Madonna Coraggio.

16 ottobre 2011

MIRACOLO!!!

Nonostante i colpi ricevuti, nonostante i moccoli che li hanno accompagnati e ispirati, nonostante il fumo e i lacrimogeni, non una lacrima è uscita a solcare il volto della Beata Vergine.

Questo per smentire che quelle delle madonnine sono statue dalla lacrima facile.

Grazie a Repubblica.it per la fondamentale segnalazione.

Share

25 Commenti »

Al freddo e al gelo.

5 dicembre 2010

Sì, al freddo e al gelo, proprio come Nostro Signore che, per inciso, abbiamo rammentato più volte, insieme all’intera Sacra Famiglia e al cane di casa.

Breve resoconto del nostro ultimo (per sempre) giorno in terra belga:

Sveglia alle 06;45, percorso a piedi (sotto il diluvio universale) fino alla metropolitana e, dalla Gare du Midi, al pullman: 21 moccoli e 9 ruti delicatamente aromatizzati alle ribs ingurgitate la sera prima.

Viaggio di un’ora in pullman (con aria condizionata a palla) tra i fiocchi di neve fino a Charleroi per essere a bordo dell’aereo alle 09;55 precise: 12 moccoli; 4 ruti e 3 scurregge strozzate.

Sosta forzata sui comodissimi seggiolini degli aerei RyanAir fino alle 14, circa, a causa della neve: 74 moccoli variegati; 3 ruti e 14 scurregge sottili.

Ascoltare dalla voce di una clamorosa signora portamerda, seduta vicino a noi, che c’erano delle concrete possibilità che cancellassero il volo: 184 moccoli pesanti e qualche lagrima.

Arrivare a casa a metà pomeriggio, coperti come Umberto Nobile durante le sue trasvolate sul Polo (e con la grazia nei movimenti – nonché l’odore – di Chewbecca) sudati marci: 29 moccoli andanti.

La compagnia di Santrine, Valentina e tutti i ragazzi e le ragazze di Bruxelles, della Piola Libri e altri che non nominiamo per non fare la figura di merda di dimenticarci qualcuno: non ha prezzo.

Un particolare ringraziamento a Elena per la splendida cena e l’ospitalità.

Il tempo di scongelarci e riprenderemo l’attività sul sito.


P.S. Le quote moccoli, ruti e scurregge sono da intendere cadauno.

P.P.S. Le nostre giornate bruxellesi saranno anche state freddissime, ma le notti erano insospettabilmente calde.

Foto scattata da Santrine, mentre dormivamo il sonno dei giusti, in casa sua.




Share

11 Commenti »