Sign of the Time

12 dicembre 2013

Time

La notizia della vittoria di Papa Francesco nel prestigoso concorso “Uomo dell’anno” del settimanale statunitense Time è stata accolta con moderata soddisfazione dalle gerarchie vaticane. Perché se è vero che l’importante è portare a casa un premio è altrettanto innegabile che si è trattato di un grosso passo indietro rispetto a quanto avvenuto con la loro precedente creatura Papa Ratzinger, che fece il grande slam, ricevendo l’ambitissimo riconoscimento come “Uomo e donna dell’anno”.

Ma aldilà delle polemiche, il fortunato vincitore ha dichiarato che gli sembra di vivere un sogno, visto che lui non voleva neanche partecipare ma era lì solo per accompagnare un amico. Ora sono già pronti per lui contratti per pubblicità di dopobarba,  rasoi e chissà, forse un giorno anche il dorato mondo delle fiction televisive potrebbe spalancargli le porte.

Intanto lasciamo il fortunato vincitore a godersi il suo momento di gloria, in attesa di altri trionfi e altre vittorie, non dimenticando che il 2014 sarà l’anno dei mondiali e da fonti vaticane siamo venuti a sapere che Papa Francesco ha intenzione di puntare decisamente al Pallone d’oro.

 

 

 

Share

10 Commenti »