Fantasy

20 novembre 2012

Presentato a Francoforte il libro  “L’infanzia di Gesù“, terzo volume della trilogia del Cristo, scritta per la collana “I gialli Mondadori” da Joseph Ratzinger, con lo pseudonimo di Benedetto XVI.

Con questa nuova opera il famoso ricercatore in segate si conferma come uno dei nomi di riferimento per tutti gli amanti del fantasy. Quelli che tra voi hanno amato la trilogia della versione cinematografica del Signore degli anelli, troveranno interessanti riferimenti all’interno di questa nuova trilogia del fantastico, già soprannominata Il Signore delle croci. Basti pensare ai titoli che la comporranno: La compagnia della croce (Gesù che se ne va in giro con i suoi apostoli); Le due torri (Il potere di Caifa contrapposto a quello di Pilato) e il capitolo conclusivo Il ritorno del Re (Gesù che torna, dopo la crocifissione, e porta lui le birre).

Ma non è tutto. Altri riferimenti ai temi del fantastico e del soprannaturale – da Twilight, a Star Wars, alla trilogia della Torre nera di Stephen King – sono facilmente riscontrabili all’interno del testo, che si preannuncia già come uno dei titoli più venduti per le prossime feste di Natale.

Ma le sorprese non finiscono qui. Sembra infatti che il Santo Padre, da qualche tempo meno sottoposto all’attenzione servile dei media e nel tentativo di rilancio della propria immagine, stia lavorando ad una nuova trilogia sulla sua esperienza religiosa, scritta a quattro mani con un altro grande nome della letteratura contemporanea: Federico Moccia.

Per adesso sono ipotizzabili solo i titoli dei vari volumi: Tre metri sopra il Regno dei cieli, Scusa ma ti chiamo Signore e l’ultimo, dedicato a padre Georg, Scusa ma ti voglio sposare.

Share

7 Commenti »