FAQ off.

3 giugno 2010

Come si dice, ognuno ha i lettori che si merita.

Ora, a noi tutto sommato è andata anche abbastanza bene, dato che i nostri sono solo particolarmente duri nell’apprendimento anche delle nozioni più semplici e basilari. Abbiamo deciso, così, di riassumere le più frequenti domande che ci vengono formulate (via email o anche nei semplici commenti) e di dare a queste una risposta, speriamo, esauriente e definitiva. Questo post diventerà una sezione a parte, e verrà aggiornata, speriamo poco, nel tempo.

E per mostrare toni paciosi e concilianti, ad ogni domanda facciamo seguire una semplice risposta, senza il consueto corollario di moccoli terrificanti all’indirizzo della Beata Vergine & famiglia, che solitamente introduce e accompagna ogni nostra lettura delle questioni sottostanti.

***

1) Ristamperete Don Zauker – Santo Subito?

Ma puttanaccia della mad… ehm, no, cioè, avevamo detto di no… Allora, dunque…

Caro figliolo, esaurita la prima edizione di Santo Subito, quella cioè di Double Shot, abbiamo ceduto i diritti di pubblicazione dell’albo alla PlanetaDeAgostini, che lo ha già ristampato e distribuito (da marzo 2010) e adesso si dovrebbe trovare in tutte le fumetterie e librerie di varia. Quelle che non dovessero averlo, possono ordinarlo presso Alastor, distributore italiano di Planeta.

Se vuoi consigliarlo anche ai parenti all’estero, esistono anche le versioni in spagnolo, sempre per i tipi di Planeta, e in francese, pubblicato da Clair de Lune.

***

2) Uffa, ma quand’è che venite a fare il Don Zauker Talk Show o una presentazione a XXX? (dove per “XXX” s’intende qualsiasi città europea, Pisa compresa).

Quando qualcuno organizzerà la serata e ci inviterà. In tal caso arriviamo in capo al mondo. Questo perché non è che possiamo andare dove cazzo ci pare, occupare una piazza o un locale e imporre il nostro spettacolo.

Non senza aspettarsi quantomeno una carica della celere a cavallo.

***

3) Ma vi siete accorti che nella colonna di sx c’è la pubblicità del PDL o di oggetti e istituti religiosi?

Sì, ma non la decidiamo noi. E’ la pubblicità di Google AdSense e funziona più o meno così: c’è un programma che seleziona gli argomenti più trattati dal blog e ci inserisce una serie di annunci che ritiene pertinenti. Non è una persona, ma uno stupido programma, che si limita a fare un conteggio delle parole più nominate, fregandosene se in bene o in male. Quindi, visto che su questo blog capita che si parli spesso di Berlusconi, Governo, Papa e Chiesa Cattolica, è ovvio che gli annunci vertano sulle medesime cose.

Ah, tra parentesi, di tutto questo a noi arrivano circa 80,00€ ogni sei mesi e rappresentano tutte le entrate del blog (potete asciugarvi le lacrime).

***

4) Dove posso comprare le magliette di Don Zauker?

Qui, solo che sono finite da tempo. Quando le faremo stampare di nuovo sarà nostra premura avvisarvi, credeteci.

***

5) Ho ordinato gli albi del Vernacoliere ma…

STOP. Questo sito non fa parte del Vernacoliere. Sì, è vero, i Paguri sono autori del Vernacoliere e il nome del sito deriva da un personaggio pubblicato dal mensile livornese, però questo è tutto. Le cose che qui facciamo, scriviamo, produciamo, sono opera e responsabilità nostra.

Per tutte le questioni riguardanti il Vernacoliere, scrivete a info@vernacoliere.com.

***

6) Che fine ha fatto “Tutto il papa minuto per minuto”?

E’ morto!
Cioè, volevamo dire: caro lettore (di Libero), qui, sulla colonna di sx, c’è un logo che con un semplice clic ti consente di scaricare GRATIS il calendario del Papa, con tutti i momenti salienti della sua vita frizzantina e spensierata, giorno per giorno, valido per 365 giorni. Ogni giorno un’azione o una riflessione del papa, il tutto corredato da 12 immagini eleganti e patinate. Quindi, perché chiedere ancora “Tutto il papa, minuto per minuto”? E chi lo sa.
Ma comunque noi siamo buoni e abbiamo deciso di dartela vinta, per cui annunciamo che la tua amata rubrica ritornerà a breve.

***

7) Sì, siete bravi con la chiesa cattolica, ma perché non fate lo stesso con l’Islam?

Quando si accorderanno con lo Stato Italiano (nel Paese, cioè, dove viviamo, lavoriamo, votiamo, trombiamo, andiamo a scuola e paghiamo le tasse) per ottenere la maggior parte dell’8×1000, quando invaderanno la politica della Repubblica Italiana impedendo al Governo di legiferare su tematiche legate alla sanità, alla bioetica, all’unione fra persone, alla morte, il sesso e le seghe, quando creeranno un paradiso fiscale per riciclare anche i capitali di criminali o associazioni a delinquere, quando istituiranno l’insegnamento del Corano nelle scuole rendendo il voto in religione islamica parte integrante della media scolastica, quando imporranno la mezzaluna negli ospedali, nelle aule di tribunale, nelle scuole e in mille altri luoghi pubblici, quando circuiranno bambini o adolescenti ambosessi facendo leva sui loro sensi di colpa per abusarne fisicamente, quando limiteranno le nostre libertà operando un lavaggio di cervello a una massa che ha potere di voto, grazie anche all’invasione in tutti i mezzi di comunicazione, allora se ne ragionerà.
Ma prima ci devono arrivare.

Senza contare che la libertà di fare satira, di criticare o anche solo di pensare non ci viene concessa dalla Chiesa Cattolica perché più tollerante di altre istituzioni religiose, ma perché ce la siamo conquistata, come occidentali e come europei, MALGRADO LA CHIESA CATTOLICA. L’abbiamo fatto con il Razionalismo, l’Illuminismo e la Rivoluzione Francese e l’argomentazione “fate i furbi perché la Chiesa Cattolica, a differenza di altre religioni, ve lo permette” è un’argomentazione non solo fallace ma, se vogliamo, anche sintomatica di un’inconfessata voglia di censura e oscurantismo.
In questo senso, come Paese, abbiamo già dato.

Ora potete anche pupparcelo, grazie.

Share

42 Commenti »