La semina e il raccolto

14 dicembre 2011

Come saprete, oggi il leader di estrema destra Maurizio Boccacci, più altri 4 amichetti del circolo di uncinetto denominato “Militia” sono stati arrestati con le accuse di “associazione per delinquere finalizzata alla diffusione di idee fondate sull’odio razziale, apologia del fascismo, incitamento alla violenza e alla discriminazione per motivi razziali, etnici e religiosi“.

Il simposio di filantropi, ammiratori di Hitler e autori di insulti e minacce alla comunità ebraica, sono stati raggiunti dal provvedimento dopo un’indagine iniziata nel 2010 e condotta dalle forze dell’ordine nella rete fognaria di Roma, nei pozzi neri, nelle latrine delle caserme e negli scarichi degli allevamenti suini.

Cosa c’insegna tutto ciò?

1 – Che i reati suddetti, evidenziati in grassetto, valgono solo per la comunità ebraica, mentre per quella islamica non hanno applicazione.

2 – Che i reati suddetti, evidenziati in grassetto, valgono solo per i militanti di Militia, mentre ex Ministri dell’Interno, ex Ministri delle Riforme, ex Ministri della Semplificazione, europarlamentari grassi possono sproloquiare quanto cazzo vogliono, tanto al limite sparano a tre o quattro negri e si proclama il lutto condiviso.

3 – Che la diffusione di idee violente e disumane porta a gesti violenti e disumani.

4 – Che tutto l’odio, l’indifferenza, l’ignoranza e l’aggressività seminate in questi anni daranno i loro frutti negli anni a venire.

5 – Che, in fondo, c’è ancora pieno zeppo di stronzoli.

Share

33 Commenti »