Haiku n.159

20 marzo 2013

MA CON TENEREZZA

pedofilia,
evasione fiscale
ed ingerenza

(Santrine)

Share

Commenti disabilitati su Haiku n.159

Dei delitti e delle pene.

29 maggio 2012

Dopo le polemiche di questi giorni siamo entrati in possesso di uno stralcio del Codice Penale Vaticano che ci mostra come, secondo la legge di Dio asservita e modulata su quella degli uomini, al giusto reato sia sempre commisurata la giusta pena.

Vi mostriamo alcuni esempi per una maggiore comprensione.

Trafugamento di lettere private di Sua Santità: arresto immediato.

Inculatio di bambini/e: occhiataccia.

Omicidio colposo e inquinamento ambientale con le radiazioni di Radio Vaticana: vite all’orecchio.

Riciclaggio di denaro: severa rampogna.

Ineleganza o non corretto abbinamento mantello/ parure/ scarpe/ calze: ergastolo.

Evasione fiscale: privazione del saluto per gg.10.

Crack finanziario: pazienza.

Crimini contro l’umanità e genocidio: a letto senza cena.

Spaiamento delle scarpette rosse di Sua Santità: impiccagione.

Concorso esterno in associazione mafiosa: sbuffo di disapprovazione e “tsk, tsk”.

Complicità con bande criminali, rapimento e occultamento di cadavere: sepoltura in Sant’Apollinare, ma cambiando l’acqua ai fiori solo un giorno alla settimana.

Apertura non autorizzata del pacchetto di Oro Saiwa di Sua Santità: garrota.

Circonvenzione d’incapace e abuso della credulità popolare: scappellotto.

Tavoletta del water alzata: bastonate sui coglioni.

Speculazione edilizia: niente gelato.

Cambio di canale durante il programma preferito del Papa (Tabatha mani di forbice): rogo.

Far seccare lo smalto di Sua Santità: crocifissione.

Share

18 Commenti »

SCANDALO IN VATICANO

26 maggio 2012

Il papa va in macchina senza la cintura di sicurezza!

Share

11 Commenti »

Solo chiacchiere e crocifisso.

25 maggio 2012

Il presidente dello IOR,  Ettore Gotti Tedeschi è stato sfiduciato dal consiglio di sovrintendenza della Banca Vaticana.

Qualche tempo fa, Jp Morgan (non la Banca Etica, per dire…) aveva chiuso il conto dello Ior, considerandolo un “ente a rischio”. Ai primi di marzo lo Ior era entrato nel mirino delle indagini della procura di Roma per presunte violazioni della normativa antiriciclaggio.

E sulla Banca Vaticana sono in corso indagini, da parte della Procura di Roma, circa diverse centinaia di milioni di euro utilizzati in maniera “non consona ai principi dell’Istituto”.

Lo Ior, il Banco Ambrosiano, Sindona, Calvi, le norme antiriciclaggio…

Storie vecchie e nuove sempre all’insegna della trasparenza e del Cristo, insomma.

No, ma tranquilli: continuate pure a romperci i coglioni con l’8×1000 e i preti che aiutano i poveri e danno da mangiare ai piccioni.

Share

12 Commenti »

Haiku n.120

7 dicembre 2011

SACRIF(ICI) ALL’ITALIANA

anche stavolta
chi comanda sul serio
porta la gonna

(Santrine)

Share

Commenti disabilitati su Haiku n.120

Suspance

24 settembre 2010

“Perplessità e meraviglia”.
Ecco quali sono i sentimenti che ci accomunano alle più alte gerarchie ecclesiastiche di fronte alle due notizie che hanno scosso il Paese, felicemente intorpidito nella pennichella all’ombra der cuppolone.

La prima, quella del sequestro di milioni 23 riconducibili allo IOR, per una presunta violazione alle norme antiriciclaggio.

La seconda, quella del processo dell’UE contro l’Italia per lo sconto sull’ICI alle attività commerciali della Chiesa, assimilabile ad aiuti di Stato.

Ecco quindi che “perplessità e meraviglia” nascono di conseguenza: opperbacco – si dirà – è mai possibile che l’Istituto per le Opere di Religione esegua operazioni finanziarie strafottendosene delle più elementari – oltre che internazionali – normative in materia di contrasto alla criminalità, anche organizzata? Possibile che la banca vaticana si metta a incamerare fiumi di miliardi provenienti dai traffici più merdosi e criminali senza il minimo ritegno?

Ma no, dai, ci mancherebbe, vedi cosa vai a pensare.
E poi: possibile che uno Stato che sulla carta si dichiara laico, inculi i propri commercianti – quindi contribuenti – favorendo attività concorrenziali per compiacere una casta di anziani religiosi in gonnella?
Ma figuriamoci se può essere mai vero.

Ah ah ah! Ci vien da ridere.

Quindi: “perplessità e meraviglia”.
Per l’inaudita ferocia con cui hanno agito le Fiamme Gialle, probabilmente provocando il broncetto a Joseph Ratzinger, detto Gèi Ar, AD della Santa Sede. Per l’incredibile ingerenza della UE nei consolidati equilibri fra lo Stato Italiano e Vaticanoland. Per l’iscrizione nel registro degli indagati di Ettore Gotti Tedeschi, presidente dello IOR.

Perplessità e meraviglia.
E cazzo ritto.

Share

16 Commenti »