Reunion

2 marzo 2014

nuovoteatrocommedie

In tanti si lamentano del fatto che, appena passato il fine settimana, di lunedì non c’è mai niente da fare, che palle, ricomincia una settimana di lavoro (espressione sempre più vintage) e così via.

Ebbene, da oggi non più. Lunedì 3 marzo saremo ospiti dell’UAAR nell’ambito della rassegna “Sacrosante risate”, presso il Nuovo Teatro delle Commedie, in via Terreni a Livorno. La cosa avrebbe già di per sé aspetti eccezionali: una serata di lunedì; la convocazione dell’UAAR; il fatto che una volta tanto ci abbiano invitato a casa e non in posti in culo al mondo, tipo Guasticce, Colognole o Ponte Biscottino.

Ma l’aspetto più più più è che sul palco non saremo soli: insieme a noi sarà ospite anche Federico Maria Sardelli, per una soirée a tre, dopo tanto tempo, all’insegna dello humor birichino. Si parlerà del nostro rapporto con la fede, con il Santo Padre, con il tema del conflitto fra sentimento religioso e laicità della cosa pubblica, con i testi sacri, con la verza in agrodolce, con le ciabatte in Panno Lenci e un sacco di altre cose importantissime, il tutto condito con proiezioni di nostri lavori e letture al pubblico.

Sono previsti colpi di Luger a fianco di chi osa addormentarsi.

L’evento principia alle 21,30, venite già mangiati, ma senza rinunziare al capello ben pettinato.

Share

13 Commenti »

Once were warriors

22 ottobre 2012

Una volta erano guerrieri. Ora si sono anch’essi definitivamente inchinati al grande stregone bianco, Capelli d’Argento, che l’altro giorno ha proclamato la prima santa nativa americana, con grande disappunto di Manitù che vede, giorno dopo giorno, diminuire il suo pubblico di nicchia,  tentato dalle sirene delle multinazionali della fede.

Momenti di tensione, quando il Santo Padre, evidentemente svagato, ha sbagliato il nome della donna, proclamando santa squaw Pelle di Luna, per merito delle sue celebri gesta erotiche.

La situazione si è però ricomposta e papa Benedetto XVI ha potuto fumare il calumet della pace, evitando di venire appeso per i testicoli come l’uomo chiamato cavallo.

Ora il popolo della fede, ansioso di nuove conquiste, attende fiducioso la prossima proclamazione del primo santo di origine vulcaniana.

 

 

Share

21 Commenti »

Don Zauker a Roma.

24 febbraio 2012

Questo solo per ricordare ai più duri, e anche al Santo Padre, che domani, sabato 25 febbraio, dalle ore 16;00 in poi saremo a Roma, alla fumetteria Starshop in via degli Scipioni 116, per cazzeggiare allegramente in comunione col Christus Rex… quello degli omonimi frigoriferi.

Siateci!

Share

21 Commenti »

Pellegrinaggio in India.

12 dicembre 2011

È bello sentirsi a casa in qualunque posto del mondo si vada.

Così, potete immaginare come si sia sentito il mio cuore di viaggiatore quando, in una piccola chiesetta nello sperduto paesino di Orcha, ho notato questa splendida e commovente immagine.

Anche nelle lontane Indie, dunque, non ci si è dimenticati di colui che tanto ha fatto per riunire il mondo sotto un’unica fede e un’unica croce, anche se uncinata.

Con questo piccolo montaggio voglio sperare che il Santo Padre colga al volo l’allettante occasione e possa decidere di recarsi presto in visita ecumenica nello stato del Madhya Pradesh e, magari, possa anche restarci.

Le strutture atte ad accogliere ed ospitare il nostro buon pontefice per un viaggio pastorale sono già pronte e all’avanguardia nella tecnica e nel design.

 

Così come lo sono le infrastrutture e i mezzi di trasporto.

È dunque più che auspicabile un prossimo pellegrinaggio in India da parte del Santo padre e delle più alte cariche vaticane, in segno di ecumenismo e di riunione tra le fedi e i popoli, in culo a quelli che restano in Italia e pagano l’ICI.

 

Share

31 Commenti »

Radio Star.

15 novembre 2011

Come si costruisce una carriera di successo?

Sicuramente non presentandosi con delle parrucche allo stand del proprio editore per bere, mangiare e attaccare disegni osceni sotto i culi delle sagome di cartapesta degli eroi più amati dai lettori e dall’editore stesso, nell’attesa che il bravissimo e serissimo Adi Granov alzasse il culone e ci lasciasse libero il tavolo per le dediche.

Di questo, ma anche di Nirvana, di Don Zauker, del Male, del Vernacoliere, del Santo Padre, del Premier, della vita, della morte e delle seghe, parleremo domani pomeriggio, dalle 18 alle 19 sulle frequenze (si dice così, anche se è una web radio) di Radio Cage.

