F4

6 giugno 2012

L’altra sera, come tutti i lunedì, il buon Mentana ci ha ammorbato con l’ennesimo sondaggio per dare un’idea di cosa succederebbe se si votasse oggi.

Peccato che non si voti oggi, né domani ma solo quando il PD avrà dato modo al PDL di riprendersi e di tornare forte come un tempo.

Perché nei duelli d’onore la lealtà è tutto.

Comunque…

A parte il fatto che non sappiamo spiegarci come, da una settimana all’altra, possano cambiare così tanto gli orientamenti di voto. Come se uno cambiasse idea tutte le settimane, in base… boh?… al meteo, alle quotazioni Snai o ai discorsi del papa (sì, questo avviene davvero, purtroppo).

Ma quello che ci colpisce è un altro aspetto del sondaggio.

Dalla fine del Governo Berlusconi, il PDL non ha fatto altro che calare clamorosamente al punto che adesso è al 18% e sembra dover scendere ancora.

Ecco, alla luce di tutto ciò, noi ci chiediamo: ma cos’avranno fatto mai di tanto schifoso, che non abbiamo già fatto prima, da quando non sono più al governo, per far allontanare così tanti dei loro elettori?

Davvero, davanti a queste considerazioni rimaniamo basiti.

Share

113 Commenti »

Sondaggi

Il Buon Governo

26 maggio 2009

ambrogio_lorenzetti_002

Quali provvedimenti adotterà il Governo in seguito alla tragedia in Abruzzo?

  • Sposterà il Grande Fratello dal lunedì al giovedì
  • Spedirà una task force di combattenti contro il terremoto
  • Depenalizzerà il reato di abusivismo edilizio
  • Nominerà S. Marcellino martire Gran Portamerda d’Italia

Vince con 1474 voti, pari al 43% del totale, “Depenalizzerà il reato di abusivismo edilizio”.

Ci spiace catalogare la maggior parte dei nostri lettori nella categoria “saccenti e prevedibili stronzoli in malafede”, ma il risultato di questo sondaggio non dà adito a scuse.

E questo è l’ennesimo esempio di quanto gli italiani siano anni luce indietro, rispetto all’inventiva e all’iniziativa del nostro buon Governo.

Infatti il primo provvedimento preso in seguito della tragedia in Abruzzo, non è stato la depenalizzazione del reato di abusivismo edilizio (o legge sull’aumento della cubatura degli immobili); quella il nostro previdente Governo l’aveva già posta in essere addirittura prima del terremoto, in seguito ad alcuni segnali di allarme giunti non già da quei vagabondi dei sismologi, ma dalle ben più affidabili interpretazioni delle sante lacrime apparse sul volto della madonnina di Pescasseroli (vedi foto) protettrice del parco.

madonnina

Lo stesso dicasi per lo spostamento del Grande Fratello dal lunedì al giovedì.

Detto fatto.

Ma questo è un Governo d’azione, un Governo che non si fa scrupolo di usare la forza, un Governo con i coglioni!

Per questo il primo vero provvedimento per contrastare il terremoto e le sue nefaste conseguenze sarà quello di spedire in Abruzzo una task force di combattenti contro il terremoto (gli stessi che stanno gloriosamente combattendo contro il terrorismo, l’immigrazione e le doppie punte). Questi valorosi militi dei corpi speciali avranno l’ordine di sfollare gli accampamenti abusivi e respingere i terremotati che dovessero ostinarsi nell’assurda pretesa di voler essere accolti, curati e considerati, anche dopo la campagna elettorale.

Aiutiamoli, sì, ma a casa loro!

Share

32 Commenti »

Sondaggi

S.Pietrobyl

9 aprile 2009

spietrocentrale

Dove vorresti fosse costruita la nuova SICURISSIMA centrale nucleare di XIV generazione?

  • A Villa Certosa
  • In Piazza S. Pietro
  • Nella casa del Grande Fratello
  • A Roma, in Viale Mazzini 14

Vince con 1305 voti, pari al 48% del totale: ” In Piazza S. Pietro”.

E allora è tutto vero.

E’ vero che, nonostante il popolo italiano abbia mandato a fare in culo il nucleare con un referendum – la massima espressione democratica – alla fin fine ci ha ripensato. Come dicono i politici favorevoli (ma soprattutto interessati), gli italiani hanno capito benissimo che le centrali di ultima generazione sono sicure al centissimo per cento, perfino su un territorio ad alto rischio sismico come il nostro.

