decongestionare il festival, la cosa potrebbe aiutare tutti. Con 180.000 biglietti strappati, ci sta che i fondi si trovino, dai.

Sabato è stato il giorno di Ramiro. In giro per le strade di Lucca è stato beccato da diversi lettori che hanno inviato le loro foto alla posta di Nirvana o alla pagina Facebook. Se lo avete beccato, mandate anche le vostre foto.

Un immenso grazie per tutto questo al grandissimo Guglielmo e ai preziosi Aurelio e Viola.

Per quanto ci riguarda, abbiamo fatto più o meno le solite cose:

  • firme, disegni, dediche,  svastiche e soli delle Alpi di cazzi (quest’anno anche nella variante “Stella di David di cazzi”, su gentile richiesta) su Don Zauker, X-Nerd e Nirvana.
  • presentazioni e interviste in giro.
  • diverse visite ai Sebach.
  • mangiato e bevuto come condannati a morte o come orsi prima del letargo.
  • passato nottate in bianco a rutare, sudare e maledire noi stessi per aver mangiato come condannati a morte, dovendo invece restare vivi.
  • salutato e ringraziato vecchi e nuovi amici.

Per quelli che non abbiamo avuto il tempo di salutare e/o ringraziare, c’è questo post.

Grazie a tutti e in modo particolare grazie ai lettori che continuano a tritar darci gli stimoli per cercare di migliorarci.

Appuntamento in edicola, da gennaio 2013, con Nirvana 7 – E ti vengo a cercare, primo numero della seconda stagione di Nirvana, di cui parleremo meglio in seguito. E poi ogni due settimane, sul Male, per X-Nerd e, chissà, ancora non sappiamo quando, ma sicuramente tornerà con un nuovo albo Don Zauker… oh, se tornerà!

E chi ‘un ci crede, ir budello di su’ mà!

Share

8 Commenti »