Siateci!

Share

23 Commenti »

Nirvana.

14 luglio 2011

Qui si lavora, cari cosi!

 

Siamo a metà luglio e fa un caldo della madonna!

Beati quelli che tra voi sono già in vacanza o che ci andranno presto. Noi, sotto il pesante giogo del contratto di ferro firmato con Panini Comics per Nirvana, non possiamo prenderci neanche un giorno di riposo e qui, nell’operosa Livorno, quella che sta passando sarà per entrambi un’estate all’insegna del duro lavoro.

Il fatto che da giugno a settembre la sede del nostro ufficio coincida con gli scogli di Calafuria o delle Vaschine (vedi foto sopra) e che comunque ci divertiamo da morire a scrivere e disegnare Nirvana, è una questione del tutto irrilevante che non deve travisare l’immagine di un team di alacri operai del fumetto.

Come diceva Conrad, “Come faccio a spiegare a mia moglie che quando guardo fuori dalla finestra sto lavorando?”

Ma proviamo a dare qualche informazione in più sul progetto, magari rispondendo pubblicamente a qualche domanda che ci siamo sentiti fare o che ci è stata inviata via email.

 

Quando uscirà e quanti episodi saranno?

Nirvana sarà una miniserie di 6 numeri (a cadenza bimestrale, per alternarsi con Rat-Man) con episodi di 46 pagine. Il resto dell’albo non sarà occupato da pubblicità, tonnellate di posta, concorsi per i lettori o da altri stratagemmi per prendere spazio e riempire pagine al solo scopo di dare un minimo di spessore all’albo e differenziarlo dai cataloghini di Mediaworld. Nel resto di ogni albo, dopo l’episodio ci saranno altri contenuti, tutti realizzati da noi, sempre inerenti alla storia che li precede. Cose tipo ritagli di giornale con notizie circa gli sviluppi degli accadimenti narrati, documenti riservati dei personaggi, biglietti omaggio, sagome da ritagliare, false pubblicità, retroscena, quiz, pagine di diario, ricette, istruzioni, etc…

L’anteprima è prevista per la fine di ottobre a Lucca Comics e sarà anticipata da un numero zero, così per rendere un po’ l’idea di cosa vi aspetta, che dovrebbe uscire in occasione di Romics.

Quindi, uscirà nelle edicole e nelle fumetterie di tutta Italia (e ci sarà davvero, quindi niente più moccoli – che fanno piangere la madonna – ed email – che fanno smoccolare noi e, di conseguenza, piangere la madonna – perché non riuscite a trovare i nostri fumetti) e costerà dai 2 ai 3 euri. Un affarone, dateci retta!

Gli episodi saranno autoconclusivi ma, insieme ai personaggi, seguiranno un unico macrosviluppo che collegherà la miniserie dal numero zero al numero sei, attraverso tutta una serie di misteri, rivelazioni, colpi di scena e minchiate disumane.

Altro?

No, per ora, no, per oggi crediamo possa bastare.

Le prossime domande, alle quali risponderemo tra un mesetto, saranno:

Nirvana sarà un nuovo Ratman?

Nirvana sarà più annacquato di Don Zauker?

Nirvana sarà anche una serie su AXN?

Nirvana piacerà al Santo Padre e a Renzo Bossi?

Nirvana contribuirà a dare una migliore impressione dell’Italia agli occhi delle più autorevoli agenzie di rating?

 

E tante altre ancora…

Ora scusateci, torniamo al lavoro.

No, ma anche se abitassimo a Lumezzane sarebbe lo stesso. Il lavoro è lavoro.

Share

20 Commenti »

Ancora a Pisa.

11 marzo 2011

Sì, domenica 13 marzo 2011, alle ore 17;00 (o giù di lì) torneremo ancora a Pisa, alla fumetteria Fumettando, in piazza Gamabacorti qualcosa.

Lì, presenteremo i nuovi Don Zauker – Inferno e ParadisoX-Nerd – eroi di pace e ci dilungheremo a parlar male del governo e del Santo Padre, ché non è mai abbastanza.

Ci sarà anche spazio per le dediche con particolare attenzione alle svastiche di cazzi o ai soli delle Alpi, sempre di cazzi, novità assoluta di quest’anno.

Chiuderemo la serata con piccole anticipazioni sugli ambiziosi progetti futuri e ricco aperitivo al bar più vicino (dietro pagamento individuale)  e cena gratis, ognuno a casa sua.

Come dite? Vi siete rotti i coglioni di vederci a Pisa?

Figuratevi un po’ noi, di venirci, allora…

Ma tanto, se si aspetta che ci chiamino a Livorno, si fa a tempo a morì.

A domenica.

P.S. QUI c’è una nostra intervista realizzata in questi giorni.

 

 

Share

5 Commenti »