Lo hanno capito talmente bene e si fidano a tal punto che non esiterebbero a piazzarne una perfino in luoghi di particolare interesse. Interesse per chi o per cosa al momento ci sfugge, ma non è questo il punto.

Ed ecco che l’amore, il più autentico e tradizionale sentimento che ci distingue da tutti gli altri popoli, lo manifestiamo al meglio, e proprio in queste occasioni. Per questo i grandi contendenti per la palma di questo sondaggio sono stati il nostro amato premier e il führer della Chiesa Cattolica. Gli italiani sono così sicuri dell’affidabilità dei nuovi impianti che non esiterebbero a piazzarne uno (ma anche due o tre, perché no) sotto il prezioso ano dei due illustrissimi personaggi.

Ma, si sa, l’italiano è sì un cittadino dell’Occidente democratico, è sì il figlio del Rinascimento, ma è prima di tutto un cristiano, per dio. Per questo, nonostante un iniziale testa-testa fra i due contendenti, il santo padre ha avuto la meglio. Gli italiani hanno capito benissimo che possono dormire fra due guanciali.

P. S. Da anni, nei salotti televisivi e nei servizi dei TG si vedono affannarsi politici di ogni schieramento che si permettono di sostenere che “gl’italiani sanno benissimo che…”, “è chiaro che queste cose non interessano ai cittadini”, “il popolo italiano ha capito perfettamente che” e via dicendo. Ora, come facciano a sapere queste cose non è chiaro; sono andati di persona a sentire le opinioni di ciascuno? Bah, a casa nostra non ci sono passati. Da qui la semplice deduzione: che si tratti di uno squallido nonché drammaticamente infantile tentativo per spostare consensi e opinioni?

E allora, visto che non possiamo impedire a questi spaccascurregge di continuare la loro puerile tattichina, incastriamoli: IL PROSSIMO DI LORO CHE SI ARROGA IL DIRITTO DI SAPERE COSA INTERESSA AGL’ITALIANI E’ UN PEZZO DI MERDA. E lo vada a dire alla rottanculo di su’ madre!

Non potremo mai sapere se qualcuno di loro leggerà queste righe. Ma sarà comunque bello immaginarselo.

Share

21 Commenti »

Sondaggi

Fashion

9 marzo 2009

He loves shopping

Quale fra i seguenti personaggi raggiunge un orgasmo più intenso?

  • Il papa davanti a una borsetta di Prada
  • Andrea Nativi davanti a un bombardamento su civili inermi
  • Il ministro Sacconi davanti al card. Poletto
  • Bruno Vespa davanti al plastico di una tragedia

Vince con 917 voti, pari al 55% del totale: “Bruno Vespa davanti al plastico di una tragedia”.Sì, sì, il vincitore del sondaggio è Bruno Vespa, lo sappiamo; ehi, ma come siete puntigliosi, subito pronti a precisare tutto, al limite della rottura di coglioni, eh…

Il fatto è che, sinceramente, quest’immagine ci piaceva troppo per doverla accantonare a favore di una ripugnante foto del Vespone nazionale intento a eiaculare (senza mettere mano) davanti al plastico di una tragedia o alla gigantografia di Andreotti.

Il pur sensibile Andrea Nativi evidentemente non è ancora entrato nelle grazie dei nostri lettori, e le sue appassionanti e morbose decrizioni dei devastanti effetti delle bombe al fosforo bianco, o delle mine antiuomo sulle popolazioni di civili inermi (quasi sempre negri o simil negri), non hanno ancora fatto breccia nel vostro cuore ormai indurito e insensibile al trasporto della vera passione.

Quell’altro, sinceramente, non abbiamo voglia neanche di nominarlo.

Per questo, il vero vincitore morale di questo sondaggio on può essere che LUI, il solo e unico, il successore di Pietro, lo stregone bianco, sua eleganza: Joseeeeph Ratziiiinger! (applausi scalmanati).

Un uomo naturalmente elegante, sempre attento al minimo dettaglio, che ricerca la bellezza a tutti i costi, perché in fondo l’eleganza è una forma di armonia non dissimile dalla bellezza, ma se quest’ultima è assai più spesso un dono di natura, la prima è opera dell’arte e, come tale, non può che elevare a Dio.

Il concetto di eleganza, quindi, non può essere legato al tempo e alle mode; rifugge anzi da ogni tendenza del momento e, se spesso è un dono innato, talvolta lo si può comunque acquisire. Ed è quanto mai necessario se pensato in un’epoca funestata dal cattivo gusto, unito ai sempre più minacciosi razionalismo e relativismo.

L’esempio che il Sommo Pontefice offre ai milioni di fedeli è quindi di grande aiuto nelle situazioni più comuni e mette alla berlina i comportamenti da evitare, diventando uno strumento prezioso per le donne eleganti, per quelle che vorrebbero esserlo e per tutte le donne spiritose che desiderano sottolineare con un pizzico di ironia la propria femminilità.

E qui, a mo’ di chiosa perfetta, ci verrebbe una bellissima rima che, ancor più elegantemente, preferiamo tenere per noi.

Share

34 Commenti »

Sondaggi

Io sono il male, ma anche la cura.

12 febbraio 2009

Peretta

Quale rimedio preferisci contro la stipsi da frutta secca ingurgitata in eccesso durante le feste?

  • L’ingestione di Guttalax
  • La visione di un film qualsiasi di Renzo Martinelli
  • La visione di un intervento qualsiasi di Daniele Capezzone
  • Il TG2

Vince con 1370 voti, pari al 62 % del totale, “La visione di un intervento qualsiasi di Daniele Capezzone”.

Un accurato studio dell’Università di Popiglio (fraz. di Piteglio) ha evidenziato come il picco del fenomeno della stipsi si verifica in pieno inverno, vuoi per le feste natalizie, vuoi per il maggior apporto calorico richiesto per combattere il freddo, vuoi perché comunque vi abbuffate come majali, in culo a chi vi vuol male. Questo le aziende farmaceutiche lo sanno e cercano di specularci sopra, come d’altronde fanno con tutti gli altri problemi di salute, veri o inventati e poi indotti per incrementare i guadagni.

Ma i Gangilli non si fanno certo trovare impreparati, e alle aziende farmaceutiche GLI VANNO UN BER PEZZO NER CULO. Nel sondaggio, infatti, il Guttalax ha ottenuto il minimo dei voti, bravi. Vanno per la maggiore le cure alternative, spesso ben più efficaci, anche se spesso più dolorose e davvero pesanti. Vedere dall’inizio alla fine un film di Martinelli, per esempio, è un’esperienza che segna, e sappiamo di qualcuno che purtroppo non ha più superato il trauma.

Molti di voi hanno preferito la cura pesante ma quotidiana, per un’idea epicurea che alle pene della malattia cronica ci si abitua, e ricorrono all’ingestione di una dose al dì di TG2. Fa cacare che è una meraviglia, anche se può presentare alcune controindicazioni: malessere diffuso, secchezza delle fauci, revisionismo storico, giramento di coglioni, vomito.

Ma le vostre preferenze sono schizzate sine dubbio alcuno verso il rimedio più rischioso e al contempo efficace.
Ci fanno una sega, a noi, i Fiori di Bach, il Bifidus Actiregularis e le pasticchine omeopatiche: poche ciance, CURE DA BISONTI, spalle larghe, legnetto da mordere e vai con decisione. Intestino pieno ma intasato dai fecalomi? Ingessatura del sigma colico? Tappo di sterco e cemento alla bocca dello stronzolatoio? Niente è più efficace di un bell’intervento qualsiasi di Daniele Ca(pe)zzone.

Vederlo, per esempio, agitarsi nel giustificare una delle immani cazzate fatte dalla coalizione di governo; affrontare la visione di un suo affannosissimo attacco alla sinistra trotzkista e massimalista (tipo Rutelli o Violante, secondo la weltanschauung del Nostro); cercare di osservarlo nella strenua difesa del suo ex-acerrimo nemico, ora passato al ruolo di capo indiscusso; queste e molte altre occasioni, forniteci da questo frizzante e poliedrico personaggio, stasano anche un pozzo nero a Calcutta.

Chi non l’ha votato provi. Se supera la nottata, è la cura che fa per lui.

Share

21 Commenti »